Oggi è 23 marzo 2019, 23:29

Randdruck, Hohldruck ed Eckdruck nei francobolli del Lombardo Veneto

Forum di discussione sulle emissioni e la storia postale del Regno Lombardo-Veneto.

Moderatori: fildoc, rossi

Rispondi
Avatar utente
Tergesteo
Messaggi: 5107
Iscritto il: 14 settembre 2009, 14:50
Località: Trieste

Re: Randdruck e Hohldruck nei francobolli del Lombardo Veneto

Messaggio da Tergesteo » 27 novembre 2014, 17:39

Ci sarebbe questo cliché particolarissimo del 10 centesimi che presenta i due fenomeni insieme.

Probabilmente era molto sporgente:

img222177.jpg


Ciao: Ciao:

Benjamin
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Colleziono: Lombardo Veneto (tutto, sia filatelia che annulli e storia postale), Toscana filatelia e storia postale delle antiche province di Lucca e Siena, colori della quarta emissione di Sardegna, Napoli e comunque a livello filatelico tutti gli antichi stati italiani.
Paesi Baltici (Lettonia,Lituania ed Estonia),
Classici di Francia, Inghilterra e Russia,
Israele, annulli su francobolli turchi, Levante, mandato britannico, interim e dal 1948 a oggi.


"Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

Giordano Bruno


Avatar utente
Stefano T
Messaggi: 1533
Iscritto il: 21 luglio 2007, 12:44
Località: Trieste

Re: Randdruck e Hohldruck nei francobolli del Lombardo Veneto

Messaggio da Stefano T » 27 novembre 2014, 17:56

Ciao: Benjamin

Grazie per la precisazione.
Pensavo che l'ispessimento della stampa che coinvolgesse l'angolo inferiore e, anche parzialmente, due bordi consecutivi fosse considerato Eckdruck (dal tedesco die Ecke=angolo). Anche Massimiliano lo aveva visto tempo fa e così l'aveva descritto.
Vi mostro ora il verso....
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ultima modifica di Stefano T il 27 novembre 2014, 20:52, modificato 1 volta in totale.
Ciao: Ciao: Ciao:

Stefano
-------------

S T A F F


Colleziono nuovi ** del Regno d'Italia, Trieste A e B con varietà, Occupazione Jugoslava di Trieste, Istria e Litorale Sloveno e IV di Sardegna

SOSTENITORE

Avatar utente
Tergesteo
Messaggi: 5107
Iscritto il: 14 settembre 2009, 14:50
Località: Trieste

Re: Randdruck e Hohldruck nei francobolli del Lombardo Veneto

Messaggio da Tergesteo » 27 novembre 2014, 18:42

Stefano, il tuo francobollo mostra una forma leggermente più estesa di randdruck, cioè stampa marginale, da intendere come ispessimento del bordo.

Che una parte ad angolo venga coinvolta non ne fa un eckdruck.

Uno degli esempi più clamorosi di questo fenomeno è difetto di cliché n°16 del Ferchenbauer:

img222298.jpg


Ma di randdruck estremo, come nel tuo caso si tratta.

Se si concepisse l'eckdruck come completo coinvolgimento di metà del riquadro a "L", allora il 10 centesimi di Piadena è un eckdruck.

Ho sempre concepito il randdruck come questo C145, variante molto più rara del randruck.

A pagina 111 del Voetter, nella descrizione di questo cliché, l'autore parla inequivocabilmente di eckdruck.

Quindi per me, il Piadena reca sia il rand che l'eckdruck, mentre i due 30 centesimi sono forme estreme di randdruck, ma poco hanno a che vedere con l'eckdruck.

Ciao: Ciao:

Benjamin
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Colleziono: Lombardo Veneto (tutto, sia filatelia che annulli e storia postale), Toscana filatelia e storia postale delle antiche province di Lucca e Siena, colori della quarta emissione di Sardegna, Napoli e comunque a livello filatelico tutti gli antichi stati italiani.
Paesi Baltici (Lettonia,Lituania ed Estonia),
Classici di Francia, Inghilterra e Russia,
Israele, annulli su francobolli turchi, Levante, mandato britannico, interim e dal 1948 a oggi.


"Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

Giordano Bruno

Avatar utente
Stefano T
Messaggi: 1533
Iscritto il: 21 luglio 2007, 12:44
Località: Trieste

Re: Randdruck e Hohldruck nei francobolli del Lombardo Veneto

Messaggio da Stefano T » 27 novembre 2014, 19:09

Spiegazione più che esaustiva :evvai:

Di quello che si vede al verso, invece, che ne pensi? Premetto che non si tratta di una piega.

