Oggi è 25 luglio 2017, 18:42

Lilliput

Forum di discussione sulle emissioni e la storia postale del Regno di Sardegna

Moderatore: spcstamps

Rispondi
Avatar utente
Pri
Messaggi: 2844
Iscritto il: 10 giugno 2009, 22:16
Località: Milano

Lilliput

Messaggio da Pri » 13 luglio 2017, 12:05

mi chiedevo: il termine lilliput è stato usato per dare pregio a francobolli con margini inesistenti, oppure solo per avvisare che tali francobolli non hanno margini? :mmm:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Pri Ciao: JU29RO
Clicca qui e guarda l'elenco dei miei doppioni in vendita su delcampe, magari trovi qualcosa d'interessante. :-)

Clicca qui e guarda l'elenco dei miei doppioni in vendita su ebay, magari trovi qualcosa d'interessante. :-)

Ho quasi venduto tutto il mio Regno... :leggo:
...per colpa del virus della IV :-))
Varietà trovata! :fest: Clicca qui per vederla, ne vale la pena. ;)

Così scrisse il 25 febbraio 1862, un contadino al nobile... :-))
Immagine
PS Quando mi scrivete, metteteci il Franco Bollo come vi faccio io!


Avatar utente
Antonello Cerruti
Messaggi: 7706
Iscritto il: 16 luglio 2007, 12:45

Re: Lilliput

Messaggio da Antonello Cerruti » 13 luglio 2017, 12:13

Il termine "bicchiere riempito al 50%" è stato inventato per non dire "mezzo pieno" o "mezzo vuoto"?

Cordiali saluti.
Antonello Cerruti

Avatar utente
debene
Messaggi: 5193
Iscritto il: 13 novembre 2011, 16:19
Località: Bari - Italy
Contatta:

Re: Lilliput

Messaggio da debene » 13 luglio 2017, 12:26

C'è chi ne ha fatto una collezione a concorso!

http://www.issp.po.it/inventario/dbcoll ... perato.pdf

Ciao:

sergio
Sergio De Benedictis
Sostenitore
Socio C.I.F.T. - A.I.C.A.M - A.N.C.A.I. - U.S.F.I. - A.I.M.

Quando la Filatelia è culturaLink al mio sito : Esculapio Filatelico

Visita la mia rubrica sul Postalista :Il bastone di Asclepio

Guarda le mie vendite su Delcampe: nickname "debene".

I miei interessi :
Tematica medica; Antichi Stati; Storia Postale (Bari e Italia al Lavoro); Precancel U.S.A., Affrancature Meccaniche; Letteratura Filatelica; Erinnofili;Collezione A.S.F.E.

Avatar utente
Pri
Messaggi: 2844
Iscritto il: 10 giugno 2009, 22:16
Località: Milano

Re: Lilliput

Messaggio da Pri » 13 luglio 2017, 12:28

il termine "bicchiere riempito al 50%" non l'avevo mai sentito :-))
detto questo e, premettendo che per me non esiste bicchiere mezzo vuoto, ma solo un serbatoio di benzina, a mio parere :-)) potrebbe essere mezzo vuoto, ringrazio Antonello per la sua solita celerità e chiarezza nelle risposte. :abb: :abb:
Cordiali saluti :-)) :-))
Pri Ciao: JU29RO
Clicca qui e guarda l'elenco dei miei doppioni in vendita su delcampe, magari trovi qualcosa d'interessante. :-)

Clicca qui e guarda l'elenco dei miei doppioni in vendita su ebay, magari trovi qualcosa d'interessante. :-)

Ho quasi venduto tutto il mio Regno... :leggo:
...per colpa del virus della IV :-))
Varietà trovata! :fest: Clicca qui per vederla, ne vale la pena. ;)

Così scrisse il 25 febbraio 1862, un contadino al nobile... :-))
Immagine
PS Quando mi scrivete, metteteci il Franco Bollo come vi faccio io!

Avatar utente
Ivano Abbatantuono
Messaggi: 442
Iscritto il: 11 febbraio 2015, 18:41

Re: Lilliput

Messaggio da Ivano Abbatantuono » 13 luglio 2017, 12:50

Credo - ma chiedo venia in anticipo se scrivo un'inesattezza - che sarebbe meglio parlare di "taglio lilliput", eventualmente più frequente quando si tratta di francobolli nati sin dall'emissione ufficiale con margini ridotti.
Quanto al famoso bicchiere, giusto per sorridere, dissi una volta ad un amico che amava citarlo spesso (con l'aggiunta di darsi un po' di arie da finto ottimista, imputandomi di essere -secondo lui- pessimista) che sarebbe meglio dire se il bicchiere è pieno al 40, 50, 60 x 100 o altra percentuale corretta, previa misurazione.
In tal modo non si è ne ottimisti faciloni né pessimisti piagnoni, si è semplicemente oggettivi e .... realisti.
Ciao: Ciao: Ciao:
Colleziono (soprattutto) Regno d'Italia, nuovo usato e storia postale.
su ebay mi trovi qui : http://www.ebay.it/sch/abba_ivan/m.html ... pg=&_from=
per contatti, scrivimi su : ivantea@alice.it


Avatar utente
Stefano1981
Messaggi: 1188
Iscritto il: 13 luglio 2007, 13:58
Località: Castelfranco Veneto

Re: Lilliput

Messaggio da Stefano1981 » 13 luglio 2017, 13:21

Secondo me il taglio lilliput è molto spesso abusato per dare una veste migliore ad un francobollo che è semplicemente sforbiciato e difettoso.
Come nell'esempio mostrato.

Mentre lo ritengo interessante quando il taglio lungo i margini fu una scelta voluta e particolarmente curata del mittente.

Ciao:

Avatar utente
Antonello Cerruti
Messaggi: 7706
Iscritto il: 16 luglio 2007, 12:45

Re: Lilliput

Messaggio da Antonello Cerruti » 13 luglio 2017, 14:07

Di norma il taglio lilliput indica, come accenna Stefano, un'asportazione del margine oltre il contorno della vignetta.
Si evidenzia quando il disegno non è quadrato o rettangolare.
Quindi, ad esempio, in quei francobolli dello Stato Pontificio come il 10 o l'80 centesimi.
Cordiali saluti.
Antonello Cerruti

Avatar utente
Pri
Messaggi: 2844
Iscritto il: 10 giugno 2009, 22:16
Località: Milano

Re: Lilliput

Messaggio da Pri » 13 luglio 2017, 14:36

Come giustamente dice Stefano, mostro alcuni esempi:
10, 20 e 40 centesimi lillipuziani molto probabilmente dal taglio curato in origine;
5 e 80 centesimi, mal tagliuzzati, che molto probabilmente qualcuno venderebbe come lilliput;
concludo con un 20 centesimi esteticamente bruttino perchè tagliato storto, invece rendendolo lillipuziano, diventerebbe gradevole alla vista.
Ovviamente sempre a mio parere! :-))
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Pri Ciao: JU29RO
Clicca qui e guarda l'elenco dei miei doppioni in vendita su delcampe, magari trovi qualcosa d'interessante. :-)

Clicca qui e guarda l'elenco dei miei doppioni in vendita su ebay, magari trovi qualcosa d'interessante. :-)

Ho quasi venduto tutto il mio Regno... :leggo:
...per colpa del virus della IV :-))
Varietà trovata! :fest: Clicca qui per vederla, ne vale la pena. ;)

Così scrisse il 25 febbraio 1862, un contadino al nobile... :-))
Immagine
PS Quando mi scrivete, metteteci il Franco Bollo come vi faccio io!

Avatar utente
Stefano1981
Messaggi: 1188
Iscritto il: 13 luglio 2007, 13:58
Località: Castelfranco Veneto

Re: Lilliput

Messaggio da Stefano1981 » 13 luglio 2017, 15:28

Nel messaggio precedente ho dimenticato una cosa fondamentale che, involontariamente, Pri mi ha ricordato.
Ritengo che i francobolli lilliput per considerarli tali devono essere esclusivamente su busta o, al massimo, su frammento.
Troppo semplice prendere un francobollo sciolto mal tagliato ed "aggiustarlo" rifilando i margini dandogli un equilibrio estetico migliore (tanto è già difettoso...).

Ripeto, per me è fondamentale che il taglio preciso seguendo il contorno della vignetta sia stato fatto volutamente all'epoca.
Allora il lilliput ne costituisce un pregio (fermi gli eventuali difetti).

Ciao:

Avatar utente
francyphil
Messaggi: 2235
Iscritto il: 14 luglio 2007, 17:08
Località: Parma

Re: Lilliput

Messaggio da francyphil » 16 luglio 2017, 3:09

A mio avviso possono essere considerati "lilliput" solo i francobolli scontornati su busta del pontificio e di parma. Sicuramente li pagherei di più di uno con margini rasenti , ma anche di meno di uno a pieni margini :-)) . Non credo che pagherei di piu una busta del LV o della sardegna con 4 margini rasenti rispetto ad una con 4 margini abondanti. Tutto il resto per me, soprattutto sui francobolli usati sciolti, sono gravi difetti.
Francesco
--------------------
Colleziono:
Marcofilia Parma e provincia pre 1946 - Annulli meccanici del Regno e Repubblica - Annulli speciali italiani pre 1946 - Annulli Duplex - Annulli alberghieri italiani - Francobolli-Moneta italiani - Erinnofili antitubercolari del Regno - Annulli meccanici Tedeschi pre 1946 - Tematica Rugby ... e raccolgo quello che mi piace :-))

FF since 02 Gen 2005


Rispondi

Torna a “Regno di Sardegna”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite