Oggi è 25 settembre 2017, 20:54

I quesiti di F&F

Forum di discussione sulle emissioni e la storia postale della Repubblica Sociale Italiana
Avatar utente
giampi
Messaggi: 1038
Iscritto il: 23 agosto 2009, 10:15
Località: Capranica (Vt)

Re: I quesiti di F&F

Messaggio da giampi » 14 luglio 2017, 22:59

Ciao Antonello,
tornando ai problemi "tecnici" della filatelia pensi ad esempio che il 4° francobollo sia un falso Verona di ottima qualità' magari coevo e che ha imitato del Verona molte cose compresi gli spazi fra la G e la N e la N e la R. Qualcuno addirittura ipotizza che i cosiddetti Verona ,possano non derivare da un stampa unica ma che siano un insieme di stampe di differente origine e coeve, ufficiali e non. Pura fantasia?
Ciao:
Giampiero

Colleziono ASI, Regno, Colonie, Occupazioni, prevalentemente usati, la mia passione e' comprenderne l'autenticità'. Mi interessa poter classificare i colori dei francobolli (es. Pontificio, Sardegna) con metodi più' oggettivi.


Avatar utente
Antonello Cerruti
Messaggi: 7916
Iscritto il: 16 luglio 2007, 12:45

Re: I quesiti di F&F

Messaggio da Antonello Cerruti » 15 luglio 2017, 10:59

Ciao Giampiero.
Tra i quattro francobolli postati, uno venne dichiarato "soprastampa falsa" da un noto perito di G.N.R. oramai scomparso da anni.

Renato Mondolfo era solito ripetere che i francobolli della tiratura di Verona sarebbero ben più rari di quelli di Brescia ma che la grande quantità di falsi accettati e periziati come originali della tiratura veronese li ha resi più comuni.

Di sicuro c'è che i francobolli della tiratura di Brescia sono più sicuri e più facili da esaminare.

Cordiali saluti.
Antonello Cerruti

Wolfsschanze
Messaggi: 8
Iscritto il: 14 luglio 2017, 19:22

Re: I quesiti di F&F

Messaggio da Wolfsschanze » 17 luglio 2017, 13:30

Colleziono francobolli di questo periodo da vari anni, mi preme solo evidenziare come in questo topic siano state scritte delle imprecisioni. Non è vero ad esempio: “i francobolli della tiratura di Verona sarebbero ben più rari di quelli di Brescia ma che la grande quantità di falsi accettati e periziati come originali della tiratura veronese li ha resi più comuni” e dove sta scritto? E ancora: “Di sicuro c'è che i francobolli della tiratura di Brescia sono più sicuri e più facili da esaminare” sono felice per lei ma non credo proprio. Di sicuro più interessanti per le varie sfaccettature ma non direi più facili. Frasi sopra esposte mi riportano alla memoria quando iniziai io e dovetti saltare a pie pari tutti gli “autoincoronati saccenti” che mi ripetevano di lasciar perdere che tanto i soprastampati sono tutti fasulli. Io invece mi sto divertendo da matti ancora oggi. Quindi ragazzi se vi interessa il periodo, informatevi da collezionisti capaci e documentatevi. Vi faccio notare e chiudo che, il perito rimasto da solo con il libro da scrivere, non è giunto a nessuna conclusione pur avendoceli in mano. :-)
Meditate e buona giornata.
W. Wolf.

Avatar utente
giampi
Messaggi: 1038
Iscritto il: 23 agosto 2009, 10:15
Località: Capranica (Vt)

Re: I quesiti di F&F

Messaggio da giampi » 17 luglio 2017, 14:06

Wolfsschanze ha scritto: Quindi ragazzi se vi interessa il periodo, informatevi da collezionisti capaci e documentatevi.
Gia' pero' e' proprio qui' il problema visto che i collezionisti capaci si sono tutti eclissati da questo Forum.
Tu sei neo iscritto allora auguro una proficua frequentazione sul Forum
Ciao:
Giampiero

Colleziono ASI, Regno, Colonie, Occupazioni, prevalentemente usati, la mia passione e' comprenderne l'autenticità'. Mi interessa poter classificare i colori dei francobolli (es. Pontificio, Sardegna) con metodi più' oggettivi.

Avatar utente
Antonello Cerruti
Messaggi: 7916
Iscritto il: 16 luglio 2007, 12:45

Re: I quesiti di F&F

Messaggio da Antonello Cerruti » 17 luglio 2017, 14:11

Wolfsschanze ha scritto:
17 luglio 2017, 13:30
Colleziono francobolli di questo periodo da vari anni, mi preme solo evidenziare come in questo topic siano state scritte delle imprecisioni. Non è vero ad esempio: “i francobolli della tiratura di Verona sarebbero ben più rari di quelli di Brescia ma che la grande quantità di falsi accettati e periziati come originali della tiratura veronese li ha resi più comuni” e dove sta scritto? E ancora: “Di sicuro c'è che i francobolli della tiratura di Brescia sono più sicuri e più facili da esaminare” sono felice per lei ma non credo proprio. Di sicuro più interessanti per le varie sfaccettature ma non direi più facili. Frasi sopra esposte mi riportano alla memoria quando iniziai io e dovetti saltare a pie pari tutti gli “autoincoronati saccenti” che mi ripetevano di lasciar perdere che tanto i soprastampati sono tutti fasulli. Io invece mi sto divertendo da matti ancora oggi. Quindi ragazzi se vi interessa il periodo, informatevi da collezionisti capaci e documentatevi. Vi faccio notare e chiudo che, il perito rimasto da solo con il libro da scrivere, non è giunto a nessuna conclusione pur avendoceli in mano. :-)
Meditate e buona giornata.
W. Wolf.
La prima affermazione virgolettata non è mia ma di Renato Mondolfo; uno che credo se ne intendesse di francobolli.

La seconda è una mia constatazione.

... Pur avendoceli in mano.
Avendo in mano cosa o chi?

Cordiali saluti.
Antonello Cerruti


Wolfsschanze
Messaggi: 8
Iscritto il: 14 luglio 2017, 19:22

Re: I quesiti di F&F

Messaggio da Wolfsschanze » 17 luglio 2017, 15:14

giampi ha scritto:
17 luglio 2017, 14:06
Gia' pero' e' proprio qui' il problema visto che i collezionisti capaci si sono tutti eclissati da questo Forum.
Cia e grazie, vi siete chiesti quale sia il motivo?
W. Wolf.

Wolfsschanze
Messaggi: 8
Iscritto il: 14 luglio 2017, 19:22

Re: I quesiti di F&F

Messaggio da Wolfsschanze » 17 luglio 2017, 15:20

Antonello Cerruti ha scritto:
17 luglio 2017, 14:11
La prima affermazione virgolettata non è mia ma di Renato Mondolfo; uno che credo se ne intendesse di francobolli.
La seconda è una mia constatazione.
... Pur avendoceli in mano.
Avendo in mano cosa o chi?
Cordiali saluti.
Antonello Cerruti
So chi era Mondolfo, comunque un errore può scappare anche al Papa anche se questo è grosso e non credibile... io comunque non son qui a fare polemica, si documenti per favore.
Il resto lo lasciamo perdere per lo stesso motivo, inutile incaponirsi con chi non vuol sentire.
W. Wolf.

Avatar utente
giampi
Messaggi: 1038
Iscritto il: 23 agosto 2009, 10:15
Località: Capranica (Vt)

Re: I quesiti di F&F

Messaggio da giampi » 17 luglio 2017, 15:27

Wolfsschanze ha scritto:
17 luglio 2017, 15:14
giampi ha scritto:
17 luglio 2017, 14:06
Gia' pero' e' proprio qui' il problema visto che i collezionisti capaci si sono tutti eclissati da questo Forum.
Cia e grazie, vi siete chiesti quale sia il motivo?
W. Wolf.
Io sono estraneo alla gestione del Forum e non ho canali diretti per cui a parte impressioni che derivano dagli interventi e risposte sul Forum ( quasi sempre polemiche) non vado e non posso aver stabilito con certezza colpe e ragioni. Se tu avessi una visione chiara di quello che succede mi piacerebbe saperla. Di sicuro la litigiosità' e' stata una caratteristica peculiare della sezione RSI
Ciao:
Giampiero

Colleziono ASI, Regno, Colonie, Occupazioni, prevalentemente usati, la mia passione e' comprenderne l'autenticità'. Mi interessa poter classificare i colori dei francobolli (es. Pontificio, Sardegna) con metodi più' oggettivi.

Avatar utente
Giovanni Piccione
Amministratore
Messaggi: 1959
Iscritto il: 13 luglio 2007, 0:30
Località: Sicilia

Re: I quesiti di F&F

Messaggio da Giovanni Piccione » 17 luglio 2017, 17:50

giampi ha scritto:
17 luglio 2017, 15:27


Io sono estraneo alla gestione del Forum e non ho canali diretti per cui a parte impressioni che derivano dagli interventi e risposte sul Forum ( quasi sempre polemiche) non vado e non posso aver stabilito con certezza colpe e ragioni. Se tu avessi una visione chiara di quello che succede mi piacerebbe saperla. Di sicuro la litigiosità' e' stata una caratteristica peculiare della sezione RSI
Ciao:
La parte che ho evidenziato in rosso è l'unica certezza che questo Forum ha avuto riguardo la RSI.
"SE IO DO UNA MONETA A TE E TU DAI UNA MONETA A ME, ALLA FINE AVREMO UNA MONETA CIASCUNO; MA SE IO DO UN'IDEA A TE E TU DAI UN'IDEA A ME, ALLA FINE AVREMO CIASCUNO DUE IDEE" Proverbio cinese
” Le idee migliori non vengono dalla ragione, ma da una lucida, visionaria follia."(Erasmo da Rotterdam)
Prima di trarre conclusioni chiamami 327 9739187

Avatar utente
somalafis
Messaggi: 3927
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Re: I quesiti di F&F

Messaggio da somalafis » 17 luglio 2017, 18:04

Il nuovo adepto che si e' scelto come pseudonimo il nome del quartiere generale di Adolf Hitler (Wolfsschanze) e' proprio davvero un neo-iscritto...o un ''revenant''?
Riccardo Bodo
SOSTENITORE

Avatar utente
giaper
Messaggi: 98
Iscritto il: 4 novembre 2014, 12:38
Località: Trento

Re: I quesiti di F&F

Messaggio da giaper » 17 luglio 2017, 20:47

somalafis ha scritto:
17 luglio 2017, 18:04
Il nuovo adepto che si e' scelto come pseudonimo il nome del quartiere generale di Adolf Hitler (Wolfsschanze) e' proprio davvero un neo-iscritto...o un ''revenant''?
Oggi ho passato un interessante quarto d'ora in Internet a leggere di questo insediamento. Chissà se è sopravvissuta corrispondenza da e per questi cupi luoghi (compreso il bunker della cancelleria) dove, ho letto, esistevano una sorta di uffici postali dai quali partiva e arrivava anche corrispondenza privata.
lello da Trento
____________________________________________________________________________
mi piace la storia postale contemporanea.

Wolfsschanze
Messaggi: 8
Iscritto il: 14 luglio 2017, 19:22

Re: I quesiti di F&F

Messaggio da Wolfsschanze » 19 luglio 2017, 9:15

somalafis ha scritto:
17 luglio 2017, 18:04
Il nuovo adepto che si e' scelto come pseudonimo il nome del quartiere generale di Adolf Hitler (Wolfsschanze) e' proprio davvero un neo-iscritto...o un ''revenant''?
Di tutte le possibili traduzione hai scelto la peggiore, ce ne sono di molto più carine, il mondo poi è pieno di tane del lupo fai una ricerca su google, la tana del lupo dovrebbe essere visto come posto sicuro e tranquillo e non associato ad altro, non sono i luoghi ad essere malvagi ma le persone, non vi mettete anche voi alla pari di chi vuole demolire i monumenti del ventennio o impedirci di collezionare alcuni documenti.
Tornando a noi, ho letto un topic con delle accuse di ignoranza ed incompetenza ora ad uno ora ad un altro collezionista, persone tra l’altro riconoscibilissime da chi bazzica l’ambiente e legge anche se silente il forum da anni, collezionisti competenti e capaci che ora stanno portando avanti altri progetti prestigiosi visto che ignoranti non sono. Evidentemente a qualcuno tutto è permesso come screditare persone e sconsigliare un collezionismo sano, interessante e divertente come quello dei GNR. Quando si dice che esistono numerosi falsi non è una menzogna ma esistono gli strumenti ed è possibile acquisire le conoscenze per separare l’originale dal falso, ci vuole impegno, studio e tanta pazienza, se poi uno non ci capisce nulla ma vuole insistere esiste anche un metodo più semplice, è quello di circondarsi di esperti, farsi classificare i francobolli gratis e poi, una volta che gli esperti si sono frantumati gli zebedei e dati alla fuga, sfogarsi dando dell’ignorante a destra e a manca. Quest’ultimo metodo lo chiamerei “zappa sui piedi” funziona bene inizialmente ma poi bisogna arrangiarsi da soli e sono dolori, hai voglia strillare.
Le soprastampe presentate sono facili e banalissime anche se presentate con delle risoluzioni da rivedere.
Noi collezionisti sappiamo a chi dobbiamo rivolgerci se dovessimo aver bisogno di controllare un soprastampa incerta, senza dubbio alcuno.
In definitiva, è facile emettere sentenze e nominarsi grande esperto senza un contraddittorio valido e, visto che qui gli esperti hanno dato forfait, vuoi per un motivo o vuoi per un altro mi sono permesso di puntualizzare alcune cose visto che nessuno ha detto nulla a tal proposito.
Buona giornata.
W. Wolf.
P.S. io non mi occupo né colleziono il Drittes Reich, Großdeutsches Reich et simili, non simpatizzo altresì né di qua o di là. Colleziono solo francobolli (punto).

Avatar utente
somalafis
Messaggi: 3927
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Re: I quesiti di F&F

Messaggio da somalafis » 19 luglio 2017, 10:58

Gentile ''Wolfsschanze'', non contesto il fatto che di tane del lupo ne esistano parecchie ma ammettera' che l'associazione con il quartier generale di Hitler e' quasi immediata per un lettore ''normale'', anche senza nessuna intenzione di voler censurare la storia o i suoi ''reperti''. Prendo volentieri atto che la sua scelta non conteneva riferimenti ''ideologici''.

Quanto al mio interrogativo, esso si spiega con il fatto che lei ha esordito con un intervento che lasciava intendere una frequentazione assai approfondita dell'ambiente.....
D'altra parte questa faccenda degli pseudonimi e' uno dei lati irritanti di internet. Io aggiungo - come vede- il mio nome e cognome
Riccardo Bodo
SOSTENITORE

Avatar utente
Antonello Cerruti
Messaggi: 7916
Iscritto il: 16 luglio 2007, 12:45

Re: I quesiti di F&F

Messaggio da Antonello Cerruti » 19 luglio 2017, 11:48

Fuori da qualsiasi polemica e senza fare classifiche che non mi competono, credo di aver incontrato un solo vero competente delle soprastampe G.N.R.
Non credo voglia essere citato e mi spiace molto che si sia allontanato anche dal Forum.
Comunque, per chi lo conosce, L.A. per me resta imbattibile.
Cordiali saluti.
Antonello Cerruti

Avatar utente
Antonello Cerruti
Messaggi: 7916
Iscritto il: 16 luglio 2007, 12:45

Re: I quesiti di F&F

Messaggio da Antonello Cerruti » 23 luglio 2017, 12:24

Ora che siamo nuovamente sotto l'abile lente d'ingrandimento di L.A., a quanto mi dicono tornato a frequentare il sito, nessuno si vuole cimentare nel risolvere il mio quesito?
Prometto che non interverrò ma lascerò che sia qualcuno esperto a continuare a dare i suoi pareri, quando ne avrà voglia e tempo, superati i suoi attuali problemi.
Cordiali saluti.
Antonello Cerruti

Avatar utente
Antonello Cerruti
Messaggi: 7916
Iscritto il: 16 luglio 2007, 12:45

Re: I quesiti di F&F

Messaggio da Antonello Cerruti » 23 luglio 2017, 12:36

Giovanni Piccione ha scritto:
17 luglio 2017, 17:50
giampi ha scritto:
17 luglio 2017, 15:27


Io sono estraneo alla gestione del Forum e non ho canali diretti per cui a parte impressioni che derivano dagli interventi e risposte sul Forum ( quasi sempre polemiche) non vado e non posso aver stabilito con certezza colpe e ragioni. Se tu avessi una visione chiara di quello che succede mi piacerebbe saperla. Di sicuro la litigiosità' e' stata una caratteristica peculiare della sezione RSI
Ciao:
La parte che ho evidenziato in rosso è l'unica certezza che questo Forum ha avuto riguardo la RSI.
Una sezione non può essere litigiosa di per sé ma lo può diventare a causa del pessimo carattere di chi la frequenta e anche dell'ottimo carattere (=eccessiva tolleranza) di chi non modera l'altrui animosità.
Purtroppo il "tu non capisci nulla" o il "io sono più bravo di te" dipende in gran parte dalla mancanza di codificazioni sulla materia contesa.
Sugli A.S.I. è difficile che si agitino discussioni simili perchè le differenze tra un francobollo originale ed un falso sono belle e scritte; questo non è ancora avvenuto per i francobolli soprastampati G.N.R.
C'è chi segue gli insegnamenti di Tizio o di Caio e chi invece appartiene alla scuola di Sempronio o di Babbo Natale.
Sembra quasi che in troppi ci tengano a lasciare tutto in una complice penombra.
Nel film "Operazione sottoveste" viene pronunciata la famosa battuta "...Nel torbido si pesca meglio...".
Che anche per questi francobolli valga la stessa storia...?

Probabilmente, per chi ha sempre ritenuto che - ad esempio - "la parte finale debba essere tronca" è troppo importante che non si accetti/accerti invece che "debba essere a punta".
Altrimenti, tutti i miei francobolli sono falsi e posso gettarli nel cestino.
Quando non c'è in ballo solo l'onore ma anche il portafogli, ogni litigio sembra essere ammesso.

Cordiali saluti.
Antonello Cerruti

Avatar utente
niccosan
Messaggi: 472
Iscritto il: 28 aprile 2016, 18:55
Località: Pescara

Re: I quesiti di F&F

Messaggio da niccosan » 23 luglio 2017, 16:07

Uhm leggendo fra un appuntamento di lavoro ed un altro....
ma in conclusione

queste soprastampe alla fine che cosa sono???

come identificarle se valide o no?

perchè leggo solo discussioni fra persone che non conosco che dicono questo o altro ma che non hanno al momento diramato la questione?
Mi sembra un metodo poco illuminato se si voleva portare ad un diffondere del sapere comune
ma solo un parlare di sè....io colleziono ...io so questo....(ma non dicendo cosa sa...)

ma io povero collezionista che si affaccia a questo mondo da appena 18 mesi
e che ha letto fino ad ora qualche libro
lascio perdere se le premesse sono queste

Antonello ha posto un quesito a mio avviso utile e che potrebbe portare ad un arricchimento di tutti
se tutti noi discutiamo civilmente senza prendersi per i fondelli

ma fino ad ora...tranne rari interventi .... il resto è FUFFA

:desp:
N.A. Cosanni
Sostenitore 2016-2017

Ampiamente dilettante

Colleziono : Repubblica (Nuovi e Usati) iniziato il Regno con molte difficoltà (sono un novellino)
Interesse: Castelli D'Italia / Giappone / Svizzera
Agg. 16-07-2017
_________________________________________________________________________

Avatar utente
Giovanni Piccione
Amministratore
Messaggi: 1959
Iscritto il: 13 luglio 2007, 0:30
Località: Sicilia

Re: I quesiti di F&F

Messaggio da Giovanni Piccione » 24 luglio 2017, 15:52

Ed infatti la RSI è sicuramente una delle sezioni "fallimentari" di questo Forum.
La litigiosità che spesso si concludeva con "ha ragione io e tu non capisci niente" ha fatto si che la sezione sia stata abbandonata e che difficilmente qualcuno si approcci a tale sezione.
Se oggi decidessi di collezionare Lombardo Veneto, Sardegna, Regno, avrei dei riferimenti certi, in RSI l'unica certezza è che non posso avere certezze per cui perchè buttarci soldi dentro se non ne capisco e nessuno mi aiuterà a capirne? Quanto mi dovrà costare il mio fare esperienza e senza nessuna certezza infine?
Per questo motivi per me, ma è solo una mia personale posizione, il settore RSI, francobolli e Forum, è diventato roba da falò.
Ciao:
"SE IO DO UNA MONETA A TE E TU DAI UNA MONETA A ME, ALLA FINE AVREMO UNA MONETA CIASCUNO; MA SE IO DO UN'IDEA A TE E TU DAI UN'IDEA A ME, ALLA FINE AVREMO CIASCUNO DUE IDEE" Proverbio cinese
” Le idee migliori non vengono dalla ragione, ma da una lucida, visionaria follia."(Erasmo da Rotterdam)
Prima di trarre conclusioni chiamami 327 9739187

Avatar utente
giampi
Messaggi: 1038
Iscritto il: 23 agosto 2009, 10:15
Località: Capranica (Vt)

Re: I quesiti di F&F

Messaggio da giampi » 24 luglio 2017, 16:28

Giovanni Piccione ha scritto:
24 luglio 2017, 15:52
per me, ma è solo una mia personale posizione, il settore RSI, francobolli e Forum, è diventato roba da falò.
Ciao:
Giovanni mi pare di notare in queste parole una "leggera" irritazione :-))
Ciao: Ciao:
Giampiero

Colleziono ASI, Regno, Colonie, Occupazioni, prevalentemente usati, la mia passione e' comprenderne l'autenticità'. Mi interessa poter classificare i colori dei francobolli (es. Pontificio, Sardegna) con metodi più' oggettivi.

Avatar utente
maupoz
Messaggi: 1935
Iscritto il: 8 febbraio 2010, 16:07
Località: MILANO

Re: I quesiti di F&F

Messaggio da maupoz » 24 luglio 2017, 16:39

:mmm: :mmm: da Salò ...... a falò...... :mmm: :mmm: ... basta una consonante..... :holmes:
Maurizio

"Sicché dunque, disse Pinocchio sempre più sbalordito, se io sotterrassi in quel campo i miei cinque zecchini, la mattina dopo quanti zecchini ci troverei?"
"È un conto facilissimo, rispose la Volpe, un conto che puoi farlo sulla punta delle dita. Poni che ogni zecchino ti faccia un grappolo di cinquecento zecchini: moltiplica il cinquecento per cinque e la mattina dopo ti trovi in tasca duemila cinquecento zecchini lampanti e sonanti."
"Oh che bella cosa!" gridò Pinocchio, ballando dall'allegrezza.


Bloccato

Torna a “Repubblica Sociale Italiana”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Sostieni il forum: