Pillole Filateliche

Login



Notizie flash

Diventa editore di te stesso.

Hai scritto qualche approfondimento filatelico o di storia postale? Hai fatto qualche studio che vorresti pubblicare?
Il nostro sito offre a tutti la possibilità di pubblicare i propri lavori diventando publisher di se stessi. Il materiale inviato al sito per la pubblicazione verrà firmato dall'autore che ne conserverà SEMPRE  la proprietà intellettuale ed i diritti di pubblicazione. Eventuali collaborazioni continuative potranno venire ricompensate con le entrate pubblicitarie che le pagine pubblicate genereranno.
Per chiedere di collaborare o avere maggiori informazioni scrivere a Giovanni Piccione admin@filateliaefrancobolli.it

A Nove, alle 09 del 09/09/09

151027A

151027B 

 

 

Dal Forum di F&F - Settembre 2009
Contributo di david.
Elaborazione e adattamento: Luca Boldrini.

 

 

Lei non è il Re? Allora ripassi tra 100 anni...

 

Quando vi fu emesso il primo francobollo della storia, nel 1840, il Regno Unito abbracciava un impero che si estendeva su ogni continente (anche se il suo culmine si ebbe probabilmente a cavallo tra Ottocento e Novecento).
Nessuno aveva emesso ancora francobolli adesivi, e quindi non aveva la necessità di distinguersi: si distingueva già per il solo fatto di far viaggiare le lettere con un francobollo che, ricordiamolo, mostrava la reale effigie di quella Sovrana che regnava su tutti quei territori.
Il nome della nazione emittente dunque non figurava su quei francobolli, e così è avvenuto sino ad oggi.
Certamente c'è un po' d'orgoglio nel continuare quella tradizione, e così il Regno Unito ora si distingue per essere l'unica nazione sovrana a non avere bisogno della legenda del nome sui francobolli.
Ma è sempre presente il "cammeo" della Sovrana.
Una curiosità: per oltre un secolo nessun personaggio tra i "comuni mortali" (i componenti della Real Casa hanno diritto di essere raffigurati accanto al Sovrano) è mai comparso su un francobollo britannico, in quanto, evidentemente, non degno di essere accostato alla sovrana effigie.
La tradizione venne rotta, ben oltre un secolo dopo, con una emissione commemorativa che, all'epoca, fece naturalmente gridare allo scandalo!

Ecco uno dei francobolli (si tratta di una serie di cinque) che nel 1964 celebrarono lo Shakespeare Festival:

151026A

 

Dal Forum di F&F - Febbraio 2009
Contributi di giandri, frank e siska.
Elaborazione e adattamento: Luca Boldrini.

 

 

Scatole...filateliche!

 

In filatelia non si butta via niente.

Ecco una bella "ricetta" per riutilizzare dei francobolli rovinati o difettosi, e magari far divertire anche qualche bambino.

Occorrente:

- Scatole in legno o in cartone di diverse dimensioni
- Francobolli
- Colla all’acqua per decoupage o colla vinilica
- Vernice lucida trasparente (o opaca) all’acqua per decoupage
- Carta vetrata finissima
- Carta vellutata
- Carta di riso bianca.

Procedimento

1) scartavetrare le scatole di legno fino ad ottenere una superficie liscia
2) passare una mano di colla all’acqua per decoupage o semplicemente vinavil diluito con acqua sia all’interno che all’esterno delle scatole
3) strappare con le mani la carta di riso e rivestire tutto l’interno della scatola
4) ricoprire tutto l’esterno della scatola di francobolli incollandoli con la colla vinilica
5) stendere una mano di colla vinilica, diluita con acqua, sia all’interno che all’esterno della scatola e lasciare asciugare bene
6) verniciare, dando più di una mano, l’esterno della scatola con vernice lucida trasparente all’acqua. Attenzione: usare un pennello morbido e attendere che la vernice sia asciugata bene prima di dare un’altra mano di vernice
7) Ritagliare a misura della base della scatola della carta vellutata e incollarla sotto la scatola

Ed ecco il risultato:

 151023A

 151023B

151023C

 

Buon divertimento! 

 

Dal Forum di F&F - Novembre 2008
Contributo di Ypsilon.
Elaborazione e adattamento: Luca Boldrini.

 

 

 

L'origine degli "schei"

 

Il termine "Schei" (pronuncia "skei") deriva dalla moneta austriaca circolante nel Lombardo Veneto "Scheidemünze", cioè monetina, spicciolo (da "scheiden", cioè dividere, separare, + "Münze", moneta).

Eccone un'immagine, tratta da http://www.lamoneta.it

151021AA

151021BB

Si pronuncia "sceidemünze" con la "sc" di "scellino" e la "ü" addolcita ed allungata come una via di mezzo tra la "u" e la "i".
"Scheidemünze" (che si trovava scritto attorno alla moneta) era parola troppo ostica per i lombardi veneti che l'abbreviarono prendendo le prime lettere ("Schei") e pronunciandole alla maniera italica ("skei", appunto).

In altre regioni, ad esempio in Toscana, sono diventati gli "sghei".

 

Dal Forum di F&F - Ottobre 2008 / Settembre 2009
Contributi di giandri e Lucky Boldrini.
Elaborazione e adattamento: Luca Boldrini.

 

 

Numeri accanto e dentro ai francobolli

 

Numero di foglio: 

151020A 

 

Numero di tavola:

151020B

 

Numero di cilindro (e puntini di identificazione del quartino -in questo caso il secondo-) :

151020C

 

Qui sotto mostriamo invece altri interessanti numeri, non accanto ma proprio "nei" francobolli.
Per lo stesso francobollo, il Cent. 25 Michetti per l'Egeo, stessa isola, Caso, da due tavole diverse, abbiamo tre numeri in filigrana diversi, il 4, il 5, il 6.
Questi numeri dovrebbero evidenziare diverse tirature di carta o ditte produttrici, o più probabilmente il numero del ballerino con cui veniva impressa la filigrana.

Numero 4 in filigrana:

151020Dsmall

 

Numero 5 in filigrana:

151020Esmall

 

Numero 6 in filigrana:

151020Fsmall

 

Le 3 quartine precedenti viste dal recto:

151020Gsmall

 

Dal Forum di F&F - Marzo 2006 / Settembre 2009
Contributi di cirneco giuseppe (pino)LuckyStr1ke e marcadabollo.
Elaborazione e adattamento: Luca Boldrini.

 

 

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 7 di 74
I Bolli


Il catalogo online dei francobolli italiani. Consultabile gratuitamente, contiene l'elenco dettagliato di tutte le emissioni filateliche d'Italia, con immagini, pagine d'album, caratteristiche tecniche, notizie, e articoli.

David's Filatelica
Filatelia e Numismatica
Vendita on-line di francobolli e monete da collezione, specializzati in francobolli dell'Area Italiana, degli Antichi Stati Italiani e tematici di tutto il mondo.

IL POSTALISTA


da 11 anni la prima rivista di cultura filatelica e storico postale: articoli, studi e ricerche, attualità, informazione, consulenze, etc...
scrivi alla mailing-list info@ilpostalista.it
Direttore responsabile Roberto Monticini