2 soldi dentellatura nove e mezzo

Forum di discussione sulle emissioni e la storia postale del Regno Lombardo-Veneto.

Moderatori: fildoc, ari

Avatar utente
cipolla
Messaggi: 1602
Iscritto il: 26 luglio 2007, 10:52
Località: Roma

Re: 2 soldi dentellatura nove e mezzo

Messaggio da cipolla »

fildoc ha scritto: 19 giugno 2020, 16:51 Se spacco il capello per un Gronchi rosa nuovo ho ragione;
dopotutto il francobollo è recente e supervalutato
inoltre spesso è stato anche manipolato con tecniche anche molto elaborate come i panini :holmes: :ricerca:

se spacco il capello in quattro su un francobollo usato,
che ha viaggiato dentro dei sacchi lanciati sui treni e maneggiati in fumosi uffici,
che è stato staccato dalla busta dopo essere stato lasciato ad ammuffire in una soffitta per almeno 20 o 50 anni,
secondo me non applico un metro di giudizio adeguato.

Io credo di aver gia' espresso chiaramente il mio pensiero e non voglio cadere nella sterile polemica.

Che ognuno comperi i suoi francobolli spendendo quello che crede, i soldi alla fine sono suoi! :buffo:

E ricordatevi che le esagerate e irragionevoli quotazioni del Sassone non sono quelle degli esemplari eccezionali
(per quelle si moltiplica addirittura X 3 !!!) :devil:

Non credo che interverro' ulteriormente in questo topic, perchè non ho altro da dire
e non mi interessa avere l'ultima parola.
Ma ritengo il buon senso un valore assoluto! :wub:
Massimiliano,

penso che la polemica la stia facendo Tu. Non ho mai guardato le quotazioni sassone, tanto che ripeto l'ultimo catalogo è del 2006. Non mi sono mai permesso di dialogare segnalando, come hai fatto Tu, di avere in collezione 1600 pezzi tra cui 36 2 soldi. Il mio amico Rocco Schiavone avrebbe risposto a tono.

Non serve altro per capire chi tenta a tutti i costi di far prevalere la sua tesi.

Sto scorrendo prossimi cataloghi d'asta e non mi sembra di rilevare valori da 2 soldi usati. Il pezzo non è comune e quel pezzo di cui si discute ha annullo deturpante.

Io non ritengo solo il buon senso un valore assoluto, ma anche l'intelligenza che si mette quando si scrive, sopratutto, a persone che si conoscono solo in chat.

Una buona serata a chi legge.
Cordiali saluti

Bruno Sommella
email: bru.somme@gmail.com/bruno.sommella@libero.it
cell.3391246777

Colleziono ASI storia postale Pontificio e IV Sardegna, ASI francobolli Toscana, L.V., P.N. e IV Sardegna, Regno storia postale fino al 1900, RSI Luogoteneza e Repubblica storia postale 1943-1950.

Sostenitore dal 2013 al 2020

Socio C.I.F.O.
Avatar utente
Tergesteo
Messaggi: 5389
Iscritto il: 14 settembre 2009, 14:50
Località: Trieste

Re: 2 soldi dentellatura nove e mezzo

Messaggio da Tergesteo »

Mi permetto di aggiungere alcune considerazioni:

-La così detta quinta emissione è di norma decentrata, gli esemplari perfettamente centrati sono rarissimi. Cerco da anni di mettere insieme la serie usata "qualità Bernocchi"; non ci sono mai riuscito e non per limiti di budget, anche quando un banalissimo 5 soldi realmente bello è molto difficile da trovare.

Quindi applicare al 2 soldi usato dei criteri più confacenti a francobolli moderni, come ha scritto Massimiliano sopra, non è consono alle peculiarità dell'emissione.

-Il francobollo di Alessandro risulta quindi più che decoroso per l'emissione.

-Non a caso, con i suoi criteri, Bruno non è mai riuscito a trovare un esemplare che lo soddisfi.

-E' difficile trovare un 2 soldi usato sui cataloghi d'asta perché ormai considerato di troppo poco valore dalle case d'aste; casomai venderanno la serie completa.

-Il vero problema delle quotazioni del Sassone non sono il loro eccesso, ma la loro non proporzionalità. Già nel caso del 2 soldi quinta emissione la differenza tra nuovo ed usato è troppo poca, col nuovo assolutamente sopravalutato per un francobollo comune, mentre l'usato, davvero difficile da reperire, molto sacrificato a confronto.

Facendo un altro esempio, il 15 soldi quinta emissione nuovo, per nulla raro, quotato 1650€ (!) risulta totalmente sproporzionato rispetto ai 425€ delle coppie miste 3+4, mentre queste ultime sono sempre molto apprezzate dai collezionisti e vanno sempre via attorno ai 150€ (per una normale prima scelta), mentre il n°45 nuovo ha un prezzo di mercato anche inferiore ai 100€.
Quindi ne consegue che non si può ragionare in termini percentuali rispetto al catalogo Sassone, fosse l'1%, il 10, 15 o 20%. Ci sono francobolli di Sardegna o Sicilia che fanno fatica a superare il 5% di catalogo, mentre altri vanno tranquillamente oltre il 30%.

Di cui lo smarrimento dei neofiti...

Ciao: Ciao:

Benjamin
Colleziono: Lombardo Veneto (tutto, sia filatelia che annulli e storia postale), Toscana filatelia e storia postale delle antiche province di Lucca e Siena, colori della quarta emissione di Sardegna, Napoli e comunque a livello filatelico tutti gli antichi stati italiani.
Paesi Baltici (Lettonia,Lituania ed Estonia),
Classici di Francia, Inghilterra e Russia,
Israele, annulli su francobolli turchi, Levante, mandato britannico, interim e dal 1948 a oggi.


"Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

Giordano Bruno
Avatar utente
cipolla
Messaggi: 1602
Iscritto il: 26 luglio 2007, 10:52
Località: Roma

Re: 2 soldi dentellatura nove e mezzo

Messaggio da cipolla »

Tergesteo ha scritto: 19 giugno 2020, 18:26 Mi permetto di aggiungere alcune considerazioni:

-La così detta quinta emissione è di norma decentrata, gli esemplari perfettamente centrati sono rarissimi. Cerco da anni di mettere insieme la serie usata "qualità Bernocchi"; non ci sono mai riuscito e non per limiti di budget, anche quando un banalissimo 5 soldi realmente bello è molto difficile da trovare.

Quindi applicare al 2 soldi usato dei criteri più confacenti a francobolli moderni, come ha scritto Massimiliano sopra, non è consono alle peculiarità dell'emissione.

-Il francobollo di Alessandro risulta quindi più che decoroso per l'emissione.

-Non a caso, con i suoi criteri, Bruno non è mai riuscito a trovare un esemplare che lo soddisfi.

-E' difficile trovare un 2 soldi usato sui cataloghi d'asta perché ormai considerato di troppo poco valore dalle case d'aste; casomai venderanno la serie completa.

-Il vero problema delle quotazioni del Sassone non sono il loro eccesso, ma la loro non proporzionalità. Già nel caso del 2 soldi quinta emissione la differenza tra nuovo ed usato è troppo poca, col nuovo assolutamente sopravalutato per un francobollo comune, mentre l'usato, davvero difficile da reperire, molto sacrificato a confronto.

Facendo un altro esempio, il 15 soldi quinta emissione nuovo, per nulla raro, quotato 1650€ (!) risulta totalmente sproporzionato rispetto ai 425€ delle coppie miste 3+4, mentre queste ultime sono sempre molto apprezzate dai collezionisti e vanno sempre via attorno ai 150€ (per una normale prima scelta), mentre il n°45 nuovo ha un prezzo di mercato anche inferiore ai 100€.
Quindi ne consegue che non si può ragionare in termini percentuali rispetto al catalogo Sassone, fosse l'1%, il 10, 15 o 20%. Ci sono francobolli di Sardegna o Sicilia che fanno fatica a superare il 5% di catalogo, mentre altri vanno tranquillamente oltre il 30%.

Di cui lo smarrimento dei neofiti...

Ciao: Ciao:

Benjamin

Per quanto riguarda la V emissione ho nei raccoglitori la serie nuova. Per l'usato non riesco a trovare un 2 soldi con centratura come il pezzo da me postato e l'annullo di buon livello. Non lo ritengo comune.

Il catalogo asta filarte, appena ricevuto, non porta usato il 2 soldi V emissione.
Attendo il catalogo Ferrario se lo metterà in singolo
Cordiali saluti

Bruno Sommella
email: bru.somme@gmail.com/bruno.sommella@libero.it
cell.3391246777

Colleziono ASI storia postale Pontificio e IV Sardegna, ASI francobolli Toscana, L.V., P.N. e IV Sardegna, Regno storia postale fino al 1900, RSI Luogoteneza e Repubblica storia postale 1943-1950.

Sostenitore dal 2013 al 2020

Socio C.I.F.O.
Avatar utente
Aleroma
Messaggi: 191
Iscritto il: 12 luglio 2018, 17:38
Località: Brescia

Re: 2 soldi dentellatura nove e mezzo

Messaggio da Aleroma »

Io sono sempre stato soddisfatto del mio 2 soldi, e lo considero una primissima scelta. Massimiliano, molto più esperto di me, conferma che si tratta di un bel pezzo, e questo a me basta e avanza. Per quanto riguarda il discorso economico, essendo un collezionista e non un commerciante, spendo per la mia passione, come gente appassionata di bicicletta spende per una bici: senza pensare troppo al ritorno economico ma per il piacere ed il divertimento "del momento". Essendo io giovane mi piacerebbe che questo fosse anche un investimento a lungo termine, ma sono convinto che non lo sia; obiettivamente sono uno dei pochi giovani collezionisti e credo che col passare degli anni diventerò quasi una mosca bianca. Per questo motivo spendo quasi come se i soldi per i francobolli fossero "buttati", poi un domani chissà. L'unica nota positiva del sempre minor numero di collezionisti è che ci si potrà permettere sempre di più di acquistare grandi rarità, purtroppo sempre meno ricercate.
Alessandro
Ciao:

Colleziono Regno Lombardo Veneto, in particolare prima emissione (tinte, difetti di clichè, tipi di carta ecc) e Regno d'Italia usato
Avatar utente
Aleroma
Messaggi: 191
Iscritto il: 12 luglio 2018, 17:38
Località: Brescia

Re: 2 soldi dentellatura nove e mezzo

Messaggio da Aleroma »

Messo in vendita giusto poco fa un due soldi usato:

https://www.ebay.at/itm/Osterreich-LV-1 ... SwHmhe7OVf
Alessandro
Ciao:

Colleziono Regno Lombardo Veneto, in particolare prima emissione (tinte, difetti di clichè, tipi di carta ecc) e Regno d'Italia usato
Avatar utente
cipolla
Messaggi: 1602
Iscritto il: 26 luglio 2007, 10:52
Località: Roma

Re: 2 soldi dentellatura nove e mezzo

Messaggio da cipolla »

Prox asta Ferrario, lotto 144 con base €130. Mi sembra sia l'unico 2 soldi dent. 9 1/2 usato annullato Venezia, in asta singolarmente
Screenshot_20200619_203719_org.mozilla.firefox.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Cordiali saluti

Bruno Sommella
email: bru.somme@gmail.com/bruno.sommella@libero.it
cell.3391246777

Colleziono ASI storia postale Pontificio e IV Sardegna, ASI francobolli Toscana, L.V., P.N. e IV Sardegna, Regno storia postale fino al 1900, RSI Luogoteneza e Repubblica storia postale 1943-1950.

Sostenitore dal 2013 al 2020

Socio C.I.F.O.
straus
Messaggi: 50
Iscritto il: 30 novembre 2017, 11:13

Re: 2 soldi dentellatura nove e mezzo

Messaggio da straus »

Avatar utente
Aleroma
Messaggi: 191
Iscritto il: 12 luglio 2018, 17:38
Località: Brescia

Re: 2 soldi dentellatura nove e mezzo

Messaggio da Aleroma »

Partenza bassa ma ha diversi dentelli corti mi sembra.
Il Venezia di Bruno è molto bello, ma se si usa lo stesso metro ha l'annullo più pesante del Padova visto prima
Alessandro
Ciao:

Colleziono Regno Lombardo Veneto, in particolare prima emissione (tinte, difetti di clichè, tipi di carta ecc) e Regno d'Italia usato
Avatar utente
cipolla
Messaggi: 1602
Iscritto il: 26 luglio 2007, 10:52
Località: Roma

Re: 2 soldi dentellatura nove e mezzo

Messaggio da cipolla »

Aleroma ha scritto: 19 giugno 2020, 21:41 Partenza bassa ma ha diversi dentelli corti mi sembra.
Il Venezia di Bruno è molto bello, ma se si usa lo stesso metro ha l'annullo più pesante del Padova visto prima
..... ed i dentelli non esenti da colpe.
Cordiali saluti

Bruno Sommella
email: bru.somme@gmail.com/bruno.sommella@libero.it
cell.3391246777

Colleziono ASI storia postale Pontificio e IV Sardegna, ASI francobolli Toscana, L.V., P.N. e IV Sardegna, Regno storia postale fino al 1900, RSI Luogoteneza e Repubblica storia postale 1943-1950.

Sostenitore dal 2013 al 2020

Socio C.I.F.O.
Avatar utente
Aleroma
Messaggi: 191
Iscritto il: 12 luglio 2018, 17:38
Località: Brescia

Re: 2 soldi dentellatura nove e mezzo

Messaggio da Aleroma »

cipolla ha scritto: 19 giugno 2020, 21:58
Aleroma ha scritto: 19 giugno 2020, 21:41 Partenza bassa ma ha diversi dentelli corti mi sembra.
Il Venezia di Bruno è molto bello, ma se si usa lo stesso metro ha l'annullo più pesante del Padova visto prima
..... ed i dentelli non esenti da colpe.
Tolto un dentello sulla destra leggermente difettoso ( cosa comune credo) gli altri mi sembrano tutti buoni.
Alessandro
Ciao:

Colleziono Regno Lombardo Veneto, in particolare prima emissione (tinte, difetti di clichè, tipi di carta ecc) e Regno d'Italia usato
Avatar utente
cipolla
Messaggi: 1602
Iscritto il: 26 luglio 2007, 10:52
Località: Roma

Re: 2 soldi dentellatura nove e mezzo

Messaggio da cipolla »

Aleroma ha scritto: 19 giugno 2020, 22:05
cipolla ha scritto: 19 giugno 2020, 21:58
Aleroma ha scritto: 19 giugno 2020, 21:41 Partenza bassa ma ha diversi dentelli corti mi sembra.
Il Venezia di Bruno è molto bello, ma se si usa lo stesso metro ha l'annullo più pesante del Padova visto prima
..... ed i dentelli non esenti da colpe.
Tolto un dentello sulla destra leggermente difettoso ( cosa comune credo) gli altri mi sembrano tutti buoni.
ma ha comunque un difetto. Qualcuno più attento, e con tempo, forse ne vedrebbe altri.
Cordiali saluti

Bruno Sommella
email: bru.somme@gmail.com/bruno.sommella@libero.it
cell.3391246777

Colleziono ASI storia postale Pontificio e IV Sardegna, ASI francobolli Toscana, L.V., P.N. e IV Sardegna, Regno storia postale fino al 1900, RSI Luogoteneza e Repubblica storia postale 1943-1950.

Sostenitore dal 2013 al 2020

Socio C.I.F.O.
Avatar utente
Stefano T
Messaggi: 2015
Iscritto il: 21 luglio 2007, 12:44
Località: Trieste

Re: 2 soldi dentellatura nove e mezzo

Messaggio da Stefano T »

Aleroma ha scritto: 19 giugno 2020, 9:21
Stefano T ha scritto: 19 giugno 2020, 9:16 Ciao:

Solo per curiosità.
Mettendo in controluce il francobollo, cosa si vede nel punto indicato dalla freccia rossa?
Inoltre, il fondo della valle indicata dalla freccia verde presenta ancora della carta non completamente tolta dal perforatore?
Stasera manderò anche foto in controluce.
Per quanto riguarda la freccia rossa è una piccola macchia, il francobollo non è spellato o assottigliato. La freccia verde invece devo controllare; non torna la dentellatura?
Ciao: In attesa delle scansioni e della verifica, ti confermo che c'era un motivo se le avevo richieste.
Se le fai a 600 dpi ti sarà facile controllare quella cosa dell'eventuale carta non tolta.
Ciao: Ciao: Ciao:

Stefano
-------------

S T A F F


Colleziono nuovi ** del Regno d'Italia, Trieste A e B con varietà, Occupazione Jugoslava di Trieste, Istria e Litorale Sloveno e IV di Sardegna

SOSTENITORE
Avatar utente
Antonello Cerruti
Messaggi: 6241
Iscritto il: 16 luglio 2007, 12:45

Re: 2 soldi dentellatura nove e mezzo

Messaggio da Antonello Cerruti »

Ieri sera ero a cena con amici e mi hanno raccontato una bella storia che mi ha affascinato perché è così lontana dalla nostra realtà italiana.

Nella lontana Mongolia, in quelle steppe desolate, vive un vecchio mandriano, ritenuto assai ricco perché possiede migliaia di animali che lui ed i suoi uomini pascolano da tanti anni.

Capre, pecore, cammelli, yack, cavalli, asini ed anche altro.

Il suo cruccio è di avere troppe bestie intorno, compreso un suo figlio che è davvero un peso morto: arrogante, poco intelligente e troppo chiacchierone per avere anche il tempo di lavorare ed imparare bene il mestiere di famiglia.

Ma il nostro allevatore ha anche un altro problema: è lui che fissa il prezzo del bestiame di tutta la regione e quindi continua ad aumentare le quotazioni, anche perché non ha alcuna necessità di venderlo.

Ovviamente, come tutti mercanti, di bestiame e non solo, tende a fingere che aumentino i prezzi dei capi che ha in maggior numero.

Ad esempio, ha tanti yack più o meno scuri o bruni, cioè nei colori normali per quelle steppe. Anche di questi, che pure ha in un numero imbarazzante ed addirittura inutile, tiene altissime le quotazioni ma di quelli verdi (una vera anomalia della zona) di cui ne ha solo una decina, chiede una vera esagerazione ma, comunque, molto inferiore – in proporzione alla rarità – rispetto agli altri.

Il suo ragionamento, dettato dalla sua saggezza di allevatore, è che, alla sua morte, gli altri grandi allevatori mongoli si affretteranno a soddisfare il desiderio del figlio di vendere immediatamente tutte le mandrie, magari pagando una percentuale irrisoria sul totale dei prezzi di listino che lui ha sostenuto per tanti anni.

Ed allora perché valorizzare al giusto prezzo i dieci yack verdi quando è molto più conveniente esagerare a dismisura il prezzo delle migliaia di yack normali?

Certo che sono lungimiranti questi allevatori mongoli… o almeno pensano di esserlo.

Cordiali saluti.
Antonello Cerruti
Avatar utente
robymi
Messaggi: 2499
Iscritto il: 13 luglio 2007, 11:51
Località: Milano

Re: 2 soldi dentellatura nove e mezzo

Messaggio da robymi »

Chi si è comprato il 2 soldi su ebay.at? Se il certificato è veritiero potrebbe essere un pezzo praticamente unico.
Roberto
S T A F F
Avatar utente
cipolla
Messaggi: 1602
Iscritto il: 26 luglio 2007, 10:52
Località: Roma

Re: 2 soldi dentellatura nove e mezzo

Messaggio da cipolla »

Antonello Cerruti ha scritto: 20 giugno 2020, 11:09 Ieri sera ero a cena con amici e mi hanno raccontato una bella storia che mi ha affascinato perché è così lontana dalla nostra realtà italiana.

Nella lontana Mongolia, in quelle steppe desolate, vive un vecchio mandriano, ritenuto assai ricco perché possiede migliaia di animali che lui ed i suoi uomini pascolano da tanti anni.

Capre, pecore, cammelli, yack, cavalli, asini ed anche altro.

Il suo cruccio è di avere troppe bestie intorno, compreso un suo figlio che è davvero un peso morto: arrogante, poco intelligente e troppo chiacchierone per avere anche il tempo di lavorare ed imparare bene il mestiere di famiglia.

Ma il nostro allevatore ha anche un altro problema: è lui che fissa il prezzo del bestiame di tutta la regione e quindi continua ad aumentare le quotazioni, anche perché non ha alcuna necessità di venderlo.

Ovviamente, come tutti mercanti, di bestiame e non solo, tende a fingere che aumentino i prezzi dei capi che ha in maggior numero.

Ad esempio, ha tanti yack più o meno scuri o bruni, cioè nei colori normali per quelle steppe. Anche di questi, che pure ha in un numero imbarazzante ed addirittura inutile, tiene altissime le quotazioni ma di quelli verdi (una vera anomalia della zona) di cui ne ha solo una decina, chiede una vera esagerazione ma, comunque, molto inferiore – in proporzione alla rarità – rispetto agli altri.

Il suo ragionamento, dettato dalla sua saggezza di allevatore, è che, alla sua morte, gli altri grandi allevatori mongoli si affretteranno a soddisfare il desiderio del figlio di vendere immediatamente tutte le mandrie, magari pagando una percentuale irrisoria sul totale dei prezzi di listino che lui ha sostenuto per tanti anni.

Ed allora perché valorizzare al giusto prezzo i dieci yack verdi quando è molto più conveniente esagerare a dismisura il prezzo delle migliaia di yack normali?

Certo che sono lungimiranti questi allevatori mongoli… o almeno pensano di esserlo.

Cordiali saluti.
Antonello Cerruti
Antonello,

spero che tu l'abbia raccontata a qualche bimbo prima di addormentarsi.

Il problema che a volte le certezze si scontrano con altre realtà. Comunque invece che raccontare favolette a volte è meglio parlare chiare.

Noni sembri un sofista.

A proposito c'erano i cataloghi anche x gli yack? Compralo to torna utile alla prox favola.
Cordiali saluti

Bruno Sommella
email: bru.somme@gmail.com/bruno.sommella@libero.it
cell.3391246777

Colleziono ASI storia postale Pontificio e IV Sardegna, ASI francobolli Toscana, L.V., P.N. e IV Sardegna, Regno storia postale fino al 1900, RSI Luogoteneza e Repubblica storia postale 1943-1950.

Sostenitore dal 2013 al 2020

Socio C.I.F.O.
Avatar utente
Antonello Cerruti
Messaggi: 6241
Iscritto il: 16 luglio 2007, 12:45

Re: 2 soldi dentellatura nove e mezzo

Messaggio da Antonello Cerruti »

:out
Per favore con confondiamo gli yack coi francobolli.
Nessun riferimento è riconducibile ai francobolli o ad altro.
Cordiali saluti.
Antonello Cerruti
Avatar utente
cipolla
Messaggi: 1602
Iscritto il: 26 luglio 2007, 10:52
Località: Roma

Re: 2 soldi dentellatura nove e mezzo

Messaggio da cipolla »

Antonello Cerruti ha scritto: 20 giugno 2020, 12:48 :out
Per favore con confondiamo gli yack coi francobolli.
Nessun riferimento è riconducibile ai francobolli o ad altro.
Cordiali saluti.
Antonello Cerruti
L'ho scritto, parliamo chiaro.

Quando racconti favole 6 ermetico quando parli di filatelia ti assicuro chiarissimo.
Cordiali saluti

Bruno Sommella
email: bru.somme@gmail.com/bruno.sommella@libero.it
cell.3391246777

Colleziono ASI storia postale Pontificio e IV Sardegna, ASI francobolli Toscana, L.V., P.N. e IV Sardegna, Regno storia postale fino al 1900, RSI Luogoteneza e Repubblica storia postale 1943-1950.

Sostenitore dal 2013 al 2020

Socio C.I.F.O.
Avatar utente
Aleroma
Messaggi: 191
Iscritto il: 12 luglio 2018, 17:38
Località: Brescia

Re: 2 soldi dentellatura nove e mezzo

Messaggio da Aleroma »

robymi ha scritto: 20 giugno 2020, 11:49 Chi si è comprato il 2 soldi su ebay.at? Se il certificato è veritiero potrebbe essere un pezzo praticamente unico.
Roberto
Cos'aveva di speciale? Non capisco il tedesco e fatico a interpretare il certificato.
Alessandro
Ciao:

Colleziono Regno Lombardo Veneto, in particolare prima emissione (tinte, difetti di clichè, tipi di carta ecc) e Regno d'Italia usato
Avatar utente
Tergesteo
Messaggi: 5389
Iscritto il: 14 settembre 2009, 14:50
Località: Trieste

Re: 2 soldi dentellatura nove e mezzo

Messaggio da Tergesteo »

Chi si è comprato il 2 soldi su ebay.at? Se il certificato è veritiero potrebbe essere un pezzo praticamente unico.
Roberto
Io! Un nano secondo dopo aver letto il certificato.

Un 'occasione unica ed irripetibile in una vita collezionista, ad un prezzo più che ragionevole.

Il perito è molto competente, il migliore ci sia oggi in Austria.

Ciao: Ciao:

Benjamin
Colleziono: Lombardo Veneto (tutto, sia filatelia che annulli e storia postale), Toscana filatelia e storia postale delle antiche province di Lucca e Siena, colori della quarta emissione di Sardegna, Napoli e comunque a livello filatelico tutti gli antichi stati italiani.
Paesi Baltici (Lettonia,Lituania ed Estonia),
Classici di Francia, Inghilterra e Russia,
Israele, annulli su francobolli turchi, Levante, mandato britannico, interim e dal 1948 a oggi.


"Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

Giordano Bruno
Avatar utente
cipolla
Messaggi: 1602
Iscritto il: 26 luglio 2007, 10:52
Località: Roma

Re: 2 soldi dentellatura nove e mezzo

Messaggio da cipolla »

Tergesteo ha scritto: 20 giugno 2020, 13:25
Chi si è comprato il 2 soldi su ebay.at? Se il certificato è veritiero potrebbe essere un pezzo praticamente unico.
Roberto
Io! Un nano secondo dopo aver letto il certificato.

Un 'occasione unica ed irripetibile in una vita collezionista, ad un prezzo più che ragionevole.

Il perito è molto competente, il migliore ci sia oggi in Austria.

Ciao: Ciao:

Benjamin
complimenti
Cordiali saluti

Bruno Sommella
email: bru.somme@gmail.com/bruno.sommella@libero.it
cell.3391246777

Colleziono ASI storia postale Pontificio e IV Sardegna, ASI francobolli Toscana, L.V., P.N. e IV Sardegna, Regno storia postale fino al 1900, RSI Luogoteneza e Repubblica storia postale 1943-1950.

Sostenitore dal 2013 al 2020

Socio C.I.F.O.
Rispondi

Torna a “Regno Lombardo-Veneto”

SOSTIENI IL FORUM