I provvisori di Bari

Forum di discussione sulle emissioni e la storia postale del Regno d'Italia e del periodo di luogotenenza.

Moderatori: Stefano T, Alex

Avatar utente
debene
Messaggi: 4518
Iscritto il: 13 novembre 2011, 16:19
Località: Bari - Italy
Contatta:

I provvisori di Bari

Messaggio da debene »

Scusate la mia ignoranza, ma è la prima volta che vedo questi oggetti.
655_001.jpg
ho cercato qualche notizia ma non ho trovato nulla.
Qualcuno sa darmi qualche ragguaglio? Perchè sono stati emessi?
Quale il loro utilizzo? Avete esempi di oggetti viaggiati?

Grazie

Ciao: Ciao:

sergio
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Sergio De Benedictis
STAFF
Socio C.I.F.T. - A.I.C.A.M - A.N.C.A.I. - U.S.F.I. - I.S.S.P.

Quando la Filatelia è culturaLink al mio sito : Esculapio Filatelico

Visita la mia rubrica sul Postalista :Il bastone di Asclepio

Guarda le mie vendite su Delcampe: nickname "debene".

I miei interessi :
Tematica medica; Antichi Stati; Storia Postale di Bari; Precancel U.S.A., Affrancature Meccaniche; Letteratura Filatelica; Erinnofili;Collezione A.S.F.E.

Avatar utente
mikonap
Messaggi: 1200
Iscritto il: 6 ottobre 2007, 16:13
Località: Napoli

Re: I provvisori di Bari

Messaggio da mikonap »

Ciao Sergio

Che ci facevano a Bari in quel periodo i definitivi della Repubblica Sociale Italiana? :f_???:

In Luogotenenza, vista l'inflazione galoppante, si trovano circolanti gli alti valori dell'Imperiale, qui non ne vedo.

:mmm:

Ciao: Ciao: michele
dedicato con affetto al grande mondo di variabilità costituito dagli ordinari - Michele

Avatar utente
acquarius1
Messaggi: 817
Iscritto il: 30 maggio 2016, 12:08

Re: I provvisori di Bari

Messaggio da acquarius1 »

Perchè provvisori di Bari?
E' una raccolta di preannullati col segno T di tassa (si vedono sia timbri metallici che di gomma ed anche di fattura privata) e servivano al posto dei segnatasse. Ricordiamoci che nel 43/44 la carenza di francobolli era più o meno cronica in tutta Italia e la corrispondenza viaggiava senza affrancatura in Tassa Semplice o con affrancature d'emergenza (pacchi postali, marche da bollo, etc.)
principali collezioni:

Trinacrie di Sicilia 1848
Annulli di località termali su Antichi Stati Europei
Salsomaggiore 1860 - 1968

Avatar utente
cirneco giuseppe
Messaggi: 5098
Iscritto il: 13 luglio 2007, 17:35
Località: Orbassano (TO)
Contatta:

Re: I provvisori di Bari

Messaggio da cirneco giuseppe »

Mi vengono in mente quelli in uso a Bolzano.
Ma, per quanto ne so, a Bari non ricordo di usi di francobolli con la "T".
Neanche della lupa.
..... pino .....Immagine
su ebay http://shop.ebay.it/merchant/gcirnec?_rdc=1

________________________________________________
NEMICO, DICHIARATO E CONVINTO, DEL GRONCHI LILLA

E' saggio sognare ma da stolti illudersi.

cerco e colleziono saggi e prove dagli ASI ad oggi solo Italia
http://www.antichistati.it

Immagine

Avatar utente
debene
Messaggi: 4518
Iscritto il: 13 novembre 2011, 16:19
Località: Bari - Italy
Contatta:

Re: I provvisori di Bari

Messaggio da debene »

Ah ecco, quindi l'ignoranza non è mia ma della casa d'aste

https://www.delcampe.it/it/collezionism ... 80655.html

forse perchè in mezzo c'è la lupa?

grazie

Ciao: Ciao:

sergio
Sergio De Benedictis
STAFF
Socio C.I.F.T. - A.I.C.A.M - A.N.C.A.I. - U.S.F.I. - I.S.S.P.

Quando la Filatelia è culturaLink al mio sito : Esculapio Filatelico

Visita la mia rubrica sul Postalista :Il bastone di Asclepio

Guarda le mie vendite su Delcampe: nickname "debene".

I miei interessi :
Tematica medica; Antichi Stati; Storia Postale di Bari; Precancel U.S.A., Affrancature Meccaniche; Letteratura Filatelica; Erinnofili;Collezione A.S.F.E.

Avatar utente
cirneco giuseppe
Messaggi: 5098
Iscritto il: 13 luglio 2007, 17:35
Località: Orbassano (TO)
Contatta:

Re: I provvisori di Bari

Messaggio da cirneco giuseppe »

Sul Sassone, riferimento Trentino-Alto Adige, sono indicati i segnatasse provvisori di Bolzano.
Le immagini della T somigliano parecchio a quelle che mostri su questi francobolli.
Una coincidenza molto strana visti i tempi ed i luoghi così distanti fra loro.
..... pino .....Immagine
su ebay http://shop.ebay.it/merchant/gcirnec?_rdc=1

________________________________________________
NEMICO, DICHIARATO E CONVINTO, DEL GRONCHI LILLA

E' saggio sognare ma da stolti illudersi.

cerco e colleziono saggi e prove dagli ASI ad oggi solo Italia
http://www.antichistati.it

Immagine

Avatar utente
andy66
Messaggi: 1438
Iscritto il: 3 dicembre 2010, 22:28
Località: chiusaforte ud
Contatta:

Re: I provvisori di Bari

Messaggio da andy66 »

L'utilizzo di francobolli ordinari al posto dei segnatasse è conosciuto un pò in tutte le epoche, sia con soprastampa T che meno. E' ben nota la carenza di segnatasse che avvenne in Puglia nel '43/'44, soprattutto in provincia di Bari, dove vennero utilizzati parecchio gli ordinari con la T soprastampata a mano. Comunque tali utilizzi d'emergenza si conoscono un pò ovunque. Purtroppo, essendo le soprastampe fatte con timbri in gomma, quindi facilmente falsificabili, è ben difficile riconoscere l'originalità di esemplari sciolti, se non annullati. Ovviamente i fb di RSI soprastampati non hanno nulla a che vedere con Bari e la Puglia.
Presento un paio di documenti con tali usi, di cui il primo, con la lupa, abbastanza pregiato:
lupa tax0001.jpg
60tax0001.jpg
Ciao:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Andy66

SOCIO SOSTENITORE

Cerco cartoline di tutte le epoche del Comune di Chiusaforte UD (e sue frazioni)

Colleziono Regno, Repubblica, S.Marino e Francia


Proteggiamo quello che conosciamo
Conosciamo solo ciò che riusciamo a comprendere
Comprendiamo unicamente quello che abbiamo imparato

Avatar utente
debene
Messaggi: 4518
Iscritto il: 13 novembre 2011, 16:19
Località: Bari - Italy
Contatta:

Re: I provvisori di Bari

Messaggio da debene »

Ritorna dopo qualche mese la stessa offerta

https://www.delcampe.net/it/collezionis ... orite_list

non ci sono ulteriori commenti?
mi sembra di capire sia sempre errato chiamarli "provvisori di Bari" se il loro
utilizzo era largamente diffuso anche altrove?

Ciao: Ciao:

sergio
Sergio De Benedictis
STAFF
Socio C.I.F.T. - A.I.C.A.M - A.N.C.A.I. - U.S.F.I. - I.S.S.P.

Quando la Filatelia è culturaLink al mio sito : Esculapio Filatelico

Visita la mia rubrica sul Postalista :Il bastone di Asclepio

Guarda le mie vendite su Delcampe: nickname "debene".

I miei interessi :
Tematica medica; Antichi Stati; Storia Postale di Bari; Precancel U.S.A., Affrancature Meccaniche; Letteratura Filatelica; Erinnofili;Collezione A.S.F.E.

Avatar utente
virgilio.terrachini
Messaggi: 326
Iscritto il: 9 ottobre 2014, 14:18

Re: I provvisori di Bari

Messaggio da virgilio.terrachini »

nel corso degli anni ho visto di questi esemplari con la "T" falsa

basta un niente a farsi fare un timbrino con la lettera "T" e valorizzare così dei pezzi comunissimi

è importante vedere la qualità dell'inchiostro usato che deve essere più o meno oleoso.

Questi del lotto hanno tutti la stessa identica "T" troppo ben messa e troppo perfetta (vedasi buste qui sopra)

PER ME PRODUZIONE RECENTE PER ALLOCCHI !

Ciao: Ciao: Ciao:

Avatar utente
somalafis
Messaggi: 5116
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Re: I provvisori di Bari

Messaggio da somalafis »

Concordo con l'opinione assai critica di Terrachini sugli esemplari nuovi mostrati a inizio discussione che sembrano proprio ''prodotti'' per far felici collezionisti in cerca di cose inconsuete.
Per capire la faccenda, non bisogna dimenticare che tutti gli uffici postali disponevano di un timbro ''T'' in metallo che veniva impiegato per segnalare l'insufficiente affrancatura. Ecco ad esemplificazione due fogli periodici di controllo dello stato dei timbri di due uffici postali che mostrano la presenta del timbro ''T''
a.jpg
a1.jpg
Mancando i segnatasse, diversi uffici utilizzarono i loro timbri ''T'' (o forse persino analoghi timbrini non di normale dotazione) a mo' di soprastampa su francobolli ordinari per utilizzarli come segnatasse in modo che l'utente non li confondesse con la normale affrancatura e non contestasse l'esazione. Talvolta venivano prima applicati i francobolli e poi stampigliati con il timbro ''T'' il che spiega la posizione magari eccentrica di tale ''soprastampa'' o il fatto che cada in parte sul francobollo e in parte sulla busta o altro supporto. La prassi si diffuse in periodi di emergenza ma utilizzi di questo tipo si riscontrano anche successivamente.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Riccardo Bodo
SOSTENITORE

Avatar utente
somalafis
Messaggi: 5116
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Re: I provvisori di Bari

Messaggio da somalafis »

Proseguo il discorso precedente mostrando alcuni esempi in Repubblica visti sul web
1949.jpg
1952.jpg
1953.jpg
1956.jpg
1961.jpg
Sono in vendita anche francobolli nuovi della Siracusana con il timbro ''T'' la cui autenticita' mi pare soprattutto una questione di fede.....
sirac b.jpg
sirac.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Riccardo Bodo
SOSTENITORE

Avatar utente
chilandro
Messaggi: 457
Iscritto il: 27 marzo 2008, 1:00

Re: I provvisori di Bari

Messaggio da chilandro »

Ciao a tutti Ciao:
approfitto di questo post per avere una opinione sui francobolli che allego, acquistati molti anni fa all'interno di un lotto di ampie dimensioni. Le T mi sembrano tutte uguali...ossia o tutti buoni o tutti fasulli!
Grazie
sergio

PS - come al solito, un grandissimo grazie a Riccardo!
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
debene
Messaggi: 4518
Iscritto il: 13 novembre 2011, 16:19
Località: Bari - Italy
Contatta:

Re: I provvisori di Bari

Messaggio da debene »

Lascio a voi la disputa falsi sì, falsi no.

A me interessava capire perchè sono chiamati
provvisori di Bari. Da dove si evince se non sono su busta
e visto che sono stati usati in tutta Italia?

Grazie
Ciao:
sergio
Sergio De Benedictis
STAFF
Socio C.I.F.T. - A.I.C.A.M - A.N.C.A.I. - U.S.F.I. - I.S.S.P.

Quando la Filatelia è culturaLink al mio sito : Esculapio Filatelico

Visita la mia rubrica sul Postalista :Il bastone di Asclepio

Guarda le mie vendite su Delcampe: nickname "debene".

I miei interessi :
Tematica medica; Antichi Stati; Storia Postale di Bari; Precancel U.S.A., Affrancature Meccaniche; Letteratura Filatelica; Erinnofili;Collezione A.S.F.E.

Avatar utente
somalafis
Messaggi: 5116
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Re: I provvisori di Bari

Messaggio da somalafis »

chilandro ha scritto:
21 febbraio 2020, 16:23
Ciao a tutti Ciao:
approfitto di questo post per avere una opinione sui francobolli che allego, acquistati molti anni fa all'interno di un lotto di ampie dimensioni. Le T mi sembrano tutte uguali...ossia o tutti buoni o tutti fasulli!
Grazie
sergio
PS - come al solito, un grandissimo grazie a Riccardo!
Caro Sergio, i francobolli della serie imperiale che mostri mi lasciano perplesso ma l'idea di far periziare i timbrini ''T'' mi pare difficilmente proponibile.

Al di la' di questo, hai notato che tre valori presentano i cosiddetti ''numeri di tavola'' (anche se forse non li dovremmo chiamare cosi' visto il sistema di stampa su rotativa). Si tratta del 3,70 lire con il numero 152, del 5 lire con il numero 21 e del 20 lire con il numero (1). Questi numeri vengono normalmente riferiti alle tirature iniziali ma le indicazioni di cui dispongo sono molto datate e non risultavano allora successive tirature con numeri diversi o senza numero, forse perché si trattava di alti valori di utilizzo relativamente limitato. Io personalmente pero' non ho mai approfondito l'argomento...
Riccardo Bodo
SOSTENITORE

Avatar utente
chilandro
Messaggi: 457
Iscritto il: 27 marzo 2008, 1:00

Re: I provvisori di Bari

Messaggio da chilandro »

Buone domenica Riccardo Ciao:
grazie per l'intervento, al solito molto preciso.
Avevo certo notato i tre pezzi con i numeri di tavola (so che non si chiamano proprio così, ma non ricordo il loro nome esatto...qui ci vuole Pino!); in effetti quello che mi intriga di più è il 20 lire con quell'1 tra parentesi...forse perchè sulla baia ce ne è uno simile, ma senza T, per il quale il venditore chiede uno sproposito. Certo che se poi le T sono fasulle...
Sergio

Avatar utente
Mac13
Messaggi: 46
Iscritto il: 30 marzo 2017, 12:24

Re: I provvisori di Bari

Messaggio da Mac13 »

chilandro ha scritto:
23 febbraio 2020, 11:56
Buone domenica Riccardo Ciao:
grazie per l'intervento, al solito molto preciso.
Avevo certo notato i tre pezzi con i numeri di tavola (so che non si chiamano proprio così, ma non ricordo il loro nome esatto...qui ci vuole Pino!); in effetti quello che mi intriga di più è il 20 lire con quell'1 tra parentesi...forse perchè sulla baia ce ne è uno simile, ma senza T, per il quale il venditore chiede uno sproposito. Certo che se poi le T sono fasulle...
Sergio
I numeri presenti su alcuni dei tuoi pezzi sono i numeri di cilindro, se non ricordo male sono comparsi per la prima volta proprio sulla serie imperiale Ciao:

Alessandro

Avatar utente
chilandro
Messaggi: 457
Iscritto il: 27 marzo 2008, 1:00

Re: I provvisori di Bari

Messaggio da chilandro »

Perfetto Alessandro, molte grazie! Ciao:
Non ricordavo che si chiamano numeri di cilindro...resta per me ancora da chiarire quell'1 tra parentesi...
sergio

Avatar utente
cirneco giuseppe
Messaggi: 5098
Iscritto il: 13 luglio 2007, 17:35
Località: Orbassano (TO)
Contatta:

Re: I provvisori di Bari

Messaggio da cirneco giuseppe »

Mac13 ha scritto:
23 febbraio 2020, 12:54

I numeri presenti su alcuni dei tuoi pezzi sono i numeri di cilindro, se non ricordo male sono comparsi per la prima volta proprio sulla serie imperiale Ciao:

Alessandro
Esatto. La serie imperiale fu la prima ad essere stampata in rotocalco.
Fino al 1939 fu stampata in fogli da 400, cioè 4 quartini da 100.
Il 91° esemplare presentava il numero di cilindro e una serie di puntini che rappresentavano il quartino di appartenenza.
Dopo il 1939 la stampa fu fatta su doppi fogli da 200 esemplari, cioè 100 x 2 + 100 x 2 in linea.
Da quest'anno scompare il numero di cilindro e restano solo i puntini ad indicare il quartino di appartenenza.
..... pino .....Immagine
su ebay http://shop.ebay.it/merchant/gcirnec?_rdc=1

________________________________________________
NEMICO, DICHIARATO E CONVINTO, DEL GRONCHI LILLA

E' saggio sognare ma da stolti illudersi.

cerco e colleziono saggi e prove dagli ASI ad oggi solo Italia
http://www.antichistati.it

Immagine

Avatar utente
chilandro
Messaggi: 457
Iscritto il: 27 marzo 2008, 1:00

Re: I provvisori di Bari

Messaggio da chilandro »

Di nuovo ciao a tutti Ciao: Ciao:
Torno sull'argomento perchè ho ritrovato l'immagine che ricordavo sulla baia:
sembra uguale alla mia ma...è senza T e costa parecchio (anche se cè la proposta...)
sergio
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
somalafis
Messaggi: 5116
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Re: I provvisori di Bari

Messaggio da somalafis »

chilandro ha scritto:
23 febbraio 2020, 12:58
...resta per me ancora da chiarire quell'1 tra parentesi...
sergio
Non ho risposto subito ma ho avuto bisogno di un po' di tempo per la ricerca. Negli ultimi mesi del 1928 arriva a Roma all'Istituto Poligrafico il nuovo impianto di stampa rotocalcografico Goebel: possono cosi' cominciare i lavori preparatori della nuova serie ordinaria ''imperiale'' ed i cilindri ricevono una numerazione ex novo, diversa da quella delle tavole tipografiche. Il primo francobollo rotocalcografico a raggiugere gli sportelli postali e' il valore che commemora il cinquantenario della morte di Vittorio Emanuele II ma esso reca come numero di cilindro il ''6''. Quindi quattro valori dell'''imperiale'' lo hanno preceduto e il cilindro del valore da 20 lire che reca il n. (1) e' il primo preparato!
Seguono con il n.2 il 25 lire, con il n.3 il 20 centesimi (anche se la prima provvista distribuita al pubblico fu realizzata con il cilindro n.7) e con il n. 5 il 10 centesimi.
A confermare il primato del valore da 20 lire come numerazione dei cilindri fu anche Alberto Diena al momento dell'emissione della serie e su questi aspetti tecnici Diena era imbattibile.
Riccardo Bodo
SOSTENITORE

Rispondi

Torna a “Regno d'Italia e Luogotenenza”

SOSTIENI IL FORUM