1956: FDC visita Presidente Gronchi in USA e Canada

Forum di discussione sulle FDC

Moderatore: Caelinus

Avatar utente
somalafis
Messaggi: 5232
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Re: 1956: FDC visita Presidente Gronchi in USA e Canada

Messaggio da somalafis »

pieropas ha scritto: 21 agosto 2020, 15:01 Si, l'annullo del 24 a Livorno dimostra che il francobollo era presente in quella data; resta da chiarire perchè tutte le fdc di questa emissione, quelle preparate dagli editori, dai commercianti, dai collezionisti privati (gente del mestiere, compresi gli addetti agli sportelli filatelici) recano la data del 26 anche in assenza dell'annullo meccanico del volo, ma col semplice guller. Forse il bollettino potrebbe chiarire qualcosa, ma pare che non esista per questa emissione. Se qualcuno lo possiede, lo mostri, per favore...
In mancanza del bollettino non e' pero' difficile consultare la stampa filatelica coeva dell'emissione, quando il fatto di scrivere una data errata sarebbe stato subito rimarcato e stigmatizzato. La data di emissione del 24 febbraio e' proprio quella giusta.
Mi sono andato a rileggere la rivista ''Il Collezionista'' n.4 dell'aprile 1956 che al Gronchi da 120 lire dedica addirittura la foto di copertina. Nella pignolissima rubrica dedicata ai francobolli italiani redatta ogni mese da Alberto Diena si rileva appunto che il giorno di emissione e' stato il 24 febbraio e che ''la decisione e' stata presa pochissimi giorni prima della partenza'': il che spiega il ricorso al bozzetto del francobollo aereo cambiato di colore. Tuttavia si fece in tempo a consultare ''alcuni filatelisti e commercianti di francobolli'', anche al fine di evitare che l'emissione desse luogo a speculazioni. Diena fornisce dettagliate informazioni tecniche specialistiche sulla stampa e la composizione dei fogli e sull'esistenza di due tirature. Diena aggiunge che la distribuzione comincio' la mattina del 24/2 nei capoluoghi di provincia: ''le corrispondenze ordinarie che si volevano inviare nel Nord America col volo speciale, dovevano recare una scritta che precisasse tale inoltro.La Direzione delle Poste aveva inviato una circolare alle direzioni provinciali per comunicare che tali corrispondenze dovevano affluire entro il primo pomeriggio del 26 febbraio all'ufficio di Roma Ferrovia, SENZA CHE GLI SPECIALI FRANCOBOLLI VENISSERO ANNULLATI (cio' che in effetti non e' sempre accaduto)''. Evidentemente l'idea era quella che le buste imbarcate sull'aereo presidenziale potessero recare il solo annullo commemorativo.

Secondo me la prossimita' delle due date (24/2 e 26/2) e la possibilita' di avere un annullo commemorativo ''concordante'' ha spinto i produttori di FDC a ''preferire'' l'annullo figurato di Roma Ferrovia.
Riccardo Bodo
SOSTENITORE
Avatar utente
pieropas
Messaggi: 155
Iscritto il: 16 luglio 2007, 16:08

Re: 1956: FDC visita Presidente Gronchi in USA e Canada

Messaggio da pieropas »

Le cose andarono come descritto dall'amico somalafis, ma rimane ancora incomprensibile l'abbaglio preso dagli addetti ai lavori che hanno fatto annullare le fdc appositamente predisposte in data 26/2, il giorno del volo e non dell'emissione. Eccone un'altra annullata a Como
Gronchietto 3.jpg
Ciao: Ciao: Ciao:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Saluti a tutti Ciao: Ciao: Ciao: Pietro Pasta
Consulente Studio Peritale Romano per il settore Buste Primo Giorno
-----------------------------------------------------------------------------------------
Colleziono, cerco e scambio FDC Repubblica periodo ruota e buste Regno con serie complete
https://wordpress.com/view/fdcvenetiaip ... dpress.com
Avatar utente
francesco75
Messaggi: 208
Iscritto il: 17 dicembre 2012, 9:06

Re: 1956: FDC visita Presidente Gronchi in USA e Canada

Messaggio da francesco75 »

Buon pomeriggio,
Contribuisco anche io con questo aerogramma partito dalla Città del Vaticano il 25.
Cordiali saluti.
Francesco C.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Avatar utente
GiorgioMastella
Messaggi: 141
Iscritto il: 30 dicembre 2012, 18:36
Località: Padova
Contatta:

Re: 1956: FDC visita Presidente Gronchi in USA e Canada

Messaggio da GiorgioMastella »

Buonasera Francesco, bello il tuo pezzo!
In questo caso il 25 febbraio è stato annullato solo il 25 lire delle Poste Vaticane per il tragitto Vaticano - Roma.

Ma qui non era una prescrizione, come per gli uffici italiani: in Italia, infatti, gli uffici postali fuori Roma erano stati informati di NON annullare il francobollo e di mandarlo intonso a Roma.
Per le Poste Vaticane, al contrario, non era possibile annullare valori bollati che non fossero vaticani: il 120 lire era "intoccabile" indipendentemente dalle prescrizioni delle Poste Italiane per i propri uffici.
La testa mi dice di limitarmi alla Storia Postale della Repubblica, poi il cuore fa quel che vuole.
E comunque... è un bellissimo gioco :-)

Giorgio Mastella
http://www.gm-storiapostale.it
Avatar utente
francesco75
Messaggi: 208
Iscritto il: 17 dicembre 2012, 9:06

Re: 1956: FDC visita Presidente Gronchi in USA e Canada

Messaggio da francesco75 »

GiorgioMastella ha scritto: 12 settembre 2020, 0:11 Buonasera Francesco, bello il tuo pezzo!
In questo caso il 25 febbraio è stato annullato solo il 25 lire delle Poste Vaticane per il tragitto Vaticano - Roma.

Ma qui non era una prescrizione, come per gli uffici italiani: in Italia, infatti, gli uffici postali fuori Roma erano stati informati di NON annullare il francobollo e di mandarlo intonso a Roma.
Per le Poste Vaticane, al contrario, non era possibile annullare valori bollati che non fossero vaticani: il 120 lire era "intoccabile" indipendentemente dalle prescrizioni delle Poste Italiane per i propri uffici.
Buongiorno,
Ti ringrazio per l'apprezzamento del pezzo e per averlo descritto.
Con cordialità.
Francesco C.
Avatar utente
francesco75
Messaggi: 208
Iscritto il: 17 dicembre 2012, 9:06

Re: 1956: FDC visita Presidente Gronchi in USA e Canada

Messaggio da francesco75 »

GiorgioMastella ha scritto: 2 agosto 2020, 23:49 Buonasera a tutti,
ho recentemente portato a casa una busta affrancata con il 120 lire in questione, la stavo scansionando e all'improvviso ho visto la data e mi è venuta in mente la discussione che era sorta qui. Ve la lascio in pasto, vediamo se può aiutare a dirimere la questione.
Da quello che ho capito, il giorno giusto, il 24, un commerciante filatelico di Livorno è andato in posta per affrancare una busta da spedire in USA per Posta Aerea col volo presidenziale che sarebbe partito due giorni dopo. Non ho capito se a Livorno hanno intenzionalmente toccato o non toccato il francobollo con il datario...
ceiPA148_isolato_primo_porto_Estero_PA_USA_primo_giorno_volo.jpg
Sono curioso di sapere la vostra opinione a riguardo.
Un saluto
Giorgio
Buon pomeriggio,
È molto interessante il link che descrive la storia e l'uso di questo francobollo.

http://www.gm-storiapostale.it/faq/fran ... -e-canada/

Giorgio, ne approfitto per farti i più sinceri complimenti per il bellissimo sito web!

Riguardo alla descrizione della busta illustrata, a mio avviso, si tratta certamente di un primo giorno d'uso ma, considerato che il bollo di Livorno colpisce "casualmente" una infinitesima parte di francobollo, esso non dovrebbe essere considerato come un "annullatore".
Con cordialità.
Francesco C.
Rispondi

Torna a “FDC”

SOSTIENI IL FORUM