Al verso a luce radente la linea appare in rilievo come un ispessimento della carta mentre in controluce è ben evidente e presenta una consistenza maggiore ripetto al resto del francobollo.
LV 30 cent. Eckdruck luce radente.jpg

LV 30 cent. Eckdruck controluce.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ciao: Ciao: Ciao:

Stefano
-------------

S T A F F


Colleziono nuovi ** del Regno d'Italia, Trieste A e B con varietà, Occupazione Jugoslava di Trieste, Istria e Litorale Sloveno e IV di Sardegna

SOSTENITORE

Avatar utente
Tergesteo
Messaggi: 5107
Iscritto il: 14 settembre 2009, 14:50
Località: Trieste

Re: Randdruck e Hohldruck nei francobolli del Lombardo Veneto

Messaggio da Tergesteo » 27 novembre 2014, 19:56

Quel che vedo di molto interessante è il tipo di carta.

Dovrebbe essere un papier rayé, ovvero un batonné del terzo tipo.

In pratica, si dovrebbero riscontrare a luce radente delle righe verticali simili alla costolatura e anche delle righe più deboli orrizontali.

Se in trasparenza si evidenziasse una struttura cartacea a nido d'ape, sarebbe un una carta quadrigliata, ma non credo.

Quanto al particolare da te evidenziato, non lo saprei interpretare a video.

Ciao: Ciao:

Benjamin
Colleziono: Lombardo Veneto (tutto, sia filatelia che annulli e storia postale), Toscana filatelia e storia postale delle antiche province di Lucca e Siena, colori della quarta emissione di Sardegna, Napoli e comunque a livello filatelico tutti gli antichi stati italiani.
Paesi Baltici (Lettonia,Lituania ed Estonia),
Classici di Francia, Inghilterra e Russia,
Israele, annulli su francobolli turchi, Levante, mandato britannico, interim e dal 1948 a oggi.


"Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

Giordano Bruno


Avatar utente
Stefano T
Messaggi: 1533
Iscritto il: 21 luglio 2007, 12:44
Località: Trieste

Re: Randdruck e Hohldruck nei francobolli del Lombardo Veneto

Messaggio da Stefano T » 27 novembre 2014, 20:28

Anche la carta mi aveva incuriosito, proprio per quelle righe orizzontali e verticali.
Purtroppo non riesco a renderle con una semplice foto da cellulare.
Ciao: Ciao: Ciao:

Stefano
-------------

S T A F F


Colleziono nuovi ** del Regno d'Italia, Trieste A e B con varietà, Occupazione Jugoslava di Trieste, Istria e Litorale Sloveno e IV di Sardegna

SOSTENITORE

Avatar utente
Tergesteo
Messaggi: 5107
Iscritto il: 14 settembre 2009, 14:50
Località: Trieste

Re: Randdruck e Hohldruck nei francobolli del Lombardo Veneto

Messaggio da Tergesteo » 27 novembre 2014, 20:39

Penso che la carta sia proprio quella!

Quindi esemplare con forte randduck, abbastanza raro sul terzo tipo (mentre si trova con una certa facilità sul primo), grandi margini, di cui il bordo di foglio, annullo nitido ottimamente posizionato, bella freschezza, cosa vuoi di più dalla vita?

Ciao: Ciao:

Benjamin
Colleziono: Lombardo Veneto (tutto, sia filatelia che annulli e storia postale), Toscana filatelia e storia postale delle antiche province di Lucca e Siena, colori della quarta emissione di Sardegna, Napoli e comunque a livello filatelico tutti gli antichi stati italiani.
Paesi Baltici (Lettonia,Lituania ed Estonia),
Classici di Francia, Inghilterra e Russia,
Israele, annulli su francobolli turchi, Levante, mandato britannico, interim e dal 1948 a oggi.


"Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

Giordano Bruno

Avatar utente
Stefano T
Messaggi: 1533
Iscritto il: 21 luglio 2007, 12:44
Località: Trieste

Re: Randdruck e Hohldruck nei francobolli del Lombardo Veneto

Messaggio da Stefano T » 27 novembre 2014, 20:48

Tergesteo ha scritto:Penso che la carta sia proprio quella!

Quindi esemplare con forte randduck, abbastanza raro sul terzo tipo (mentre si trova con una certa facilità sul primo), grandi margini, di cui il bordo di foglio, annullo nitido ottimamente posizionato, bella freschezza, cosa vuoi di più dalla vita?

Ciao: Ciao:

Benjamin

La ciliegina sulla torta.... :-))

Scherzo, naturalmente.

Sono solo curioso di capire, se possibile, che cosa è quella strana linea giallastra e più spessa nella carta francobollo.
Ciao: Ciao: Ciao:

Stefano
-------------

S T A F F


Colleziono nuovi ** del Regno d'Italia, Trieste A e B con varietà, Occupazione Jugoslava di Trieste, Istria e Litorale Sloveno e IV di Sardegna

SOSTENITORE

Avatar utente
fildoc
Messaggi: 9068
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: Randdruck e Hohldruck nei francobolli del Lombardo Veneto

Messaggio da fildoc » 29 novembre 2014, 17:16

Sono in treno e rispondo come posso......
La linea giallastra potrebbe essere un residuo di un tratto di penna cancellato parzialmente con qualche scolorina per l'inchiotro (tipo la ormai introvabile gnocchi a due componenti!). Io vent'anni fa facendo un esperimento, ottenni un risultato spettacolare su una marca da bollo , per capirci, di quelle verdi del LV ).
Per quanto riguarda l'eckdruck, si tratta di capirsi.....
Eck, indica in tedesco angolo, se poi i collezionisti tedeschi lo intendano come una sorta di randdruck orizzontale, ciò è possibile. Tuttavia credo che la dizione possa creare degli equivoci. Il randdruck indica la maggior inchiostrazione dovuta al rullo inchiostratore quando esso generalmente da un lato iniziava la inchiostratura salendo sulla tavola. Il rullo entrava di solito da dx o più spesso da sinistra . Esso grondante (o quasi...) di inchiostro nell'urto con la tavola lasciava una più o meno evidente traccia. Ora i francobolli della prima e dell'ultima riga, specialmente il primo, poteva ricevere questa traccia evidente anche sul bordo libero. Questo non può che chiamarsi eckdruck. Poi è possibile che le tavole entrassero sbagliate non con l'orientamento sx-dx , ma alto-basso, ma non so se la macchina lo permettesse (le tavole erano quadrate o rettangolari? Per me rettangolari.) quando tornerò a casa guarderò le tavole di Vienna per dire di più!
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc

Avatar utente
Stefano T
Messaggi: 1533
Iscritto il: 21 luglio 2007, 12:44
Località: Trieste

Re: Randdruck e Hohldruck nei francobolli del Lombardo Veneto

Messaggio da Stefano T » 29 novembre 2014, 18:45

Ciao:

Sono riuscito a fare una foto migliore a luce radente della carta e della linea.
E' come se dentro la carta ci fossero dei filamenti che ne aumentano, in concomitanza, lo spessore. Ribadisco che non si tratta di piega.
LV 30 cent. Eckdruck verso luce radente.jpg


Il tratto, inoltre, sembra interrotto e leggermente disallineato in un punto.
Aumentando la nitidezza è forse più evidente.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ciao: Ciao: Ciao:

Stefano
-------------

S T A F F


Colleziono nuovi ** del Regno d'Italia, Trieste A e B con varietà, Occupazione Jugoslava di Trieste, Istria e Litorale Sloveno e IV di Sardegna

SOSTENITORE

Avatar utente
fildoc
Messaggi: 9068
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: Randdruck e Hohldruck nei francobolli del Lombardo Veneto

Messaggio da fildoc » 29 novembre 2014, 22:55

Foto di eccezionale qualita' :clap:
Riesci a farla anche al recto :??:
Credo sia un piccolo filo incluso nella carta.
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc

Avatar utente
francesco luraschi
Messaggi: 2204
Iscritto il: 14 luglio 2007, 18:08
Località: Casnate (CO)

Re: Randdruck e Hohldruck nei francobolli del Lombardo Veneto

Messaggio da francesco luraschi » 30 novembre 2014, 6:35

Io penso che si tratti di un francobollo stampato su carta prodotta partendo dagli stracci: quello potrebbe effettivamente essere un filo ritorto di origine tessile decolorato con candeggina rimasto nell'impasto della carta anche dopo le operazioni di macerazione/sfilacciatura.

Di solito questa tipologia di carta non ha un grado di bianco elevatissimo a causa dei materiali di partenza.

Ciao: Francesco
I nostri articoli:

https://www.academia.edu/10877153/_News ... _1850-1866_

Cliccare su authors per leggerli tutti facendo scorrere la pagina verso il basso oppure iscriversi al sito http://www.academia.edu per scaricare il PDF.

Ciao: Francesco

Avatar utente
fildoc
Messaggi: 9068
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: Randdruck e Hohldruck nei francobolli del Lombardo Veneto

Messaggio da fildoc » 30 novembre 2014, 7:39

Estremamente improbabile che la tavola potesse entrare in macchina se non da sx a dx o da dx a sx.
Ho guardato i fogli di Vienna e i fogli erano rettangolari e non quadrati neppure con lo spazio dei bordi di foglio.

Nel piccolo vocabolario all'inizio del Ferchenbauer Eckrandstuck è tradotto in angolo di foglio.
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc

Avatar utente
Tergesteo
Messaggi: 5107
Iscritto il: 14 settembre 2009, 14:50
Località: Trieste

Re: Randdruck e Hohldruck nei francobolli del Lombardo Veneto

Messaggio da Tergesteo » 30 novembre 2014, 9:47

Potrebbe essere un corpo estraneo.

Ho riscontri dell'uso di stracci nella produzione della carta a macchina, ma nulla vieta pensare che fossero usati anche per la carta a mano.

Ho trovato parecchi esemplari stampati su carta a mano con piccole schegge di legno, che veniva usato nell'impasto.

Credo di capire che il rilievo è visibile sia al recto che al verso, quindi non si tratta di treccia, che determinerebbe un avvallamento da uno dei due lati del francobollo.

Comunque trattasi di "papier rayé" o carta pseudo vergata del terzo tipo.

Ciao: Ciao:

Benjamin
Colleziono: Lombardo Veneto (tutto, sia filatelia che annulli e storia postale), Toscana filatelia e storia postale delle antiche province di Lucca e Siena, colori della quarta emissione di Sardegna, Napoli e comunque a livello filatelico tutti gli antichi stati italiani.
Paesi Baltici (Lettonia,Lituania ed Estonia),
Classici di Francia, Inghilterra e Russia,
Israele, annulli su francobolli turchi, Levante, mandato britannico, interim e dal 1948 a oggi.


"Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

Giordano Bruno

Avatar utente
Tergesteo
Messaggi: 5107
Iscritto il: 14 settembre 2009, 14:50
Località: Trieste

Re: Randdruck e Hohldruck nei francobolli del Lombardo Veneto

Messaggio da Tergesteo » 30 novembre 2014, 10:07

Mi avete spinto a fare mente locale nelle definizioni di randdruck, eckdruck e nella einpressung.

Il randdruck è chiaro a tutti:

L'impatto della tavola da stampa col rullo provocava una maggiore inchiostrazione della prima colonna di clichés che andavano incontro al foglio.

img222530.jpg


Ora, la tavola si presentava sempre lateralmente, casomai capovolta.

Semmai si presentava dalla parte alta o bassa, avremmo dei francobolli filigranati in alto o in basso.

Non esistono, quindi escluderei questa possibilità.

Riguardiamo il n°10 di prima:

img222280.jpg


Lo si potrebbe definire come randdruck orizzontale, per opposizione al precedente randdruck verticale.

In tedesco si direbbe waagerechtes randdruck e senkrechtes randdruck.

Mai letto nulla di simile, in tutti gli studi austriaci (Muller, Huber, Ferchenbauer).

Ora, perché parlare di angolo (ecke)?

Fermo restando che così si crea un equivoco, credo che intendessero angolo della tavola e non del francobollo.

Certamente questo fenomeno si verificava sugli esemplari sporgenti della prima fila della composizione.

Sono molto più rari della loro controparte verticale, perché dovuti, appunto alla non perfetta planarietà di alcuni clichés e probabilmente ad un eccessiva inchiostrazione della tavola, quindi potremmo parlare più appropriatamente di stampa angolare o angolata.

E' interessante pensare che i toscani trovarono una soluzione per ovviare a questo problema (così si suppone), creando una linea di contorno intorno alla composizione tipografica. In effetti, pur essendo tipografici, i francobolli di Toscana non hanno mai segni evidenti di randdruck.

Ecco un filetto di contorno su una prima tiratura del Marzocco:

img222530.jpg


Poi molto più evidente sul governo provvisorio:

img222531.jpg


Mentre i francobolli di Parma hanno molto spesso un randdruck proprio perché le tavole erano più piccole (4 gruppi di 20 anziché 4 da 60) e la percentuale di francobolli coinvolti era maggiore.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Colleziono: Lombardo Veneto (tutto, sia filatelia che annulli e storia postale), Toscana filatelia e storia postale delle antiche province di Lucca e Siena, colori della quarta emissione di Sardegna, Napoli e comunque a livello filatelico tutti gli antichi stati italiani.
Paesi Baltici (Lettonia,Lituania ed Estonia),
Classici di Francia, Inghilterra e Russia,
Israele, annulli su francobolli turchi, Levante, mandato britannico, interim e dal 1948 a oggi.


"Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

Giordano Bruno

Avatar utente
Tergesteo
Messaggi: 5107
Iscritto il: 14 settembre 2009, 14:50
Località: Trieste

Re: Randdruck e Hohldruck nei francobolli del Lombardo Veneto

Messaggio da Tergesteo » 30 novembre 2014, 10:17

Ora, bisogna parlare di un fenomeno ben diverso che sarebbe la "einpressung" che si potrebbe chiamare stampa premuta o schiacciata.

Questa si verificava quando un cliché era particolarmente sporgente, magari più da un lato che da un altro.

img222529.jpg


Questo non è un semplice randdruck, coinvolge anche l'immagine interna della vignetta e crea un ingrossamento degli angoli.

Credo che il francobollo di Stefano appartenga a questa categoria.

Voetter parla spesso di einpressung. Molti difetti di cliché vennero provocati dall'eccessiva sollecitazione di alcuni clichés male inseriti nella tavola da stampa.

Quanto al 10 centesimi di Piadena mostrato sopra, credo riunisca le tre varietà insieme.

Probabilmente era una posizione n°8 di uno dei quattro quadranti:

img222177.jpg


Ciao: Ciao:

Benjamin
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Colleziono: Lombardo Veneto (tutto, sia filatelia che annulli e storia postale), Toscana filatelia e storia postale delle antiche province di Lucca e Siena, colori della quarta emissione di Sardegna, Napoli e comunque a livello filatelico tutti gli antichi stati italiani.
Paesi Baltici (Lettonia,Lituania ed Estonia),
Classici di Francia, Inghilterra e Russia,
Israele, annulli su francobolli turchi, Levante, mandato britannico, interim e dal 1948 a oggi.


"Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

Giordano Bruno

Avatar utente
Stefano T
Messaggi: 1533
Iscritto il: 21 luglio 2007, 12:44
Località: Trieste

Re: Randdruck e Hohldruck nei francobolli del Lombardo Veneto

Messaggio da Stefano T » 2 dicembre 2014, 16:22

Ciao:

Ringrazio tutti per gli interventi sul mio 30 cent.

Volevo intanto mostrarvene un altro con possibile stampa povera, che in certe zone si presenta davvero leggera.
Si può parlare di Hohldruck?
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ciao: Ciao: Ciao:

Stefano
-------------

S T A F F


Colleziono nuovi ** del Regno d'Italia, Trieste A e B con varietà, Occupazione Jugoslava di Trieste, Istria e Litorale Sloveno e IV di Sardegna

SOSTENITORE

Theinot
Messaggi: 24
Iscritto il: 29 luglio 2014, 19:12
Località: Spilimbergo (PN)

Re: Randdruck e Hohldruck nei francobolli del Lombardo Veneto

Messaggio da Theinot » 2 dicembre 2014, 20:24

Mi sorge una domanda che non centra molto con questo topic ma....considerando codesti francobolli quindi siamo a metà del 1800, ovviamente presumo che fossero in fogli.....e dovevano venire tagliati.....ma se serviva affrancare con necessità e non si aveva un taglierino o la forbice? Come si faceva? non c'è nessun esemplare di un francobollo come questi o altri senza linguette .....con segni di strappo? Qundi strappati con le mani e non tagliati? Non so se mi sono spiegato col mio ragionamento..

Avatar utente
ulisse
Messaggi: 840
Iscritto il: 14 giugno 2010, 15:08

Re: Randdruck e Hohldruck nei francobolli del Lombardo Veneto

Messaggio da ulisse » 2 dicembre 2014, 20:33

Ciao: Ciao:

Ecco un esempio di francobollo tagliato con forbici ed a mano, anche se non di LV, ma il risultato non cambia.

http://i59.tinypic.com/s168hx.jpg
s168hx.jpg
:cof: :cof:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
----------------------------------------------------------

Marino

Colleziono "Numeri 1" dal 1840 al 1860
Colleziono anche prime emissioni di ASI

Avatar utente
arkorr
Messaggi: 433
Iscritto il: 15 marzo 2008, 23:32
Località: Genova

Re: Randdruck e Hohldruck nei francobolli del Lombardo Veneto

Messaggio da arkorr » 2 dicembre 2014, 22:13

Ecco un 15 cent. "strappato" a mano sui 4 lati:
image001.png

Ciao: Ciao:

Corrado
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Rispondi

Torna a “Regno Lombardo-Veneto”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Fabio76 e 4 ospiti


Sostieni il forum: