Oggi è 24 giugno 2019, 14:27

La massima distanza nel 45 centesimi,primo tipo

Forum di discussione sulle emissioni e la storia postale del Regno Lombardo-Veneto.

Moderatori: fildoc, rossi

Rispondi
Avatar utente
pablita64
Messaggi: 603
Iscritto il: 18 luglio 2007, 11:19
Località: Vercelli

Re: La massima distanza nel 45 centesimi,primo tipo

Messaggio da pablita64 » 19 novembre 2012, 22:57

residuo del 3 milano 4-9.jpg
riq inf e sx evanescenti nell'ang inf sx venezia ..-11.jpg
riq inf interrotto e spostato milano 23-3.jpg

Quello del residuo del 3 è il migliore che ho, invece dell'angolo mancante in basso a sx ho solo questi due.
Ciao: Ciao: Mario Serone
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
10 centesimi (N° 2 e 19 del catalogo Sassone) della prima emissione del Lombardo Veneto.
45 centesimi I tipo (N° 10 e 17 del catalogo Sassone) della prima emissione del Lombardo Veneto.
Lettere della prima emissione del Lombardo Veneto nel periodo novembre-dicembre 1858.
Lettere del Lombardo Veneto affrancate con il 10 centesimi in tariffa per il distretto postale.
Lettere "forwarded" nella I emissione del Lombardo Veneto.
Tinte della IV emissione di Sardegna.


Avatar utente
arkorr
Messaggi: 466
Iscritto il: 15 marzo 2008, 23:32
Località: Genova

Re: La massima distanza nel 45 centesimi,primo tipo

Messaggio da arkorr » 24 novembre 2012, 23:15

Sperando possa essere utile, posto questo mio 10
10 Como R5_ - grande difetto clichè.jpg

con evidente difetto di clichè all'angolo superiore sinistro.
Ciao: Ciao:

Corrado
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
fildoc
Messaggi: 9275
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: La massima distanza nel 45 centesimi,primo tipo

Messaggio da fildoc » 25 novembre 2012, 7:54

Si nota la rottura di un pezzo di cornice in alto e della scritta vicina.
A differenza di altre tavole questi clichè furono veramente vissuti
Infatti dopo una breve vita da 30 centesimi divennero dei 45 grazie ad una lavorazione personalizzata uno per uno!
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc

Giorgio Di Raimo
Messaggi: 2253
Iscritto il: 31 agosto 2007, 17:20
Contatta:

Re: La massima distanza nel 45 centesimi,primo tipo

Messaggio da Giorgio Di Raimo » 9 marzo 2013, 23:07

Ciao: amici

questo c'entra qualcosa con il topic e titolo in oggetto :ricerca: :lente: :leggo:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Specializzato in tutti gli Antichi Stati Italiani, Filatelia e Storia Postale
I miei francobolli su Tuscanphila
Socio ASPOT
Stimo, Valuto e/o Acquisto Collezioni degli Antichi Stati Italiani
Per le mie Collezioni Private acquisto esemplari ASI di eccezionale bellezza

Avatar utente
Tergesteo
Messaggi: 5149
Iscritto il: 14 settembre 2009, 14:50
Località: Trieste

Re: La massima distanza nel 45 centesimi,primo tipo

Messaggio da Tergesteo » 9 marzo 2013, 23:13

Ciao Giorgio, Ciao:

Non c'entra nulla,è un terzo tipo,probabilmente carta a macchina,azzurro vivo.Al secolo Sassone n°22a.

Dal secondo tipo in poi,la distanza era identica in tutti i clichés,simile alla massima distanza del n°10,intorno a 0,65 mm.

Ciao: Ciao:

Benjamin
Colleziono: Lombardo Veneto (tutto, sia filatelia che annulli e storia postale), Toscana filatelia e storia postale delle antiche province di Lucca e Siena, colori della quarta emissione di Sardegna, Napoli e comunque a livello filatelico tutti gli antichi stati italiani.
Paesi Baltici (Lettonia,Lituania ed Estonia),
Classici di Francia, Inghilterra e Russia,
Israele, annulli su francobolli turchi, Levante, mandato britannico, interim e dal 1948 a oggi.


"Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

Giordano Bruno


Giorgio Di Raimo
Messaggi: 2253
Iscritto il: 31 agosto 2007, 17:20
Contatta:

Re: La massima distanza nel 45 centesimi,primo tipo

Messaggio da Giorgio Di Raimo » 9 marzo 2013, 23:18

Tergesteo ha scritto:Ciao Giorgio, Ciao:

Non c'entra nulla,è un terzo tipo,probabilmente carta a macchina,azzurro vivo.Al secolo Sassone n°22a.

Dal secondo tipo in poi,la distanza era identica in tutti i clichés,simile alla massima distanza del n°10,intorno a 0,65 mm.

Ciao: Ciao:

Benjamin


:abb: ok grazie :leggo: Ciao:
Specializzato in tutti gli Antichi Stati Italiani, Filatelia e Storia Postale
I miei francobolli su Tuscanphila
Socio ASPOT
Stimo, Valuto e/o Acquisto Collezioni degli Antichi Stati Italiani
Per le mie Collezioni Private acquisto esemplari ASI di eccezionale bellezza

adelio
Messaggi: 1
Iscritto il: 13 marzo 2013, 13:28

Re: La massima distanza nel 45 centesimi,primo tipo

Messaggio da adelio » 13 marzo 2013, 13:54

Buongiorno a tutti,
ho seguito con interesse la discussione sul 45 centesimi primo tipo, in quanto da vent'anni mi occupo della ricostruzione del 9 kr. primo tipo austriaco.

Se posso essere utile per qualche delucidazione sono qui!

ciao a tutti
Adelio

Avatar utente
Tergesteo
Messaggi: 5149
Iscritto il: 14 settembre 2009, 14:50
Località: Trieste

Re: La massima distanza nel 45 centesimi,primo tipo

Messaggio da Tergesteo » 22 maggio 2013, 20:12

Nell'approfondimento dello studio di questo francobollo,forse il più stimolante del Lombardo Veneto,si possono fare tanti passi avanti:

Da questa semplice immagine colta in rete,possiamo individuare una posizione mancante della seconda composizione:

http://www.ebay.it/itm/400489011358?ssP ... 620wt_1563

Il cliché è senza dubbio il C122.

Costui occupava la posizione n°40 nella prima composizione (ottava colonna,quinta fila),in posizione filigranabile.

Il reperto è un cotelé,ardesia,evidentemente appartenente alla seconda composizione.

Il bordo di foglio destro (non ascrivibile all'interspazio) ed il bordo inferiore,dove poco sotto si trovava una croce di Sant'Andrea è collocabile solamente alle posizioni n°176 o 236 (improbabile,ma non impossibile la posizione n°116).

Quindi abbiamo una prova certa che il cliché C122 cambio posizione tra la prima e la seconda composizione dalla n°40 alla n°176 o 236 (esclusa la n°56,per l'assenza di filigrana).

Un tassello nella ricostruzione delle due composizioni del 45 centesimi,primo tipo!

:pea:

Ciao: Ciao:

Benjamin
Colleziono: Lombardo Veneto (tutto, sia filatelia che annulli e storia postale), Toscana filatelia e storia postale delle antiche province di Lucca e Siena, colori della quarta emissione di Sardegna, Napoli e comunque a livello filatelico tutti gli antichi stati italiani.
Paesi Baltici (Lettonia,Lituania ed Estonia),
Classici di Francia, Inghilterra e Russia,
Israele, annulli su francobolli turchi, Levante, mandato britannico, interim e dal 1948 a oggi.


"Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

Giordano Bruno

Clathrus Ruber

Re: La massima distanza nel 45 centesimi,primo tipo

Messaggio da Clathrus Ruber » 18 dicembre 2013, 11:42

Ciao:
Qual è la prima data nota dell'uso del 45 centesimi carta a macchina?

Avatar utente
Tergesteo
Messaggi: 5149
Iscritto il: 14 settembre 2009, 14:50
Località: Trieste

Re: La massima distanza nel 45 centesimi,primo tipo

Messaggio da Tergesteo » 18 dicembre 2013, 11:53

Qual è la prima data nota dell'uso del 45 centesimi carta a macchina?


25/VIII/1856.

Ma è probabile assai che fu stampato parecchio tempo prima di essere venduto allo sportello.

Le I.R. stamperie smisero di usare la carta a mano alla fine dl 1853.

Ciao: Ciao:

Benjamin
Colleziono: Lombardo Veneto (tutto, sia filatelia che annulli e storia postale), Toscana filatelia e storia postale delle antiche province di Lucca e Siena, colori della quarta emissione di Sardegna, Napoli e comunque a livello filatelico tutti gli antichi stati italiani.
Paesi Baltici (Lettonia,Lituania ed Estonia),
Classici di Francia, Inghilterra e Russia,
Israele, annulli su francobolli turchi, Levante, mandato britannico, interim e dal 1948 a oggi.


"Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

Giordano Bruno

Clathrus Ruber

Re: La massima distanza nel 45 centesimi,primo tipo

Messaggio da Clathrus Ruber » 18 dicembre 2013, 12:10

Grazie per l'informazione.
Stavo valutando l'acquisto di una busta che riportava come prima data nota 5.9.1856, ma il certificato è di 20 anni fa.

Ciao:

Avatar utente
Tergesteo
Messaggi: 5149
Iscritto il: 14 settembre 2009, 14:50
Località: Trieste

Re: La massima distanza nel 45 centesimi,primo tipo

Messaggio da Tergesteo » 18 dicembre 2013, 12:14

Nuove scoperte saranno state fate nel frattempo e magari se ne faranno ancora altre!

Ciao: Ciao:

Benjamin
Colleziono: Lombardo Veneto (tutto, sia filatelia che annulli e storia postale), Toscana filatelia e storia postale delle antiche province di Lucca e Siena, colori della quarta emissione di Sardegna, Napoli e comunque a livello filatelico tutti gli antichi stati italiani.
Paesi Baltici (Lettonia,Lituania ed Estonia),
Classici di Francia, Inghilterra e Russia,
Israele, annulli su francobolli turchi, Levante, mandato britannico, interim e dal 1948 a oggi.


"Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

Giordano Bruno

Avatar utente
fildoc
Messaggi: 9275
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: La massima distanza nel 45 centesimi,primo tipo

Messaggio da fildoc » 18 dicembre 2013, 21:50

Io sono quasi sicuro che la data dovrebbe essere anticipata........
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc

Avatar utente
Fabio76
Messaggi: 344
Iscritto il: 24 gennaio 2009, 18:10
Località: Mira (Ve)

Re: La massima distanza nel 45 centesimi,primo tipo

Messaggio da Fabio76 » 5 febbraio 2014, 19:14

Ciao Benjamin, mi è arrivato da poco questo 45 centes, come lo si può considerare??
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Sono sempre alla ricerca di Storia Postale della Riviera del Brenta(VE-PD) (Mira,Dolo,Strà,Mirano)

https://circolofilateliconoale.weebly.com/

Avatar utente
fildoc
Messaggi: 9275
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: La massima distanza nel 45 centesimi,primo tipo

Messaggio da fildoc » 5 febbraio 2014, 19:24

un numero 11
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc

Avatar utente
Tergesteo
Messaggi: 5149
Iscritto il: 14 settembre 2009, 14:50
Località: Trieste

Re: La massima distanza nel 45 centesimi,primo tipo

Messaggio da Tergesteo » 5 febbraio 2014, 19:29

La pallina interna del 5 a mo' di virgola e non rotonda parla da sola...

Ciao: Ciao:

Benjamin
Colleziono: Lombardo Veneto (tutto, sia filatelia che annulli e storia postale), Toscana filatelia e storia postale delle antiche province di Lucca e Siena, colori della quarta emissione di Sardegna, Napoli e comunque a livello filatelico tutti gli antichi stati italiani.
Paesi Baltici (Lettonia,Lituania ed Estonia),
Classici di Francia, Inghilterra e Russia,
Israele, annulli su francobolli turchi, Levante, mandato britannico, interim e dal 1948 a oggi.


"Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

Giordano Bruno

Avatar utente
Fabio76
Messaggi: 344
Iscritto il: 24 gennaio 2009, 18:10
Località: Mira (Ve)

Re: La massima distanza nel 45 centesimi,primo tipo

Messaggio da Fabio76 » 5 febbraio 2014, 19:37

Tergesteo ha scritto:La pallina interna del 5 a mo' di virgola e non rotonda parla da sola...

Ciao: Ciao:

Benjamin


Particolare che non conoscevo, e pensare che mi ero fatto incuriosire per quella piccola rottura in alto a destra..
Ciao: Ciao:
Sono sempre alla ricerca di Storia Postale della Riviera del Brenta(VE-PD) (Mira,Dolo,Strà,Mirano)

https://circolofilateliconoale.weebly.com/

Avatar utente
fildoc
Messaggi: 9275
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: La massima distanza nel 45 centesimi,primo tipo

Messaggio da fildoc » 5 febbraio 2014, 21:34

Comunque rispetto alla media , la stampa di questo numero 11 è discreta e poteva portare a false conclusioni...
mettilo tra i numeri 11 belli :-))
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc

Giorgio Di Raimo
Messaggi: 2253
Iscritto il: 31 agosto 2007, 17:20
Contatta:

Re: La massima distanza nel 45 centesimi,primo tipo

Messaggio da Giorgio Di Raimo » 25 maggio 2014, 22:05

..questa volta la Tuscan batte i lumbard :-)) ...o no??? :mmm: :pray: :-)) :-))
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Specializzato in tutti gli Antichi Stati Italiani, Filatelia e Storia Postale
I miei francobolli su Tuscanphila
Socio ASPOT
Stimo, Valuto e/o Acquisto Collezioni degli Antichi Stati Italiani
Per le mie Collezioni Private acquisto esemplari ASI di eccezionale bellezza

Avatar utente
Tergesteo
Messaggi: 5149
Iscritto il: 14 settembre 2009, 14:50
Località: Trieste

Re: La massima distanza nel 45 centesimi,primo tipo

Messaggio da Tergesteo » 25 maggio 2014, 22:12

E' lui!

Complimenti!

:clap: :clap: :clap:

Ciao: Ciao:

Benjamin
Colleziono: Lombardo Veneto (tutto, sia filatelia che annulli e storia postale), Toscana filatelia e storia postale delle antiche province di Lucca e Siena, colori della quarta emissione di Sardegna, Napoli e comunque a livello filatelico tutti gli antichi stati italiani.
Paesi Baltici (Lettonia,Lituania ed Estonia),
Classici di Francia, Inghilterra e Russia,
Israele, annulli su francobolli turchi, Levante, mandato britannico, interim e dal 1948 a oggi.


"Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

Giordano Bruno


Rispondi

Torna a “Regno Lombardo-Veneto”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Aleroma e 2 ospiti


Sostieni il forum: