Oggi è 11 dicembre 2018, 23:10

I colori del Centes. 15 I emissione

Forum di discussione sulle emissioni e la storia postale del Regno Lombardo-Veneto.

Moderatori: fildoc, rossi

Avatar utente
Tergesteo
Messaggi: 5118
Iscritto il: 14 settembre 2009, 14:50
Località: Trieste

Re: I colori del Centes. 15 I emissione

Messaggio da Tergesteo » 11 ottobre 2018, 7:33

I n°5 rosa, sono rari!

Eccone un esempio:
img124781.jpg
Il colore pregiato che ho descritto sopra è questo:
img124781.jpg
Seguendo il Sassone (se adoperiamo il Ferchenbauer, tutto cambia), i colori rari del 15 centesimi sono il n°3c, rosso carminio, non prima tiratura (totalmente diverso dal n°3b):
img123122.jpg
Il n°3d rosso carminio vivo:
img124667.jpg
Il n°4c:
img554.jpg
Ed infine il n°6g:
img222607.jpg
Centrali e molto evidenti, sono tutti di difficilissima reperibilità!

Ciao: Ciao:

Benjamin
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Colleziono: Lombardo Veneto (tutto, sia filatelia che annulli e storia postale), Toscana filatelia e storia postale delle antiche province di Lucca e Siena, colori della quarta emissione di Sardegna, Napoli e comunque a livello filatelico tutti gli antichi stati italiani.
Paesi Baltici (Lettonia,Lituania ed Estonia),
Classici di Francia, Inghilterra e Russia,
Israele, annulli su francobolli turchi, Levante, mandato britannico, interim e dal 1948 a oggi.


"Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

Giordano Bruno


Daniele
Messaggi: 826
Iscritto il: 29 luglio 2007, 10:28
Località: Rep. Ceca

Re: I colori del Centes. 15 I emissione

Messaggio da Daniele » 17 novembre 2018, 12:07

Buongiorno,

per non aprire un nuovo topic mi aggancio a questo.
Ho provato oggi a classificare i colori di questo piccolo lotto preso per qualche euro. Sono tutti 15 centes del primo tipo :-))
Secondo il Sassone antichi stati 2011.


Prima fila:

Bergamo nr3

Vicenza nr 3E

Motta(?) nr 3F

Rovigo nr 3A

Milano nr 3A ( prima tiratura?)

Seconda fila:¨

Milano nr 3H

Soresina nr 3c

Cremona- Verona(?) nr 3H
xyz.jpg
grazie a chi avrá voglia di rispondere

Daniele Ciao:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Colleziono ASFE, poste locali, bogus e phantom stamps.
Raccoglione di Lombardo Veneto


I miei doppioni di posta locale ( in costante sviluppo):
https://www.delcampe.net/en_GB/collecta ... e/asfe1899

Avatar utente
fildoc
Messaggi: 8927
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: I colori del Centes. 15 I emissione

Messaggio da fildoc » 17 novembre 2018, 13:04

io non amo molto classificare secondo i cataloghi...
ovvero cercare di collocare i francobolli secondo il colore piu' simile descritto sul catalogo...
i colori sono
...e se il catalogo non lo descrive è una carenza del catalogo e non del collezionista!

Tuttavia in genere in molti casi il catalogo è affidabile.

Il primo di Bergamo è una seconda tavola dal clichè logoro
ha quindi i colori carichi tipici del numero 4
io lo definirei rosso con un po' di vermiglio (poco)
quindi ok

il secondo di Vicenza è certamente piu' chiaro e il vermiglio è ben presente
io lo classificherei 3f

il Motta (confermo) è certamente una prima tavola
la stampa è ancora sufficientemente nitida e nel colore vi è certamente un po' di nero
pertanto è nella famiglia del carminio chiaro
(non montarti la testa, non è così raro come dice il catalogo...)
ehm il carminio chiaro su Sassone non c'è :fii:

Rovigo
spettacolo!
annullo azzurastro!
Prima tiratura databile 25 luglio 1850
concordo 3a

Milano
sì concordo per la prima tratura , anche se forse non è eccellente,
dalle caratteristiche del timbro oserei collocarlo, come usato nel gennaio 1851 , quando a Milano infatti usarono delle prime tirature!
sul colore pero' io vedo un po' di vermiglio...
...ma guarda anche questo sul catalogo non c'è! :what:

il Milano 26
è un bordo di foglio con leggero randdruck a dx
anche qui il nero ci dice che è della famiglia dei carmini
ma non è scuro (gli scuri son tanto intensi....)
forse un carminio vivo (chissa' cosa vuol dire vivo???- forse il contrario di smorto...)
quindi se vuoi dare a tutti costi una classificazione 3 d

Soresina
anche questo certamente una seconda tavola
quindi del 14 luglio del 1851;
questo è scuro ma non è carminio
non vedi come è presente l'arancio?
è quindi un vermiglio intenso
3g se ami questa classificazione (io no!)

e infine il Cremona
molto interessante per il secondo annullo!
Si tratta di annullo austriaco!
il colore tra il rosso chiaro e il rosso chiaro vermiglio
della famiglia dei 3f se proprio vuoi dargli una sigla

NB
Malgrado abbia un Mac potente e grande, a video sui colori non sono molto sicuro
Benjamin è certamente piu' intuitivo nel discernerli
ovvero immaginarli come sarebbero a luce naturale.

ciao
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc

Daniele
Messaggi: 826
Iscritto il: 29 luglio 2007, 10:28
Località: Rep. Ceca

Re: I colori del Centes. 15 I emissione

Messaggio da Daniele » 17 novembre 2018, 15:30

Che dire..GRAZIE..per il tempo dedicatomi. Adesso li riguardo tutti seguendo le sue indicazioni anche se ancora non so riconoscere le tavole..
Aggiungo che il milano 26 ha una mezza lettera in filigrana.

:abb: :abb:

Daniele
Colleziono ASFE, poste locali, bogus e phantom stamps.
Raccoglione di Lombardo Veneto


I miei doppioni di posta locale ( in costante sviluppo):
https://www.delcampe.net/en_GB/collecta ... e/asfe1899

Avatar utente
Tergesteo
Messaggi: 5118
Iscritto il: 14 settembre 2009, 14:50
Località: Trieste

Re: I colori del Centes. 15 I emissione

Messaggio da Tergesteo » 17 novembre 2018, 20:24

Con i limiti del video (la scansione mi sembra molto scura) ed in sassonese:

-R Bergamo 3g
-R Vicenza 3f
-Motta corsivo 3 (smentisco Massimiliano dicendo che il n°3c vero esiste ed è molto raro!)
-SD Rovigo azzurrastro 3b
-R Milano 3
-R Milano 3e
-SD Soresina 3g tendente al rosso fiamma
-SD Cremona 3e (il secondo annullo è sempre cremonese, 2CO grande)

Dal vivo si potrebbero dare delle risposte certe, ma comunque l'unico che mi lascia perplesso è il Motta...

Ciao: Ciao:

Benjamin
Colleziono: Lombardo Veneto (tutto, sia filatelia che annulli e storia postale), Toscana filatelia e storia postale delle antiche province di Lucca e Siena, colori della quarta emissione di Sardegna, Napoli e comunque a livello filatelico tutti gli antichi stati italiani.
Paesi Baltici (Lettonia,Lituania ed Estonia),
Classici di Francia, Inghilterra e Russia,
Israele, annulli su francobolli turchi, Levante, mandato britannico, interim e dal 1948 a oggi.


"Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

Giordano Bruno


Daniele
Messaggi: 826
Iscritto il: 29 luglio 2007, 10:28
Località: Rep. Ceca

Re: I colori del Centes. 15 I emissione

Messaggio da Daniele » 17 novembre 2018, 22:41

Grazie Benjamin del tuo tempo..riguardo ancora il tutto
:mmm:
Colleziono ASFE, poste locali, bogus e phantom stamps.
Raccoglione di Lombardo Veneto


I miei doppioni di posta locale ( in costante sviluppo):
https://www.delcampe.net/en_GB/collecta ... e/asfe1899

Avatar utente
fildoc
Messaggi: 8927
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: I colori del Centes. 15 I emissione

Messaggio da fildoc » 18 novembre 2018, 0:14

Ha ragione Benjamin!
il secondo annullo non è austriaco , ma il poco comune Cremona doppio cerchio ornato grande!

Quanto ai colori come vedi a monitor si fa fatica...

Ma Benjamin ha un talento tutto suo a capire i colori anche se a video...
Prendi buone le sue classificazioni

...e comunque se il lotticino lo hai preso per pochi euro
hai comperato bene!
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc

Avatar utente
Tergesteo
Messaggi: 5118
Iscritto il: 14 settembre 2009, 14:50
Località: Trieste

Re: I colori del Centes. 15 I emissione

Messaggio da Tergesteo » 18 novembre 2018, 7:36

L'unico mio dubbio riguarda il Motta che sarei curioso di esaminare val vivo!

Quando Massimiliano parla di un rosso carminio non prima tiratura comune, si riferisce a dei n°3b "commerciali" dove la poco nitidezza della stampa non consente di poterli classificare come tali.

Il n°3c vero e proprio è molto più nerastro e carico.
Ho postato sopra due confronti (coppia SI Treviso e Milano cerchio piccolo).

Per il resto, dovremmo esserci con le classifiche, con poco margine di errore!
Per eventuali confronti rimando qui sopra, ad esempio un n°4c è identico ad un n°3h...

Ciao: Ciao:

Benjamin
Colleziono: Lombardo Veneto (tutto, sia filatelia che annulli e storia postale), Toscana filatelia e storia postale delle antiche province di Lucca e Siena, colori della quarta emissione di Sardegna, Napoli e comunque a livello filatelico tutti gli antichi stati italiani.
Paesi Baltici (Lettonia,Lituania ed Estonia),
Classici di Francia, Inghilterra e Russia,
Israele, annulli su francobolli turchi, Levante, mandato britannico, interim e dal 1948 a oggi.


"Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

Giordano Bruno

Daniele
Messaggi: 826
Iscritto il: 29 luglio 2007, 10:28
Località: Rep. Ceca

Re: I colori del Centes. 15 I emissione

Messaggio da Daniele » 18 novembre 2018, 9:51

fildoc ha scritto:
18 novembre 2018, 0:14
Ha ragione Benjamin!
il secondo annullo non è austriaco , ma il poco comune Cremona doppio cerchio ornato grande!

Quanto ai colori come vedi a monitor si fa fatica...

Ma Benjamin ha un talento tutto suo a capire i colori anche se a video...
Prendi buone le sue classificazioni

...e comunque se il lotticino lo hai preso per pochi euro
hai comperato bene!
Grazie per l´aiuto, volevo avere qualche consiglio sicuro sui colori per poter usare i questi francobolli come riscontro per altri. :OOO:
Colleziono ASFE, poste locali, bogus e phantom stamps.
Raccoglione di Lombardo Veneto


I miei doppioni di posta locale ( in costante sviluppo):
https://www.delcampe.net/en_GB/collecta ... e/asfe1899

Daniele
Messaggi: 826
Iscritto il: 29 luglio 2007, 10:28
Località: Rep. Ceca

Re: I colori del Centes. 15 I emissione

Messaggio da Daniele » 18 novembre 2018, 9:53

Tergesteo ha scritto:
18 novembre 2018, 7:36
L'unico mio dubbio riguarda il Motta che sarei curioso di esaminare val vivo!

Quando Massimiliano parla di un rosso carminio non prima tiratura comune, si riferisce a dei n°3b "commerciali" dove la poco nitidezza della stampa non consente di poterli classificare come tali.

Il n°3c vero e proprio è molto più nerastro e carico.
Ho postato sopra due confronti (coppia SI Treviso e Milano cerchio piccolo).

Per il resto, dovremmo esserci con le classifiche, con poco margine di errore!
Per eventuali confronti rimando qui sopra, ad esempio un n°4c è identico ad un n°3h...

Ciao: Ciao:

Benjamin
Benjamin,

metto qui una scansione del Motta con il Milano. Entrambi li hai classificati come nr 3
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Colleziono ASFE, poste locali, bogus e phantom stamps.
Raccoglione di Lombardo Veneto


I miei doppioni di posta locale ( in costante sviluppo):
https://www.delcampe.net/en_GB/collecta ... e/asfe1899

Avatar utente
fildoc
Messaggi: 8927
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: I colori del Centes. 15 I emissione

Messaggio da fildoc » 18 novembre 2018, 10:32

proprio perchè li hai messi vicini
da solo dovresti calibrare il tuo occhio
1 rosso + arancio = vermiglio
2 rosso
3 rosso + nero = carminio

queste sono le tre tonalita' base

poi ci costruisci sopra tutto.

A vista torno a ripetere nel Milano, che fra l'altro ha certamente una stampa un po' piu' nitida,
io vedo delle traccie giallastre...
solo in parte influenzate dalla carta
infatti se osservi bene le due carte sono molto diverse
una bianco grigiastra (Motta) ed una bianca leggermente crema

se diversamente dal vivo il Milano è solo rosso (possibile)
l'altro ha tonalita' leggermente tendenti al carminio.
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc

Daniele
Messaggi: 826
Iscritto il: 29 luglio 2007, 10:28
Località: Rep. Ceca

Re: I colori del Centes. 15 I emissione

Messaggio da Daniele » 18 novembre 2018, 11:19

Grazie, credo di aver capito anche se devo dire dal principio era il Motta che mi sembrava piú arancione quindi vermiglio chiaro.

Mi sembra che lo stesso francobollo a destra appaia meno inchiostrato come se in fase di stampa avesse ricevuto su quel lato meno pressione.

Ciao:

Daniele
Colleziono ASFE, poste locali, bogus e phantom stamps.
Raccoglione di Lombardo Veneto


I miei doppioni di posta locale ( in costante sviluppo):
https://www.delcampe.net/en_GB/collecta ... e/asfe1899

Avatar utente
fildoc
Messaggi: 8927
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: I colori del Centes. 15 I emissione

Messaggio da fildoc » 18 novembre 2018, 11:25

certamente il Motta è leggermente meno inchiostrato a dx
esso infatti parte da un clichè piu' logoro...
per esempio quel piccolo trattino che attraversa la C vicino alla base
sul francobollo di Milano nel Motta non è piu' visibile....

Tuttavia se fai fatica con il colore, concentrati sui laghi di colore, come sono appunto le ali.
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc

Daniele
Messaggi: 826
Iscritto il: 29 luglio 2007, 10:28
Località: Rep. Ceca

Re: I colori del Centes. 15 I emissione

Messaggio da Daniele » 18 novembre 2018, 11:33

fildoc ha scritto:
18 novembre 2018, 11:25

per esempio quel piccolo trattino che attraversa la C vicino alla base
sul francobollo di Milano nel Motta non è piu' visibile....

Molto interessante :abb:

Daniele
Colleziono ASFE, poste locali, bogus e phantom stamps.
Raccoglione di Lombardo Veneto


I miei doppioni di posta locale ( in costante sviluppo):
https://www.delcampe.net/en_GB/collecta ... e/asfe1899

Avatar utente
fildoc
Messaggi: 8927
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: I colori del Centes. 15 I emissione

Messaggio da fildoc » 18 novembre 2018, 13:00

una doverosa nota sulla tinta rosso vivo....
la mia polemica riguardava la scelta dei nomi dei colori sul catalogo....
non sul fatto che non esista un rosso che potrebbe essere catalogato come vivo.
L'aggettivo vivo o vivace cosa indica?

I colori generalmente possono essere puri (ovvero saturi)
oppure composti da due colori come rosso vermiglio e il rosso carminio
a volte addirittura da tre!
comunque essi sono i colori e questa è linguisticamente parlando la tonalita'

in questo caso se il colore è spettrale (quelli dell'arcobaleno) salgono di saturazione (ovvero senza alcuna interferenza, diciamo grigiastra)
potremo definire questo colore brillante, vivo o vivace: il rosso è uno dei colori che ha questa potenzialita'.

Per terminare velocemente la teoria dei colori
dobbiamo aggiungere il concetto di luminosita'.
Essa riguarda quanta luce bianca colpisce un oggetto...
tutti sanno che se c'è penombra o buio un rosso appare piu' scuro
quindi per comparare i colori, noi sappiamo istintivamente da sempre che dobbiamo osservarli in condizioni di luce uguale.
Cosa che non avviene per esempio quasi mai nelle varie immagini postate spesso sui computer!

quindi in filatelia i colori sono
- la tonalita' che indica il colore base
- e le sue sfumature (passaggi graduali di colore)

poi interviene la luminosita'
che possiamo tradurre nelle tre gradazioni
chiaro, medio e scuro

infine la saturazione che generalmente coincide con l'intensita' data dai cataloghi
un'immagine chiarificatrice:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc

Avatar utente
Tergesteo
Messaggi: 5118
Iscritto il: 14 settembre 2009, 14:50
Località: Trieste

Re: I colori del Centes. 15 I emissione

Messaggio da Tergesteo » 18 novembre 2018, 15:17

Bisogna ripetere alcuni concetti esposti più volte:

Le classifiche del Sassone sono dei contenitori generici nei quali trovano spazio molte sotto tinte, talvolta diversissime tra di loro.

Le stesse parole usate per definire i colori sono approssimative e l'opera di semplificazione ingarbuglia anziché chiarire.

Nei miei confronti della prima tavola del 15 centesimi, annovero 26 pezzi, oggettivamente diversi tra di loro, mentre il Sassone ne elenca 5.

Le prime tirature possono essere di tre tinte diverse, rosso, rosso carminio e rosso vermiglio:
img124773.jpg
Ovviamente, centrali, chiari o scuri.

Il rosso vermiglio è menzionato dal Ferchenbauer, ma non dal Sassone, la sua esistenza è indubbia, tutti gli esemplari usati a Mantova nei primi giorni di giugno e luglio 1850 essendo di quel colore ed inequivocabili per l'annullo corsivo, dismesso in agosto.

Nei miei confronti, l'esemplare in alto a sinistra è una rara prima tiratura rosa, poi vere prime tirature due rosse, due carminio, quindi classificabili come n°3a e 3b.

Sotto i 9 esemplari sono prime tirature, però meno nitide delle precedenti, nelle tre tonalità di cui sopra e tre sotto varianti.

I rossi e rossi carminio che non presentano la nitidezza della prima tiratura vanno collocati nel contenitore generico n°3.

Come nella prima fila del gruppo sottostante:
img124774.jpg
Nelle due ulteriori file i colori rari rosso carminio, ben diverso da quello della prima tiratura e sotto il rosso carminio vivo.

Poi se uno volesse potrebbe anche divertirsi a classifircarli col Ferchenbauer, del tutto diverso..
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Colleziono: Lombardo Veneto (tutto, sia filatelia che annulli e storia postale), Toscana filatelia e storia postale delle antiche province di Lucca e Siena, colori della quarta emissione di Sardegna, Napoli e comunque a livello filatelico tutti gli antichi stati italiani.
Paesi Baltici (Lettonia,Lituania ed Estonia),
Classici di Francia, Inghilterra e Russia,
Israele, annulli su francobolli turchi, Levante, mandato britannico, interim e dal 1948 a oggi.


"Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

Giordano Bruno

Avatar utente
Tergesteo
Messaggi: 5118
Iscritto il: 14 settembre 2009, 14:50
Località: Trieste

Re: I colori del Centes. 15 I emissione

Messaggio da Tergesteo » 18 novembre 2018, 15:36

Tornando ai due francobolli incriminati, sì possono entrambi essere classificabili come n°3 anche se palesemente diversi!

Il Milano è una prima tiratura rossa tarda, che uno potrebbe classificare come n°3a se non troppo esigente.
Il Motta è un francobollo border-line, forse non conservato al meglio che mostra nell'impasto troppo poco arancio per essere attribuibile con certezza alla seconda tavola, se fosse stato realizzato con un cliché ben conservato tra quelli riutilizzati tra una tavola e l'altra ed allo stesso tempo troppo poco nero per essere classificato come n°3c.

Non ci resta che il n°3, oppure bisognerebbe inventarsi delle classifiche proprie!

Va ribadito che mostrare un solo esemplare per tinta o riferirsi ai dei pseudo Pantone porta dritto alla massima confusione!

Ciao: Ciao:

Benjamin
Colleziono: Lombardo Veneto (tutto, sia filatelia che annulli e storia postale), Toscana filatelia e storia postale delle antiche province di Lucca e Siena, colori della quarta emissione di Sardegna, Napoli e comunque a livello filatelico tutti gli antichi stati italiani.
Paesi Baltici (Lettonia,Lituania ed Estonia),
Classici di Francia, Inghilterra e Russia,
Israele, annulli su francobolli turchi, Levante, mandato britannico, interim e dal 1948 a oggi.


"Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

Giordano Bruno

Avatar utente
fildoc
Messaggi: 8927
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: I colori del Centes. 15 I emissione

Messaggio da fildoc » 18 novembre 2018, 16:04

Benjamin ha perfettamente ragione
-con le scale di Pantone non si va da nessuna parte!
-una contestualizzazione con il timbro e la qualita' di stampa spesso aiutano a districarsi nel fitto ginepraio dei colori
Dove necessariamernte per non impazzire, bisogna porre dei paletti in ogni contenitore per definire al suo interno le varie gamme di colori molto simili.
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc

Daniele
Messaggi: 826
Iscritto il: 29 luglio 2007, 10:28
Località: Rep. Ceca

Re: I colori del Centes. 15 I emissione

Messaggio da Daniele » 22 novembre 2018, 13:45

Grazie delle spiegazioni. Ho una domanda un pó stupida, l´annullo San Vito é San Vito al Tagliamento? Per capire la tariffa da prima distanza di questa bustina che ha fatto il tragitto San Vito-Pordenone-Conegliano.
Per tornare al topic, il francobollo mi sembra un 3f vermiglio chiaro? :pray: :pray:

Grazie

Daniele
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Colleziono ASFE, poste locali, bogus e phantom stamps.
Raccoglione di Lombardo Veneto


I miei doppioni di posta locale ( in costante sviluppo):
https://www.delcampe.net/en_GB/collecta ... e/asfe1899

Avatar utente
fildoc
Messaggi: 8927
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: I colori del Centes. 15 I emissione

Messaggio da fildoc » 22 novembre 2018, 15:00

+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc


Rispondi

Torna a “Regno Lombardo-Veneto”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Aleroma, lucasa e 4 ospiti


Sostieni il forum: