Oggi è 17 dicembre 2017, 10:51

le stazioni termali nel LombardoVeneto

Forum di discussione sulle emissioni e la storia postale del Regno Lombardo-Veneto.

Moderatori: fildoc, rossi

Avatar utente
francesco luraschi
Messaggi: 2211
Iscritto il: 14 luglio 2007, 18:08
Località: Casnate (CO)

Re: le stazioni termali nel LombardoVeneto

Messaggio da francesco luraschi » 23 gennaio 2017, 7:25

[/quote]
Grazieeeeeeeeeeee :abb:
Mi sai dire qualcosa sulla prefilatelica da Battaglia?
Mi chiarisci la frase"lettera semplice (1/2 lotto) spedita tra 4 e 6 stazioni"?
Dove posso trovare ulteriori informazioni sulle stazioni volanti?
Grazie ancora per la disponibilità[/quote]


La prefilatelica da Battaglia è una franchigia. Per un periodo si usò annotare peso e tassa sul frontespizio: in questo caso 1/2 lotto e 2 carantani. Penso si trattasse solo di una misura contabile tra enti, non veniva chiesto il saldo al destinatario.

Il 1/2 lotto era l'unità base di peso in periodo austriaco fino al 1/6/1850 quando divenne il lotto: 1/2 lotto corrispondeva a 8,75 grammi. Fino al 1842 la distanza, e quindi la tassa, veniva calcolata in base alle stazioni postali toccate. Dal 1842 si passò alla distanza in linea d'aria.

Penso che sulle "stazioni volanti" ci siano informazioni nei vari archivi. Purtroppo non so altro se non che si trattava di stazioni di posta cavalli provvisorie legate all'aumento di clientela nei periodi estivi: ci si rivolgeva a queste strutture per noleggiare mezzi e cavalli per intraprendere un viaggio in posta. Altre stazioni di questo tipo erano a Valdagno e Palazzetto. La sede della postalettere a Recoaro era pure stagionale.

Ciao: Francesco
I nostri articoli:

https://www.academia.edu/10877153/_News ... _1850-1866_

Cliccare su authors per leggerli tutti facendo scorrere la pagina verso il basso oppure iscriversi al sito http://www.academia.edu per scaricare il PDF.

Ciao: Francesco


Avatar utente
acquarius1
Messaggi: 1109
Iscritto il: 30 maggio 2016, 12:08

Re: le stazioni termali nel LombardoVeneto

Messaggio da acquarius1 » 23 gennaio 2017, 20:19

Grazie, sei stato esaustivo
principali collezioni:

Trinacrie di Sicilia 1848
Annulli di località termali su Antichi Stati Europei
Salsomaggiore 1860 - 1968

Avatar utente
fildoc
Messaggi: 8783
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: le stazioni termali nel LombardoVeneto

Messaggio da fildoc » 26 gennaio 2017, 17:21

Secondo me se si vuole enfatizzare nella raccolta il tema delle stazioni termali bisogna inserire
lettere che presentino l'intestazione di qualche albergo/stabilimento termale o come mittente o come destinazione
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc

Avatar utente
acquarius1
Messaggi: 1109
Iscritto il: 30 maggio 2016, 12:08

Re: le stazioni termali nel LombardoVeneto

Messaggio da acquarius1 » 26 gennaio 2017, 20:16

fildoc ha scritto:Secondo me se si vuole enfatizzare nella raccolta il tema delle stazioni termali bisogna inserire
lettere che presentino l'intestazione di qualche albergo/stabilimento termale o come mittente o come destinazione
Sugli ASI è praticamente impossibile, già è un miracolo trovare pezzi significativi. Con le caretteritiche che dici tu ho solo una lettera del 1853 di Toscana con mittente la delegazione delle terme e una prefilatelica con il bollo dello stabilimento delle acque di St. Vincent usato come bollo di provenienza al posto del grafico "da St. Vincent".
Altro in 30 anni non ho mai visto!
Come scritto sopra sto riscrivendo la testa del foglio delle singole località inserendo non solo i bolli ASI, ma tutto quello che so sulla località a livello di annulli.
Oggi ho scritto Anticoli/Fiuggi che allego qui. Ditemi cosa ne pensate. Le localià del LV saranno sullo stesso modello
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
principali collezioni:

Trinacrie di Sicilia 1848
Annulli di località termali su Antichi Stati Europei
Salsomaggiore 1860 - 1968

Avatar utente
fildoc
Messaggi: 8783
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: le stazioni termali nel LombardoVeneto

Messaggio da fildoc » 5 febbraio 2017, 14:35

sempre estate a Recoaro!
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc


Avatar utente
acquarius1
Messaggi: 1109
Iscritto il: 30 maggio 2016, 12:08

Re: le stazioni termali nel LombardoVeneto

Messaggio da acquarius1 » 6 febbraio 2017, 9:43

Per Recoaro io credo che, sulla base di quello che sappiamo, l'importante adesso è trovare una date invernali su busta in modo da stabilire l'anno e verificare se effettivamente smise di essere ufficio estivo dal 1865
principali collezioni:

Trinacrie di Sicilia 1848
Annulli di località termali su Antichi Stati Europei
Salsomaggiore 1860 - 1968

flykorn
Messaggi: 2
Iscritto il: 11 febbraio 2016, 20:07

Re: le stazioni termali nel LombardoVeneto

Messaggio da flykorn » 6 febbraio 2017, 21:01

Buonasera! Esco dal lurking per offrire qualche possibile spunto archivistico presso i fondi postali conservati in Giudecca, sede sussidiaria dell'Archivio di Stato di Venezia. Menziono solo le buste che riportano fascicoli che riportano Recoaro nelle intitolazioni.
Se può interessare... per informazioni http://www.archiviodistatovenezia.it/we ... php?id=245

Direzione superiore delle poste lombardo venete (1849 - 1860)
busta 418 (Messaggeri e pedoni)
busta 499 (Stazione postale)
busta 586 (Orologi)
busta 674 (Commessi)
busta 829 (Uffici)

Direzione delle poste lombardo venete (1861 - 1866)
busta 9 (Messaggeri e pedoni)
busta 15 (Locali e mobili)
busta 35 (Commessi)

Direzione compartimentale delle poste (1866 - 1869)
busta 25 (Commessi)
busta 28 (Supplenti)
busta 33 (Ispettori e visite d'ispezione)
busta 35 (Locazioni)
busta 99 (Movimento dispacci)

Avatar utente
acquarius1
Messaggi: 1109
Iscritto il: 30 maggio 2016, 12:08

Re: le stazioni termali nel LombardoVeneto

Messaggio da acquarius1 » 6 febbraio 2017, 21:21

flykorn ha scritto:Buonasera! Esco dal lurking per offrire qualche possibile spunto archivistico presso i fondi postali conservati in Giudecca, sede sussidiaria dell'Archivio di Stato di Venezia. Menziono solo le buste che riportano fascicoli che riportano Recoaro nelle intitolazioni.
Se può interessare... per informazioni http://www.archiviodistatovenezia.it/we ... php?id=245

Direzione superiore delle poste lombardo venete (1849 - 1860)
busta 418 (Messaggeri e pedoni)
busta 499 (Stazione postale)
busta 586 (Orologi)
busta 674 (Commessi)
busta 829 (Uffici)

Direzione delle poste lombardo venete (1861 - 1866)
busta 9 (Messaggeri e pedoni)
busta 15 (Locali e mobili)
busta 35 (Commessi)

Direzione compartimentale delle poste (1866 - 1869)
busta 25 (Commessi)
busta 28 (Supplenti)
busta 33 (Ispettori e visite d'ispezione)
busta 35 (Locazioni)
busta 99 (Movimento dispacci)
Prima cosa benvenuto :cin: ed un sentito grazie per le informazioni
Alcune buste sarebbe veramente interessante aprirle e leggere i documenti presenti!
Speriamo che qualche studioso di filatelia veneta lo faccia e ci erudisca sui contenuti. Interessante che sino al 1866 si parli di messageri e pedoni che conferma la temporaneità dell'ufficio di Recoaro.
Veneti! Una gita alla Giudecca con smartphone e documentare tutto il possibile!
principali collezioni:

Trinacrie di Sicilia 1848
Annulli di località termali su Antichi Stati Europei
Salsomaggiore 1860 - 1968

Avatar utente
francesco luraschi
Messaggi: 2211
Iscritto il: 14 luglio 2007, 18:08
Località: Casnate (CO)

Re: le stazioni termali nel LombardoVeneto

Messaggio da francesco luraschi » 16 febbraio 2017, 17:27

La collezione Regis riserva un capitolo proprio alla stazione termale di Recoaro (pag.62 e seguenti). A pag.64 c'è una raccomandata estiva tassata 6 che, tra le altre particolarità, impone riflessioni sulla prassi di lavorazione di questa rara tipologia di invii in cui c'era ancora da introitare quanto dovuto all'erario. :mmm:

http://www.austriaphilatelicsociety.com ... 0REGIS.pdf

Ciao: Francesco
I nostri articoli:

https://www.academia.edu/10877153/_News ... _1850-1866_

Cliccare su authors per leggerli tutti facendo scorrere la pagina verso il basso oppure iscriversi al sito http://www.academia.edu per scaricare il PDF.

Ciao: Francesco

Avatar utente
fildoc
Messaggi: 8783
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: le stazioni termali nel LombardoVeneto

Messaggio da fildoc » 16 febbraio 2017, 18:57

Subito ho pensato che l'ufficio essendo appunto solo stagionale
fosse dato in appalto ad un impiegato poco esperto
solo così si poteva giustificare una raccomandata sbagliata
ma dov'e' Lodi? E' a 141 km !!!
La tariffa era 30 !!!!!!!!

ed ecco la seconda versione In quel Lodi:
-Ma dov'è sto Recoaro?
Mai sentito?
-Guarda lo stradario!
Non c'e'! (era un ufficio solo stagionale)
metti la tassa chissa' da dove viene!
magari è in Istria!
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc

Avatar utente
francesco luraschi
Messaggi: 2211
Iscritto il: 14 luglio 2007, 18:08
Località: Casnate (CO)

Re: le stazioni termali nel LombardoVeneto

Messaggio da francesco luraschi » 16 febbraio 2017, 20:47

La distanza Recoaro-Lodi calcolata con i moderni metodi di misurazione prevede effettivamente una tariffa di porto di 30 centesimi, quindi la tassazione è ingiustificata. Poi per avere una certezza assoluta bisognerebbe vedere i vari registri d'ufficio.

Ma allo stato delle conoscenze a chi venivano addebitate le tasse, al netto di questo caso, di cui venivano eventualmente caricate le raccomandate?

Ciao: Francesco
I nostri articoli:

https://www.academia.edu/10877153/_News ... _1850-1866_

Cliccare su authors per leggerli tutti facendo scorrere la pagina verso il basso oppure iscriversi al sito http://www.academia.edu per scaricare il PDF.

Ciao: Francesco

Avatar utente
acquarius1
Messaggi: 1109
Iscritto il: 30 maggio 2016, 12:08

Re: le stazioni termali nel LombardoVeneto

Messaggio da acquarius1 » 18 febbraio 2017, 20:04

francesco luraschi ha scritto:La collezione Regis riserva un capitolo proprio alla stazione termale di Recoaro (pag.62 e seguenti). A pag.64 c'è una raccomandata estiva tassata 6 che, tra le altre particolarità, impone riflessioni sulla prassi di lavorazione di questa rara tipologia di invii in cui c'era ancora da introitare quanto dovuto all'erario. :mmm:

http://www.austriaphilatelicsociety.com ... 0REGIS.pdf

Ciao: Francesco
Interessantissima collezione e note! Studierò :leggo: e copierò qualcosa :fest:
Domanda, magari stupida per voi. Suppongo che non fu mai esposta a concorso o... ?
principali collezioni:

Trinacrie di Sicilia 1848
Annulli di località termali su Antichi Stati Europei
Salsomaggiore 1860 - 1968

Avatar utente
francesco luraschi
Messaggi: 2211
Iscritto il: 14 luglio 2007, 18:08
Località: Casnate (CO)

Re: le stazioni termali nel LombardoVeneto

Messaggio da francesco luraschi » 19 febbraio 2017, 9:30

Non ne ho idea, però non dovrebbe essere difficile saperne di più. A prima vista mi sembra una collezione montata per esposizione.

Le tasse di cui erano eventualmente caricate le raccomandate venivano addebitate al postale che aveva provocato l'errore dato che in questo periodo l'intermediazione dell'impiegato era obbligatoria. Solo più avanti si potranno impostare. Al postale asburgico conveniva non sbagliare, non solo in questo caso, dato che poi arrivavano i provvedimenti pecuniari.

Servirebbe poi vedere un tabulato a stampa delle distanze tra i vari uffici postali per capire se Recoaro era comunque sempre menzionato.

Però non ho questo documento, qualcuno sicuramente ci può aiutare.

Ciao: Francesco
I nostri articoli:

https://www.academia.edu/10877153/_News ... _1850-1866_

Cliccare su authors per leggerli tutti facendo scorrere la pagina verso il basso oppure iscriversi al sito http://www.academia.edu per scaricare il PDF.

Ciao: Francesco

Avatar utente
fildoc
Messaggi: 8783
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: le stazioni termali nel LombardoVeneto

Messaggio da fildoc » 19 febbraio 2017, 9:42

io lo ho cercato e non lo ho trovato mai menzionato, ma per esempio quello di Milano per la terza distanza non fa elenco...e quindi non da testo!
In quello di Mantova non c'e'....
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc

Avatar utente
francesco luraschi
Messaggi: 2211
Iscritto il: 14 luglio 2007, 18:08
Località: Casnate (CO)

Re: le stazioni termali nel LombardoVeneto

Messaggio da francesco luraschi » 21 febbraio 2017, 7:44

Mi viene comunicato che nel tabulato a stampa del 1851 in dotazione all'UP austriaco di Novara con la distanza in leghe postali di tutti gli UP del LV la località di Recoaro non è menzionata...

Ciao: Francesco
I nostri articoli:

https://www.academia.edu/10877153/_News ... _1850-1866_

Cliccare su authors per leggerli tutti facendo scorrere la pagina verso il basso oppure iscriversi al sito http://www.academia.edu per scaricare il PDF.

Ciao: Francesco

Avatar utente
acquarius1
Messaggi: 1109
Iscritto il: 30 maggio 2016, 12:08

Re: le stazioni termali nel LombardoVeneto

Messaggio da acquarius1 » 21 febbraio 2017, 8:23

Io lo cercherei in documenti posteriori al 1865 poichè dopo questo anno smette di essere solo ufficio estivo.
Comunque qualcosa potrebbe comparire nelle buste alla Giudecca citate sopra. Bisognerebbe che qualcuno lì vicino ci andasse a guardare dentro
principali collezioni:

Trinacrie di Sicilia 1848
Annulli di località termali su Antichi Stati Europei
Salsomaggiore 1860 - 1968

Avatar utente
fildoc
Messaggi: 8783
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: le stazioni termali nel LombardoVeneto

Messaggio da fildoc » 21 febbraio 2017, 8:44

Cio' spiega l'errore compiuto tassando la raccomandata!
A Recoaro sapevano dov'era Lodi
ma a Lodi non sapevano dov'era Recoaro!
Non trovandolo nella lista dei 30 centesimi (seconda distanza)
per esclusione hanno dedotto che Recoaro era una terza distanza.

Mi sembra la cosa molto plausibile!
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc

Avatar utente
francesco luraschi
Messaggi: 2211
Iscritto il: 14 luglio 2007, 18:08
Località: Casnate (CO)

Re: le stazioni termali nel LombardoVeneto

Messaggio da francesco luraschi » 21 febbraio 2017, 16:01

A me comunque assegnare 6 carantani al destinatario, di cui 3 per completare l'affrancatura e tre di sovrattassa, sembra giuridicamente assurdo.

Capirei eventualmente 3, sebbene non coincida con quanto ne so io dell'addebito delle tasse caricate sulle raccomandate che venivano girate ai postali mittenti ... ma 6.

Le raccomandate infatti non potevano essere imbucate ma andavano presentate (consegnate) e gli impiegati obbligati a dare tutte le informazioni al mittente. Che senso ha fare pagare una multa al destinatario per un errore non commesso dal mittente?

Magari era in origine una raccomandata di II porto spedita, col benestare del commesso, erroneamente come I porto per la II distanza e ora gli si chiedeva di completare l'affrancatura al netto poi di altri provvedimenti pecuniari che non venivano annotati sulle lettere.

Inoltre Lodi era una direzione postale con impiegati di carriera. Infine: il 6 tracciato in blu è prassi normale a Lodi?

Curioso pure il bollo RACCOMANDATO di Recoaro, di solito nel LV si usava il RACCOMANDATA.

Ciao: Francesco
I nostri articoli:

https://www.academia.edu/10877153/_News ... _1850-1866_

Cliccare su authors per leggerli tutti facendo scorrere la pagina verso il basso oppure iscriversi al sito http://www.academia.edu per scaricare il PDF.

Ciao: Francesco

Avatar utente
Stefano1981
Messaggi: 1210
Iscritto il: 13 luglio 2007, 13:58
Località: Castelfranco Veneto

Re: le stazioni termali nel LombardoVeneto

Messaggio da Stefano1981 » 21 febbraio 2017, 19:51

Anche in partenza da Recoaro facevano un po' confusione con le tariffe ;-)
image.jpg
Ciao:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
mestrestamps
Messaggi: 1785
Iscritto il: 25 gennaio 2009, 23:18
Località: mestre

Re: le stazioni termali nel LombardoVeneto

Messaggio da mestrestamps » 21 febbraio 2017, 20:14

Ciao:

Oltre che in quello di Recoaro, in periodo filatelico il timbro RACCOMANDATO fu usato anche negli uffici di Dolo, Montebelluna, Valdagno e Valdobbiadene.

Ciao: Ciao:
andreafusati@tim.it

prefilateliche della Repubblica di Venezia
storia postale del Regno Lombardo Veneto
annullamenti di Lombardo Veneto su Italia

http://www.museodeitasso.com

SOSTENITORE 2009-2010-2011-2012-2013-2014-2015

" Se Dio non avesse fatto la donna, non avrebbe fatto il fiore. " (Oscar Wilde)

visita il mio negozio su delCampe http://www.delcampe.net/negozi/mestrestamps


Rispondi

Torna a “Regno Lombardo-Veneto”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Sostieni il forum: