Oggi è 22 ottobre 2017, 8:29

Il mistero della scomparsa di Amelia Earhart

Filo Diretto con la Rivista
Immagine
Rispondi
Avatar utente
Rosalba
Messaggi: 1657
Iscritto il: 26 aprile 2008, 22:04
Località: Castelfidardo (AN)

Il mistero della scomparsa di Amelia Earhart

Messaggio da Rosalba » 6 giugno 2012, 14:20

:-) Ciao: Ciao a tutti,
ieri sul Corriere della Sera un articolo a tutta pagina parlava della misteriosa scomparsa della famosa aviatrice Amelia Earhart.
L'Arte del Francobollo già a Gennaio aveva pubblicato un bell'articolo sulla pioniera dell'aviazione, prendendo spunto da notizie relative alla spedizione a Nikumaroro alla ricerca di reperti del disastro aereo.
Vi posto l'articolo perchè merita, secondo me, e perchè contiene belle cover da vedere.
Un abbraccio
Rosalba

amelia.jpg


amelia 001.jpg


amelia 002.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
...fatti non foste a viver come bruti,
ma per seguir virtute e canoscenza...
Dante, Inf. XXVI 119-120


S T A F F


Avatar utente
Lucio
Messaggi: 1003
Iscritto il: 30 dicembre 2007, 9:57

Re: Il mistero della scomparsa di Amelia Earhart

Messaggio da Lucio » 7 giugno 2012, 12:04

Ciao: :lugana: ... ciao tutti ..
.. Rosalba :clap: :clap: .. sempre più interessanti i tuoi interventi .. non mi dilungo a spiegar motivi di mio gradimento che sorgon dalla lontana sventura .. permettimi un bacio ..
.. lugana ... :lugana: :lugana:


318.gif


Lucio
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Paolo Angelini (paoloang)
Messaggi: 885
Iscritto il: 13 luglio 2007, 11:54

Re: Il mistero della scomparsa di Amelia Earhart

Messaggio da Paolo Angelini (paoloang) » 7 giugno 2012, 12:31

Di chi è quella cover con la mappa?
ho combattuto a denti stretti su ebay un paio di anni fa per prenderla.... ma l'ho persa...
avevo fatto ach'io uno studio fllatelico sull'argomento, due anni fa.
questa è una versione ridotta che avevo preparato per una piccola mostra al mio paese
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Paolo Angelini

Colleziono Annulli a targhetta VISITATE L'ITALIA

Avatar utente
Rosalba
Messaggi: 1657
Iscritto il: 26 aprile 2008, 22:04
Località: Castelfidardo (AN)

Re: Il mistero della scomparsa di Amelia Earhart

Messaggio da Rosalba » 7 giugno 2012, 14:18

:-) Ciao: complimenti Paolo!!!!!!!! :clap: :clap: :clap: bellissimo lavoro!! alcune delle tue buste sarebbero state benissimo nell'articolo!

Non sapevo ti fossi interessato della Earhart...è una storia avventurosa e misteriosa e ha tanti bei reperti postali che permettono di raccontarla attraverso i nostri amatissimi dentelli e buste e cartoline! :fest: :fest:

Indagherò sul proprietario della cover e ti faccio sapere ;-)

Un abbraccio e ancora complimenti!!! :clap: :clap: :clap:
:abb: Ciao: :-) :rosa:
...fatti non foste a viver come bruti,
ma per seguir virtute e canoscenza...
Dante, Inf. XXVI 119-120


S T A F F

Avatar utente
Rosalba
Messaggi: 1657
Iscritto il: 26 aprile 2008, 22:04
Località: Castelfidardo (AN)

Re: Il mistero della scomparsa di Amelia Earhart

Messaggio da Rosalba » 7 giugno 2012, 14:23

Lucio ha scritto: Ciao: :lugana: ... ciao tutti ..
.. Rosalba :clap: :clap: .. sempre più interessanti i tuoi interventi .. non mi dilungo a spiegar motivi di mio gradimento che sorgon dalla lontana sventura .. permettimi un bacio ..
.. lugana ... :lugana: :lugana:


318.gif


Lucio



:-) Ciao: Carissimo Lucio, simpatico bacio permesso e molto apprezzato ;-)
...ma ti prego dilungati :f_si: :f_si: non puoi mica lasciar così nel dubbio una donzella, che per antonomasia dicasi curiosa :OOO: :-))
Ti abbraccio e ti bacio anche io :abb: :bacio:
...fatti non foste a viver come bruti,
ma per seguir virtute e canoscenza...
Dante, Inf. XXVI 119-120


S T A F F


Avatar utente
fabiov
Messaggi: 3462
Iscritto il: 13 luglio 2007, 7:04
Contatta:

Re: Il mistero della scomparsa di Amelia Earhart

Messaggio da fabiov » 10 giugno 2012, 15:26

Ho trovato l'articolo del Corriere della Sera del 5-6-2012.
Penso sia utile per avere altre notizie su questa pioniera dell'aviazione. Eccolo qui riportato:
Pagina 29
(5 giugno 2012) - Corriere della Sera
RITROVAMENTI UN VASETTO DI CREMA PER IL VISO RILANCIA LA STORIA DELLA PIONIERA DEL VOLO CACCIA AI RESTI DELL' AEREO
Frammenti di vetro sull' atollo Svolta nel giallo dell' aviatrice
Le ricerche Più di 70 anni dopo, in partenza dalle Hawaii la spedizione che punta a risolvere il caso Amelia Earhart scomparve nel ' 37: su di lei mille ipotesi
WASHINGTON - Amelia Earhart è morta un giorno d' estate del 1937. Non sappiamo quale. Probabilmente debilitata dalla fame e dalla sete, sull' atollo di Nikumaroro, nel Pacifico. Una verità non ancora ufficiale che per essere tale ha bisogno di altre prove. Ma che si regge su piccoli cocci di vetro, utensili rudimentali e ossa di animali. Indizi ritenuti importanti da quanti credono che quell' isolotto remoto sia stato davvero il punto finale. L' ultimo capitolo nella vita - straordinaria - della pioniera dell' aviazione. È il 2 luglio del 1937 quando Amelia decolla dalla striscia di Lae, Nuova Guinea, diretta verso Est, con meta l' isola di Howland. A bordo del suo velivolo, l' Electra, c' è il navigatore Fred Noonan, riserve di carburante e strumenti di nuova generazione. Tanto è vero che la Earhart definisce il suo aereo un laboratorio volante. Quel balzo di 4 mila chilometri è solo un segmento di un giro attorno al mondo. La nuova avventura dell' aviatrice. Un sogno che si spezza nel mistero. L' aereo scompare. L' ultima posizione possibile è un' area attorno a Nikumaroro. Seguiranno indagini, ricerche, ipotesi alimentate da segnalazioni buone e false. Nel 1940 sull' atollo trovano parte di uno scheletro, una scarpa da uomo e una da donna. Sono tracce significative, forse decisive, ma sono smarrite. Erano gli anni della guerra, c' erano ben altre priorità. L' assenza di un relitto come di notizie sicure gonfia le teorie più strane. Amelia è stata catturata dai giapponesi. Amelia ha organizzato una messinscena per rifarsi una vita altrove. Amelia era impegnata in una missione di spionaggio. Amelia è precipitata nella giungla. E, ogni anno, una versione diversa con particolari incontrollabili. Si scrivono libri, si formulano ipotesi, si girano film. L' ultimo, nel 2009, con protagonista Hilary Swank. Chi invece ha sempre pensato all' incidente si è passato testimone e intuizioni, sostenendo la necessità di indagare con maggior cura. Una determinazione premiata da una scoperta che ha messo insieme tecniche da archeologi e sistemi alla Csi. Un team del Tighar - organizzazione americana impegnata nelle ricerche - ha scovato a Nikumaroro alcuni reperti ritenuti cruciali e li ha presentati ad un convegno ad Arlington (Washington). Il primo è rappresentato dai cinque pezzi di vetro, i frammenti di un vasetto di crema per il viso. Un tipo che la Earhart usava. Poi la «base» di due bottiglie che risalgono per certo agli Anni 30. Sono state usate per far bollire dell' acqua ed erano vicine ad una specie di focolare. Ancora: una boccetta di balsamo per le mani, marca «Campana». Vicino un altro pezzo di vetro trasformato in strumento da taglio. Quindi ossicini di piccoli animali. Oggetti «interessanti» che vanno a sommarsi a quelli rinvenuti in altre missioni: un coltellino - rotto - che faceva della dotazione di bordo dell' Electra, un «foglio» d' alluminio (della carlinga?), un «tassello» che si ipotizza si sia staccato dalla cabina di pilotaggio. L' ipotesi dei ricercatori è che Amelia e il navigatore abbiano compiuto un atterraggio di emergenza sull' isola, dove hanno organizzato un accampamento di fortuna. I pochi animali catturati sono diventati il loro cibo. Più volte la Earhart ha lanciato dei segnali radio che furono captati all' epoca ma ritenuti degli «scherzi». Invece, in base a nuovi studi, si pensa che fossero autentici. Appelli disperati di un uomo e una donna coraggiosi che hanno cercato di sopravvivere da naufraghi. Dei Robison Crusoe in attesa di un aiuto mai arrivato. Per svelare il mistero, il 2 luglio partirà dalle Hawaii una nuova spedizione del Tighar. Con l' aiuto dell' Us Navy e della sua tecnologia si cercheranno parti più grandi dell' aereo che potrebbero essere sul fondale attorno all' isola. L' Electra era probabilmente a riva ed è stato poi portato via dal mare. Gli esperti sono convinti che, grazie ai mezzi oggi a disposizione, sia possibile trovare l' anello mancante. Quello che permetterà di affermare con certezza storica che lo scheletro trovato all' ombra di una palma nel 1940 fosse quello di Amelia o di Fred Noonan.
...................................
Chi è: L' impresa All' inizio del 1932 nessun altro pilota, a parte Lindbergh (foto sotto), era riuscito nell' impresa di attraversare l' Atlantico in volo in solitaria: il 21 maggio di quell' anno ci riesce lei, Amelia Earhart, 35 anni, americana, impiegando 14 ore e 56 minuti per volare da Terranova a Londonderry nell' Irlanda del Nord. Viene soprannominata Lady Lindy Il film Nel 1937 sente di essere pronta per la sfida finale: vuole essere la prima donna a fare il giro del mondo in aereo. Insieme al navigatore Frederick J. Noonan, parte da Miami e comincia la trasvolata di 29.000 miglia. Il 29 giugno quando arrivano in Nuova Guinea, i due hanno già fatto 22.000 miglia e ne mancano solo 7.000. All' alba del 2 luglio Amelia Earhart chiama insistentemente alla radio: «Il carburante sta finendo...». Sono le sue ultime parole. Sopra, Hilary Swank nel film di Mira Nair che ripercorre le avventure della Earhart
Olimpio Guido
Pagina 29
(5 giugno 2012) - Corriere della Sera
Ultima modifica di fabiov il 11 giugno 2012, 6:09, modificato 1 volta in totale.
SOSTENITORE DA SEMPRE!
Leggete articoli filatelici miei e di altri amici giornalisti nel mio sito www.fabiovstamps.com

Avatar utente
Rosalba
Messaggi: 1657
Iscritto il: 26 aprile 2008, 22:04
Località: Castelfidardo (AN)

Re: Il mistero della scomparsa di Amelia Earhart

Messaggio da Rosalba » 10 giugno 2012, 17:39

Bravo Fabio! :clap:
:-) Ciao: caspita!! bello l'articolo e interessante, vero?
Già Carlo Clerici nel suo parlava dei ritrovamenti di quel vasetto e degli altri oggetti sull'isola Nikumaroro, evidentemente ora hanno ripetuto le analisi o mezzi più sofisticati hanno dato risultati più certi.
Povera Amelia e povero Fred :tri: è tanto triste pensare che siano morti nell'attesa di aiuti che non sono mai arrivati!!
Certo che con tutto quello spiegamento di forze che ci fu all'epoca suona strano che non siano andati a controllare lì.... :mmm: cercare in tutte le isole plausibili doveva essere la prima mossa o no??


Per Paolo:
mi hanno detto che la cover è dell'autore, ma non so se è lui che te l'ha contesa due anni fa!!! :dub: :dub:

:abb: :abb: :-) :rosa:
...fatti non foste a viver come bruti,
ma per seguir virtute e canoscenza...
Dante, Inf. XXVI 119-120


S T A F F

Avatar utente
fabiov
Messaggi: 3462
Iscritto il: 13 luglio 2007, 7:04
Contatta:

Re: Il mistero della scomparsa di Amelia Earhart

Messaggio da fabiov » 11 giugno 2012, 6:06

ciao Rosalba,
su Amelia Earhart se ne sono scritte e dette di tutti i colori. La sua misteriosa scomparsa e il mancato ritrovamento del relitto dell'aereo e dei due piloti, nonostante lo spiegamneto di forze, aveva dato adito persino alla supposizione che lei fosse una spia dei giapponesi e che si fosse riparata in qualche zona con l'accordo dei "musi gialli".
Probabilmente la simpatica ricostruzione dell ultimo volo apparsa nell'articolo è più veritiera di quello che si potrebbe pensare di primo acchito. Se è vero che i giorni successivi alla scomparsa furono ricevuti segnali radio probabilmente lanciati dia due sopravvissuti... beh allora con un po' più di attenzione e fiducia da parte delle forze di salvataggio li avrebbero recuperati.
Ma c'è un altro mistero: ho letto da qualche parte che qualche anno dopo, proprio nell'isola di Nikumaroro, fu recuperato lo scheletro di una donna che poteva essere Amelia Earhart. Beh,roba da non credersi: si sono persi quei resti che erano stati trasportati non so dove per fare i rilevamenti del caso per l'identificazione.
Si vede che è destino che il mistero che avvolge Amelia ed il copilota resti un mistero!
Ciao ciao
Fabiov Ciao: Ciao:
SOSTENITORE DA SEMPRE!
Leggete articoli filatelici miei e di altri amici giornalisti nel mio sito www.fabiovstamps.com

Avatar utente
Paolo Angelini (paoloang)
Messaggi: 885
Iscritto il: 13 luglio 2007, 11:54

Re: Il mistero della scomparsa di Amelia Earhart

Messaggio da Paolo Angelini (paoloang) » 11 giugno 2012, 8:46

Rosalba ha scritto: Per Paolo:
mi hanno detto che la cover è dell'autore, ma non so se è lui che te l'ha contesa due anni fa!!! :dub: :dub:
:abb: :abb: :-) :rosa:


Può essere... grazie.
Paolo Angelini

Colleziono Annulli a targhetta VISITATE L'ITALIA

Avatar utente
Paolo Angelini (paoloang)
Messaggi: 885
Iscritto il: 13 luglio 2007, 11:54

Re: Il mistero della scomparsa di Amelia Earhart

Messaggio da Paolo Angelini (paoloang) » 18 agosto 2012, 19:34

Fresca fresca dall'ANSA

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche ... 53208.html

Usa: forse trovati resti aereo di A. Earhart
Leggendaria aviatrice scomparsa misteriosamente nel 1937
18 agosto, 18:30
di Gaetana D'Amico

La leggendaria aviatrice americana Amelia Earhart scomparve nel Pacifico insieme al suo aereo 75 anni fa mentre tentava di entrare nella storia: diventare la prima donna a compiere il giro del mondo in aereo. Oggi, un video subacqueo girato settimane fa a Nikumaroro, l'isola nello Stato di Kiribati (Oceania), mostra una distesa di detriti: forse i resti del suo aereo. A rivelare quello che potrebbe essere una svolta nel mistero della scomparsa della Earhart è stato il team di ricercatori partito a luglio con la speranza di ritrovare il velivolo dell'aviatrice, secondo quanto riferiscono diversi media. Il video è stato girato un mese fa dai ricercatori che fanno parte del Gruppo internazionale per il recupero di velivoli storici (Tighar), durante una spedizione (dal costo di 22 milioni di dollari) sull'isola di Nikumaroro, 2.900 km a nordest di Honolulu, dove si ipotizza si sia inabissato il 'Lookheed Electra' sul quale viaggiavano la Earhart e il suo navigatore Fred Noonan.

I due scomparvero nel nulla il 2 luglio 1937, mentre erano in volo dalla Nuova Guinea all'isola di Howland, un piccolo atollo praticamente nel mezzo dell'oceano Pacifico. Amelia Earhart, che nel 1932 divenne la prima donna a compiere in solitario la trasvolata dell'Atlantico, (con un volo di 15 ore da Terranova a Londonderry, nell'Irlanda del Nord), si era imbarcata nell'avventura con la speranza di conquistare il primato di essere la prima donna a compiere il giro del mondo in aereo. All'epoca le ricerche non portarono ad alcun esito e da allora regna il mistero totale sulla sorte dei due aviatori.

La morte di Earhart venne poi formalmente dichiarata il 5 gennaio del 1939. Le ricerche del Tighar sono state caratterizzate da non pochi problemi a causa delle condizioni avverse del mare al largo dell'isola di Nikumaroro. Lo stesso Richard Gillespie, direttore del 'Tighar', ha detto che, una volta sperimentate le condizioni del mare, i ricercatori sapevano che sarebbe stato impossibile trovare "un aereo intatto". Un segmento del video girato dai ricercatori, (e analizzato poi dall'esperto forense di immagini Jeff Glickman), mostra una distesa di detriti artificiali che il team ritiene possa appartenere all'aereo della Earhart, riferisce la Reuters.

"Siamo alle fasi preliminari, ma abbiamo scoperto detriti artificiali nel luogo in cui avevamo ipotizzato di poterli ritrovare se la nostra teoria sull'aereo si rivelerà esatta", ha detto Gillespie. L'annuncio di oggi, tra l'altro, giunge ad un giorno dalla trasmissione di uno speciale sulla spedizione della Tighar su Discovery Channel. Al momento gli esperti hanno esaminato solo il 30% delle immagini. "Non vogliamo dare per certo il ritrovamento perché ci vogliono più prove. E' incoraggiante il fatto di aver ritrovato i detriti. Se si rivelano appartenere al relitto dell'aereo allora si tratterà di capire come tornare su quei fondali e osservarli meglio", ha detto Gillespie.
Paolo Angelini

Colleziono Annulli a targhetta VISITATE L'ITALIA

Avatar utente
fabiov
Messaggi: 3462
Iscritto il: 13 luglio 2007, 7:04
Contatta:

Re: Il mistero della scomparsa di Amelia Earhart

Messaggio da fabiov » 19 agosto 2012, 7:17

Grazie Paolo!
La storia di Amelia Earhart è affascinante e tristissima. Aldilà che era osannata da tutta l'America e che è stata una grande dei suoi tempi ed una grandissima nella storia dell'aviazione... fa incavolare che sia morta per degli errori banali da parte del personale delle navi che seguivano il suo volo.
Questo se è vero quello che si è ipotizzato in un suo film e cioè che per negligenza degli operatotori radio della nave appoggio Itaska -che non avevano ricaricato delle batterie- non ci fu l'ultimo contatto radio...
Resta anche il mistero del cadavere di donna trovato su un'isola (forse era proprio Nikumaroro) parecchi anni fa, e attribuito alla Earhart... cadavere che poi scomparve, non si sa dove, mentre lo riportavano negli Stati Uniti per le analisi del caso...
Sarebbe bello conoscere la vera morte dell'aviatrice e magari poterle dare degna sepoltura.
Bye Fabiov Ciao: Ciao:
SOSTENITORE DA SEMPRE!
Leggete articoli filatelici miei e di altri amici giornalisti nel mio sito www.fabiovstamps.com

Avatar utente
maurino
Messaggi: 1133
Iscritto il: 20 luglio 2011, 10:03
Località: Reggio emilia

Re: Il mistero della scomparsa di Amelia Earhart

Messaggio da maurino » 19 agosto 2012, 13:49

_________________________________________________________________________________________________________________

Maurino

Immagine

"S'ei piace, ei lice".
:lugana:

Se ci sono regole sai che c'è un interesse, e sai che l'interesse è sempre di chi le ha messe

stappamaurizio@gmail.com

" Per aspera ad astra "

Fai una visita su
http://studiofilateliarsi.altervista.org/

Avatar utente
fabiov
Messaggi: 3462
Iscritto il: 13 luglio 2007, 7:04
Contatta:

Re: Il mistero della scomparsa di Amelia Earhart

Messaggio da fabiov » 19 agosto 2012, 19:59

Auguramocelo, così un mistero sarà risolto, ma forse non si potrà dare sepoltura al corpo.
bye fabiov Ciao: Ciao:
SOSTENITORE DA SEMPRE!
Leggete articoli filatelici miei e di altri amici giornalisti nel mio sito www.fabiovstamps.com

Avatar utente
Rosalba
Messaggi: 1657
Iscritto il: 26 aprile 2008, 22:04
Località: Castelfidardo (AN)

Re: Il mistero della scomparsa di Amelia Earhart

Messaggio da Rosalba » 20 agosto 2012, 16:42

:-) Ciao: proprio la scorsa settimana hanno dato in TV il film "Amelia" !!!
Mentre Riccardo faceva zapping, come suo solito :-)), sono capitata a passare davanti alla TV e pochi fotogrammi mi hanno bloccata, facendomi pensare a qualche cosa di conosciuto :mmm: :mmm: ... non ci è voluto molto a capire che si trattava proprio di Amelia!!! :wub:
Riccardo non ha potuto più fare zapping e io mi sono vista il film :fest:
Amelia era temeraria ma non incosciente, Fred era il meglio che potesse scegliere come esperto di coordinate...
io che mi appassiono e mi emoziono anche davanti ai film :OOO: :OOO: che rabbia :desp: e che tristezza :tri: ho provato nel vedere con quanta superficialità invece agirono coloro che da terra dovevano dare supporto!!!! (prendendo per vero quello che nel film viene narrato)
... e poi tutto questo tempo senza riuscire a trovare il relitto :what: .....va bene che siamo in mezzo all'Oceano ma credo che con i mezzi a disposizione qualche cosa di meglio si potesse fare....

:abb: :rosa:

Revised by Lucky Boldrini - August 2013
...fatti non foste a viver come bruti,
ma per seguir virtute e canoscenza...
Dante, Inf. XXVI 119-120


S T A F F


Rispondi

Torna a “L'Arte del Francobollo - Filo Diretto”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Sostieni il forum: