Oggi è 22 giugno 2017, 14:11

Carta usata per la michelangiolesca

Forum di discussione sulle emissioni e la storia postale della Repubblica Italiana
Rispondi
ninodap
Messaggi: 319
Iscritto il: 18 aprile 2012, 15:11
Località: Napoli

Carta usata per la michelangiolesca

Messaggio da ninodap » 26 aprile 2016, 16:13

Ciao: a tutti.
Nel sistemare alcune mazzette della "michelangiolesca", mi sono imbattuto in alcuni fb che alla lampada di Wood hanno risposto in modo differente rispetto alla maggioranza degli stessi.
Forse per un periodo di tempo il poligrafico ha usato un tipo di carta diversa da quella usata per la stampa di detti francobolli?
Considerazioni?
Cordialità
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


ninodap
Messaggi: 319
Iscritto il: 18 aprile 2012, 15:11
Località: Napoli

Re: Carta usata per la michelangiolesca

Messaggio da ninodap » 21 aprile 2017, 13:42

Ciao: a tutti.
... pensavo di aver proposto un argomento di discussione molto interessante per gli amanti della filatelia nel vero senso della parola.
Si vede che se non sono argomenti di tipo "economico" non vale la pena di intromettersi.
Comunque sono ancora fiducioso di ricevere delucidazioni in merito alla mia richiesta.
Cordialità a tutti.

Avatar utente
Ivano Abbatantuono
Messaggi: 388
Iscritto il: 11 febbraio 2015, 18:41

Re: Carta usata per la michelangiolesca

Messaggio da Ivano Abbatantuono » 21 aprile 2017, 13:53

Non vedo perché ironizzare facendo, peraltro, di tutt'erba un fascio.
Posso rispondere solo per me, ovviamente: non sono intervenuto perché: 1) in genere butto un occhio ai messaggi recenti, se qualcosa mi è sfuggito un anno fa certo non vado a "scavare"; 2) non me ne intendo né di fluorescenze, né di Siracusana, quindi non sarei intervenuto in ogni caso. Aggiungo che se anche fossi interessato ad altro non vedo perché dovrei essere provocato per nulla.
Ti auguro, cmq, che qualcuno più esperto possa aiutarti "nel merito" della domanda.
Ciao:
Colleziono (soprattutto) Regno d'Italia, nuovo usato e storia postale.
su ebay mi trovi qui : http://www.ebay.it/sch/abba_ivan/m.html ... pg=&_from=
per contatti, scrivimi su : ivantea@alice.it

ninodap
Messaggi: 319
Iscritto il: 18 aprile 2012, 15:11
Località: Napoli

Re: Carta usata per la michelangiolesca

Messaggio da ninodap » 21 aprile 2017, 14:43

Scusa Ivano, era semplicemente per provocare un po di utenti, pensando che l'argomento fosse di interesse comune.
Assolutamente lungi da me il pensiero di offendere e di provocare.
Cordialità

Avatar utente
mikonap
Messaggi: 996
Iscritto il: 6 ottobre 2007, 16:13
Località: Napoli

Re: Carta usata per la michelangiolesca

Messaggio da mikonap » 21 aprile 2017, 17:39

La fluorescenza (naturale ? ) della carta e la luminescenza degli inchiostri rossi hanno radici profonde già dall'inizio del novecento nei francobolli del Regno

a seguire l'ho riscontrato, ad esempio, nel 10 c Leoni (colonna 2), nel 50 c Parmeggiani (lett. A) e nel 20 c Imperiale (riga 2)
10c conf fluor UV R.jpg
50c fluor tipolog R.jpg
20c imp guppo UV.jpg
Penso anche io che sia un argomento da approfondire
Ciao: michele
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
dedicato con affetto al grande mondo di variabilità costituito dagli ordinari - Michele


Avatar utente
Erik
Messaggi: 1876
Iscritto il: 13 luglio 2007, 10:42
Località: Fabriano
Contatta:

Re: Carta usata per la michelangiolesca

Messaggio da Erik » 21 aprile 2017, 19:27

Ciao,
a questo proposito, allego la scansione di ciò che sosteneva Giovanni Riggi di Numana nel suo "La fluorescenza nei francobolli d'Italia, 1944-1994", se può essere di spunto:

10001.jpg
10002.jpg
10003.jpg

Ciao:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
S T A F F

Enrico Carsetti
---

Sul (vecchio) Forum dal 6 dicembre 2003

Visita il mio negozio su Delcampe


"Chi condivide con gli altri le proprie passioni viene trasportato in una vita incantata di felicità interiore che gli egoisti non conosceranno mai." (Richard Bach)

Avatar utente
niccosan
Messaggi: 298
Iscritto il: 28 aprile 2016, 18:55
Località: Pescara

Re: Carta usata per la michelangiolesca

Messaggio da niccosan » 21 aprile 2017, 19:48

Grazie a Erik per la ricerca bibliografica ed a ninodap
per aver risvegliato questo post per me molto interessante
ma che data la mia scarsa cultura non potevo arricchire in nessun modo

saluti Ciao:
Nicola A. Cosanni
N.A. Cosanni
Sostenitore 2016

Ampiamente dilettante

Colleziono : Repubblica (Nuovi e Usati) e vorrei iniziare il Regno (sono un novellino)
Interesse: Castelli D'Italia / Giappone / Svizzera
Agg. 14-05-2017
_________________________________________________________________________

ninodap
Messaggi: 319
Iscritto il: 18 aprile 2012, 15:11
Località: Napoli

Re: Carta usata per la michelangiolesca

Messaggio da ninodap » 24 aprile 2017, 10:41

Ciao: a tutti.
Sono contento e mi fa piacere di aver sollecitato l'interesse (per pochi al momento), ma sicuramente ci saranno altri interventi.
Cercando, cercando, è venuto fuori anche quello da 30 lire .... eccolo.
Cordialità
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Antonello Cerruti
Messaggi: 7656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 12:45

Re: Carta usata per la michelangiolesca

Messaggio da Antonello Cerruti » 24 aprile 2017, 12:27

C'è anche da tenere presente che la diversa reazione ottica alla lampada di Wood può anche dipendere dal bagno cui i francobolli sono stati sottoposti per staccarli dalle lettere.
Provate anche a passare un batuffolo di ovatta imbevuto di qualche solvente (o qualsiasi altro tipo di prodotto chimico) su un francobollo e successivamente sottoponetelo alla lampada.
Le reazioni visive (fluorescenza, luminescenza, ecc.) saranno diverse ma dovute alle sostanze residualmente depositate sulla carta, non a quelle proprie dell'impasto della carta.
Cordiali saluti.
Antonello Cerruti

ninodap
Messaggi: 319
Iscritto il: 18 aprile 2012, 15:11
Località: Napoli

Re: Carta usata per la michelangiolesca

Messaggio da ninodap » 24 aprile 2017, 12:55

Antonello Cerruti ha scritto:
24 aprile 2017, 12:27
C'è anche da tenere presente che la diversa reazione ottica alla lampada di Wood può anche dipendere dal bagno cui i francobolli sono stati sottoposti per staccarli dalle lettere.
Provate anche a passare un batuffolo di ovatta imbevuto di qualche solvente (o qualsiasi altro tipo di prodotto chimico) su un francobollo e successivamente sottoponetelo alla lampada.
Le reazioni visive (fluorescenza, luminescenza, ecc.) saranno diverse ma dovute alle sostanze residualmente depositate sulla carta, non a quelle proprie dell'impasto della carta.
Cordiali saluti.
Antonello Cerruti
Buongiorno Antonello,
i due francobolli sono ancora attaccati alle cartoline, come pensavo fosse evidente, quindi non sottoposti ad alcun bagno.
Comunque, grazie per il consiglio dato.
Cordialità

Avatar utente
Antonello Cerruti
Messaggi: 7656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 12:45

Re: Carta usata per la michelangiolesca

Messaggio da Antonello Cerruti » 24 aprile 2017, 13:30

Ciao, io scrivevo a proposito degli sciolti.
Comunque - volendo - anche quelli nuovi possono subire delle alterazioni.
Conseguentemente anche quelli ancora aderenti ad un supporto cartaceo.
Il bagnetto può anche essere fatto - con un cotton fioc - ai francobolli non ancora staccati.
Prova...
Come ho scritto a proposito di altre varietà, il problema non è solo nella loro originalità, bensì nell'impossibilità di "crearne" altre identiche.
Cordiali saluti.
Antonello Cerruti

ninodap
Messaggi: 319
Iscritto il: 18 aprile 2012, 15:11
Località: Napoli

Re: Carta usata per la michelangiolesca

Messaggio da ninodap » 27 aprile 2017, 13:01

Ciao: a tutti.
ritengo sia indispensabile approfondire l'argomento, pubblicando alcuni francobolli (ancora attaccati sul loro supporto cartaceo) della siracusana dove si evince che i valori da lire 10 e 15 (fil. stelle - emissione 1 marzo 1955) sono stati prodotti con carta fluorescente e non.
Considerazioni?
Cordialità
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Rispondi

Torna a “Repubblica Italiana”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Ivano Abbatantuono e 1 ospite