Gli annulli di Milano senza l'anno

Forum di discussione sulle emissioni e la storia postale del Regno Lombardo-Veneto.

Moderatori: fildoc, ari

Rispondi
Avatar utente
fildoc
Messaggi: 9321
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: Annullo R52 senza anno 17/11

Messaggio da fildoc »

Non si tratta ti un rovesciamento , ma di un piu' complesso tassello speculare!
E' un datario tipico di Venezia.

Ovvero di un errore di fusione!
Oppure di un numero a cilindro invertito (piu' improbabile)

Esso interessa certamente tutto il mese di settembre nel 1860
inoltre il tassello anomalo fu usato anche per il 6

Esiste per esempio speculare il 6/9
Si ritrova a numeratore anche in altri mesi.

Dai miei personali studi:
La prima data d'uso il 29\2\1860
l'ultima il 6\2\1861.
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc
Avatar utente
francesco luraschi
Messaggi: 2336
Iscritto il: 14 luglio 2007, 18:08
Località: Como

Re: Annullo R52 senza anno 17/11

Messaggio da francesco luraschi »

Semmai ce ne fosse bisogno è l'ennesima dimostrazione di come il mondo del XIX secolo fosse ben diverso da quello di oggi usa e getta. I materiali erano pochi, costosi e di non sempre facile reperibilità.

I postali austriaci contavano le candele, non solo perché dovevano rendere conto delle spese ma anche perché era proprio costosa e complicata la loro stessa preparazione.

E se lo erano le candele figuriamoci i cliché dei francobolli, gli inchiostri o anche soltanto la riparazione dei timbri. Piuttosto che innescare un procedimento lungo e snervante di comunicazione con la sede superiore ci si adeguava con quanto a disposizione, magari adattandolo in loco oppure lasciandolo così com'era.

Di bolli restituiti perché errati ricordo un GATZETTE di Milano al posto di GAZZETTE, poi c'è qualche altro caso. Mi sembra molto improbabile l'equazione X impronte differenti=X tipari diversi in inventario.

Poi ognuno può vederla come preferisce, ovviamente.

Ciao: Francesco
I nostri articoli:

https://www.academia.edu/10877153/_News ... _1850-1866_

Cliccare su authors per leggerli tutti facendo scorrere la pagina verso il basso oppure iscriversi al sito http://www.academia.edu per scaricare il PDF.

Ciao: Francesco
Avatar utente
lucasa
Messaggi: 587
Iscritto il: 18 aprile 2011, 22:23

Re: Annullo R52 senza anno 17/11

Messaggio da lucasa »

Francesco hai assolutamente ragione
Infatti a Milano abbiamo innumerevoli esempi di quanto dici
Se dovessimo catalogare i timbri/tipari/compositori in inventario , probabilmente ci fermeremmo a meno di una decina.
Collezionando bolli ed annullamenti ci divertiamo a catalogare le impronte che non sono altro che il risultato della composizione dei diversi tasselli nel tipario.
Classico è l'esempio del circolare piccolo con il mese in cifre , annullo molto raro e ricercato che in realtà non è che un riassemblamento su un tipario circolare del 1848 , del tassello Milano in uso nel 54 con il datario del portalettere

Quello che clasifichiamo in realtà sono i rifacimenti dei tasselli e quindi il cambiamento del impronta e quindi il diverso annullamento nei vari periodi
Nulla si buttava . Solo dopo il 1853 vennero distribuiti i circolari a tre alla volta ogni anno con la dicitura della località incisa nel timbro è da quel momento vale l'equazione una impronta un timbro. Di questo passaggio dai compositori ai timbri con il solo datario variabile ne abbiamo ampia documentazione al museo di Vienna

Un segno dell avvento del consumismo... ;-)

I vecchi timbri napoleonici erano nella disposizione del direttore....

Ciao luca
Avatar utente
fildoc
Messaggi: 9321
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: Annullo R52 senza anno 17/11

Messaggio da fildoc »

Ecco un 13-11-52 con l'anno poco impresso...
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc
Avatar utente
johnmilano83
Messaggi: 561
Iscritto il: 22 ottobre 2012, 8:58
Località: Milano

Re: Annullo R52 senza anno 17/11

Messaggio da johnmilano83 »

Su ebay c'è in vendita questa lettera da Verdello a Milano con apposto al verso in arrivo l'R52 del 17 novembre. In questa impronta l'anno è decisamente ben impresso, mi chiedevo quindi se non venga smontata definitivamente la teoria del Sassone che vede il 17 novembre del 52 come data "senza anno" per questo specifico timbro, dal momento che, come dimostra questa lettera, esiste la sua "variante" anche con l'anno.

Anche se è solo un timbro apposto in arrivo dovrebbe comunque dimostrare che l'assenza dell'anno in alcuni annulli del 17/11 potrebbe dipendere solo da una cattiva impressione (evento piuttosto comune in molte altre date sia dell' R52 che dell'R53) piuttosto che da un errata composizione specifica di tale data. Voi che ne pensate?

Ciao: Ciao:

John
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
"Nowadays people know the price of everything and the value of nothing."

O. Wilde

---

Colleziono Lombardo-Veneto (periodo filatelico), in particolare:
- bolli, annulli e storia postale di Milano;
- la navigazione postale da Venezia col Lloyd Austriaco.
Avatar utente
fildoc
Messaggi: 9321
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: Annullo R52 senza anno 17/11

Messaggio da fildoc »

Che lo penso da sempre!


Che è una forsennata ricerca di inesistenti rarita'...

come la busta con il Pordenone senza data (commentata di recente anche da Filippo) e un gran numero di muti a 3 o 4 cerchi (muti solo per un problema planare dovuto all'ampio appoggio perimetrale dell'annullo) o altri casuali come il Casarsa di cui forse ho l'unico noto :ris: :ris: :ris:
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc
Avatar utente
lucasa
Messaggi: 587
Iscritto il: 18 aprile 2011, 22:23

Re: Annullo R52 senza anno 17/11

Messaggio da lucasa »

Dobbiamo distinguere le impronte mal impresse dagli errori di composizione .

Il,problema non è il catalogo ma la ricerca della rarità a tutti i costi con interpretazioni forzate e relative derive .

Così come sono quotate e classificate come varietà "errori di produzione" dei francobolli come le dentellature spostate, doppie o triple, i non dentellati o quelle di stampa come doppie stampe, decalchi etc, allo stesso modo gli errori di composizione possono venir classificati come varietà dell annullo e se si vuole collezionati .
Per quanto riguarda Milano gli errori di composizione sono stati censiti quasi su base giornaliera dal Marzari che li considerava semplici curiosità'

Un annullo per essere considerato un tipo deve essere riconducibile ad un tipario specifico documentatompossibilmente da un inventario e/o documenti sulla sua fornitura, avere un periodo d'uso etc. Siccome poi si parla di impronte , quando intervengono modifiche per rifacimento del timbro o solo rottura, allora si dovrebbe parlare di sottotipi ( ma qui i cataloghi non sono sempre coerenti in quanto si fondano ,ed è bene ricordarlo , su studi specialistici che possono essere stati fatti su alcune località invece che su altre)
In nessun caso un errore di composizione può essere assimilato ad un tipo e per questo vengono messi i punteggi nelle note.
Perché venga dato un punteggio al senza anno e non al senza mese quando è noto il giorno ed è infinitamente più evidente , difficile da dirsi
Perché non sono quotate le varietà con i tasselli capovolti ? Un impronta con l'anno rovesciato è decisamente più evidente di un impronta mal riuscita....
Si tratta di una questione legata alla disponibilità Sul mercato di queste varietà?

Tornando al caso specifico, Il sassone parla di senza anno nel 1853 e mi sento di condividere la classificazione avendo diversi casi dove è evidente la mancanza del tassello. Nel 1852 i casi sono più discutibili ed pochi casi si possono definire tecnicamente senza anno senza però avere evidenze della mancanza del tassello :mmm:

Una collezione di varietà di annullo dovrebbe comprendere errori di composizione chiari come il datario capovolto o l'assenza del datario.

Giusto per collegarmi a quanto dice Massimiliano, Per essere assente il datario deve essere mobile. La località nei tipari circolari progettati dopo il 1850 non era mobile per cui non possono esistere annulli a più cerchi senza località

Scusatemi ma come dice sergio, il mio background professionale mi costringe a non credere all esistenza di annulli pseudo muti
Ciao:

Rev LB Mar 2019
Avatar utente
ecas
Messaggi: 1669
Iscritto il: 4 marzo 2012, 18:56
Località: Casarano (LE)

informazioni su un annullo di Milano

Messaggio da ecas »

Salve a tutti e buona Domenica. Sto esaminando un pò si L.V., e ho visto l'annullo di questo 15 cent di Milano riquadrato. Non si vede l'anno, ed essendo nel complesso ben impresso, lo ritenevo uno dei senza data. Ho guardato, ma non mi pare che lo ia. Se non commetto errori, dovrebbe essere dalla data un bastoncino R53. Volevo sapere se comunque è capitatp di vedere questi annulli senza la data. Grazie a chi vorrà essere così gentile da rispondere. Ezio
Ciao: Ciao: Ciao:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ciao: :quad:
Avatar utente
robymi
Messaggi: 2684
Iscritto il: 13 luglio 2007, 11:51
Località: Milano

Re: informazioni su un annullo di Milano

Messaggio da robymi »

Sì, è l'annullo chiamato Rd-53; spesso si presenta con le cifre dell'anno poco o pochissimo visibili. Le tracce sono all'estrema destra del riquadro.
Roberto
S T A F F
Avatar utente
Tergesteo
Messaggi: 5626
Iscritto il: 14 settembre 2009, 14:50
Località: Trieste

Re: informazioni su un annullo di Milano

Messaggio da Tergesteo »

Quest'annullo senza anno si riscontra sopratutto nel 1853.

E' dovuto ad un problema di planarità, quando le cifre dell'annullo pur presenti non erano abbastanza in rilievo da imprimersi.

Il fenomeno si riscontra già nel 1852 dove è molto più raro!

Ciao: Ciao:

Benjamin
Lombardo Veneto (filatelia, annulli e storia postale), Toscana filatelia e storia postale dell'antica provincia di Arezzo, colori della IVa di Sardegna, ed a livello filatelico tutti gli ASI
Lettonia,Lituania ed Estonia
Classici di Francia, Gran Bretagna e Russia
Israele, annulli turchi, Levante, mandato britannico, interim e dal 1948 a oggi

"Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

Giordano Bruno
Avatar utente
ecas
Messaggi: 1669
Iscritto il: 4 marzo 2012, 18:56
Località: Casarano (LE)

Re: informazioni su un annullo di Milano

Messaggio da ecas »

Ciao: Ciao: Sul Sassone annullamenti viene riportato come periodo di utilizzo per R52 carattere bastoncino dal 23 di agosto sino alla fine dell'anno 1852. L'annullo R53 dalla fine del 1852 al 9 giugno 1853. Quindi necessariamente questo è del '53!. Riporta poi due punteggi in quanto in una nota dice "Senza anno 8 punti", contro i 2 di quello con l'anno. Il senza punto è riferito a questo tipo di casi o è un altro annullo?
Un saluto. Ezio
Ciao: :quad:
Avatar utente
robymi
Messaggi: 2684
Iscritto il: 13 luglio 2007, 11:51
Località: Milano

Re: informazioni su un annullo di Milano

Messaggio da robymi »

Tempo fa ne discutemmo a lungo: come ti ha spiegato Benjamin, a volte la non perfetta complanarità faceva sì che il tassello con le cifre dell'anno risultasse male impresso o per niente impresso. Il timbro detto "senza anno" del Sassone si riferisce al caso in cui della cifra 53 non sia la benché minima traccia.
Roberto
S T A F F
Avatar utente
lucasa
Messaggi: 587
Iscritto il: 18 aprile 2011, 22:23

Re: informazioni su un annullo di Milano

Messaggio da lucasa »

È corretto quello che dicono roby e benjamin .
Si tratta di varietà tipiche di questo tipo di tipari dove puoi riscontrare tutti le varie possibilita di errori di composizione del giorno del mese e dell’anno
I cataloghi amano dare punteggi alti alla varieta senza anno ma lo stesso dovrebbero fare per le date rovesciate o quando manca il giorno o il mese. Nel tuo caso si tratta di una impronta evanescente per un difetto Di planarità
I veri senza anno sono molto piu rari ed hanno la caratteristica di essere ben impressi con anche segni non riconducibili alla cifra.

Luca
Avatar utente
ecas
Messaggi: 1669
Iscritto il: 4 marzo 2012, 18:56
Località: Casarano (LE)

Re: informazioni su un annullo di Milano

Messaggio da ecas »

lucasa ha scritto: 23 marzo 2020, 14:21 È corretto quello che dicono roby e benjamin .
Si tratta di varietà tipiche di questo tipo di tipari dove puoi riscontrare tutti le varie possibilita di errori di composizione del giorno del mese e dell’anno
I cataloghi amano dare punteggi alti alla varieta senza anno ma lo stesso dovrebbero fare per le date rovesciate o quando manca il giorno o il mese. Nel tuo caso si tratta di una impronta evanescente per un difetto Di planarità
I veri senza anno sono molto piu rari ed hanno la caratteristica di essere ben impressi con anche segni non riconducibili alla cifra.

Luca







Grazie Luca! Ciao:

Rev LB Apr 2021
Ciao: :quad:
Avatar utente
Morgan68
Messaggi: 227
Iscritto il: 6 ottobre 2012, 23:41

Re: Gli annulli di Milano senza l'anno

Messaggio da Morgan68 »

Buonasera a tutti,

senza voler riaccendere discussioni e simpatiche diatribe ma solo per completezza ed avendo scoperto solo oggi questo post datato invio nuovamente la mia busta con annullo di Milano (apparentemente) senza anno.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ciao: Ciao:
Enrico
Avatar utente
lucasa
Messaggi: 587
Iscritto il: 18 aprile 2011, 22:23

Re: Gli annulli di Milano senza l'anno

Messaggio da lucasa »

vi mostro due esempi di "mancanza" del tassello dell' anno
RA43 140353 dettaglio .jpg
RA48 RD 500821.jpeg
ed un esempio di annullo venuto male
RA38a.jpg
ognuno usa il metro che vuole per mettersi in collezione queste " varietà" marcofile . io suggerisco di preferire annulli molto ben impressi ed inchiostrati da marzo a giugno 1853 .

una varietà che non lascia spazio a discussione è il tassello rovesciato
Ra46 dettaglio anno capovolto.jpg
Ciao: Ciao: Ciao: Luca
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Rispondi

Torna a “Regno Lombardo-Veneto”

SOSTIENI IL FORUM