La scritta "particolare"

Forum di discussione sulle emissioni e la storia postale del Regno Lombardo-Veneto.

Moderatori: fildoc, ari

Avatar utente
francesco luraschi
Messaggi: 2260
Iscritto il: 14 luglio 2007, 18:08
Località: Casnate (CO)

La scritta "particolare"

Messaggio da francesco luraschi »

massimiliano,

fossi un perito filatelico darei parere negativo alla teoria di " lettera in corso particolare" aggiungendo pero' un bel "non so" al significato di "particolare" apposto al recto e al verso.

ecco i punti:

1) la scritta "particolare" sia sul frontespizio che al verso e'di natura privata. lo dimostrano la stessa grafia della P maiuscola di "pregiatissimo" nel testo e al verso. la T dei due "particolare" e'identica, cambia soltanto che uno e'scritto in maiuscolo l'altro e'minuscolo. allo scrivente piacevano inoltre gli svolazzi... l'inchiostro mi sembra inoltre uguale.

2) non ho trovato notizia del servizio "corso particolare" nel regolamento postale austriaco. tutte le fonti mi rimandano al regno di sardegna

3) e'l'unica lettera con questa scritta. possibile in cosi'tanti anni di posta austriaca in italia?

4) il bollo di arrivo e'postale quando il servizio di "corso particolare" esula dal campo della privativa postale una volta assolto il diritto di porto.

5) mi sembra un'assurdita' accompagnare personalmente una lettera fino a destinazione quando questa avrebbe percorso lo stesso tragitto anche ...sola nello stesso e identico tempo.

ripeto che rimane da spiegare il significato di "particolare": mi insospettisce comunque la posizione della scritta al verso tipica dei postali.

spero vivamente di sbagliarmi :-))

boh! :mmm:


Ciao: francesco
I nostri articoli:

https://www.academia.edu/10877153/_News ... _1850-1866_

Cliccare su authors per leggerli tutti facendo scorrere la pagina verso il basso oppure iscriversi al sito http://www.academia.edu per scaricare il PDF.

Ciao: Francesco

Avatar utente
fildoc
Messaggi: 9171
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: Una busta particolare

Messaggio da fildoc »

Certo se la tariffa ufficiale fosse stata 10 soldi....era piu' convincente
La cosa pero' è stata smentita con certezza dal documento mostrato da Mestrestamp
Una scritta tipo Preme o Urgentissima non sarebbe stata scritta anche al retro...
Quanto al regolamento, come si vede anche dalla variazione delle tariffe sulla distanza, poteva avere avuto nel 1865 degli aggiornamenti, come per esempio avvenne con l'introduzione di un altro servizio rarissimo nel LV e sconosciuto negli altri ASI : L'espresso
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc

Avatar utente
francesco luraschi
Messaggi: 2260
Iscritto il: 14 luglio 2007, 18:08
Località: Casnate (CO)

Re: Una busta particolare

Messaggio da francesco luraschi »

da fonte sicura ho appreso quanto segue per "sciogliere" la lettera in questione:

la lettera, di carattere familiare visto che nel testo si legge (o sembra di leggere) la parola "nonno", venne spedita a una persona che lavorava presso la banca ebrea di venezia "angelo errera & c."

proprio per il fatto di essere di carattere privato, piuttosto che di lavoro, il mittente scrisse sia sul frontespizio che al verso la parola "particolare" cioe'la versione arcaica di "personale" in uso fino ai primi del '900. si tratta quindi di una precauzione per fare in modo che fosse proprio il destinatario, e non qualcun altro, ad aprire la lettera.

aggiungo inoltre: con una circolare a stampa del 16/2/1828, ribadita poi nel 1830, si definiva "irregolare e abusiva la pratica di bollare le lettere ai presentatori contro il pagamento del porto e di restituirle a loro".

in pratica,a differenza degli stati sardi, non veniva piu'ammesso il "corso particolare".

mi chiedo quindi se la parola "di parte" e "particolare" indicanti qualcosa di "privato", dal significato opposto a "d'ufficio" e "ufficiale", possano avere avuto la stessa origine (suonano simili...) :mmm:

i miei dubbi erano quindi fondati e la tariffa di 5s mi aveva tratto in inganno. inoltre non avevo nominato le circolari a stampa del 1828/1830 perche'non riuscivo a ricordarne i dettagli. :OOO:


certo che in fatto di storia postale :ko: :ko: :ko: fortuna vuole che non siamo usciti con un articolo "a stampa", quindi non modificabile. la natura stessa di questo forum, cioe'di dibattito, ci permette "andata e ritorno" prima di arrivare alla soluzione. :-))


Ciao: francesco
Ultima modifica di francesco luraschi il 16 maggio 2010, 18:32, modificato 1 volta in totale.
I nostri articoli:

https://www.academia.edu/10877153/_News ... _1850-1866_

Cliccare su authors per leggerli tutti facendo scorrere la pagina verso il basso oppure iscriversi al sito http://www.academia.edu per scaricare il PDF.

Ciao: Francesco

Avatar utente
fildoc
Messaggi: 9171
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: Una busta particolare

Messaggio da fildoc »

Quindi l'ipotesi piu' probabile è che la scritta "particolare" sia stata vergata con il significato di "personale" o di "in sue proprie mani"......
E' la prima volta che vedo scritto "particolare" su una busta del LV....
Dal momento che la tariffa è regolare, tutto puo' essere!
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc

Avatar utente
francesco luraschi
Messaggi: 2260
Iscritto il: 14 luglio 2007, 18:08
Località: Casnate (CO)

Re: Una busta particolare

Messaggio da francesco luraschi »

curiosando su delcampe e'saltata fuori questa lettera del 1832 da verona per bassano "per espresso".

http://francobolli.delcampe.net/page/it ... age,I.html
821_001.jpg


anche questo e'un servizio extrapostale che sfuggiva alla privativa statale riguardante il trasporto di corrispondenza.

non penso siano lettere particolarmente rare, forse si notano poco...


Ciao: francesco
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
I nostri articoli:

https://www.academia.edu/10877153/_News ... _1850-1866_

Cliccare su authors per leggerli tutti facendo scorrere la pagina verso il basso oppure iscriversi al sito http://www.academia.edu per scaricare il PDF.

Ciao: Francesco

Avatar utente
fildoc
Messaggi: 9171
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: Una busta particolare

Messaggio da fildoc »

Se non costa molto prendila.
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc

Avatar utente
mestrestamps
Messaggi: 1911
Iscritto il: 25 gennaio 2009, 23:18
Località: mestre

Re: Una busta particolare

Messaggio da mestrestamps »

fildoc ha scritto:Quindi l'ipotesi piu' probabile è che la scritta "particolare" sia stata vergata con il significato di "personale" o di "in sue proprie mani"......


Massimiliano, credo proprio di si. :-)

E' da tener presente che Moisè Vita Jacur era un personaggio molto importante ed influente nel territorio veneziano, più specificatamente in quello che comprendeva Mirano_Salzano, ed essendo proprietario della Filanda ha lasciato un archivio enorme vista la corrispondenza che muoveva sia in entrata che in uscita (un po' come l'archivio di Abram Cases di Padova... ;-) :-)) )

A titolo informativo e per pura curiosità il link qui sotto dice chi era Moisè Vita Jacur

http://salzano.provincia.venezia.it/filanda/fil_fam.htm

Ciao: Ciao:

Revised by Lucky Boldrini - June 2011
andreafusati@tim.it

prefilateliche della Repubblica di Venezia
storia postale del Regno Lombardo Veneto
annullamenti di Lombardo Veneto su Italia

http://www.museodeitasso.com

SOSTENITORE 2009-2010-2011-2012-2013-2014-2015

" Se Dio non avesse fatto la donna, non avrebbe fatto il fiore. " (Oscar Wilde)

visita il mio negozio su delCampe http://www.delcampe.net/negozi/mestrestamps

Rispondi

Torna a “Regno Lombardo-Veneto”

SOSTIENI IL FORUM