Oggi è 19 novembre 2018, 21:48

Le collettorie del Veneto

Spazio dedicato a questo tipo di collezionismo che ha ancora tante cose da scoprire

Moderatore: Alex

Avatar utente
StefanoR
Messaggi: 45
Iscritto il: 17 luglio 2007, 22:53
Località: Verona

Re: Collettorie del Veneto

Messaggio da StefanoR » 1 novembre 2010, 9:27

Aggiungo qualche altro elemento a questa bella rassegna. :-)

Da Villanova Marchesana (RO) a Bottrighe (RO) 28/12/1875, annullo di Crespino e lineare corsivo verde di Bottrighe.

[b]Villanova Marchesana_.JPG


Bottrighe_.JPG



Ottagonale di Baricetta (RO) 14/2/1902

Baricetta_.JPG



Ottagonale di Sant'Apollinare con Selva (RO) 26/4/1895

Sant'Apollinare con Selva.jpg



Ottagonale di S. Massimo all'Adige (VR) 29/9/1884

S.Massimo all'Adige_.JPG



Ciao: Ciao:
Stefano
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Avatar utente
mestrestamps
Messaggi: 1807
Iscritto il: 25 gennaio 2009, 23:18
Località: mestre

Re: Collettorie del Veneto

Messaggio da mestrestamps » 1 novembre 2010, 10:15

Ciao:

Complimenti StefanoR :clap: :clap: :clap:

Ciao: Ciao:
andreafusati@tim.it

prefilateliche della Repubblica di Venezia
storia postale del Regno Lombardo Veneto
annullamenti di Lombardo Veneto su Italia

http://www.museodeitasso.com

SOSTENITORE 2009-2010-2011-2012-2013-2014-2015

" Se Dio non avesse fatto la donna, non avrebbe fatto il fiore. " (Oscar Wilde)

visita il mio negozio su delCampe http://www.delcampe.net/negozi/mestrestamps

Avatar utente
allvenetoall
Messaggi: 351
Iscritto il: 6 agosto 2010, 21:01

Re: Collettorie del Veneto

Messaggio da allvenetoall » 28 marzo 2011, 15:23

Può succedere a volte e se hai tanta fortuna di trovare (come per le R.n___ umbertine) 90 anni dopo l'annullo lineare di collettoria (riesumato? restaurato? rifatto nuovo?) per timbrare la striscietta della raccomandata.
forum 054.jpg

forum 053.jpg


Ciao: Ciao: Ciao:
Francesco
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
paolo
Messaggi: 593
Iscritto il: 6 settembre 2007, 10:25
Località: Siena
Contatta:

Re: Collettorie del Veneto

Messaggio da paolo » 28 marzo 2011, 16:41

sono curiosità, non rarità... ho trovato uffici che usano tutt'oggi il DOPO LA PARTENZA granducale o degli anni '60 dell'800 !!!
Colleziono e ricerco SEMPRE materiale storico-postale, dalle origini al 1945, di SIENA e provincia (soprattutto di SAN QUIRICO d'Orcia) per i miei studi...
SOSTENITORE DEL FORUM per il 2009-2010-2011-2012-2013-2014-2015-2016-2017-2018...

Avatar utente
allvenetoall
Messaggi: 351
Iscritto il: 6 agosto 2010, 21:01

Re: Collettorie del Veneto

Messaggio da allvenetoall » 28 marzo 2011, 16:48

Si è vero sono curiosità, testimoniano anche il fatto che nei piccoli uffici non buttavano via niente...però devo dirti che un corsivo di collettoria veneta usato così è la prima volta che lo vedo...probabilmente come dicono dalle mie parte "ho ancora tanti panini da mangiare"
Ciao: Ciao: Ciao:
Francesco


Avatar utente
maupoz
Messaggi: 1971
Iscritto il: 8 febbraio 2010, 16:07
Località: MILANO

Re: Collettorie del Veneto

Messaggio da maupoz » 10 luglio 2011, 15:44

Ciao: Ciao:

Questo ho trovato:

CEREGNANO - RO -

http://img683.imageshack.us/img683/3537/8331g.jpg
8331g.jpg


Ciao: Ciao:

Revised by Lucky Boldrini - June 2012
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Maurizio

"Sicché dunque, disse Pinocchio sempre più sbalordito, se io sotterrassi in quel campo i miei cinque zecchini, la mattina dopo quanti zecchini ci troverei?"
"È un conto facilissimo, rispose la Volpe, un conto che puoi farlo sulla punta delle dita. Poni che ogni zecchino ti faccia un grappolo di cinquecento zecchini: moltiplica il cinquecento per cinque e la mattina dopo ti trovi in tasca duemila cinquecento zecchini lampanti e sonanti."
"Oh che bella cosa!" gridò Pinocchio, ballando dall'allegrezza.

Avatar utente
sanseverina
Messaggi: 15
Iscritto il: 29 giugno 2009, 0:28

sono collettorie?

Messaggio da sanseverina » 15 luglio 2011, 1:19

AGUGLIARO
scansione0004ig.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
mestrestamps
Messaggi: 1807
Iscritto il: 25 gennaio 2009, 23:18
Località: mestre

Re: sono collettorie?

Messaggio da mestrestamps » 15 luglio 2011, 14:18

Ciao:

E' la collettoria di AGUGLIARO (Vicenza), della quale sono conosciuti i timbri lineare ed ottagonale come quello in questo caso.

Ciao: Ciao:

Revised by Lucky Boldrini - June 2012
andreafusati@tim.it

prefilateliche della Repubblica di Venezia
storia postale del Regno Lombardo Veneto
annullamenti di Lombardo Veneto su Italia

http://www.museodeitasso.com

SOSTENITORE 2009-2010-2011-2012-2013-2014-2015

" Se Dio non avesse fatto la donna, non avrebbe fatto il fiore. " (Oscar Wilde)

visita il mio negozio su delCampe http://www.delcampe.net/negozi/mestrestamps

Avatar utente
maremonti
Messaggi: 352
Iscritto il: 8 luglio 2011, 18:53

Millesimi o dimensioni diversi, non catalogate?

Messaggio da maremonti » 7 febbraio 2012, 12:39

Ciao: a tutti e speriamo che la neve si dia una calmata. Ho notato che alcuni annulli di collettorie venete in mio possesso presentano il millesimo diverso: quadrato di AFFI (VERONA) - ottagonale di CALTO - ottagonale di MOZZECANE - oppure sono completamente diverse per dimensione come il quadrato di CASTELCUCCO (TREVISO).
Ho notato pure l'ottagonale di SALETTO (VIGODARZERE) senza millesimo (?), ed inoltre il corsivo di TRISSINO con accanto il datario circolare dello stesso colore.
Queste differenze non mi sembra siano citate dall'ormai vecchio ma sempre valido Gaggero-Mondolfo.
C'è qualche amico del forum che possiede di questi pezzi e mi sappia dire qualche cosa in merito (qual'è, se c'è, quello meno comune, l'eventuale valore, ecc., magari postando a sua volta i pezzi) ?
Ringrazio chi mi vorrà rispondere, ciao a tutti Ciao: Ciao:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
paolo
Messaggi: 593
Iscritto il: 6 settembre 2007, 10:25
Località: Siena
Contatta:

Re: Millesimi o dimensioni diversi, non catalogate?

Messaggio da paolo » 7 febbraio 2012, 18:02

non sono un esperto del Veneto ma, da quanto leggo e vedo nel tuo post, credo di poter dire che quelle a cui tu ti riferisci sono le normali differenze fra varie impronte dello stsso bollo, dovute al tempo che passa (aggiornamento del datario mobile di ogni bollo), all'usura del bollo stesso, alla sbadataggine dell'impiegato, ecc. ecc., cioè tutte cose che teoricamente non incidono sul valore di un'impronta e che conseguentemente non sono (e come potrebbero?) esser riportate in nessun catalogo, specialmente di ampio respiro come quello da te citato... a livello locale, invece, la specifica conoscenza di un limitato territorio può portarti a conoscere le "tendenze" d'uso di ogni singolo bollo ma, nella migliore delle ipotesi, ciò può portare ad individuare delle "curiosità" non certo delle "rarità"... spero di essermi spiegato...
Colleziono e ricerco SEMPRE materiale storico-postale, dalle origini al 1945, di SIENA e provincia (soprattutto di SAN QUIRICO d'Orcia) per i miei studi...
SOSTENITORE DEL FORUM per il 2009-2010-2011-2012-2013-2014-2015-2016-2017-2018...

Avatar utente
gionino
Messaggi: 212
Iscritto il: 17 luglio 2007, 21:18
Località: Moncalieri

Re: Millesimi o dimensioni diversi, non catalogate?

Messaggio da gionino » 7 febbraio 2012, 18:36

concordo con quanto ha detto paolo con una annutazione: il bollo della prima lettera è austriaco, probabilmente la lettera è datata dal secondo semestre 1866 in poi.
Gionino

Avatar utente
allvenetoall
Messaggi: 351
Iscritto il: 6 agosto 2010, 21:01

Re: Millesimi o dimensioni diversi, non catalogate?

Messaggio da allvenetoall » 7 febbraio 2012, 18:49

più che rarità, infatti, dei sottotipi, che per le ragioni spiegate da Paolo sulle quali concordo, riguardando il datario diventerebbero oggetto di uno studio molto complesso che vale la pena per una singola località ma in generale non inficiano il grado di reperibilità o meglio il punteggio più di tanto. E' vero che si riscontrano differenze, ma credo che non ci furono forniture diverse nel corso del tempo a parte la sostituzione e/o manutenzione dei datari, come ci fu poi per i tondoriquadrati che in seguito per molte località ebbero forniture diverse (e foggie diverse quindi). Poi magari mi sbaglierò, ma collezionando anch'io le collettorie del Veneto, non ho finora riscontrato differenze così notevoli da farmi pensare a timbri diversi, a parte quelli che già il Gaggero menziona.
Ciao: Ciao: Ciao:
Francesco

Avatar utente
maremonti
Messaggi: 352
Iscritto il: 8 luglio 2011, 18:53

Re: Millesimi o dimensioni diversi, non catalogate?

Messaggio da maremonti » 7 febbraio 2012, 23:46

Ringrazio Paolo, Gionino e Francesco per le risposte esaurienti. Ma quello che è stato detto vale anche per il quadrato di CASTELCUCCO ? A me sembrano due timbri fra loro del tutto diversi, in particolare per quanto riguarda le diciture. In questo caso non dovrebbe esserci stata una nuova fornitura del timbro ?
Ciao: Ciao: Ciao:

Revised by Lucky Boldrini - January 2013

Avatar utente
andy66
Messaggi: 1284
Iscritto il: 3 dicembre 2010, 22:28
Località: chiusaforte ud
Contatta:

annullo quadrato 1900

Messaggio da andy66 » 5 luglio 2012, 23:34

Qualcuno ha informazioni su questi annulli particolari?
Io l'unica informazione che ho trovato è che nacquero nel 1887 per le 'collettorie di 2a classe'.
Fino a quando rimasero in uso?
Sono di facile reperibilità? Non mi sembra di vederne molti in giro.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Andy66

SOCIO SOSTENITORE

Cerco cartoline di tutte le epoche del Comune di Chiusaforte UD (e sue frazioni)

Colleziono Regno, Repubblica, S.Marino e Francia


Proteggiamo quello che conosciamo
Conosciamo solo ciò che riusciamo a comprendere
Comprendiamo unicamente quello che abbiamo imparato

Avatar utente
Guido Morolli
Messaggi: 465
Iscritto il: 8 settembre 2007, 14:50
Località: prov. Vercelli

Re: annullo quadrato 1900

Messaggio da Guido Morolli » 7 luglio 2012, 17:13

L'annullo quadrato che hai mostrato è un annullo di collettoria.
Annulli quadrati di questo tipo li puoi ritrovare in tutte le regioni italiane.
La valutazione di questi annulli li puoi ritrovare sui cataloghi che valutano le collettorie.
Io ad esempio ho il "Gaggero Mondolfo"...l'annullo che hai mostrato vale 5 punti.
Ciao
Guido Morolli

Avatar utente
cesare
Messaggi: 375
Iscritto il: 20 ottobre 2007, 11:21

Re: annullo quadrato 1900

Messaggio da cesare » 7 luglio 2012, 17:40

I bolli quadrati tipo quello che hai mostrato di ARZERGRANDE erano bolli forniti dall'Amministrazione postale alle Collettorie di 2a classe abilitate al servizio delle Raccomandate
Nello specifico, la C2 in questione fu elevata al servizio accessorio a partire dal 1 agosto 1889 e di conseguenza fornita del timbro adeguato al nuovo "status"; opera del valente incisore tristino L. Josz.
Già servizio rurale dal 1°trimestre 1875. Elevata a C2 dal maggio 1889. Dotata del lineare corsivo.
Nella mia raccolta l' ultima datazione è del FEB 01.
Non mi è nota la data di apertura dell'Ufficio postale per cui si rese necessaria la sostituzione del timbro. Comunque, il primo bollo successivo è il Tondoriquadrato, noto dall' ottobre 1906.
Il bollo, dato il periodo d'uso prolungato, è relativamente comune.
Molto meno lo è il corsivo che lo precede.
Riguardo i cataloghi cui chiedevi posso indicarti il Gaggero-Mondoldo, il Gaggero, il Cazzola.
Se sei veramente interessato ad approfondire l'argomento collettorie, oltre la venale ed opinabile valutazione dello specifico documento, ti consiglierei il pregevole lavoro di F.Filanci "La bolzetta vien dalla campagna" pubblicata in "Storie di Posta" ma che credo sia disponibile anche sul Web.
Ciao:
Ultima modifica di cesare il 7 luglio 2012, 18:17, modificato 1 volta in totale.
maurizio

Avatar utente
enrico54
Messaggi: 454
Iscritto il: 28 aprile 2008, 12:21
Località: Napoli

Re: annullo quadrato 1900

Messaggio da enrico54 » 7 luglio 2012, 18:06

La storia della lettera è comunque simpatica, visto che si tratta di rispedizione: parte da Arzergrande (Padova) il 10 Maggio 1900, diretta a Cona, in provincia di Venezia, ed è affrancata per 1 cmo (tariffa tra sindaci per affari di anagrafe, fino a 40 gr.), che viene annullato con il quadrato di collettoria; in basso a sinistra l'ovale del Sindaco di Arzegrande.

A Cona il 13 Maggio viene apposto il bollo circolare ed anche in questo caso l'ovale del Sindaco, e la lettera è rispedita ad Arzergrande, indicando che era in provincia di Padova.

Qui viene riaffrancata nuovamente con un francobollo da 1 cmo, annullato con il quadrato di collettoria in data che sembra 15 o 16 Maggio, per essere inviata a Lonigo; presumo che al verso vi sia il bollo di arrivo.

Difficile spiegarne i motivi senza leggere il testo.

E' quel qualcosa in più che comunque si aggiunge all'interesse specifico dell'annullo. O no?

Ciao

Enrico Flaminio
_____________
Colleziono usi postali e fiscali dell'emissione De la Rue

Avatar utente
andy66
Messaggi: 1284
Iscritto il: 3 dicembre 2010, 22:28
Località: chiusaforte ud
Contatta:

Re: annullo quadrato 1900

Messaggio da andy66 » 7 luglio 2012, 21:55

enrico54 ha scritto:La storia della lettera è comunque simpatica, visto che si tratta di rispedizione: parte da Arzergrande (Padova) il 10 Maggio 1900, diretta a Cona, in provincia di Venezia, ed è affrancata per 1 cmo (tariffa tra sindaci per affari di anagrafe, fino a 40 gr.), che viene annullato con il quadrato di collettoria; in basso a sinistra l'ovale del Sindaco di Arzegrande.

A Cona il 13 Maggio viene apposto il bollo circolare ed anche in questo caso l'ovale del Sindaco, e la lettera è rispedita ad Arzergrande, indicando che era in provincia di Padova.

Qui viene riaffrancata nuovamente con un francobollo da 1 cmo, annullato con il quadrato di collettoria in data che sembra 15 o 16 Maggio, per essere inviata a Lonigo; presumo che al verso vi sia il bollo di arrivo.

Difficile spiegarne i motivi senza leggere il testo.

E' quel qualcosa in più che comunque si aggiunge all'interesse specifico dell'annullo. O no?

Ciao

Enrico Flaminio
_____________
Colleziono usi postali e fiscali dell'emissione De la Rue



Trattasi di uno stato famiglia che inizialmente viene trasmesso al Comune di Cona, il quale risponde dicendo che il soggetto non risiedeva in quel comune bensì a Lonigo, per cui il Comune di Arzergrande rispedisce a Lonigo il 15 Maggio 1900. Manca però il timbro di arrivo a Lonigo.
Quello che non capisco è perchè il Comune di Cona non ha dovuto affrancare la lettera, in quanto l'ha effettivamente ricevuta l'11 Maggio e rispedita il 13

Revised by Lucky Boldrini - August 2013
Andy66

SOCIO SOSTENITORE

Cerco cartoline di tutte le epoche del Comune di Chiusaforte UD (e sue frazioni)

Colleziono Regno, Repubblica, S.Marino e Francia


Proteggiamo quello che conosciamo
Conosciamo solo ciò che riusciamo a comprendere
Comprendiamo unicamente quello che abbiamo imparato

pierpa63

Re: Le collettorie del Veneto

Messaggio da pierpa63 » 30 agosto 2015, 7:04

Ciao a tutti,Pontecchio (RO) ,che non mi pare di aver visto. Se interessa a qualcuno....fate un fischio...ovviamente attraverso il forum.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Giovanni Piccione
Amministratore
Messaggi: 1853
Iscritto il: 13 luglio 2007, 0:30
Località: Sicilia

Re: Le collettorie del Veneto

Messaggio da Giovanni Piccione » 23 novembre 2015, 13:27

VI PREGO DI ATTENERVI AL RISPETTOSO SILENZIO CHE HO RICHIESTO AL SEGUENTE LINK
IL FORUM OGGI SARA' APERTO PER L'ESTREMO SALUTO AL NOSTRO AMICO E DA DOMANI PER DUE GIORNI SARA' CHIUSO PER RICORDARLO

viewtopic.php?f=3&t=48119
"SE IO DO UNA MONETA A TE E TU DAI UNA MONETA A ME, ALLA FINE AVREMO UNA MONETA CIASCUNO; MA SE IO DO UN'IDEA A TE E TU DAI UN'IDEA A ME, ALLA FINE AVREMO CIASCUNO DUE IDEE" Proverbio cinese
” Le idee migliori non vengono dalla ragione, ma da una lucida, visionaria follia."(Erasmo da Rotterdam)
Prima di trarre conclusioni chiamami 327 9739187


Rispondi

Torna a “Collettorie”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Sostieni il forum: