Oggi è 22 settembre 2018, 20:30

Bagatelle filateliche (o quasi...)

Forum di discussione generale sulla filatelia.
(Se non individuate una sezione più indicata inserite qui i vostri interventi)

Moderatore: rodi

Rispondi
Avatar utente
somalafis
Messaggi: 4297
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Bagatelle filateliche (o quasi...)

Messaggio da somalafis » 11 luglio 2018, 12:29

Sfogliando le aste filateliche su internet ogni tanto si vedono cose curiose. Cose che non meritano una ricerca approfondita, ma forse una segnalazione come curiosita'… Perché no.
Il primo pezzo che propongo non e' assolutamente filatelico: il fatto e' che la casa d'aste Downeast include anche una sezione di autografi. Ed e' appunto una fotografia con la firma dell'attrice Hedi Lamarr; l'immagine viene dal film cecoslovacco ''Estasi'', girato nel 1932 nel quale per la prima volta un'attrice compariva completamente nuda. Hedy Lamarr, pero', e' un personaggio da non sottovalutare visto che fu anche inventrice, avendo studiato da ingegnere. Nacque a Vienna nel 1914 come Hedwig Kiesler in una famiglia di origini ebraiche.... Il resto lo potete leggere su Wikipedia.
hedy lamarr.jpg
La Harmer nalla prossima asta proporra', tra l'altro, una collezione di saggi fotografici di francobolli statunitensi degli anni '30. Le immagini non sono granche', ma ve ne propongo qualcuna perche' non e' facile dire se sia meglio il francobollo effettivo o le proposte scartate...
a.jpg
a1.jpg
a2.jpg
a3.jpg
a4.jpg
a5.jpg
a6.jpg
a8.jpg
La stessa casa d'aste propone alcune buste con francobolli di Nova Scotia frazionati a meta'
nova scotia b.jpg
nova scotia c.jpg
Mi e' venuto in mente che avevo a suo tempo stoccato un po' di immagini di frazionati di vari paesi tratte da aste tipo Grosvenor e altre. IL tutto da' un'idea del diffuso ricorso a questi francobolli tagliati a meta'
australia.jpg
cuba b.jpg
cuba.jpg
ecuador.jpg
eire.jpg
falkland.jpg
faroer.jpg
francia.jpg
gb.jpg
gibilterra.jpg
guatemala.jpg
honduras.jpg
ind oc dan.jpg
india.jpg
jamaica.jpg
oil rivers.jpg
panama.jpg
terranova.jpg
tonga.jpg
..Mi sa che e' meglio piantarla qui.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Riccardo Bodo
SOSTENITORE


Avatar utente
somalafis
Messaggi: 4297
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Re: Bagatelle filateliche (o quasi...)

Messaggio da somalafis » 16 luglio 2018, 11:55

Non so se mai interessera' a qualcuno, ma vorrei proseguire con questa serie di curiosita' postali originate da cose viste sul web.
E, quindi, ecco qui:
ipj_card-art-large-sprite-verde.jpg
Una carta di credito? Che c'entra?
C'entra… Non vi siete mai chiesti il perché del nome di questa grande azienda?
Venne fondata nel 1850 proprio come tante altre compagnie private di trasporti espressi (posta inclusa) create nell'Ottocento negli Stati Uniti. Finora non avevo pero' mai visto oggetti postali legati all'attivita' originaria dell' American Express, ma adesso ho potuto rubacchiare due immagini che si apparentano a quella miriade di interi postali personalizzati che venivano realizzati da tante compagnie di espressi private. Eccoli qui ( il secondo sembra intestato ad un'altra compagnia, ma se guardate bene si specifica che il servizio di trasporto postale avviene basandosi appunto sull'American Express)
amex.jpg
amex b.jpg
Allora questo tipo di buste era assai frequente. Ne mostro un paio di esempi di altre compagnie:
alta.jpg
angier's.jpg
wheelers'.jpg
A fondare l'American Express furono Henry Wells, William Fargo e John Butterfield. I primi due nel 1852 - decidendo di estendere la rete operativa sino in California - fondarono la Wells Fargo & co...si', proprio quella del pony express
pony.jpg
well's.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Riccardo Bodo
SOSTENITORE

Avatar utente
somalafis
Messaggi: 4297
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Re: Bagatelle filateliche (o quasi...)

Messaggio da somalafis » 17 luglio 2018, 17:14

Alcune immagini fotografiche proposte in una prossima asta ci permettono di vedere ''come eravamo''... Le foto sono prese a Parigi al famoso Carre' Marigny dove si e' sempre tenuto' il mercatino filatelico. Come si vede, non e' che allora i giovani abbondassero, anche se in una delle foto compare uno spaesato ragazzino...
marigny.jpg
mari2.jpg
mari4.jpg
mari6.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Riccardo Bodo
SOSTENITORE

metical
Messaggi: 39
Iscritto il: 16 luglio 2007, 20:04

Re: Bagatelle filateliche (o quasi...)

Messaggio da metical » 17 luglio 2018, 21:31

Oggetti interessanti sicuramente, ma i saggi fotografici cosa sono? A cosa servivano?

Ciao
Giorgio

Avatar utente
somalafis
Messaggi: 4297
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Re: Bagatelle filateliche (o quasi...)

Messaggio da somalafis » 18 luglio 2018, 16:30

Come dicevo all'inizio, sotto questo titolo ho raggruppato argomenti che hanno attirato la mia attenzione ma che non ho realmente approfondito. Saggi ''fotografici'' se ne trovano ogni tanto nelle vendite americane ma non so bene come qualificarli: riduzioni fotografiche di bozzetti per ''vedere che effetto fanno in dimensione francobollo''? Non ho neanche controllato se le emissioni effettive siano state stampate in rotocalcografia, il che prevedeva un passaggio su pellicola fotografica… Insomma non so rispondere.


Per farmi perdonare inserisco un'altra immagine che questa volta viene dalla prossima asta Philatino, che dedica ovviamente molto spazione all'Argentina. Queste due buste (stesso mittente) sono o sarebbero delle ''sopravvissute'', in senso letterale. Stando ai timbri e a quello che spiega il venditore, dovevano essere a bordo di un aereo precipato sulle Ande e sono state recuperate quasi tre anni dopo....
disastro 38-41.jpg
Come si legge sui timbri in cartella apposti sulle buste dai ''soccorritori'' si tratterebbe di ''correspondencia recuperada del avion Panagra P-30, perdido en Chile, en vuelo, en la cordillera de lo Andes el 19 de Junio de 1938. Santiago, febrero 1941''. Il castillano mi sembra ben comprensibile: corrispondenza recuperata dall'aereo Panagra P-30, caduto in Cile mentre sorvolava la catena delle Ande il 19 giugno 1938. Santiago febbraio 1941.Mi colpiscono (e mi lasciano perplesso) due cose: l'uso di due timbri diversi per la corrispondenza recuperata; le buone condizioni di conservazione.

Nella stessa asta c'e' un'altra crash cover, questa volta piu' ''sofferta''. Come spiega il timbro in francese e' stata ''raccolta in mare''...
acc1.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Riccardo Bodo
SOSTENITORE


Avatar utente
somalafis
Messaggi: 4297
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Re: Bagatelle filateliche (o quasi...)

Messaggio da somalafis » 23 luglio 2018, 13:15

Mi hanno sempre affascinato le lettere spedite dall'Argentina verso l'Italia nell'Ottocento. Approfitto dell'asta Geartner per mostrare qualche pezzo:
recto
ar.jpg
verso
ar2.jpg
ar3.jpg
ar4.jpg
ar5.jpg
ar6.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Riccardo Bodo
SOSTENITORE

Avatar utente
pietro mariani
Messaggi: 2176
Iscritto il: 13 luglio 2007, 21:31
Località: Provincia di Monza e Brianza
Contatta:

Re: Bagatelle filateliche (o quasi...)

Messaggio da pietro mariani » 23 luglio 2018, 18:11

Molto interessante :clap: :clap: :clap:

Ciao: Ciao: Ciao: pietro
Seguo queste tematiche:
GAS-PETROLIO / ALIMENTAZIONE / ERRORI / STORIA DELL'ILLUMINAZIONE


Ma anche:
A.M.- SOS-MULTIAFFR.-FILATELIA IN GEN. E ANCHE MONETE...

Iscritto al Forum dal 12/11/04 (vecchio forum)
Sostenitore da sempre


SOCIO SOSIG n°12 , AICAM , CIFT


Immagine
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

moebius
Messaggi: 326
Iscritto il: 6 dicembre 2007, 15:43
Località: Bolzano

Re: Bagatelle filateliche (o quasi...)

Messaggio da moebius » 24 luglio 2018, 14:53

Affascinante, come del resto ogni tuo post!
:clap:
Roberto

Avatar utente
somalafis
Messaggi: 4297
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Re: Bagatelle filateliche (o quasi...)

Messaggio da somalafis » 24 luglio 2018, 15:43

Ringrazio gli amici che hanno inserito commenti positivi, il che mi offre il destro per continuare (ma state tranquilli: domani mi metto in viaggio e per un ventina di giorni saro' lontano dal computer).
La prossima asta Gert Mueller offre tra tantissime cose anche alcuni telegrammi augurali illustrati della Saar. Eccone tre esempi
saar2.jpg
saar3.jpg
saar.jpg
L'uso di moduli telegrafici con accattivanti illustrazioni in occasione di ricorrenze, festivita' e in genere per gli auguri, e' stato piuttosto diffuso nel mondo. Qualche esperimento fu realizzato anche in Italia, segnatamente dall' Italcable (sorry, non dispongo di illustrazioni ma un paio si possono vedere nel volume di Valter Astolfi sul servizio telegrafico). Ma all'estero l'impiego fu massiccio. Fornisco qui sotto qualche esempio (le illustrazioni interessavano il modulo su cui veniva trascritto e consegnato il telegramma e spesso anche la busta che lo conteneva; persino i moduli con i quali si chiedeva il telegramma e se ne stabiliva il testo potevano essere illustrati acconciamente):
Australia
australia 1.jpg
australia.jpg
Belgio
belgio 2.jpg
belgio.jpg
belgio1.jpg
Giappone
giappone.jpg
India
india b.jpg
india c.jpg
india d.jpg
india.jpg
india-burma.jpg
Malesia
malesia.jpg
Olanda
olanda.jpg
Portorico
porto rico.jpg
(segue)
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Riccardo Bodo
SOSTENITORE

Avatar utente
somalafis
Messaggi: 4297
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Re: Bagatelle filateliche (o quasi...)

Messaggio da somalafis » 24 luglio 2018, 15:47

Gran Bretagna
uk 3.jpg
uk.jpg
uk1.jpg
uk2.jpg
uk4.jpg
URSS
urss.jpg
USA
usa 3.jpg
usa.jpg
usa1.jpg
usa2.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Riccardo Bodo
SOSTENITORE

Avatar utente
somalafis
Messaggi: 4297
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Re: Bagatelle filateliche (o quasi...)

Messaggio da somalafis » 15 agosto 2018, 14:44

Purtroppo (per voi) sono rientrato dalle vacanze ed ho riacquistato l'uso del pc…
Cosi' ho ripreso a compulsare qualche catalogo d'asta, tra cui quello della vendita autunnale della ditta canadese Maresch & Son che offre parecchi esemplari degli ''wax tax stamps'' canadesi con le loro varianti di tavola, dentellatura, colore e tiratura. Argomento, a cavallo fra posta e fisco, che mi ha sempre incuriosito.

Nella prima guerra mondiale parecchi territori e dominions dell'area britannica adottarono la war tax (tassa di guerra) per aumentare le entrate di fronte all'aumento di spese per le necessita' belliche. Lo fece anche il governo canadese il 12 - 2 -1915 introducendo la war tax da aggiungere alle imposte o tariffe per vari beni e servizi (inclusa la posta). Cosi' il francobollo da 5 cents della serie ''ammiraglio'' ricevette una soprastampa ''War Tax'' che era intesa per il pagamento di questo balzello aggiuntivo su vini e alcolici
warc.jpg
Analogamente venne fatto per i francobolli da 20 e 50 cents in relazione alla sovrattassa per altri beni tipo medicine, profumi ecc.
warb.jpg
war.jpg
Questi valori dovevano avere un uso esclusivamente fiscale. Tuttavia su questi esemplari continuava a campeggiare la scritta Canada Postage; inoltre fra i servizi colpiti dalla wa tax c'erano anche gli assegni postali ed i vaglia e, viceversa, alcuni valori postali non soprastampati potevano essere usati per pagare la war tax su alcuni beni come gli alcolici… Ci fu quindi una notevole confusione e ci furono usi errati , anche postali, di questi valori.
Il 25 marzo furono preparati i valori che permettevano di applicare la war tax al campo delle corrispondenze postali (in vigore dal 15 aprile): niente soprastampe, questa volta, ma una modifica del disegno base. I valori emessi furono due: uno da 1 cent (lettere e cartoline per l'interno, gli USA e il Messico, nonché lettere per la Gran Bretagna e i territori dell'Impero Britannico e per altre destinazioni per le quali valesse la tariffa postale base da 2 cents) e uno da 2 cents (che doveva applicarsi, a quello che ho capito io, ai servizi di bancoposta)
one.jpg
due.jpg
Venne specificato che questi francobolli war tax erano gli unici validi per pagare il balzello aggiuntivo sulle corrispondenze e che questi valori NON coprivano le tariffe postali. L'insieme di queste norme non era fatto per semplificare la vita agli utenti… (segue)
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Riccardo Bodo
SOSTENITORE

Avatar utente
somalafis
Messaggi: 4297
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Re: Bagatelle filateliche (o quasi...)

Messaggio da somalafis » 15 agosto 2018, 15:14

Va anche rilevato che la soprattassa di guerra da 1 cent si applicava per singolo oggetto di corrispondenza e non variava con il peso della lettera o dei plico. Comunque alla prova dei fatti le poste canadesi si dovettero accorgere che il rispetto delle norme non era generalizzato, tanto che in uno studio della Royal Philatelic Society si osserva che ''covers with the correct and intended usage of the appropriate stamps are indeed not that common, and misused applications appear far more frequently''.
Ecco un esempio di applicazione corretta
onel.jpg
Ecco una lettera rinviata per mancata applicazione della war tax
wartaxdue.jpg
Si decise di correre ai ripari emettendo un francobollo che includeva sia i 2 cents della tariffa base sia il centesimo aggiuntivo della war tax
1tc b.jpg
1tc col.jpg
Il francobollo esiste anche con dentellature pregiate
1tc 12x8.jpg
E in ''rotoli''
1tccoil.jpg
Ecco un uso corretto
1tcl.jpg
E un uso invece ''entusiastico''
1tclb.jpg

La serie ''ammiraglio'' fu sfruttata anche con ulteriori soprastampe ma questa volta con esplicita indicazione del riferimento fiscale (inland revenue)
inland b.jpg
inland.jpg
Ogni equivoco fu poi superato con apposite emissioni di marche o impronte fiscali
tassavera.jpg
Ryan-WarTax50cIRWT-Fiscal.jpg
cheque.jpg
Un'ultima notazione ''economica'': in uno studio di storia fiscale ho letto che il governo canadese non previde una contabilita' separata per la war tax, che si trasformo' quindi, dal punto di vista degli introiti, in un semplice rincaro delle tariffe postali da un lato o della tassazione indiretta dall'altro...
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Riccardo Bodo
SOSTENITORE

Avatar utente
scarabeo
Messaggi: 320
Iscritto il: 21 agosto 2011, 16:51

Re: Bagatelle filateliche (o quasi...)

Messaggio da scarabeo » 15 agosto 2018, 16:28

Belli 'sti telegrammi! E interessante tutto il resto!

Ti prego, continua a postare... :leggo: :abb:

Giovanni Ciao:
Colleziono solo usati:
Repubblica
Germania e DDR
Svizzera
Francia
Austria
Machin
Uccelli di Buzin
Timidamente e con timore mi avvicino al Lombardo Veneto

Le mie liste su Colnect: http://colnect.com/it/collectors/collector/scarabeo

Avatar utente
cirneco giuseppe
Messaggi: 4953
Iscritto il: 13 luglio 2007, 17:35
Località: Orbassano (TO)
Contatta:

Re: Bagatelle filateliche (o quasi...)

Messaggio da cirneco giuseppe » 15 agosto 2018, 16:38

Caro Riccardo, i tuoi post son sempre mooooolto interessanti.

:clap: :clap: :clap:
..... pino .....Immagine
su ebay http://shop.ebay.it/merchant/gcirnec?_rdc=1

________________________________________________
NEMICO, DICHIARATO E CONVINTO, DEL GRONCHI LILLA

E' saggio sognare ma da stolti illudersi.

cerco e colleziono saggi e prove dagli ASI ad oggi solo Italia
http://www.antichistati.it

Immagine

Avatar utente
Valter Zama
Messaggi: 82
Iscritto il: 22 maggio 2013, 11:22
Località: Lystrup - Danimarca

Re: Bagatelle filateliche (o quasi...)

Messaggio da Valter Zama » 16 agosto 2018, 9:37

Ciao: Riccardo
ma hai proprio bisogno di andare in ferie? :fii:
Sei un grande :clap: :clap: :clap:
:cin: Valter

Avatar utente
Enrico5060
Messaggi: 289
Iscritto il: 5 ottobre 2010, 18:44
Località: Quartu S. Elena

Re: Bagatelle filateliche (o quasi...)

Messaggio da Enrico5060 » 16 agosto 2018, 9:53

Ciao Riccardo
grazie per le interessantissime informazioni. Telegrammi bellissimi.
Buone vacanze
Ciao:
Enrico
Colleziono Austria fino al 1918, disfacimento impero e occupazioni.
Levante, Lombardo Veneto, Bosnia Herzegovina, Serbia, Montenegro e area balcanica. Yugoslavia fino alla morte di Tito. Romania ed Ungheria FDC. WW1 Feldpost esercito austroungarico nel fronte occidentale . Lenin e Funghi.
sostenitore 2012-2018

Avatar utente
somalafis
Messaggi: 4297
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Re: Bagatelle filateliche (o quasi...)

Messaggio da somalafis » 16 agosto 2018, 15:06

Visto che qualche gentilissimo amico ha espresso apprezzamento, completo con una seconda puntata la questione della ''war tax'' (tassa di guerra) nell'impero britannico e nei suoi dominions. L'Australia e la Gran Bretagna introdussero un analogo aggravio ma non procedettero a soprastampe o ad emissioni specifiche, limitandosi ad utilizzare i normali francobolli. In molti territori britannici, invece, ci furono apposite emissioni soprastampate (senza dimenticare mai che nella maggior parte dei casi le vignette servivano da francobollo e marca da bollo come indica la dicitura ''postage and revenue''). E' il caso dei seguenti territori (mi limito ad illustrare un esemplare, salvo eccezioni):
Antigua
antigua.jpg
Bahamas
bahamas b.jpg
bahamas.jpg
Barbados
barbados.jpg
barbados lett.jpg
Bermuda
bermuda.jpg
British Guiana
bguiana.jpg
British Honduras
b honduras.jpg
Cayman
cayman.jpg
Ceylon
ceylon.jpg
Dominica
dominica.jpg
(segue)
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Riccardo Bodo
SOSTENITORE

Avatar utente
somalafis
Messaggi: 4297
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Re: Bagatelle filateliche (o quasi...)

Messaggio da somalafis » 16 agosto 2018, 15:18

Falkland
falkland.jpg
Fiji
fiji.jpg
Gibilterra
gibilterra.jpg
Gilbert
gilbert.jpg
Costa d'Oro
gold coast.jpg
Grenada
grenada.jpg
Giamaica
jamaica.jpg
Malta
malta.jpg
Montserrat
montserrat.jpg
Nuova Zelanda
nz.jpg
Sant'Elena
st helena.jpg
St.Kitts
st kitts.jpg
Santa Lucia
st lucia.jpg
St.Vincent
st vincent.jpg
Trinidad
trinidad.jpg
Turks
turks.jpg
Isole Vergini
virgin.jpg
Di che farci una collezione specializzata.... Queste emissioni figurano ad esempio nella collezione Wilson-Todd donata al British Museum e conservata alla British Library

E la seconda guerra mondiale? In questo caso il raccolto e' piu' scarso, anche se si registra il caso delle soprastampa del Borneo del Nord del 1941
north borneo.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Riccardo Bodo
SOSTENITORE


Rispondi

Torna a “Generale filatelia”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Franco Peli e 6 ospiti


Sostieni il forum: