Oggi è 21 gennaio 2020, 19:39

come dovrebbe essere un certificato

Forum di discussione sulle emissioni e la storia postale del Regno Lombardo-Veneto.

Moderatori: fildoc, rossi

Rispondi
Avatar utente
lucasa
Messaggi: 586
Iscritto il: 18 aprile 2011, 22:23

come dovrebbe essere un certificato

Messaggio da lucasa » 15 dicembre 2019, 20:04

questo si che è un certificato professionale !!!
s-l1600-7.jpg

Parlo per il solo Lombardo veneto , ma chi fa perizie su questo antico stato non dovrebbe esimersi da dare tutte le informazioni fino al numero di tavola . Come si fa con gli altri stati .
I riferimenti alla letteratura con il numero di pagina sono poi essenziali per "certificare" una varietà .
Manca il colore; ma si sa i tedeschi/austriaci ritengono i colori una variabile "casuale" e quindi non essendo possibile un approccio scientifico, non collezionabile .

Punti di vista ovviamente ma il resto delle informazioni sono essenziali.

Luca
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Avatar utente
Vacallo
Messaggi: 2088
Iscritto il: 13 luglio 2007, 20:54
Località: Langenthal / Svizzera

Re: come dovrebbe essere un certificato

Messaggio da Vacallo » 15 dicembre 2019, 21:17

Però manca la data, che mi sembra essere anche un elemento essenziale.
Cordiali Saluti Eric Werner (alias Vacallo)

Vincitore dei concorsi "I Top di F&F" 2007 e 2008
Vincitore del concorso "I Top di F&F" 2010, categoria Documenti Postali

Sostenitore dal 2010, come lo sono anche nel 2019

Avatar utente
kermit
Messaggi: 438
Iscritto il: 18 maggio 2017, 13:01

Re: come dovrebbe essere un certificato

Messaggio da kermit » 15 dicembre 2019, 21:35

Potrei sbagliare, ma credo che la data sia scritta a mano sotto la firma

Rudy

Avatar utente
Vacallo
Messaggi: 2088
Iscritto il: 13 luglio 2007, 20:54
Località: Langenthal / Svizzera

Re: come dovrebbe essere un certificato

Messaggio da Vacallo » 15 dicembre 2019, 21:52

kermit ha scritto:
15 dicembre 2019, 21:35
Potrei sbagliare, ma credo che la data sia scritta a mano sotto la firma
Hai ragione!!
Cordiali Saluti Eric Werner (alias Vacallo)

Vincitore dei concorsi "I Top di F&F" 2007 e 2008
Vincitore del concorso "I Top di F&F" 2010, categoria Documenti Postali

Sostenitore dal 2010, come lo sono anche nel 2019

Avatar utente
Andrea61
Messaggi: 1367
Iscritto il: 14 luglio 2007, 15:42
Località: Torino

Re: come dovrebbe essere un certificato

Messaggio da Andrea61 » 17 dicembre 2019, 14:57

Come si dice "a mio parere" in tedesco? ;-) ;-)
Andrea

=====================
Sono interessato alla Storia Postale e ai Classici di tutto il mondo.


Avatar utente
Daniele
Messaggi: 928
Iscritto il: 29 luglio 2007, 10:28
Località: Rep. Ceca

Re: come dovrebbe essere un certificato

Messaggio da Daniele » 17 dicembre 2019, 16:55

Cioé intendi con il 2 corretto a mano in 1 come numero di tavola? :-)) :-))

Non mi sembra molto professionale in realtá.

Buone feste Ciao:
Colleziono ASFE, poste locali, bogus e phantom stamps.
Raccoglione di Lombardo Veneto


I miei doppioni di posta locale ( in costante sviluppo):
https://www.delcampe.net/en_GB/collecta ... e/asfe1899

Instagram
https://www.instagram.com/1899asfe/

Avatar utente
fildoc
Messaggi: 9330
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: come dovrebbe essere un certificato

Messaggio da fildoc » 17 dicembre 2019, 17:41

Karl Huber era uno dei maggiori rappresentatnti della scuola di Graz....
Un gruppo di studiosi del LombardoVeneto e dell'Austria imperiale che puo' essere avvicinato solo al gruppo (limitatamente al LombardoVeneto) del nostro forum per studio e passione!
Non essendovi mai stato prima di loro e dopo di noi un altro gruppo similmente coeso, inteso anche come produzione di letteratura e non solo !
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc

Avatar utente
lucasa
Messaggi: 586
Iscritto il: 18 aprile 2011, 22:23

Re: come dovrebbe essere un certificato

Messaggio da lucasa » 17 dicembre 2019, 21:00

Daniele ha scritto:
17 dicembre 2019, 16:55
Cioé intendi con il 2 corretto a mano in 1 come numero di tavola? :-)) :-))

Non mi sembra molto professionale in realtá.

Buone feste Ciao:

intendevo il fatto che viene data l'informazione completa ed i riferimenti in letteratura fino alla pagina in cui è mostrato il difetto. Questo aiuta a crescere la conoscenza del collezionista che acquista il francobollo e se vuole può approfondire l'informazione ricevuta.
Certamente la forma se non fine a se stessa è un aspetto fondamentale della professionalità.

buone feste

Avatar utente
Vacallo
Messaggi: 2088
Iscritto il: 13 luglio 2007, 20:54
Località: Langenthal / Svizzera

Re: come dovrebbe essere un certificato

Messaggio da Vacallo » 17 dicembre 2019, 22:05

Andrea61 ha scritto:
17 dicembre 2019, 14:57
Come si dice "a mio parere" in tedesco? ;-) ;-)
Meiner Meinung nach.......
Cordiali Saluti Eric Werner (alias Vacallo)

Vincitore dei concorsi "I Top di F&F" 2007 e 2008
Vincitore del concorso "I Top di F&F" 2010, categoria Documenti Postali

Sostenitore dal 2010, come lo sono anche nel 2019

Avatar utente
Cisto
Messaggi: 267
Iscritto il: 12 novembre 2007, 18:37
Località: Pavia

Re: come dovrebbe essere un certificato

Messaggio da Cisto » 17 dicembre 2019, 23:16

Ciao: Ciao:
vado un po' fuori tema: ma è una prima o seconda tavola?
Io ho questo francobollo con lo stesso difetto che è descritto come seconda tavola sia in questo certificato di Steiner sia sul Ferchenbauer.
LV US 25.jpg
Ciao,
Cisto
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Cisto


Colleziono Lombardo Veneto con annulli di Pavia (e provincia).

Avatar utente
fildoc
Messaggi: 9330
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: come dovrebbe essere un certificato

Messaggio da fildoc » 17 dicembre 2019, 23:34

alcuni clichè della prima tavola furono usati anche nella seconda tavola.......
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc

Avatar utente
Cisto
Messaggi: 267
Iscritto il: 12 novembre 2007, 18:37
Località: Pavia

Re: come dovrebbe essere un certificato

Messaggio da Cisto » 18 dicembre 2019, 0:20

Grazie Massimiliano!
Sul Ferchenbauer non avevo visto che era descritto anche per la prima tavola: guardavo le immagini dei francobolli sciolti e mi era sfuggita la foto della busta con questo difetto. :OOO: :OOO:

Ciao: Ciao:
Francesco :)
Cisto


Colleziono Lombardo Veneto con annulli di Pavia (e provincia).

Avatar utente
Andrea61
Messaggi: 1367
Iscritto il: 14 luglio 2007, 15:42
Località: Torino

Re: come dovrebbe essere un certificato

Messaggio da Andrea61 » 18 dicembre 2019, 13:26

Vacallo ha scritto:
17 dicembre 2019, 22:05
Andrea61 ha scritto:
17 dicembre 2019, 14:57
Come si dice "a mio parere" in tedesco? ;-) ;-)
Meiner Meinung nach.......
Sì, Eric, lo so bene: la mia domanda era retorica.

Il punto è che su quel certificato NON c'è scritto.
Andrea

=====================
Sono interessato alla Storia Postale e ai Classici di tutto il mondo.

Avatar utente
francesco luraschi
Messaggi: 2257
Iscritto il: 14 luglio 2007, 18:08
Località: Casnate (CO)

Re: come dovrebbe essere un certificato

Messaggio da francesco luraschi » 29 dicembre 2019, 12:19

Questo è più dettagliato, anche se il 15 agosto 1851 non era festivo ... :-))


Ciao: Francesco
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
I nostri articoli:

https://www.academia.edu/10877153/_News ... _1850-1866_

Cliccare su authors per leggerli tutti facendo scorrere la pagina verso il basso oppure iscriversi al sito http://www.academia.edu per scaricare il PDF.

Ciao: Francesco

n.freschi3
Messaggi: 146
Iscritto il: 13 febbraio 2016, 16:35

Re: come dovrebbe essere un certificato

Messaggio da n.freschi3 » 29 dicembre 2019, 12:34

Da ignorante domando: l'Assunzione non era riconosciuta festiva? :mmm:

Nicola.

Avatar utente
francesco luraschi
Messaggi: 2257
Iscritto il: 14 luglio 2007, 18:08
Località: Casnate (CO)

Re: come dovrebbe essere un certificato

Messaggio da francesco luraschi » 29 dicembre 2019, 13:13

n.freschi3 ha scritto:
29 dicembre 2019, 12:34
Da ignorante domando: l'Assunzione non era riconosciuta festiva? :mmm:

Nicola.
Sì,

effettivamente nel LV lo era, non ho collegato io il 15 agosto con quella solennità. Ad ogni modo per la posta cambiava nulla: era aperta, trasportava e consegnava anche a Natale.

Ciao: Francesco
I nostri articoli:

https://www.academia.edu/10877153/_News ... _1850-1866_

Cliccare su authors per leggerli tutti facendo scorrere la pagina verso il basso oppure iscriversi al sito http://www.academia.edu per scaricare il PDF.

Ciao: Francesco

n.freschi3
Messaggi: 146
Iscritto il: 13 febbraio 2016, 16:35

Re: come dovrebbe essere un certificato

Messaggio da n.freschi3 » 29 dicembre 2019, 16:48

Per quale motivo il Perito ha dunque ritenuto specificare che il giorno era festivo? :mmm:

Nota di colore o possibilità di un plusvalore?

Nessuna polemica si capisce, continuo a domandare da perfetto ignorante :tri:

Avatar utente
Fabio76
Messaggi: 365
Iscritto il: 24 gennaio 2009, 18:10
Località: Mira (Ve)

Re: come dovrebbe essere un certificato

Messaggio da Fabio76 » 29 dicembre 2019, 20:24

A mio parere le uniche date degne di nota da ricordare su un certificato sono quelle che determinano, a seconda dei casi, il primo e l'ultimo giorno (conosciuto) d'uso di un francobollo o di una tariffa, tutto il resto lascia il tempo che trova.
Sono sempre alla ricerca di Storia Postale della Riviera del Brenta(VE-PD) (Mira,Dolo,Strà,Mirano)

https://circolofilateliconoale.weebly.com/


Rispondi

Torna a “Regno Lombardo-Veneto”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: giallo66, sergio de villagomez, StefanoR e 7 ospiti


Sostieni il forum: