Perito Giuseppe Sollami di Caltanisetta certifica FIUME

Sezione dedicata alla discussione di certificati e perizie che lasciano perplessi e/o sbagliati e dei quali si vuole approfondire parlandone tra collezionisti.
E' importante leggere il messaggio in testa alla sezione riportante le Regole
Regole del forum
In questa sezione si discute di Certificati Peritali che ci fanno sorgere dei dubbi o che si sospetti siano sbagliati. E' la più delicata delle sezioni del Forum perché si andrà a parlare dell'operato di professionisti del settore che svolgono questa professione e di questo magari debbono vivere. Per tale motivo si raccomanda di mantenere i toni della discussione assolutamente garbati ed evitare facile sarcasmo. Non dimentichiamoci che il RISPETTO deve essere alla base delle discussioni e che anche nel caso si discuta di errori palesi essi sono sempre in agguato nella vita professionale di ognuno di noi. Tutti possiamo sbagliare e lo dimostrano gli errori che sono stati fatti anche da grandi nomi della filatelia presente e passata. Non si dovrà mai mettere alla berlina un perito che ha sbagliato ma si dovrà adottare un clima di "considerazione" perché diamo per scontato che, ove l'errore si verifichi, alla base ci sia sempre la buona fede. Inoltre non bisogna dimenticare che si possono falsificare pure i certificati quindi si raccomanda ulteriore cautela nel caso il Certificato ci sia pervenuto a corredo di un pezzo acquistato. Ci auspichiamo che questo spazio possa anche essere utile ai professionisti affinché possano fare tesoro dei loro eventuali errori, o scoprire eventuali Certificati falsificati, e lasciamo a tutti loro ogni diritto di intervento sia diretto che tramite referenti. Sarebbe inoltre auspicabile che i collezionisti che apriranno i topic mettano sempre prima il pezzo e lasciare che gli iscritti del forum possano esaminarlo e discuterlo e solo successivamente mostrare il certificato. Confido nella sensibilità e serietà di tutti voi. Ogni messaggio offensivo, a esclusiva discrezione dello Staff, verrà rimosso e l'iscritto ammonito. Per qualsiasi segnalazione potete inviare una email a admin@filateliaefrancobolli.it
Rispondi
italo61
Messaggi: 91
Iscritto il: 27 marzo 2017, 9:20

Perito Giuseppe Sollami di Caltanisetta certifica FIUME

Messaggio da italo61 »

Su ebay è in vendita questo lotto:

https://www.ebay.it/itm/203402616761?ha ... Sw8x1giHTw

che comprende un 10 filler cifre bianche con soprastampa FIUME, a mano di 5° tipo, certificato dal dott. Giuseppe Sollami.
10 filler 5° tipo.jpg
cert Sollami.jpg
Il francobollo certificato ha una soprastampa falsa. Mi domando come è possibile fare un errore del genere, considerato che le soprastampe di FIUME a mano di 5° e 6° tipo sono tra le più semplici da riconoscere per i collezionisti di Fiume.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Avatar utente
virgilio.terrachini
Messaggi: 701
Iscritto il: 9 ottobre 2014, 14:18
Località: Genova e Porto San Giorgio (FM)

Re: Perito Giuseppe Sollami di Caltanisetta certifica FIUME

Messaggio da virgilio.terrachini »

Quando svolgevo l'attività di perito, per quanto riguardava l'area italiana, i SOPRASTAMPATI DI FIUME erano tra le categorie che ESPRESSAMENTE non periziavo e neanche esaminavo.

Questo per l'ovvia estrema difficoltà nel riconoscere e garantire i POCHI originali tra i TANTI falsi.

Ritengo che prendere atto dei propri limiti sia una prerogativa indispensabile per svolgere una qualsiasi attività decisamente complessa.

Non ho altre parole....

:preo: :preo: :preo:
Ex Collezionista - Ex Perito Filatelico - Attualmente lettore e scrittore di Filatelia e Storia Postale di tutto il mondo.
Avatar utente
Stefano T
Messaggi: 2405
Iscritto il: 21 luglio 2007, 12:44
Località: Trieste

Re: Perito Giuseppe Sollami di Caltanisetta certifica FIUME

Messaggio da Stefano T »

Ciao:

Tra l'altro, da quanto mi ricordo, il n.22V non è neppure noto allo stato di nuovo.
Ciao: Ciao: Ciao:

Stefano
-------------

S T A F F


Colleziono nuovi ** del Regno d'Italia, Trieste A e B con varietà, Occupazione Jugoslava di Trieste, Istria e Litorale Sloveno e IV di Sardegna

SOSTENITORE
Avatar utente
Andrea61
Messaggi: 1442
Iscritto il: 14 luglio 2007, 15:42
Località: Torino

Re: Perito Giuseppe Sollami di Caltanisetta certifica FIUME

Messaggio da Andrea61 »

Poi qualcuno spieghi al perito che in italiano i numeri romani sono già ordinali (ha certificato una sovrastampa del quintesimo tipo).
Andrea

=====================
Sono interessato alla Storia Postale e ai Classici di tutto il mondo.
OruaM
Messaggi: 59
Iscritto il: 22 maggio 2017, 15:29

Re: Perito Giuseppe Sollami di Caltanisetta certifica FIUME

Messaggio da OruaM »

il vero problema è chi compra francobolli periziati dal perito in questione....e da altri come lui...
:cry:
Avatar utente
Thenewguy
Messaggi: 355
Iscritto il: 3 dicembre 2015, 0:17
Località: Cincinnati, OH, USA

Re: Perito Giuseppe Sollami di Caltanisetta certifica FIUME

Messaggio da Thenewguy »

Che io sappia, l'unico perito affidabile sui francobolli di Fiume è Ivan Martinaš.
MDA
Messaggi: 14
Iscritto il: 6 ottobre 2020, 12:24

Re: Perito Giuseppe Sollami di Caltanisetta certifica FIUME

Messaggio da MDA »

Thenewguy ha scritto:Che io sappia, l'unico perito affidabile sui francobolli di Fiume è Ivan Martinaš.
C'è anche Oliviero Emoroso nel comasco che è un grande esperto e perito di FIUME. Collabora anche nella stesura dei cataloghi se non sbaglio

Inviato dal mio M2002J9G utilizzando Tapatalk

Avatar utente
virgilio.terrachini
Messaggi: 701
Iscritto il: 9 ottobre 2014, 14:18
Località: Genova e Porto San Giorgio (FM)

Re: Perito Giuseppe Sollami di Caltanisetta certifica FIUME

Messaggio da virgilio.terrachini »

MDA ha scritto: 2 maggio 2021, 21:57
Thenewguy ha scritto:Che io sappia, l'unico perito affidabile sui francobolli di Fiume è Ivan Martinaš.
C'è anche Oliviero Emoroso nel comasco che è un grande esperto e perito di FIUME. Collabora anche nella stesura dei cataloghi se non sbaglio

Inviato dal mio M2002J9G utilizzando Tapatalk
Confermo !

Ciao: Ciao: Ciao:
Ex Collezionista - Ex Perito Filatelico - Attualmente lettore e scrittore di Filatelia e Storia Postale di tutto il mondo.
italo61
Messaggi: 91
Iscritto il: 27 marzo 2017, 9:20

Re: Perito Giuseppe Sollami di Caltanisetta certifica FIUME

Messaggio da italo61 »

Al di la del discorso sui periti che certificano Fiume, voglio mettere in evidenza l'enormità dell'errore.
Sotto la soprastampa falsa ho inserito una soprastampa originale a mano di 5° tipo:
10 filler 5° tipo confronto.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Avatar utente
Antonello Cerruti
Messaggi: 6387
Iscritto il: 16 luglio 2007, 12:45

Re: Perito Giuseppe Sollami di Caltanisetta certifica FIUME

Messaggio da Antonello Cerruti »

Sono e sarò sempre per la massima libertà di opinione.
Pertanto lungi da me qualsiasi tipo di omertà o di censura.
Però, quando si parla bene o male dell'operato o della competenza di una persona citandola per nome e cognome, occorrerebbe avere la sensibilità di firmare parimenti il proprio messaggio per nome e cognome.
Cordiali saluti.
Antonello Cerruti
Avatar utente
cipolla
Messaggi: 1885
Iscritto il: 26 luglio 2007, 10:52
Località: Roma

Re: Perito Giuseppe Sollami di Caltanisetta certifica FIUME

Messaggio da cipolla »

Antonello Cerruti ha scritto: 3 maggio 2021, 12:20 Sono e sarò sempre per la massima libertà di opinione.
Pertanto lungi da me qualsiasi tipo di omertà o di censura.
Però, quando si parla bene o male dell'operato o della competenza di una persona citandola per nome e cognome, occorrerebbe avere la sensibilità di firmare parimenti il proprio messaggio per nome e cognome.
Cordiali saluti.
Antonello Cerruti
Concordo con Te.

Il problema è che siamo in pochi a firmare quanto dichiariamo. Molti si nascondono dietro un nickname o il nome.
Una buona giornata/serata a chi legge.

Bruno Sommella
email: bru.somme@gmail.com/bruno.sommella@libero.it
cell.3391246777

Colleziono ASI storia postale Pontificio e IV Sardegna, ASI francobolli Toscana, L.V., P.N. e IV Sardegna, Regno storia postale fino al 1900, RSI Luogoteneza e Repubblica storia postale 1943-1952, castelli storia postale 1980-1999.

Sostenitore dal 2013 al 2021

Socio C.I.F.O. e UNIONE FILATELICA SUBALPINA
Avatar utente
cirneco giuseppe
Messaggi: 5212
Iscritto il: 13 luglio 2007, 17:35
Località: Orbassano (TO)
Contatta:

Re: Perito Giuseppe Sollami di Caltanisetta certifica FIUME

Messaggio da cirneco giuseppe »

Il grosso problema dei nuovi periti è che non hanno sufficienti confronti e neanche una valida libreria a cui appoggiarsi.
..... pino .....Immagine
su ebay http://shop.ebay.it/merchant/gcirnec?_rdc=1

________________________________________________
NEMICO, DICHIARATO E CONVINTO, DEL GRONCHI LILLA

E' saggio sognare ma da stolti illudersi.

cerco e colleziono saggi e prove dagli ASI ad oggi solo Italia
http://www.antichistati.it

Immagine
Avatar utente
virgilio.terrachini
Messaggi: 701
Iscritto il: 9 ottobre 2014, 14:18
Località: Genova e Porto San Giorgio (FM)

Re: Perito Giuseppe Sollami di Caltanisetta certifica FIUME

Messaggio da virgilio.terrachini »

cirneco giuseppe ha scritto: 3 maggio 2021, 20:49 Il grosso problema dei nuovi periti è che non hanno sufficienti confronti e neanche una valida libreria a cui appoggiarsi.
E' evidente. Quindi il quesito è:

Come fanno certe persone a proporsi come superesperti (proviamo a non chiamarli Periti per una volta) in modo tale da rassicurare con attestati scritti una platea notevole di collezionisti e potenziali acquirenti ?

Incoscienza ? Temerarietà ? Superego ?

Non so... che ne pensate ?

Il certificare i soprastampati di Fiume lo ritengo il sistema migliore per suicidarsi professionalmente.

Oppure si possono scegliere i "Cefalonia ed Itaca" tanto per cambiare ogni tanto....

Ciao: Ciao: Ciao:
Ex Collezionista - Ex Perito Filatelico - Attualmente lettore e scrittore di Filatelia e Storia Postale di tutto il mondo.
Avatar utente
Thenewguy
Messaggi: 355
Iscritto il: 3 dicembre 2015, 0:17
Località: Cincinnati, OH, USA

Re: Perito Giuseppe Sollami di Caltanisetta certifica FIUME

Messaggio da Thenewguy »

virgilio.terrachini ha scritto: 3 maggio 2021, 21:48
Il certificare i soprastampati di Fiume lo ritengo il sistema migliore per suicidarsi professionalmente.

Oppure si possono scegliere i "Cefalonia ed Itaca" tanto per cambiare ogni tanto....

Ciao: Ciao: Ciao:
Da non dimenticare sono le B.L.P. :-))
Avatar utente
jakapurra
Messaggi: 81
Iscritto il: 21 gennaio 2019, 18:55

Re: Perito Giuseppe Sollami di Caltanisetta certifica FIUME

Messaggio da jakapurra »

virgilio.terrachini ha scritto: 3 maggio 2021, 21:48
E' evidente. Quindi il quesito è:

Come fanno certe persone a proporsi come superesperti (proviamo a non chiamarli Periti per una volta) in modo tale da rassicurare con attestati scritti una platea notevole di collezionisti e potenziali acquirenti ?

Incoscienza ? Temerarietà ? Superego ?

Non so... che ne pensate ?

Il certificare i soprastampati di Fiume lo ritengo il sistema migliore per suicidarsi professionalmente.

Oppure si possono scegliere i "Cefalonia ed Itaca" tanto per cambiare ogni tanto....

Ciao: Ciao: Ciao:
E' pure la domanda che mi faccio ogni volta: perchè?
Ad ora non ho risposte, a me farebbe tremare i polsi.
Si può essere collezionisti/appassionati/studiosi più o meno consapevoli, ma da lì a proporsi come perito, ce ne corre.
Oltretutto non capirò mai la "tuttologia": la filatelia offre inimmaginabili praterie di sapere e di studio, che è entusiasmante andare a coprire. Appunto però per la vastità dello studio, come può un perito o superesperto che dir si voglia, sentirsi confidente di coprire una fascia che spazia dagli ASI, al Regno, a Cefalonia, alle Colonie, a Fiume?
Avatar utente
Antonello Cerruti
Messaggi: 6387
Iscritto il: 16 luglio 2007, 12:45

Re: Perito Giuseppe Sollami di Caltanisetta certifica FIUME

Messaggio da Antonello Cerruti »

Hai perfettamente ragione.
Nello Studio Peritale Romano siamo quasi una ventina eppure - ogni tanto - scopro un settore "scoperto".
Ad esempio, per i francobolli soprastampati G.N.R. mi avvalgo sempre del parere di diversi esperti "extra Studio" per avere più di una conferma.
Ci sono infatti dei settori in cui ci si confronta con la letteratura ma altri in cui non c'è assolutamente nulla di seriamente affidabile e quindi è difficile comprendere in pieno degli ambiti mantenuti ancora oggi volutamente oscuri; anche da afferma di sapere tutto...

Cordiali saluti.
Antonello Cerruti
Avatar utente
virgilio.terrachini
Messaggi: 701
Iscritto il: 9 ottobre 2014, 14:18
Località: Genova e Porto San Giorgio (FM)

Re: Perito Giuseppe Sollami di Caltanisetta certifica FIUME

Messaggio da virgilio.terrachini »

jakapurra ha scritto: 4 maggio 2021, 9:22 E' pure la domanda che mi faccio ogni volta: perchè?
Ad ora non ho risposte, a me farebbe tremare i polsi.
Si può essere collezionisti/appassionati/studiosi più o meno consapevoli, ma da lì a proporsi come perito, ce ne corre.
Oltretutto non capirò mai la "tuttologia": la filatelia offre inimmaginabili praterie di sapere e di studio, che è entusiasmante andare a coprire. Appunto però per la vastità dello studio, come può un perito o superesperto che dir si voglia, sentirsi confidente di coprire una fascia che spazia dagli ASI, al Regno, a Cefalonia, alle Colonie, a Fiume?
La "tuttologia", l'ho scritto altre volte, proviene dal fatto che siamo in Italia e dobbiamo rientrare in rigidi parametri fiscali.

I famosi studi di settore ti fanno i conti in tasca e se non ci rientri ti vengono a cercare.

Attualmente sono stati aboliti mi sembra dagli ISA.

Non lo so bene perchè ho chiuso la p.iva 2 anni fa ed ora vivo beatamente sulle nuvole !

Il PERITO DI MERCI VARIE, nel quale rientra il perito filatelico deve fatturare almeno 33/35.000 € all'anno altrimenti....

E quindi non si può da noi fare come in Germania, dove i periti sono decine ed ognuno specializzato in piccoli settori (vedi elenchi dell'associazione).

da noi invece si devono ampliare necessariamente le aree di competenza anche per avere un alto volume di fatturato e rimanere dentro l'ISA.

Dopo 2 anni di crollo del mio fatturato conseguentemente nel 2019 ho chiuso l'attività dopo 24 anni ma con serenità.

Era un sogno l'ho realizzato e mi sono risvegliato !

:zzz: :zzz: :zzz:
Ex Collezionista - Ex Perito Filatelico - Attualmente lettore e scrittore di Filatelia e Storia Postale di tutto il mondo.
Avatar utente
Matraire1855
Messaggi: 1573
Iscritto il: 13 aprile 2010, 13:34
Località: Castellanza
Contatta:

Re: Perito Giuseppe Sollami di Caltanisetta certifica FIUME

Messaggio da Matraire1855 »

Al di là dell'aspetto fiscale comunque molto importante, un perito deve avere una tale "confidenza" con la materia da essere in grado di emettere un parere inattaccabile su tutti i fronti.
Cinquant'anni fa a chi chiedeva come diventare perito filatelico si rispondeva che bisognava avere una esperienza filatelica (confidenza con la materia) maturata sul campo tale da avere il colpo d'occhio e conoscere gli strumenti per ottenere un proprio parere. Gli si diceva se hai acqusitato o venduto per minimo due miliardi di Lire allora hai l'esperienza necessaria.
Mi sembrava un'esagerazione. Ora se chiedi ad un perito trentenne che esperienza ha, ti risponde che ha una laurea in economia e commercio (e non mi riferisco ad un perito filatelico ben preciso) ed ha cominciato a collezionare francobolli dall'età di 6 anni.
Cerchi un volume di filatelia? Prova a cercarlo qui:
https://www.comprovendolibri.it/?uid=vignatidanilo
Avatar utente
virgilio.terrachini
Messaggi: 701
Iscritto il: 9 ottobre 2014, 14:18
Località: Genova e Porto San Giorgio (FM)

Re: Perito Giuseppe Sollami di Caltanisetta certifica FIUME

Messaggio da virgilio.terrachini »

Matraire1855 ha scritto: 4 maggio 2021, 10:27 Al di là dell'aspetto fiscale comunque molto importante, un perito deve avere una tale "confidenza" con la materia da essere in grado di emettere un parere inattaccabile su tutti i fronti.
Cinquant'anni fa a chi chiedeva come diventare perito filatelico si rispondeva che bisognava avere una esperienza filatelica (confidenza con la materia) maturata sul campo tale da avere il colpo d'occhio e conoscere gli strumenti per ottenere un proprio parere. Gli si diceva se hai acqusitato o venduto per minimo due miliardi di Lire allora hai l'esperienza necessaria.
Mi sembrava un'esagerazione. Ora se chiedi ad un perito trentenne che esperienza ha, ti risponde che ha una laurea in economia e commercio (e non mi riferisco ad un perito filatelico ben preciso) ed ha cominciato a collezionare francobolli dall'età di 6 anni.
Condivido tutto.

Più che il valore del materiale trattato secondo me conta però la quantità industriale del materiale maneggiato.


Anche io collezionista dall'età di 9 anni e con megacollezioni in casa del nonno, poi gestite da mio padre, per farmi le ossa ho fatto l'apprendista dai 14 ai 16 anni in un noto negozio di filatelia e numismatica. Mi ci mandò mio padre.

E' stata una formidabile esperienza che mi ha dato competenza anche in campo numismatico (che non ho mai voluto sfruttare perchè la passione non è mai scattata).

Racconto sempre che con l'esperienza acquisita ho poi pagato i miei studi universitari di medicina con un piccolo commercio filatelico-numismatico autonomo negli anni '70.

Questo per passione e per non gravare sulla mia famiglia monoreddito.

Certo, a quei tempi si poteva fare perchè il mercato tirava da matti !

Della serie: il bisogno aguzza l'ingegno...

Ciao: Ciao: Ciao:
Ex Collezionista - Ex Perito Filatelico - Attualmente lettore e scrittore di Filatelia e Storia Postale di tutto il mondo.
Rispondi

Torna a “Il Certificato del perito ed il Parere del collezionista”

SOSTIENI IL FORUM