Oggi è 13 dicembre 2019, 14:08

braun orange e giallo bistro

Forum di discussione sulle emissioni e la storia postale del Regno Lombardo-Veneto.

Moderatori: fildoc, rossi

Avatar utente
pablita64
Messaggi: 608
Iscritto il: 18 luglio 2007, 11:19
Località: Vercelli

Re: braun orange e giallo bistro

Messaggio da pablita64 » 30 novembre 2019, 8:29

Ecco come il Ferchenbauer perizia la tinta braun orange (la terza più rara dopo il giallo limone verdastro ed il giallo limone):
IMG_3751.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
10 centesimi (N° 2 e 19 del catalogo Sassone) della prima emissione del Lombardo Veneto.
45 centesimi I tipo (N° 10 e 17 del catalogo Sassone) della prima emissione del Lombardo Veneto.
Lettere della prima emissione del Lombardo Veneto nel periodo novembre-dicembre 1858.
Lettere del Lombardo Veneto affrancate con il 10 centesimi in tariffa per il distretto postale.
Lettere "forwarded" nella I emissione del Lombardo Veneto.
Tinte della IV emissione di Sardegna.


Avatar utente
pablita64
Messaggi: 608
Iscritto il: 18 luglio 2007, 11:19
Località: Vercelli

Re: braun orange e giallo bistro

Messaggio da pablita64 » 30 novembre 2019, 9:04

Il braun orange (annullato Treviso) attorniato da tinte delle ultime forniture, tranne uno. Quello a destra del braun orange è simile ma molto piu' dettagliato nel disegno.
IMG_3754.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
10 centesimi (N° 2 e 19 del catalogo Sassone) della prima emissione del Lombardo Veneto.
45 centesimi I tipo (N° 10 e 17 del catalogo Sassone) della prima emissione del Lombardo Veneto.
Lettere della prima emissione del Lombardo Veneto nel periodo novembre-dicembre 1858.
Lettere del Lombardo Veneto affrancate con il 10 centesimi in tariffa per il distretto postale.
Lettere "forwarded" nella I emissione del Lombardo Veneto.
Tinte della IV emissione di Sardegna.

Avatar utente
pablita64
Messaggi: 608
Iscritto il: 18 luglio 2007, 11:19
Località: Vercelli

Re: braun orange e giallo bistro

Messaggio da pablita64 » 1 dicembre 2019, 10:05

Ciao , inserisco una panoramica dei miei ocra arancio e giallo bistro ( è veramente una giungla):
IMG_3770.jpg
C'é come già' detto un solo certificato di un 1k , quello annullato Treviso
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
10 centesimi (N° 2 e 19 del catalogo Sassone) della prima emissione del Lombardo Veneto.
45 centesimi I tipo (N° 10 e 17 del catalogo Sassone) della prima emissione del Lombardo Veneto.
Lettere della prima emissione del Lombardo Veneto nel periodo novembre-dicembre 1858.
Lettere del Lombardo Veneto affrancate con il 10 centesimi in tariffa per il distretto postale.
Lettere "forwarded" nella I emissione del Lombardo Veneto.
Tinte della IV emissione di Sardegna.

Avatar utente
fildoc
Messaggi: 9275
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: braun orange e giallo bistro

Messaggio da fildoc » 1 dicembre 2019, 15:07

Secondo me bisogna avere il coraggio di mollare il Sassone troppo tradizionalista
e anche il Ferchenbauer che classifica i colori in se' stessi senza fare distinzione per clichè se non in un secondo momento senza molata attenzione.

La prima parte della prima emissione , secondo me, ha almenno otto colori diversi!
questo è dovuto al fatto che il giallo è un colore chiaro che si muta anche per l'intromissione di piccole quantita' di colori diversi

poi appare quello che Provera definiva "giallo fosco"
un colore sbiadito di poca soddisfazione su un clichè gia' logoro....
in questa tiratura quando prevale l'arancio abbiamo i pochi ocra arancio
e quando vi è del marroncino abbiamo i non comuni bistri delle tirature tardive

Infine l'ultima tornata di stampa con gli aranci piu' o meno carichi sempre con clichè estremamente logori!

non dimentichiamo infine che i 5 centesimi furono molto probabilmente tutti stampati agli inizi della prima emissione essendo tutti su carta a mano anche se usati nel 1858.
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc

Avatar utente
fildoc
Messaggi: 9275
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: braun orange e giallo bistro

Messaggio da fildoc » 1 dicembre 2019, 15:28

un esempio
peri foschi e le gradazioni piu' ricercate
e poi gli arancio
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc


Avatar utente
fildoc
Messaggi: 9275
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: braun orange e giallo bistro

Messaggio da fildoc » 1 dicembre 2019, 15:32

Per la prima parte le cose invece son piu' difficili!
non me la sento di mostrare un cartoncino senza prima confrontarmi con altri collezionisti avanzati con tanti confronti....
certi colori rari li ho solo in unico esemplare ed è troppo poco...
alla fine di 5 centesimi ne ho solo 200.
Non dobbiamo domenticare poi i pericoli delle ossidazioni
che sui gialli generano dei falsi colori!
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc

Avatar utente
Tergesteo
Messaggi: 5155
Iscritto il: 14 settembre 2009, 14:50
Località: Trieste

Re: braun orange e giallo bistro

Messaggio da Tergesteo » 1 dicembre 2019, 17:44

C'é come già' detto un solo certificato di un 1k , quello annullato Treviso
Mario, il tuo esemplare del braunorange è molto carico e molto bello, il certificato di Ferchenbauer lo descrive giustamente come tale, ma non ne consegue che sia lui il n°1k sassoniano. Per me rimane una sotto tinta estrema del n°1e.
Ciao , inserisco una panoramica dei miei ocra arancio e giallo bistro ( è veramente una giungla):
Potresti dirci quali esemplari ritieni e giallo bistro e quali ocra arancio?

Ciao: Ciao:

Benjamin
Colleziono: Lombardo Veneto (tutto, sia filatelia che annulli e storia postale), Toscana filatelia e storia postale delle antiche province di Lucca e Siena, colori della quarta emissione di Sardegna, Napoli e comunque a livello filatelico tutti gli antichi stati italiani.
Paesi Baltici (Lettonia,Lituania ed Estonia),
Classici di Francia, Inghilterra e Russia,
Israele, annulli su francobolli turchi, Levante, mandato britannico, interim e dal 1948 a oggi.


"Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

Giordano Bruno

Avatar utente
Tergesteo
Messaggi: 5155
Iscritto il: 14 settembre 2009, 14:50
Località: Trieste

Re: braun orange e giallo bistro

Messaggio da Tergesteo » 1 dicembre 2019, 18:02

Secondo me bisogna avere il coraggio di mollare il Sassone troppo tradizionalista
e anche il Ferchenbauer che classifica i colori in se' stessi senza fare distinzione per clichè se non in un secondo momento senza molata attenzione.
In effetti il raffronto e la ricerca di un'equipollenza tra Sassone e Ferchenbauer è menomata in partenza dai diversi criteri usati nel creare le varie classifiche.
La prima parte della prima emissione , secondo me, ha almenno otto colori diversi!
questo è dovuto al fatto che il giallo è un colore chiaro che si muta anche per l'intromissione di piccole quantita' di colori diversi
Le prime tirature sono piuttosto evidenti nella loro divisione in quattro comparti diversi, dove esiste poi una concordanza generale tra cataloghi. Poi esistono come sempre esemplari più o meno carichi o centrati. Forse la tinta più sfuggente è il giallo limone.

Il problema riguarda le tinte di transizione tra prime tirature e gialli foschi.

Ne conosco almeno quattro:
-Il giallo oliva (ritenuto ancora prima tiratura dal Ferchenbauer)
-Il giallo vivo
-L'ocra arancio
-l'arancio brunastro

Il Sassone ha deciso di raggrupparli in un'unica voce, creando confusione, ma vice versa ad eccezione dell'ocra arancio, sono tutte tinte rare la cui classificazione separata avrebbe fatto esplodere la specializzazione limitati del catalogo.
poi appare quello che Provera definiva "giallo fosco"
un colore sbiadito di poca soddisfazione su un clichè gia' logoro....
in questa tiratura quando prevale l'arancio abbiamo i pochi ocra arancio
e quando vi è del marroncino abbiamo i non comuni bistri delle tirature tardive
Gli ocra arancio sono anteriori ai gialli foschi, si evince sia dal logorio dei cliché che dalle forniture cartacee.
Infine l'ultima tornata di stampa con gli aranci piu' o meno carichi sempre con clichè estremamente logori!
Concordo, tranne per le tinte chiare che hanno una buona definizione del disegno.

Invece credo che esista un'ultima tiratura fatta sulla stessa carta degli aranci carichi e con gli stessi cliché logori, ma senza la componente rossa che lascia una versione andante verso il marroncino del giallo fosco, di cui la possibile esistenza del n°1k, che rimane sempre e comunque una sotto tinta del colore base giallo ocra.
Per la prima parte le cose invece son piu' difficili!
non me la sento di mostrare un cartoncino senza prima confrontarmi con altri collezionisti avanzati con tanti confronti....
certi colori rari li ho solo in unico esemplare ed è troppo poco...
alla fine di 5 centesimi ne ho solo 200.
La difficoltà nello studio dei colori del 5 centesimi sta nella rarità del materiale. Di suo è un francobollo non comune già nelle sue versioni base. Per l'aspetto cromatico il giallo fosco e la famiglia degli aranci rappresentano il 95% almeno della produzione, quindi le prime tirature e le tirature di transizione sono di difficile reperibilità e sicuramente non presenti in grande quantità nelle singole raccolte.

Ciao: Ciao:

Benjamin
Colleziono: Lombardo Veneto (tutto, sia filatelia che annulli e storia postale), Toscana filatelia e storia postale delle antiche province di Lucca e Siena, colori della quarta emissione di Sardegna, Napoli e comunque a livello filatelico tutti gli antichi stati italiani.
Paesi Baltici (Lettonia,Lituania ed Estonia),
Classici di Francia, Inghilterra e Russia,
Israele, annulli su francobolli turchi, Levante, mandato britannico, interim e dal 1948 a oggi.


"Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

Giordano Bruno

Avatar utente
fildoc
Messaggi: 9275
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: braun orange e giallo bistro

Messaggio da fildoc » 1 dicembre 2019, 18:13

sarebbe utile un brain storming tra collezionisti avanzati anche per riiunire sopratutto il materiale piu' raro!
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc

Avatar utente
lucasa
Messaggi: 554
Iscritto il: 18 aprile 2011, 22:23

Re: braun orange e giallo bistro

Messaggio da lucasa » 1 dicembre 2019, 19:05

uno dei problemi che sto incontrando ( ne ho veramente pochi di pezzi) è che mi sembra che i colori ocra arancio e bistro siano con varie intensità presenti in tutte le tirature con caratteristiche ben distinte . questo non aiuta di sicuro la catalogazione
occorre come dice Milo tener presente che i 5 centesimi sono stati stampati nel 1850 ( documentati almeno 2,2 milioni) e che quindi con ogni probabilità è la distribuzione geografica più che il periodo a fare la differenza

di questo cosa dite ?
5 centes bistro c1.jpg
dal timbro è almeno il 1853. A Milano sono in uso praticamente tutte le forniture in quel periodo..

luca
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
fildoc
Messaggi: 9275
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: braun orange e giallo bistro

Messaggio da fildoc » 2 dicembre 2019, 8:18

questo ultimo a me non sembra della tiratura degli arancio di cui ho messo tre esemplari per esempio poco sopra
lo vedo come uno di quelli alla fine della prima tornata prima dei foschi
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc

Avatar utente
fildoc
Messaggi: 9275
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: braun orange e giallo bistro

Messaggio da fildoc » 2 dicembre 2019, 8:24

la prima data certa degli aranci la ho a Monselice nel 1855....
ne ho uno anche del 1854, ma non così evidente
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc

Avatar utente
lucasa
Messaggi: 554
Iscritto il: 18 aprile 2011, 22:23

Re: braun orange e giallo bistro

Messaggio da lucasa » 2 dicembre 2019, 19:17

Ho cercato di mettere in ordine i vari tipi alla luce delle considerazione fatte . I colori sono calibrati sul nero per mostrare le differenze
selezione 5 centesimi low.jpg
Nelle prime due righe i colori di quella che dovrebbe essere la prima tiratura ( sono in ogni caso tutti francobolli annullati nel1850)
Nella terza riga gli ocra-arancio ( classificato Enzo diena ) e qualcosa di simile all' arancio brunastro ( sempre fine 1850 ma qualità peggiore anche dei primi gialli fosco e giallo aranci) anche note come tirature antiche

Nella quarta riga le tirature del giallo fosco ( 0,9 e 2,1 milioni di pezzi) . La qualità varia da una quasi prima tiratura al molto confuso . La prima fornitura potrebbe dominare il giallo ocra mentre nella tiratura tiratura successiva che è stata fatta insieme al 1 kr l' ocra-giallo. ( tutte e due le forniture sono state ordinate a distanza di poco tempo nel 1850)
L'utlimo della terza riga potrebbe essere il "famigerato 1K" siamo probabilmente nel 1858 , il 19 settembre.
L'ultima riga è dedicata ai gialli arancio ( fornitura presunta di 1,2 milioni nel 1852) . A Milano tra il 1852 ed tutto il 1853 sono utilizzati francobolli di buona qualità di colore chiaro vivace che di solito viene classificato giallo arancio chiaro.

per vostri commenti e correzioni

ciao Luca
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
fildoc
Messaggi: 9275
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: braun orange e giallo bistro

Messaggio da fildoc » 3 dicembre 2019, 8:37

poichè è unanime opinione che la tiratura del 5 cent è di circa 3 milioni di esemplari se non meno
e che, seppur probabilmente con due diverse composizioni, non furono mai rifatti i clichè iniziali
il principale indicatore dell'ordine di progressione di stampa rimane ragionevolmenteil logorio dei clichè...

mentre per i colori delle prime tirature, in quanto tali, vi è poco da dire sulla cronologia di stampa
(al massimo distinguere le piu' nitide da quelle tardive)

e poco anche da dire su certe stampe arancio cosi' logore da non distinguere nessun dettaglio

la nostra attenzione dovrebbe essere posta sui francobolli intermedi
soprattutto quei gialli foschi, che per la tinta smorta sono di difficile lettura.

metto tre esempi dei tre colori guida...
i gialli nitidi
i gialli foschi
i gialli arancio
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc

Avatar utente
lucasa
Messaggi: 554
Iscritto il: 18 aprile 2011, 22:23

Re: braun orange e giallo bistro

Messaggio da lucasa » 3 dicembre 2019, 16:39

Ho provato a togliere i colori e guardare unicamente la qualità dell' impressione . siccome compravo i francobolli cercando "prime" tirature , molti sono di "buona qualità" . Ho scelto i migliori di ciascun tipo a parte due ( i "bistro/braunorange" del 50 e del 58) che vi propongo :
selection 600dpi.jpg
che ne pensate ? considerazioni ?

UN indizio il Belluno è il giallo limone verdastro poi ci sono alte due "prime tirature" , tre gialli fosco ed un giallo arancio chiaro .
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Aleroma
Messaggi: 106
Iscritto il: 12 luglio 2018, 17:38
Località: Brescia

Re: braun orange e giallo bistro

Messaggio da Aleroma » 6 dicembre 2019, 19:27

Questi 2 pezzi che colore hanno? A mio parere possono essere considerati delle tarde prime tirature, non così definito da essere una vera prima tiratura ma lontano dai gialli foschi piu tardivi e dagli arancio. Il Mantova poi ha delle chiare (magari non da schermo) note di oliva.

Alessandro
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
lucasa
Messaggi: 554
Iscritto il: 18 aprile 2011, 22:23

Re: braun orange e giallo bistro

Messaggio da lucasa » 6 dicembre 2019, 21:51

sono quelli che vengono definiti gialli arancio chiaro 1f. Come vedi anche dall'esempio che ho fatto invertendo i colori, Hanno per gli esemplari migliori la stessa qualità di stampa delle prime tirature. Infatti togliendo il colore molto spesso non si distinguono. sono tipicamente usati almeno in Lombardia nel 52/53.

Luca

Avatar utente
Aleroma
Messaggi: 106
Iscritto il: 12 luglio 2018, 17:38
Località: Brescia

Re: braun orange e giallo bistro

Messaggio da Aleroma » 7 dicembre 2019, 12:02

Grazie mille

Alessandro


Rispondi

Torna a “Regno Lombardo-Veneto”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: andy66, Cisto, Luca Dermidoff e 6 ospiti


Sostieni il forum: