Oggi è 18 ottobre 2017, 2:21

I francobolli ...dattiloscritti

A Stamp From Everywhere: un modo di collezionare.
La cosa può essere semplice o complessa, dipende da te.

Moderatore: fabiov

Rispondi
Avatar utente
somalafis
Messaggi: 3956
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

I francobolli ...dattiloscritti

Messaggio da somalafis » 21 aprile 2017, 13:45

Torchio tipografico e caratteri mobili? Macche', basta una macchina da scrivere. Un piccolo gruppo di francobolli dattiloscritti e' comparso in questi giorni in un'asta prestigiosa SPINK svoltasi a Londra il 19 aprile. Il catalogo d'asta presentava, in fondo alla vendita suddivisa per stati, una sezione dedicata alle altre autorita' emittenti (francobolli locali e di poste private), nella quale appunto comparivano alcuni valori dattiloscritti (purtroppo le immagini, se vengono copiate, risultano molto piccole).
Tutti conoscono i ''missionari'' dell'Uganda e non mancavano neanche in questa vendita; ne era illustrato un esemplare (chissa' come fanno a periziare questi francobolli....)
uganda.jpg
Abbastanza famose sono anche le etichette postali della ''Bandit Post'' in Cina (che, a dire il vero, non mi hanno mai convinto granche')
bandit.jpg
Avevo anche un vago ricordo dell'esistenza di questi ''segnatasse'' postali di Santa Lucia nei Caraibi (Indie Occidentali Britanniche)
slucia.jpg
Altre emissioni invece mi sono risultate del tutto sconosciute. Ad esempio questa posta privata organizzata dai boeri in Sud Africa durante la guerra contro gli inglesi
boeri.jpg
oppure questo ''francobollo'' dell' Honduras con annullo di trasportatori privati
honduras.jpg
Infine mi lascia assai incuriosito questo francobollo dattiloscritto di ''Long Island'' del 1916 vagamente localizzato in oriente.
long island.jpg
Sicuramente e' britannico (G.R.I., cioe' Georgius Rex Imperator, come nelle soprastampe di occupazione della Nuova Guinea Tedesca): ma qual'e' la sua storia?
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ultima modifica di somalafis il 21 aprile 2017, 17:11, modificato 1 volta in totale.
Riccardo Bodo
SOSTENITORE


Avatar utente
debene
Messaggi: 5543
Iscritto il: 13 novembre 2011, 16:19
Località: Bari - Italy
Contatta:

Re: I francobolli ...dattiloscritti

Messaggio da debene » 21 aprile 2017, 13:49

Chissà se Fabio ci sà dire qualcosa se ci legge?

Tutta roba da veri Asfeisti!

Ciao:

sergio
Sergio De Benedictis
Sostenitore
Socio C.I.F.T. - A.I.C.A.M - A.N.C.A.I. - U.S.F.I. - A.I.M. - I.S.S.P.

Quando la Filatelia è culturaLink al mio sito : Esculapio Filatelico

Visita la mia rubrica sul Postalista :Il bastone di Asclepio

Guarda le mie vendite su Delcampe: nickname "debene".

I miei interessi :
Tematica medica; Antichi Stati; Storia Postale di Bari; Precancel U.S.A., Affrancature Meccaniche; Letteratura Filatelica; Erinnofili;Collezione A.S.F.E.

Avatar utente
somalafis
Messaggi: 3956
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Re: I francobolli ...dattiloscritti

Messaggio da somalafis » 21 aprile 2017, 17:10

Intanto ho fatto qualche progresso: i ''francobolli'' di Long Island pare si riferiscano ad un'isoletta nel golfo di Smirne in Turchia. Venne occupata dalla marina britannica nella prima guerra mondiale per bloccare appunto il porto di Smirne. Pare che l'occupazione sia avvenuta nell'aprile 1916 e che l'isoletta sia stata evacuata dagli inglesi gia' il 26 maggio. Secondo i sostenitori di queste emissioni, un ''ufficio'' postale venne aperto il 7 maggio e si provvide a soprastampare marche fiscali turche ma anche ad emettere una piccola quantita' di francobolli dattiloscritti. Non essendoci in realta' alcun bisogno di francobolli per questa temporanea occupazione, queste emissioni sono sovente indicate come ''speculative''............
longisl.jpg
Ho anche recuperato qualche ulteriore immagine delle varie emissioni di francobolli dattiloscritti dai missionari in Uganda (denominati in cowries, cioe' in cipree (le conchiglie usate come moneta).
ug 5.jpg
ug 10.jpg
ug 20.jpg
ug25.jpg
ug40.jpg
ug50.jpg
ug60.jpg
ug bis.jpg
ug let b.jpg
ug let.jpg
Qualcuno ha altri francobolli dattiloscritti da segnalare?
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Riccardo Bodo
SOSTENITORE

Avatar utente
xare
Messaggi: 1029
Iscritto il: 19 aprile 2015, 0:21

Re: I francobolli ...dattiloscritti

Messaggio da xare » 21 aprile 2017, 18:51

Interessanti anche se non ci capisco nulla.

Ciao:

Avatar utente
acquarius1
Messaggi: 968
Iscritto il: 30 maggio 2016, 12:08

Re: I francobolli ...dattiloscritti

Messaggio da acquarius1 » 21 aprile 2017, 19:07

Riccardo invidio la tua cultura filatelica! :clap: :clap:
Invece siccome sei entrato in un campo che conosco molto bene mi inserisco per migliore l'informazione. I francobolli dell'Uganda non sono pagabili in una qualsiasi ciprea, ma solo in questa ciprea: la Monetaria moneta.
Con questa conchiglia venivano fatte anche collane che servivano a portarsene tante dietro perchè tutto veniva e forse ancora viene pagato in Centro Africa con questa conchiglia
Ciao:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
principali collezioni:

Trinacrie di Sicilia 1848
Annulli di località termali su Antichi Stati Europei
Salsomaggiore 1860 - 1968


Daniele
Messaggi: 901
Iscritto il: 29 luglio 2007, 10:28
Località: Rep. Ceca

Re: I francobolli ...dattiloscritti

Messaggio da Daniele » 21 aprile 2017, 23:34

Ciao,

si tratta della collezione dell´Asfeista sudafricano Chris Mosby. Ci sono pezzi bellissimi, ma purtroppo , secondo me, SPINK non ha valorizzato questa collezione in quanto é stata posta in vendita suddivisa per continenti o aree geografiche e quindi si possono trovare in un lotto 80 -100 entitá delle quali 4/5 sono locals rarissimi e altri 95 sono magari banali. Inoltre ci sono pochissime foto che non danno assolutamente idea di cosa contengano complessivamente i lotti.
Le descrizioni poi sono incomplete e carenti. So di almeno un francobollo molto raro, se non rarissimo, nel lotto Sudafrica che non ha foto e che non viene neppure menzionato nella descrizione....
Davvero un disastro :preo:

Per finire i prezzi sono comunque altini e sono curioso di vedere i realizzi finali. Qualche bids l´ho messo..

ciao Ciao:

Daniele
Colleziono ASFE, poste locali, bogus e phantom stamps


I miei doppioni di posta locale ( in costante sviluppo):
https://www.delcampe.net/en_GB/collecta ... e/asfe1899

medor
Messaggi: 311
Iscritto il: 5 aprile 2014, 19:44

Re: I francobolli ...dattiloscritti

Messaggio da medor » 22 aprile 2017, 0:51

In un lotto era inserito anche il multicolore "comitato baltico", un'entità inseguita a lungo dal nostro fabiov.

Avatar utente
somalafis
Messaggi: 3956
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Re: I francobolli ...dattiloscritti

Messaggio da somalafis » 22 aprile 2017, 8:59

medor ha scritto:
22 aprile 2017, 0:51
In un lotto era inserito anche il multicolore "comitato baltico", un'entità inseguita a lungo dal nostro fabiov.
Questo pezzo e' illustrato nel catalogo
baltico.jpg
Oltre a vari locals ben noti, c'e' anche l'illustrazione di una ''kamp post'' di prigionieri a Malta
malta.jpg
In effetti, la collezione dispersa in questa sezione dell'asta e' una classica collezione ASFE (quella di Chris Mobsby, come ci ha indicato Daniele) cosi' presentata:
Note: The following lots are taken from a collection which aims to represent by
single stamp or cover, each organisation that has been responsible for the issue of
postage stamps. Around half of the 2,200 issues are ‘locals’
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Riccardo Bodo
SOSTENITORE

medor
Messaggi: 311
Iscritto il: 5 aprile 2014, 19:44

Re: I francobolli ...dattiloscritti

Messaggio da medor » 22 aprile 2017, 14:08

somalafis ha scritto:
22 aprile 2017, 8:59
In effetti, la collezione dispersa in questa sezione dell'asta e' una classica collezione ASFE (quella di Chris Mobsby, come ci ha indicato Daniele) cosi' presentata:
Note: The following lots are taken from a collection which aims to represent by
single stamp or cover, each organisation that has been responsible for the issue of
postage stamps.



La sigla "ASFE" non ha diritto di cittadinanza nella terminologia filatelica ufficiale, pertanto la casa d'aste è dovuta ricorrere ad una perifrasi per spiegare di cosa si trattava, altrimenti il 99% dei propri clienti non avrebbe capito assolutamente nulla di cosa veniva proposto all'incanto. Diversi lotti sono stati raggruppati all'interno di mini collezioni: si è trattato di una scelta obbligata dal momento che molti francobolli hanno un valore individuale non elevato e non potevano essere presentati alla vendita singolarmente da una Casa come Spink. (Potrebbe essere stata anche una precisa volontà del conferente o dei suoi eredi). Capisco che qualcuno se ne sia lamentato per poter scegliere fior da fiore, scartando qualcosa di superfluo o indesiderato, ma non si poteva operare diversamente.

Daniele
Messaggi: 901
Iscritto il: 29 luglio 2007, 10:28
Località: Rep. Ceca

Re: I francobolli ...dattiloscritti

Messaggio da Daniele » 22 aprile 2017, 16:07

medor ha scritto:
22 aprile 2017, 14:08
somalafis ha scritto:
22 aprile 2017, 8:59
In effetti, la collezione dispersa in questa sezione dell'asta e' una classica collezione ASFE (quella di Chris Mobsby, come ci ha indicato Daniele) cosi' presentata:
Note: The following lots are taken from a collection which aims to represent by
single stamp or cover, each organisation that has been responsible for the issue of
postage stamps.



La sigla "ASFE" non ha diritto di cittadinanza nella terminologia filatelica ufficiale, pertanto la casa d'aste è dovuta ricorrere ad una perifrasi per spiegare di cosa si trattava, altrimenti il 99% dei propri clienti non avrebbe capito assolutamente nulla di cosa veniva proposto all'incanto. Diversi lotti sono stati raggruppati all'interno di mini collezioni: si è trattato di una scelta obbligata dal momento che molti francobolli hanno un valore individuale non elevato e non potevano essere presentati alla vendita singolarmente da una Casa come Spink. (Potrebbe essere stata anche una precisa volontà del conferente o dei suoi eredi). Capisco che qualcuno se ne sia lamentato per poter scegliere fior da fiore, scartando qualcosa di superfluo o indesiderato, ma non si poteva operare diversamente.


Ciao,

la casa avrá avuto indubbiamente le sue ragioni, nulla toglie che avrebbe potuto inserire descrizioni piú dettagliate, ed eventualmente allegare un maggior numero di foto. Sapendo che si trattava di una collezione ASFE e che il target dei collezionisti ASFE é quello di collezionare entitá per entitá, si rende quindi necessario per il venditore dettagliare il piú possibile ( noc descrizioni e/o foto) se vuole raggiungere il massimo del realizzo possibile.

Ciao:

Daniele
Colleziono ASFE, poste locali, bogus e phantom stamps


I miei doppioni di posta locale ( in costante sviluppo):
https://www.delcampe.net/en_GB/collecta ... e/asfe1899

Avatar utente
Rosalba
Messaggi: 1664
Iscritto il: 26 aprile 2008, 22:04
Località: Castelfidardo (AN)

Re: I francobolli ...dattiloscritti

Messaggio da Rosalba » 22 aprile 2017, 17:48

:-) Ciao:
In asta una lussuosa collezione ASFE da Spink.

Mosby è un collezionista ASFE famoso e con pezzi straordinari per il settore.

Avrebbe anche venduto volentieri in blocco ma tra coloro che sapevano di questo non ha trovato acquirenti.

Daniele ha ragione a dire che la collezione non è stata ben presentata: una collezione Asfe ha bisogno di immagini più di qualunque altra.
Alcune entità sono poco o niente conosciute, come l'Ermelo-Carolina che ci mostra Riccardo e di cui si ha notizia di soli 3 esemplari usati, uno nella collezione della regina Elisabetta, uno nella collezione di un museo sudafricano (mi sembra) e uno in mano a Mosby, e se non le mostri e non ne tracci brevemente la storia non riesci ad allargare il possibile bacino di acquirenti, anzi anche tra gli Asfeisti hai poco appeal perché davvero certe info sono appannaggio di pochi.

Fabio è riuscito a mettere in collezione il variopinto Baltico grazie ad una precedente asta e in questa di Mosby diverse sarebbero state le entità di suo gradimento ma i lotti sono stati composti in modo davvero poco adeguato, troppe poche immagini e troppe entità in ogni lotto, di cui alcune neanche citate (vedi il Mount Currie)

Ma Fabio saprà parlarci più esaustivamente di questa splendida collezione del suo amico Mosby

un abbraccio :-) Ciao: :abb:
...fatti non foste a viver come bruti,
ma per seguir virtute e canoscenza...
Dante, Inf. XXVI 119-120


S T A F F

Daniele
Messaggi: 901
Iscritto il: 29 luglio 2007, 10:28
Località: Rep. Ceca

Re: I francobolli ...dattiloscritti

Messaggio da Daniele » 22 aprile 2017, 18:52

Sono usciti i realizzi, i lotti invenduti si contano sulle dita di una mano.
Il piú interessante invenduto é un lotto che contiene una busta viaggiata affrancata noc il 4 potatoes di Tristan da Cunha.
ciao

Ciao:

Daniele
Colleziono ASFE, poste locali, bogus e phantom stamps


I miei doppioni di posta locale ( in costante sviluppo):
https://www.delcampe.net/en_GB/collecta ... e/asfe1899

Avatar utente
fabiov
Messaggi: 3483
Iscritto il: 13 luglio 2007, 7:04
Contatta:

Re: I francobolli ...dattiloscritti

Messaggio da fabiov » 22 aprile 2017, 19:11

Grazie dell'informazione Daniele!
Sai il totale del realizzato?
Vorrei confrontarlo con i 38.000 euro che Chris mi aveva chiesto per l'acquisto in blocco di ciò che avrebbe poi dato a Spink.

Una busta viaggiata con il potato stamp è un ottimo reperto...certo che se ti mettono i prezzi che ho visto mi viene male.
Se poi ci aggiungi tutti quegli extra che ci carica Spink...
era meglio mettersi in dieci e comprare direttamente da Chris Mobsby la sua intera collezione...
Me l'aveva offerta... ma io al max posso puntare su un lotto da 300 sterline e non da 4.000 .

Non sto a commentare come quegli sprovveduti di Spink hanno diviso i lotti e Non li hanno Illustrati degnamente..
Un rarissimo Mount Currie era insieme ai boli di Città del Capo e nemmeno citato. Incompetenti... Di Mount Currie esistono solo 57 pezzi al mondo... ma esperti di Locals ce ne sono pochi in giro...
ciao a tutti
Fabiov Ciao: Ciao:
SOSTENITORE DA SEMPRE!
Leggete articoli filatelici miei e di altri amici giornalisti nel mio sito www.fabiovstamps.com

Avatar utente
fabiov
Messaggi: 3483
Iscritto il: 13 luglio 2007, 7:04
Contatta:

Re: I francobolli ...dattiloscritti

Messaggio da fabiov » 22 aprile 2017, 19:12

errore mio di digitazione... questo post è perciò
stato intenzionalmente lasciato BLANK
SOSTENITORE DA SEMPRE!
Leggete articoli filatelici miei e di altri amici giornalisti nel mio sito www.fabiovstamps.com

Daniele
Messaggi: 901
Iscritto il: 29 luglio 2007, 10:28
Località: Rep. Ceca

Re: I francobolli ...dattiloscritti

Messaggio da Daniele » 22 aprile 2017, 19:18

Ciao Fabio,

se non ho sbagliato i conti ha realizzato 30.270 GBP, circa 36.000 euro. ( diritti esclusi)

Daniele Ciao:
Colleziono ASFE, poste locali, bogus e phantom stamps


I miei doppioni di posta locale ( in costante sviluppo):
https://www.delcampe.net/en_GB/collecta ... e/asfe1899

Avatar utente
fabiov
Messaggi: 3483
Iscritto il: 13 luglio 2007, 7:04
Contatta:

Re: I francobolli ...dattiloscritti

Messaggio da fabiov » 22 aprile 2017, 22:53

uhmmm vuol dire che non c'è stata competizione. L'asta con la collezione di Czyl fatta da Grosvenor con tante immagini e lotti ben identificati aveva realizzato 860.000 sterline!

Adesso vedremo cosa apparirà sul mercato perché di sicuro molti lotti saranno smembrati e venduti singolarmente.
Mi informerò anche per vedere se Vic Berkovich si è aggiudicato qualche lotto.
ciao fabiov
Ciao: Ciao:
SOSTENITORE DA SEMPRE!
Leggete articoli filatelici miei e di altri amici giornalisti nel mio sito www.fabiovstamps.com

medor
Messaggi: 311
Iscritto il: 5 aprile 2014, 19:44

Re: I francobolli ...dattiloscritti

Messaggio da medor » 23 aprile 2017, 13:38

fabiov ha scritto:
22 aprile 2017, 22:53
L'asta con la collezione di Czyl fatta da Grosvenor con tante immagini e lotti ben identificati aveva realizzato 860.000 sterline!
Che asta quella per il settore! Però mi è spiaciuto per colui che aveva assemblato la collezione, scomparso ad un'età in cui oggi si è considerati ancora giovani.

Avatar utente
somalafis
Messaggi: 3956
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Re: I francobolli ...dattiloscritti

Messaggio da somalafis » 26 aprile 2017, 13:17

somalafis ha scritto:
21 aprile 2017, 17:10
... un ''ufficio'' postale venne aperto a Long Island il 7 maggio e si provvide a soprastampare marche fiscali turche ....
Una di queste marche fiscali soprastampate (a macchina da scrivere, direi) compare in questi giorni in una prestigiosa asta a New York realizzata dalla ditta Siegel con una stima di 8000 dollari...
longisland.jpg
Dalla stessa asta - che offre anche parecchi ''missionari dell'Uganda''- recupero anche la testimonianza dell'esistenza di francobolli almeno in parte manoscritti. Come in questo ''soprastampato a mano'' di Griqualand West del 1874
cap bs.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Riccardo Bodo
SOSTENITORE

Avatar utente
somalafis
Messaggi: 3956
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Re: I francobolli ...dattiloscritti

Messaggio da somalafis » 29 aprile 2017, 16:01

Anche questi provvisori cinesi di Wei Hai Wei del 1898 mi sembrano in parte manoscritti
wei.jpg
Comunque la stima in asta era di 3100$.

Non sono manoscritti ne' dattiloscritti ma certo non brillano per impegno grafico questi francobolli provvisori del 1886: visti cosi' non e' neanche facile capirne la provenienza
spm.jpg
sp e m .jpg
.....
....
....
Ma per fortuna i due lotti, messi all'asta in questi giorni da Siegel non si presentavano come io li ho ''ritagliati'': sono infatti applicati su un piccolo framento che rende leggibile il timbro postale di Saint Pierre et Miquelon, il piccolo possedimento insulare francese sulla coste canadesi
spm b.jpg
sp e m 1886.jpg
Dovrebbero essere, come certi biscotti, ''brutti ma buoni'', visto che recavano una stima rispettivamente di 1500 e 1600$.

Concludo questa miscellanea di francobolli ''rudimentali'' con questa emissione dell'ufficio francese di Zanzibar risalente al 1897.
In questo colore pare ne siano stati stampati solo 10 e la stima era di 4000 $
zanvi 1897 10.jpg
in quest'altra versione ne sono stati stampati solo 12 (stima di 3000 $)
zanzi 1897 12.jpg
e in questa terza versione solo 50 (stima 1300 $)
zanzi 1897 50.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Riccardo Bodo
SOSTENITORE

Avatar utente
fabiov
Messaggi: 3483
Iscritto il: 13 luglio 2007, 7:04
Contatta:

Re: I francobolli ...dattiloscritti

Messaggio da fabiov » 8 maggio 2017, 16:17

Avndo un po' di soldi... ci sarebbe molto da comprare... in questa asta!
SOSTENITORE DA SEMPRE!
Leggete articoli filatelici miei e di altri amici giornalisti nel mio sito www.fabiovstamps.com


Rispondi

Torna a “ASFE”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Sostieni il forum: