Oggi è 8 dicembre 2019, 2:18

Le ricerche di F&F su francobolli da tutto il mondo

Sezione dedicata alla richiesta di informazioni su oggetti non identificati
Rispondi
Avatar utente
ecas
Messaggi: 1449
Iscritto il: 4 marzo 2012, 18:56
Località: Casarano (LE)

Le ricerche di F&F su francobolli da tutto il mondo

Messaggio da ecas » 1 aprile 2012, 22:17

Ciao a tutti, da poco mi sono registrato a questo forum, notando la vostra disponibilità a condividere le vostre conoscenze filateliche, vi sottopongo questi pezzi chiedendovi lumi. Grazie e Ciao:
scansione0009.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ciao: :quad:


Avatar utente
Fiore
Messaggi: 1234
Iscritto il: 24 settembre 2007, 18:22
Località: Molinella (BO)

Re: che cosa sono?

Messaggio da Fiore » 2 aprile 2012, 11:49

Noto che qui non ti ha risposto nessuno... :tri:
In effetti mostri dei bolli "difficili" :-)) , qualcuno te lo identifico io.
Ruotando l'immagine e mettendola dritta :-)) , il primo in alto a sinistra è sicuramente un francobollo di una società privata tedesca. Senza catalogo sotto mano non so dirti se una di quelle di fine '800 o una compagnia di trasporti di inizio '900, ma l'area è sicuramente quella e il periodo più o meno.
Il secondo non l'ho mai visto, non mi sbilancio minimamente :-)) .
Il terzo, se originale, è di una compagnia privata che operava dal 1875 a fine anni 1870 nelle cosiddette "Indie Occidentali": la "Royal Mail Steam Packet Company", che trasportava (anche) posta con battelli a vapore tra Curacao, Suriname, Santo Domingo, Porto Plato e Porto Cabello. L'originale dovrebbe essere dentellato 12,5 (magari verifica l'unico lato dentellato che è rimasto... :tri: ), mi permetto di suggerire la possibilità che sia un falso visto che è un francobollo non comunissimo. I falsi esistono dei valori rossi (quello mostrato) e blu, e spesso sono dentellati 11 o non dentellati.
Il quarto secondo me non è un francobollo. Manca l'indicazione del paese emittente (solo il Regno Unito emette francobolli senza indicazione del Paese, e questo ha la valuta in Dollari) o della compagnia (se si trattasse di una emissione di una compagnia privata); inoltre l'annullo non mi sembra affatto postale. Visto il disegno (uno stemma che mi ricorda un'unità militare) potrebbe essere al massimo un francobollo di franchigia militare; se si riuscisse a leggere quel che c'è scritto sull'annullo...

Seconda riga:
Il primo è un francobollo degli uffici postali russi nell'Impero ottomano, emesso nel 1867; sono listati anche dallo Scott e dagli altri cataloghi mondiali. Anche di questo sono conosciuti dei falsi, la cosa che mi insospettisce è la 4a lettera della seconda parola: sembra nettamente una "R", mentre dovrebbe apparire come una "P" (una lettera a forma di "R" non esiste in cirillico... la "R" si scrive "P", e questa parola dovrebbe appunto essere "Korrespondencija", quindi le prime lettere dovrebbero sembrare "KOPP..."). Secondo lo Scott, i falsi sono noti su carta leggermente giallognola (come sembra questa); io non sono però un esperto del settore, quindi mi fermo qui.
Il secondo non è un francobollo: scritte in cirillico (che però non riesco a leggere) e valuta in copechi, quindi è russo, ma mancano le tipiche iscrizioni "Posta SSSR" (leggibile con il classicissimo "CCCP"). Mi dà l'idea di una qualche etichetta di raccolta fondi (visto che ha un valore facciale) più che un fiscale (seconda alternativa).
Il terzo mi mette parecchio in difficoltà: lo stemma è inconfondibilmente quello russo, la valuta è russa (copechi), le scritte in cirillico, e la dicitura sembrerebbe quella tipica dei primi bolli zaristi (Poctovaja Marka: francobollo postale). L'unico problema è che nessun francobollo con questo disegno è listato per la Russia... nè dallo Scott, nè dal Michel né dall'Y&T... :oo: :oo: :oo:
Ipotesi più probabile, vista l'assenza di dentellatura, è che sia un ritaglio di un intero postale; verifica magari se la carta è un po' più spessa del dovuto, o se magari al verso ci sono delle scritte a mano. Altra possibilità è che sia un francobollo di uno "Zemstvo" (posta rurale russa creata a partire dal 1864 e via via abbandonata, fino a terminare definitivamente nel 1917), ma difficilmente i francobolli locali avrebbero adottato un disegno così simile a quello "nazionale", oltretutto senza alcuna indicazione del luogo di emissione; probabilità di questa alternativa estremamente basse. Non sono un esperto di Russia a questo livello, ci vorrebbe magari un catalogo degli Zemstvos per controllare, anche se ritengo che l'ipotesi del ritaglio sia la più probabile.
L'ultimo è "banalmente" un francobollo dell'Ucraina; fa parte di una serie preparata nel 1920 (quando l'Ucraina si era resa indipendente dalla Russia, e prima di tornare a far parte dell'URSS nel 1923) e mai messa in vendita.

:fiu: :fiu: :fiu:

Ciao: Ciao: Ciao:
Alberto Fiorentini
Repubblica usata: mancano una decina di "servizi" ed il "mostro rosa"!
Regno: tra usati e linguellati, una ventina è ancora assente... più 5-6 "servizi" e quasi tutti i "pubblicitari"...
Germania 1872-1945: abbastanza avanzata, soprattutto per il periodo "3° Reich", ma... ce n'é ancora, da fare.

ASFE: Contatore ad oggi: 3.009. La rincorsa prosegue!

Tematiche:
- sto ancora cercando di organizzare in modo logico il materiale (in costante aumento) che ho sui "portieri di calcio"
- rapaci notturni (per la moglie) e cardellini (che erano la passione di mio padre)
- un'idea nascente su geografia e bandiere tramite i francobolli...
- socio n. 6 del SOSIG (e quindi... SOS!)(anche se un po' in stand-by)

Avatar utente
ecas
Messaggi: 1449
Iscritto il: 4 marzo 2012, 18:56
Località: Casarano (LE)

Re: che cosa sono?

Messaggio da ecas » 2 aprile 2012, 23:55

Accidenti, Alberto!! Hai una vasta conoscenza di questi bolli che sono dei veri rompicapo! :clap: :clap: :clap: Cercherò di darti dei dettagli che mi hai suggerito di verificare.
Per il bollo della Royal Mail etc la dentellatura superstite è in effetti12 e mezzo.
La bollatura rossa sul quarto pezzo conferma qualcosa che riguarda dei militari, in quanto l'unica parola veramente decifrabile (alla fine del rigo superiore) è MILITAIRES, voglio aggiungere che la fattura e la carta del "francobollo" è molto buona.
Il primo della seconda fila non presenta una R come magari la scansione poteve far capire, ma una doppia P (KOPPEC...) italianizzando le lettere iniziali della seconda parola. La carta mi sembra abbastanza bianca.
Il terzo della seconda fila è stampato su una carta molto spessa leggermente rosata (o un cartoncino molto leggero). Non presenta comunque lo spessore degli interi postali italiani di pari epoca. Sul retro non c'è segni di scrittura. Ancora complimenti e aspetto ulteriori valutazioni, se te ne vengono in mente. P.S. sull'Y&T non sono riuscito a trovare il francobollo russo nell'impero ottomano, mi sai dire dove lo posso cercare? Ciao: Ciao: Ciao: Ciao:
Ciao: :quad:

Avatar utente
Fiore
Messaggi: 1234
Iscritto il: 24 settembre 2007, 18:22
Località: Molinella (BO)

Re: che cosa sono?

Messaggio da Fiore » 3 aprile 2012, 0:33

:-)) Sono un collezionista ASFE, l'identificazione è il mio pane :OOO: :OOO:
Dunque, sull'Yvert gli uffici russi nell'Impero Ottomano sono listati insieme a quelli italiani, austriaci, francesi, polacchi, eccetera, sotto la voce "Levant", più precisamente al punto (ovviamente...) "Bureaux russes". E' un po' insensato, ma è così.
Il bollo della Royal Steam è in condizioni pietose :tri: ma se è dentellato 12,5 potrebbe anche essere originale :evvai: , è un bel pezzo di storia; sull'Yvert lo trovi sotto "Saint Thomas" (e mi manca pure... non è che lo vendi? :-)) ) insieme ad altri bolli per me molto affascinanti, quelli usati nelle "Indie Occidentali".
Mi rimane da esserti un po' più preciso sul primo (quello tedesco), appena ho un attimo cerco sul Michel, e ce ne sarebbero ancora almeno un paio, di cui capire l'origine :mmm:
Ci penserò un altro po' ;-)

Ciao: Ciao: Ciao:
Alberto Fiorentini
Repubblica usata: mancano una decina di "servizi" ed il "mostro rosa"!
Regno: tra usati e linguellati, una ventina è ancora assente... più 5-6 "servizi" e quasi tutti i "pubblicitari"...
Germania 1872-1945: abbastanza avanzata, soprattutto per il periodo "3° Reich", ma... ce n'é ancora, da fare.

ASFE: Contatore ad oggi: 3.009. La rincorsa prosegue!

Tematiche:
- sto ancora cercando di organizzare in modo logico il materiale (in costante aumento) che ho sui "portieri di calcio"
- rapaci notturni (per la moglie) e cardellini (che erano la passione di mio padre)
- un'idea nascente su geografia e bandiere tramite i francobolli...
- socio n. 6 del SOSIG (e quindi... SOS!)(anche se un po' in stand-by)

marcadabollo

Re: che cosa sono?

Messaggio da marcadabollo » 3 aprile 2012, 1:28

Fiore ha scritto:Il quarto secondo me non è un francobollo. Manca l'indicazione del paese emittente (solo il Regno Unito emette francobolli senza indicazione del Paese, e questo ha la valuta in Dollari) o della compagnia (se si trattasse di una emissione di una compagnia privata); inoltre l'annullo non mi sembra affatto postale. Visto il disegno (uno stemma che mi ricorda un'unità militare) potrebbe essere al massimo un francobollo di franchigia militare; se si riuscisse a leggere quel che c'è scritto sull'annullo...
Ed infatti non è un francobollo: è una marca da bollo del Governo Militare Alleato della Germania. Lo stemma è quello dello SHAEF, acronimo di Supreme Headquarters Allied Expeditionary Force, ovvero il comando interalleato delle truppe d'occupazione della Germania. Veniva usata sui passaporti non tedeschi per i visti di transito e di entrata in Germania, e sui "passaporti tedeschi" emessi all'estero come una specie di marca consolare. Ho virgolettato passaporti tedeschi perchè per alcuni anni formalmente non è esistito uno stato tedesco che avesse autorità di emettere passaporti per i cittadini di quello che era stato il Terzo Reich, per cui gli alleati emettevano documenti intitolati "documento di viaggio con le funzioni di passaporto per soggetti tedeschi".
Michele


Avatar utente
Fiore
Messaggi: 1234
Iscritto il: 24 settembre 2007, 18:22
Località: Molinella (BO)

Re: che cosa sono?

Messaggio da Fiore » 3 aprile 2012, 9:53

Rieccomi sul primo francobollo, il "tedesco"; trovata con poco sforzo la società emittente, grazie al "Michel Spezial-Katalog Der Deutschen Privatpostmarken": la "Berliner Packetfahrt Gesellschaft", di Berlino. Società fondata nel 1884, fu una delle società postali private più longeve: dopo il ritorno al monopolio statale, avvenuto nel 1900 (che segnò la fine della stragrande maggioranza delle società private) continuò l'attività per il trasporto pacchi, ed emise bolli fino al 1923, proseguendo ad operare fino al 1929.

Rimangono da identificare i "secondi" di ogni riga. Il primo vien dalla Finlandia: la parola "vuotta" mi faceva molto finlandese, ho verificato e significa "anni", e "torna" con il fatto che sopra ci sia un "50". E' dunque un'etichetta commemorativa emessa per il 50° anniversario di qualcuno o qualcosa. Rimane da scoprire chi o cosa... Finché c'ero ho verificato anche se "Postimies" avesse un qualche significato in finlandese, e ce l'ha: significa "il postino" :fest: .
Direi quindi che questa etichetta è qualcosa di assimilabile a un chiudilettera (nessun valore facciale), emesso nel 1955 in Finlandia per commemorare il 50° anniversario di qualcosa che ha a che fare (visti anche i due corni, tipico emblema postale) con la posta e i postini (cosa non lo so: la Finlandia ha cominciato ad emettere francobolli propri nel 1917, dopo essersi "liberata" dalla Russia, e prima, come Granducato russo, aveva francobolli propri ma di "stampo" russo, fino dal 1856).

Se riesci a postare un ingrandimento del secondo della seconda riga proviamo a leggere cosa c'è scritto e a capire cosa sia... ;-)

Ciao: Ciao: Ciao:
Alberto Fiorentini
Repubblica usata: mancano una decina di "servizi" ed il "mostro rosa"!
Regno: tra usati e linguellati, una ventina è ancora assente... più 5-6 "servizi" e quasi tutti i "pubblicitari"...
Germania 1872-1945: abbastanza avanzata, soprattutto per il periodo "3° Reich", ma... ce n'é ancora, da fare.

ASFE: Contatore ad oggi: 3.009. La rincorsa prosegue!

Tematiche:
- sto ancora cercando di organizzare in modo logico il materiale (in costante aumento) che ho sui "portieri di calcio"
- rapaci notturni (per la moglie) e cardellini (che erano la passione di mio padre)
- un'idea nascente su geografia e bandiere tramite i francobolli...
- socio n. 6 del SOSIG (e quindi... SOS!)(anche se un po' in stand-by)

Avatar utente
ecas
Messaggi: 1449
Iscritto il: 4 marzo 2012, 18:56
Località: Casarano (LE)

Re: che cosa sono?

Messaggio da ecas » 3 aprile 2012, 23:40

grazie ad alberto e michele per le precisazioni. Sono fuori sede per cui non riesco a ingrandire l'immagine richiesta. Ciao: Ciao: Ciao:
Ciao: :quad:

Avatar utente
sandro_z
Messaggi: 190
Iscritto il: 16 luglio 2007, 14:57

Re: che cosa sono?

Messaggio da sandro_z » 4 aprile 2012, 11:03

Fiore ha scritto:Se riesci a postare un ingrandimento del secondo della seconda riga proviamo a leggere cosa c'è scritto e a capire cosa sia... ;-)

Ciao: Ciao: Ciao:


E' una marca da bollo processuale, relativa cioè agli oneri e alle spese legali e la raccolta di carte.


СУДЕБНЫХ ПОШЛИН И СБОРА С БУМАГИ = SPESE LEGALI E ONERI SULLE CARTE

Guarda QUI a metà pagina.


Ciao: Ciao:
Sandro

STAFF

Colleziono Spazio URSS.

Avatar utente
ecas
Messaggi: 1449
Iscritto il: 4 marzo 2012, 18:56
Località: Casarano (LE)

Re: che cosa sono?

Messaggio da ecas » 4 aprile 2012, 23:48

beh, credo che sandro abbia risolto il mistero della marca sovietica. Ottimo e grazie. Ciao: Ciao:
Ciao: :quad:

Avatar utente
ecas
Messaggi: 1449
Iscritto il: 4 marzo 2012, 18:56
Località: Casarano (LE)

Re: che cosa sono?

Messaggio da ecas » 5 aprile 2012, 0:11

Alberto, come hai giustamente detto,il francobollo della RMSC è in condizioni molto scarse per cui non penso che sia vendibile. Poichè non colleziono questi tipi di francobolli e non credo che possa avere lo stesso valore del 3 lire di Toscana, se ti può essere utile te lo invio volentieri (così lo puoi utilizzare come francobollo di verifica). Quando avrai un francobollo migliore, se ti andrà, me lo rispedirai. :-)) Ciao: Ciao: Ciao:
Ciao: :quad:

Avatar utente
Fiore
Messaggi: 1234
Iscritto il: 24 settembre 2007, 18:22
Località: Molinella (BO)

Re: che cosa sono?

Messaggio da Fiore » 5 aprile 2012, 14:19

:-))
se hai dato un'occhiata all'Yvert il valore lo sai, vado un po' a memoria ma dovrebbe essere intorno ai 200 Euro (non il 3 Lire di Toscana, in effetti...), anche una "terza scelta" qualche Euro lo può valere.
Se mi dici cosa collezioni o cosa potrei inviarti in cambio io sarei molto contento di fare uno scambio, aggiungerei una entità, e anche "non banale" alla mia colelzione... magari mandami un MP... o te lo mando io... :-))

Ciao: Ciao: Ciao:
Alberto Fiorentini
Repubblica usata: mancano una decina di "servizi" ed il "mostro rosa"!
Regno: tra usati e linguellati, una ventina è ancora assente... più 5-6 "servizi" e quasi tutti i "pubblicitari"...
Germania 1872-1945: abbastanza avanzata, soprattutto per il periodo "3° Reich", ma... ce n'é ancora, da fare.

ASFE: Contatore ad oggi: 3.009. La rincorsa prosegue!

Tematiche:
- sto ancora cercando di organizzare in modo logico il materiale (in costante aumento) che ho sui "portieri di calcio"
- rapaci notturni (per la moglie) e cardellini (che erano la passione di mio padre)
- un'idea nascente su geografia e bandiere tramite i francobolli...
- socio n. 6 del SOSIG (e quindi... SOS!)(anche se un po' in stand-by)

Avatar utente
Fiore
Messaggi: 1234
Iscritto il: 24 settembre 2007, 18:22
Località: Molinella (BO)

Re: che cosa sono?

Messaggio da Fiore » 5 aprile 2012, 15:50

Tra parentesi, grazie agli ultimi interventi di Sandro_z e Michele "marcadabollo" abbiamo identificato quasi tutto quel che hai mostrato :pea: .
Rimane da capire da dove nasca quellì'etichetta finlandese e poi abbiamo chiuso il cerchio.
Credo che sia una bella dimostrazione della "potenza" di questo forum, dove ognuno conosce "un pezzo" e mettendo insieme tutti i pezzi si completa il mosaico. :clap: :clap: :clap:

Ciao: Ciao: Ciao:
Alberto Fiorentini
Repubblica usata: mancano una decina di "servizi" ed il "mostro rosa"!
Regno: tra usati e linguellati, una ventina è ancora assente... più 5-6 "servizi" e quasi tutti i "pubblicitari"...
Germania 1872-1945: abbastanza avanzata, soprattutto per il periodo "3° Reich", ma... ce n'é ancora, da fare.

ASFE: Contatore ad oggi: 3.009. La rincorsa prosegue!

Tematiche:
- sto ancora cercando di organizzare in modo logico il materiale (in costante aumento) che ho sui "portieri di calcio"
- rapaci notturni (per la moglie) e cardellini (che erano la passione di mio padre)
- un'idea nascente su geografia e bandiere tramite i francobolli...
- socio n. 6 del SOSIG (e quindi... SOS!)(anche se un po' in stand-by)

Avatar utente
sandro_z
Messaggi: 190
Iscritto il: 16 luglio 2007, 14:57

Re: che cosa sono?

Messaggio da sandro_z » 5 aprile 2012, 16:14

Fiore ha scritto:Rimane da capire da dove nasca quellì'etichetta finlandese e poi abbiamo chiuso il cerchio.


Ciao: Ciao: Ciao:


Postimies = postino
50 vuotta = 50 anni

Potrebbe essere un erinnofilo che festeggia il cinquantenario del servizio dei postini (?). :leggo: :leggo:

Ciao: Ciao:
Sandro

STAFF

Colleziono Spazio URSS.

Avatar utente
Fiore
Messaggi: 1234
Iscritto il: 24 settembre 2007, 18:22
Località: Molinella (BO)

Re: che cosa sono?

Messaggio da Fiore » 5 aprile 2012, 18:06

E' quello che ho scritto io qualche post fa :-)) , ma se nel 1955 si festeggiava un 50° anniversario, parliamo di qualcosa acceduto nel 1905... non credo che prima di quella data non ci fossero stati postini in Finlandia, i francobolli c'erano dal 1856... quindi da 100 anni quasi esatti prima del 1955... :mmm: E' per questo che scrivevo che c'è ancora un po' di mistero su questa etichetta...
Ciao: Ciao: Ciao:
Alberto Fiorentini
Repubblica usata: mancano una decina di "servizi" ed il "mostro rosa"!
Regno: tra usati e linguellati, una ventina è ancora assente... più 5-6 "servizi" e quasi tutti i "pubblicitari"...
Germania 1872-1945: abbastanza avanzata, soprattutto per il periodo "3° Reich", ma... ce n'é ancora, da fare.

ASFE: Contatore ad oggi: 3.009. La rincorsa prosegue!

Tematiche:
- sto ancora cercando di organizzare in modo logico il materiale (in costante aumento) che ho sui "portieri di calcio"
- rapaci notturni (per la moglie) e cardellini (che erano la passione di mio padre)
- un'idea nascente su geografia e bandiere tramite i francobolli...
- socio n. 6 del SOSIG (e quindi... SOS!)(anche se un po' in stand-by)

Avatar utente
sandro_z
Messaggi: 190
Iscritto il: 16 luglio 2007, 14:57

Re: che cosa sono?

Messaggio da sandro_z » 5 aprile 2012, 18:46

Fiore ha scritto:E' quello che ho scritto io qualche post fa :-)) ,
Ciao: Ciao: Ciao:


:OOO: :OOO: :abb: :abb:
Sandro

STAFF

Colleziono Spazio URSS.

Avatar utente
maurizio
Messaggi: 588
Iscritto il: 24 luglio 2007, 19:32
Località: Bolzano
Contatta:

Re: che cosa sono?

Messaggio da maurizio » 6 aprile 2012, 14:37

Ho provato a fare qualche ricerca su Internet, anche se il finlandese non è il mio forte.
L'Associazione dei postini finlandesi (Suomen Postiljooniyhdistyksen) dovrebbe essere
stata costituita nel 1901, ma di fatto iniziò la propria attività proprio nel 1905 dopo
un congresso a Tampere. Lo stesso anno inizio anche la pubblicazione della propria
rivista.
Nel 1905 ebbe inoltre un ruolo importante negli scioperi che interessarono
tutta il Granducato di Finlandia, che stava per essere inglobato di fatto dalla Russia con
varie manovre amministrative iniziate nel 1899 e tese ad anullare l'autonomia del paese.
La concomitante prima rivoluzione russa, sembrò facilitare il processo autonomistico finlandese,
che arrivò ad adottare un parlamento eletto a suffragio universale.
Gli ultranazionalisti russi ottennero di soffocare le ambizioni finlandesi e il granducato autonomo
fu di fatto annesso alla Russia dal 1905 al 1907, poi l'autonomia venne ripristinata fino al 1914
quando nuovamente la Russia si riannette i territori finlandesi. Ma nel 1917 approfittando
della mutata situazione politica in Russia, avviene la proclamazione dell'Indipendenza.

L'erinnofilo potrebbe ricordare i 50 anni dall'inizio dell'attività associativa e l'impegno dell'associazione dei postini finlandese
negli scioperi autonomisti del 1905, ma è solo un'ipotesi.

Ciao: maurizio

Come più avanti fatto notare da sandro_z la busta sottostante è russa e non finlandese.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Maurizio Misinato - S T A F F
Bolzano e Alto Adige (dalle prefilateliche a oggi) - Feldpost austriache 1WW (fronte tirolese) - World Scout Jamboree e tematica scout in genere

Avatar utente
Fiore
Messaggi: 1234
Iscritto il: 24 settembre 2007, 18:22
Località: Molinella (BO)

Re: che cosa sono?

Messaggio da Fiore » 6 aprile 2012, 15:33

:clap: :clap: :clap: Bravo Maurizio,
"solo un'ipotesi", ma mi sembra che sia la più completa che si possa fare senza conoscere ESATTAMENTE la geenesi di quell'etichetta.

Ciao: Ciao: Ciao:
Alberto Fiorentini
Repubblica usata: mancano una decina di "servizi" ed il "mostro rosa"!
Regno: tra usati e linguellati, una ventina è ancora assente... più 5-6 "servizi" e quasi tutti i "pubblicitari"...
Germania 1872-1945: abbastanza avanzata, soprattutto per il periodo "3° Reich", ma... ce n'é ancora, da fare.

ASFE: Contatore ad oggi: 3.009. La rincorsa prosegue!

Tematiche:
- sto ancora cercando di organizzare in modo logico il materiale (in costante aumento) che ho sui "portieri di calcio"
- rapaci notturni (per la moglie) e cardellini (che erano la passione di mio padre)
- un'idea nascente su geografia e bandiere tramite i francobolli...
- socio n. 6 del SOSIG (e quindi... SOS!)(anche se un po' in stand-by)

Avatar utente
maurizio
Messaggi: 588
Iscritto il: 24 luglio 2007, 19:32
Località: Bolzano
Contatta:

Re: che cosa sono?

Messaggio da maurizio » 6 aprile 2012, 16:26

Ho trovato anche il nostro erinnofilo in vendita su un sito finlandese
insieme ad altri due riguardanti una casa di riposo per postini al mare.

Mi spiace per ecas ma il valore dei chiudilettera è infimo 0,10€ per tutti e tre.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Maurizio Misinato - S T A F F
Bolzano e Alto Adige (dalle prefilateliche a oggi) - Feldpost austriache 1WW (fronte tirolese) - World Scout Jamboree e tematica scout in genere

Avatar utente
sandro_z
Messaggi: 190
Iscritto il: 16 luglio 2007, 14:57

Re: che cosa sono?

Messaggio da sandro_z » 6 aprile 2012, 16:39

Maurizio :clap: :clap: :clap:

:OOO: :OOO: Piccola precisazione:
la cartolina non è finlandese, ma russa: spedita da San Pietroburgo a Flensburgo in Germania.
Il francobollo è russo in kopeki e non presenta i cerchietti che l'hanno reso "finlandese" nel 1891.



Ciao: Ciao:
Sandro

STAFF

Colleziono Spazio URSS.

Avatar utente
maurizio
Messaggi: 588
Iscritto il: 24 luglio 2007, 19:32
Località: Bolzano
Contatta:

Re: che cosa sono?

Messaggio da maurizio » 6 aprile 2012, 17:01

sandro_z ha scritto: :OOO: :OOO: Piccola precisazione:
la cartolina non è finlandese, ma russa: spedita da San Pietroburgo a Flensburgo in Germania.
Il francobollo è russo in kopeki e non presenta i cerchietti che l'hanno reso "finlandese" nel 1891.


Ma quanto sei pignolo :ko:
Che fregatura avere amici che comprendono il russo :-)) :-)) :-))

Provo a rimediare con una busta del 1901
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Maurizio Misinato - S T A F F
Bolzano e Alto Adige (dalle prefilateliche a oggi) - Feldpost austriache 1WW (fronte tirolese) - World Scout Jamboree e tematica scout in genere


Rispondi

Torna a “Cosa è questo?”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Sostieni il forum: