Oggi è 16 ottobre 2019, 4:30

Le tariffe per la posta dal Lombardo Veneto verso lo Stato Pontificio

Forum di discussione sulle emissioni e la storia postale del Regno Lombardo-Veneto.

Moderatori: fildoc, rossi

Avatar utente
azteco1
Messaggi: 779
Iscritto il: 16 luglio 2007, 15:30
Località: Legnago (VR)

Re: Tariffa per lo Stato Pontificio

Messaggio da azteco1 » 28 novembre 2012, 23:29

Ciao:

La mia idea in merito "paventata già da altri prima di me" è questa

l.v.pont.JPG


dove "ovviamente" al posto del 15 Cent da me posizionato, doveva esserci un 30 Cent.

Il distacco "fortuito" di quest'ultimo FB ha di per se lasciato una busta :bleah:

l.v.pont2.JPG


e qualcuno a "grattato" ad arte l'impronta del timbro residuo

l.v.pont3.jpg


in modo da renderla più "presentabile" ;-)

Pertanto secondo me non vi è nessuna tariffa particolare ma solo un salto dall'estetista per un sano maquillage :-))

Ciao: Saverio
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Non è l'Uomo che fa la Storia, ma è la Storia che fa l'Uomo, ed è la Massa e solo la Massa che fa la Storia (I.Asimov)
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Colleziono Storia Postale Repubblica


Avatar utente
robymi
Messaggi: 2377
Iscritto il: 13 luglio 2007, 11:51
Località: Milano

Re: Tariffa per lo Stato Pontificio

Messaggio da robymi » 11 dicembre 2012, 11:29

Ieri mi è arrivato un lotto di buste che ne contiene tre o quattro da S.M. Maddalena e Rovigo per Ferrara, tutte affrancate con un semplice 15c. e non tassate. Gli anni vanno dal 1854 al 1857. Appena riesco cerco di inserire delle immagini, ma sono molto simili a quella di Sergio (il destinatario è sempre un nobile, non lo stesso).
La distanza era minore rispetto al caso precedente, ma si ripropone il dubbio relativo all'apparente mancata riscossione da parte dello Stato Pontificio.
Roberto
S T A F F

Avatar utente
francesco luraschi
Messaggi: 2222
Iscritto il: 14 luglio 2007, 18:08
Località: Casnate (CO)

Re: Tariffa per lo Stato Pontificio

Messaggio da francesco luraschi » 11 dicembre 2012, 13:30

Roberto,

in quegli anni vigeva la convenzione tra Austria e Pontificio. Se la distanza tra le località è inferiore a 75 km la tariffa è esatta. Mi piacerebbe comunque vedere una lettera affrancata con francobolli, datata prima del 1852 diretta a Ferrara se è tassata o meno :mmm:

Ciao: Francesco
I nostri articoli:

https://www.academia.edu/10877153/_News ... _1850-1866_

Cliccare su authors per leggerli tutti facendo scorrere la pagina verso il basso oppure iscriversi al sito http://www.academia.edu per scaricare il PDF.

Ciao: Francesco

Avatar utente
robymi
Messaggi: 2377
Iscritto il: 13 luglio 2007, 11:51
Località: Milano

Re: Tariffa per lo Stato Pontificio

Messaggio da robymi » 11 dicembre 2012, 14:05

Grazie Francesco.
Un "piccolo" dettaglio che non consideravo.
Nessuna delle lettere in questo lotto è ante 1852, purtroppo.
Roberto
S T A F F

Avatar utente
fildoc
Messaggi: 9111
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: Tariffa per lo Stato Pontificio

Messaggio da fildoc » 12 dicembre 2012, 21:25

Nel 1850....
7 bajocchi !
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc


Avatar utente
Tergesteo
Messaggi: 5145
Iscritto il: 14 settembre 2009, 14:50
Località: Trieste

Re: Tariffa per lo Stato Pontificio

Messaggio da Tergesteo » 12 dicembre 2012, 21:59

Prima della convenzione! :clap: :clap: :clap:

Dopo,da Rovigo a Ferrara,non sarebbe stata tassata:raggio limitrofo!

Ciao: Ciao:

Benjamin
Colleziono: Lombardo Veneto (tutto, sia filatelia che annulli e storia postale), Toscana filatelia e storia postale delle antiche province di Lucca e Siena, colori della quarta emissione di Sardegna, Napoli e comunque a livello filatelico tutti gli antichi stati italiani.
Paesi Baltici (Lettonia,Lituania ed Estonia),
Classici di Francia, Inghilterra e Russia,
Israele, annulli su francobolli turchi, Levante, mandato britannico, interim e dal 1948 a oggi.


"Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

Giordano Bruno

Avatar utente
francesco luraschi
Messaggi: 2222
Iscritto il: 14 luglio 2007, 18:08
Località: Casnate (CO)

Re: Tariffa per lo Stato Pontificio

Messaggio da francesco luraschi » 12 dicembre 2012, 22:59

Grazie,

avevo un dubbio riguardante le lettere dal LV verso Ferrara.


Ciao: Francesco
I nostri articoli:

https://www.academia.edu/10877153/_News ... _1850-1866_

Cliccare su authors per leggerli tutti facendo scorrere la pagina verso il basso oppure iscriversi al sito http://www.academia.edu per scaricare il PDF.

Ciao: Francesco

Avatar utente
francesco luraschi
Messaggi: 2222
Iscritto il: 14 luglio 2007, 18:08
Località: Casnate (CO)

Re: Tariffa per lo Stato Pontificio

Messaggio da francesco luraschi » 12 dicembre 2012, 23:10

Però la tassa pontificia di 7 baj meriterebbe una ulteriore spiegazione... :-))

Ciao: Francesco


P.S. Dopo la convenzione del 1852 Rovigo-Ferrara era una I distanza, non raggio limitrofo. Non era prevista questa moderazione di porto
I nostri articoli:

https://www.academia.edu/10877153/_News ... _1850-1866_

Cliccare su authors per leggerli tutti facendo scorrere la pagina verso il basso oppure iscriversi al sito http://www.academia.edu per scaricare il PDF.

Ciao: Francesco

Avatar utente
francesco luraschi
Messaggi: 2222
Iscritto il: 14 luglio 2007, 18:08
Località: Casnate (CO)

Re: Tariffa per lo Stato Pontificio

Messaggio da francesco luraschi » 14 dicembre 2012, 14:13

Quella di Ferrara era una direzione di scambio con il Lombardo Veneto. Per questo motivo le lettere dirette a Ferrara beneficiavano di uno sconto di 2 baj

Quindi la tassazione di 7 baj è esatta.


Ciao: Francesco
I nostri articoli:

https://www.academia.edu/10877153/_News ... _1850-1866_

Cliccare su authors per leggerli tutti facendo scorrere la pagina verso il basso oppure iscriversi al sito http://www.academia.edu per scaricare il PDF.

Ciao: Francesco

Avatar utente
luigidinarni
Messaggi: 68
Iscritto il: 28 gennaio 2008, 17:10

Re: Tariffa per lo Stato Pontificio

Messaggio da luigidinarni » 14 dicembre 2012, 15:03

Su questo tema spiegazioni molto esaurienti, mi verrebbe da dire complete, si trovano sulle pagine di Vaccari Magazine che pubblica "I Rapporti Postali del Regno Lombardo Veneto con lo Stato Pontificio" di Lorenzo Carra, FRPSL, AIFPS che dal n° 42 del 2009 prosegue ininterrottamente fino al n° 47 di quest'anno, e che continuano -come annunciato- anche sul n° 48 in arrivo. Quì ho trovato la spiegazione della tariffa di 9 Bajocchi sulla lettera da Milano a Narni del 1816 a suo tempo mostrata.
Cordiali saluti. luigidinarni
Storia Postale di NARNI, AMELIA, CALVI, OTRICOLI e TODI
cerco documenti postali dalle prefilateliche ad oggi.

Avatar utente
fildoc
Messaggi: 9111
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: Tariffa per lo Stato Pontificio

Messaggio da fildoc » 14 dicembre 2012, 22:09

Quando trovai questa busta, avendo la precedente tassata 7 pensai ad un doppio porto....
Invece!
Di che si tratta?
Non facile....
L'anno è il 1851....
Tosta!
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc

Avatar utente
Tergesteo
Messaggi: 5145
Iscritto il: 14 settembre 2009, 14:50
Località: Trieste

Re: Tariffa per lo Stato Pontificio

Messaggio da Tergesteo » 14 dicembre 2012, 22:20

Senza andare a cercare troppo lontano,risponderei che il porto della lettera era giustamente assolto da Verona al confine per il Lombardo Veneto.

Poi all'interno dello Stato Pontifico,la tratta Ferrara Rimini rientra nella seconda distanza,quindi sarebbe logico che pagasse il doppio rispetto ad un Rovigo-confine-Ferrara.

Anche se la distanza confine-Ferrara è minuscola,è pur sempre una prima distanza!

Ciao: Ciao:

Benjamin
Colleziono: Lombardo Veneto (tutto, sia filatelia che annulli e storia postale), Toscana filatelia e storia postale delle antiche province di Lucca e Siena, colori della quarta emissione di Sardegna, Napoli e comunque a livello filatelico tutti gli antichi stati italiani.
Paesi Baltici (Lettonia,Lituania ed Estonia),
Classici di Francia, Inghilterra e Russia,
Israele, annulli su francobolli turchi, Levante, mandato britannico, interim e dal 1948 a oggi.


"Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

Giordano Bruno

Avatar utente
fildoc
Messaggi: 9111
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: Tariffa per lo Stato Pontificio

Messaggio da fildoc » 14 dicembre 2012, 22:20

Se poi la vogliamo far ancora piu' difficile ....
Eccovi una lettera per Ferrara con 9 bajocchi!
(invece di sette!)
L'anno è ancora il successivo 1852.
la qualita' di queste buste non è splendida , ma vi assicuro che non sono comuni.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc

Avatar utente
fildoc
Messaggi: 9111
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: Tariffa per lo Stato Pontificio

Messaggio da fildoc » 14 dicembre 2012, 22:24

all'interno dello Stato Pontifico,la tratta Ferrara Rimini rientra nella seconda distanza,quindi sarebbe logico che pagasse il doppio rispetto ad un Rovigo-confine-Ferrara.


Questo è quello che pensai anch'io prima di studiarla....
Anche perchè non tornava il 9 sulla terza busta!

All'inizio mi misero fuori strada gli anni
1850 con 7
1851 con 14
1852 con 9........

ma non c'entra nulla!
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc

Avatar utente
Tergesteo
Messaggi: 5145
Iscritto il: 14 settembre 2009, 14:50
Località: Trieste

Re: Tariffa per lo Stato Pontificio

Messaggio da Tergesteo » 14 dicembre 2012, 22:34

Forse la discrepanza nasceva dalla tariffa conteggiata dallo Stato romano,non secondo il peso e la distanza,ma a seconda del numero dei fogli (come usavano i borbonici)?

Ciao: Ciao:

Benjamin
Colleziono: Lombardo Veneto (tutto, sia filatelia che annulli e storia postale), Toscana filatelia e storia postale delle antiche province di Lucca e Siena, colori della quarta emissione di Sardegna, Napoli e comunque a livello filatelico tutti gli antichi stati italiani.
Paesi Baltici (Lettonia,Lituania ed Estonia),
Classici di Francia, Inghilterra e Russia,
Israele, annulli su francobolli turchi, Levante, mandato britannico, interim e dal 1948 a oggi.


"Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

Giordano Bruno

Avatar utente
francesco luraschi
Messaggi: 2222
Iscritto il: 14 luglio 2007, 18:08
Località: Casnate (CO)

Re: Tariffa per lo Stato Pontificio

Messaggio da francesco luraschi » 14 dicembre 2012, 22:34

Secondo me che non conosco le tariffe pontificie si tratta di una lettera spedita da Verona a Rimini via Modena. Le lettere da Modena dirette nella III distanza pontificia (direzione di Rimini) pagavano 7 baj ogni 7.5 grammi. Quindi potrebbe essere un II porto pontificio e un I porto austriaco.


Sempre ammesso poi che la tassa interna VR-MO sia stata c.15...


Sicuramente sul VM c'è l'esatta spiegazione

Ciao: Francesco
I nostri articoli:

https://www.academia.edu/10877153/_News ... _1850-1866_

Cliccare su authors per leggerli tutti facendo scorrere la pagina verso il basso oppure iscriversi al sito http://www.academia.edu per scaricare il PDF.

Ciao: Francesco

Avatar utente
francesco luraschi
Messaggi: 2222
Iscritto il: 14 luglio 2007, 18:08
Località: Casnate (CO)

Re: Tariffa per lo Stato Pontificio

Messaggio da francesco luraschi » 14 dicembre 2012, 22:51

Ho controllato meglio: le lettere da Modena per la III distanza pagavano 6 baj, quindi la mia ipotesi non regge...

Mi sembra inoltre di capire che la moderazione di tariffa per le lettere dirette a Ferrara non sempre venisse applicata.


Ciao: Francesco
I nostri articoli:

https://www.academia.edu/10877153/_News ... _1850-1866_

Cliccare su authors per leggerli tutti facendo scorrere la pagina verso il basso oppure iscriversi al sito http://www.academia.edu per scaricare il PDF.

Ciao: Francesco

Avatar utente
fildoc
Messaggi: 9111
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: Tariffa per lo Stato Pontificio

Messaggio da fildoc » 14 dicembre 2012, 22:59

Fuochino.....
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc

Avatar utente
francesco luraschi
Messaggi: 2222
Iscritto il: 14 luglio 2007, 18:08
Località: Casnate (CO)

Re: Tariffa per lo Stato Pontificio

Messaggio da francesco luraschi » 14 dicembre 2012, 23:03

12 bajocchi!

Ciao: Francesco
I nostri articoli:

https://www.academia.edu/10877153/_News ... _1850-1866_

Cliccare su authors per leggerli tutti facendo scorrere la pagina verso il basso oppure iscriversi al sito http://www.academia.edu per scaricare il PDF.

Ciao: Francesco

Avatar utente
fildoc
Messaggi: 9111
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: Tariffa per lo Stato Pontificio

Messaggio da fildoc » 15 dicembre 2012, 7:53

:not:
ve l'avevo detto che era roba tosta....
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc


Rispondi

Torna a “Regno Lombardo-Veneto”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Sostieni il forum: