Oggi è 16 ottobre 2019, 19:42

La massima distanza nel 45 centesimi,primo tipo

Forum di discussione sulle emissioni e la storia postale del Regno Lombardo-Veneto.

Moderatori: fildoc, rossi

Rispondi
Avatar utente
Tergesteo
Messaggi: 5145
Iscritto il: 14 settembre 2009, 14:50
Località: Trieste

Re: La massima distanza nel 45 centesimi,primo tipo

Messaggio da Tergesteo » 7 marzo 2019, 14:08

https://www.ebay.it/itm/FRANCOBOLLI-185 ... 1438.l2649

Qui abbiamo un C152 certificato da Enzo Diena come 0,6mm, quindi conferma l'esistenza di esemplari di questo cliché con la quasi massima distanza, come nell'esemplare che avevo mostrato sopra:
img123573.jpg
Inoltre l'esemplare in vendita reca un bordo di foglio sinistro, a conferma della provenienza dalla prima colonna di una delle composizioni.

Ciao: Ciao:

Benjamin
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Colleziono: Lombardo Veneto (tutto, sia filatelia che annulli e storia postale), Toscana filatelia e storia postale delle antiche province di Lucca e Siena, colori della quarta emissione di Sardegna, Napoli e comunque a livello filatelico tutti gli antichi stati italiani.
Paesi Baltici (Lettonia,Lituania ed Estonia),
Classici di Francia, Inghilterra e Russia,
Israele, annulli su francobolli turchi, Levante, mandato britannico, interim e dal 1948 a oggi.


"Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

Giordano Bruno


Avatar utente
fildoc
Messaggi: 9111
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: La massima distanza nel 45 centesimi,primo tipo

Messaggio da fildoc » 7 marzo 2019, 16:16

Assai interessante
:clap: :clap: :clap: :clap:
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc

Avatar utente
pablita64
Messaggi: 592
Iscritto il: 18 luglio 2007, 11:19
Località: Vercelli

Re: La massima distanza nel 45 centesimi,primo tipo

Messaggio da pablita64 » 8 marzo 2019, 8:25

Ciao Benjamin, il C152 con quella "C" di "CENTES" diciamo "confusa"(per via della scalpellatura) lascia spazio a un range di misurazione.
Il Votter ne parla nelle pagine introduttive, ma nella "C" del cliche' suddetto è veramente difficile mettere il paletto per la misurazione da sinistra. Da dove partiamo? C'è una gobbetta in basso che sarebbe il punto da cui far partire la misurazione, ed allora li non sarebbe 0,6 mm; oppure partiamo da dove sembra un po' "grattugiato" il fianco sinistro?
Ciao: Ciao: Mario Serone
10 centesimi (N° 2 e 19 del catalogo Sassone) della prima emissione del Lombardo Veneto.
45 centesimi I tipo (N° 10 e 17 del catalogo Sassone) della prima emissione del Lombardo Veneto.
Lettere della prima emissione del Lombardo Veneto nel periodo novembre-dicembre 1858.
Lettere del Lombardo Veneto affrancate con il 10 centesimi in tariffa per il distretto postale.
Lettere "forwarded" nella I emissione del Lombardo Veneto.
Tinte della IV emissione di Sardegna.

Avatar utente
Tergesteo
Messaggi: 5145
Iscritto il: 14 settembre 2009, 14:50
Località: Trieste

Re: La massima distanza nel 45 centesimi,primo tipo

Messaggio da Tergesteo » 8 marzo 2019, 14:36

Ciao Mario,

La distanza 5-C deve sempre tenere conto dei due punti estremi, quindi in questo caso dalla curva estrema del 5 alla gobetta della C.

Ho quest'esemplare, periziato da Voetter come 0,5mm con un'evidente distanza più stretta:
img222789.jpg
L'esemplare periziato da Enzo Diena è pure chiaramente più largo di questo.

L'unico fattore aleatorio può essere la stampa, ma una prima tiratura nitida dovrebbe mostrare una distanza maggiore rispetto ad una stampa più fluida o granulosa.

Inoltre, Voetter cita chiaramente un cliché quale pseudo 0,6mm, cioè il C311nel quale la distanza effettiva è creata dallo scalpellamento della C.

Ciao: Ciao:

Benjamin
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Colleziono: Lombardo Veneto (tutto, sia filatelia che annulli e storia postale), Toscana filatelia e storia postale delle antiche province di Lucca e Siena, colori della quarta emissione di Sardegna, Napoli e comunque a livello filatelico tutti gli antichi stati italiani.
Paesi Baltici (Lettonia,Lituania ed Estonia),
Classici di Francia, Inghilterra e Russia,
Israele, annulli su francobolli turchi, Levante, mandato britannico, interim e dal 1948 a oggi.


"Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

Giordano Bruno

Avatar utente
Fabio76
Messaggi: 341
Iscritto il: 24 gennaio 2009, 18:10
Località: Mira (Ve)

Re: La massima distanza nel 45 centesimi,primo tipo

Messaggio da Fabio76 » 5 maggio 2019, 16:11

La qualità lascia molto a desiderare, ma dovrebbe trattarsi del mio primo 45 cent con la massima distanza....
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Sono sempre alla ricerca di Storia Postale della Riviera del Brenta(VE-PD) (Mira,Dolo,Strà,Mirano)

https://circolofilateliconoale.weebly.com/


Avatar utente
fildoc
Messaggi: 9111
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: La massima distanza nel 45 centesimi,primo tipo

Messaggio da fildoc » 5 maggio 2019, 18:58

:clap: :clap: :clap:
Quasi una prima tiratura
una piega di carta quasi certamente naturale

le grandi distanze sono sempre delle chicche!

l'annullo è di Verona
quasi certamente luglio 1851
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc

Avatar utente
Aleroma
Messaggi: 83
Iscritto il: 12 luglio 2018, 17:38
Località: Brescia

Re: La massima distanza nel 45 centesimi,primo tipo

Messaggio da Aleroma » 24 maggio 2019, 15:05

Buongiorno, chiederei agli esperti se questo 45 (oltretutto con bel decalco da macchina) sia un minima distanza, mi verrebbe da pensare quel fantomatico 0,1 di cui si discute per la C non scalpellata.

Grazie
Alessandro
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Aleroma
Messaggi: 83
Iscritto il: 12 luglio 2018, 17:38
Località: Brescia

Re: La massima distanza nel 45 centesimi,primo tipo

Messaggio da Aleroma » 24 maggio 2019, 15:26

Potrebbe aver contribuito all'avvicinamento ulteriore la pressione del tassello "mobile" del 45 sul clichè contro l'inspessimento della carta in corrispondenza del 45 (impurità o sporco) che era sicuramente presente prima della stampa; si nota infatti che risulta sottostante sia alla stampa al recto sia sul decalco al verso.

Avatar utente
fildoc
Messaggi: 9111
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: La massima distanza nel 45 centesimi,primo tipo

Messaggio da fildoc » 24 maggio 2019, 18:43

sì la distanza è la minima possibile.
:clap: :clap: :clap:
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc

Avatar utente
Aleroma
Messaggi: 83
Iscritto il: 12 luglio 2018, 17:38
Località: Brescia

Re: La massima distanza nel 45 centesimi,primo tipo

Messaggio da Aleroma » 24 maggio 2019, 18:49

Grazie mille Fildoc.
Ma è la discussa 0,1 o la considerata minima distanza 0,2?

Grazie in anticipo


Alessandro

Avatar utente
Tergesteo
Messaggi: 5145
Iscritto il: 14 settembre 2009, 14:50
Località: Trieste

Re: La massima distanza nel 45 centesimi,primo tipo

Messaggio da Tergesteo » 24 maggio 2019, 22:29

Il cliché sembra un C147 stampato all'interno della prima composizione; proprio a proposito di esso, Voetter ribadiva nel suo libro che la distanza 0,1mm non esiste.

Essa si verificherebbe soltanto nelle minime distanze da 0,2mm con stampa più inchiostrata o sbavata.

Comunque anche così vediamo un pezzo non comune abbellito dal decalco, complimenti!

:clap: :clap: :clap:

Ciao: Ciao:

Benjamin
Colleziono: Lombardo Veneto (tutto, sia filatelia che annulli e storia postale), Toscana filatelia e storia postale delle antiche province di Lucca e Siena, colori della quarta emissione di Sardegna, Napoli e comunque a livello filatelico tutti gli antichi stati italiani.
Paesi Baltici (Lettonia,Lituania ed Estonia),
Classici di Francia, Inghilterra e Russia,
Israele, annulli su francobolli turchi, Levante, mandato britannico, interim e dal 1948 a oggi.


"Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

Giordano Bruno


Rispondi

Torna a “Regno Lombardo-Veneto”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: grifomane e 2 ospiti


Sostieni il forum: