Oggi è 8 dicembre 2019, 20:47

Governo Provvisorio delle Romagne - Periodo Precursore

Forum di discussione sulle emissioni e la storia postale dello Stato Pontificio e del Governo Provvisorio delle Romagne
Avatar utente
gipos
Messaggi: 1132
Iscritto il: 12 luglio 2010, 13:37

Governo Provvisorio delle Romagne - Periodo Precursore

Messaggio da gipos » 27 giugno 2011, 19:22

Ciao:
chiedo l'aiuto degli esperti in merito all'utilizzo delle cifre a tampone o manoscritte in periodo d'emergenza, sulle missive viaggiate nel periodo compreso dal 12. 06. 59 al 31.08.59 come riportato dal catalogo Vaccari.
Siccome ritengo di non aver fatto il colpo della vita, visto che sul detto catalogo non viene riportato il 1/2 Baj con cifra manoscritta su circolare chiedo lumi in merito.
Un grazie di cuore a tutti
Giuseppe.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Avatar utente
federico zavagli
Messaggi: 66
Iscritto il: 25 novembre 2008, 19:26

Re: Governo provvisorio delle Romagne

Messaggio da federico zavagli » 27 giugno 2011, 19:38

scusa, ma dove vedi il 1/2 baj manoscritto?
Federico

Avatar utente
gipos
Messaggi: 1132
Iscritto il: 12 luglio 2010, 13:37

Re: Governo provvisorio delle Romagne

Messaggio da gipos » 27 giugno 2011, 19:44

Ciao: Federico,
ma il segno verticale sulla busta cos'è, cosa sta a significare visto che in altre tipologie vedi Sicilia o Napoli il segno verticale sta per mezzo?
Giuseppe.

Avatar utente
ulisse
Messaggi: 918
Iscritto il: 14 giugno 2010, 15:08

Re: Governo provvisorio delle Romagne

Messaggio da ulisse » 27 giugno 2011, 20:18

Ciao: Ciao:

Scusa, ma non conosco l'uso di questo segno come "mezzo".

Nel tuo caso indica "1 Bai" in porto assegnato.
1 Bai in quanto si deduce che la circolare era in doppio porto in quanto conteneva un altro foglio allegato.

:cof: :cof:
----------------------------------------------------------

Marino

Sostenitore dal 2010

Colleziono "Numeri 1" dal 1840 al 1860
Colleziono anche prime emissioni di ASI e Cavallini di Sardegna 1819-1820

Avatar utente
gipos
Messaggi: 1132
Iscritto il: 12 luglio 2010, 13:37

Re: Governo provvisorio delle Romagne

Messaggio da gipos » 28 giugno 2011, 12:46

Ciao: Ulisse,
intanto grazie per il tuo intervento con cui ho capito che il segno sta per 1 baj e non mezzo come erroneamente avevo supposto io, sai dirmi cortesemente se trattasi di mera dimenticanza del catalogo in quanto anche il segno 1 lo riporta come cifra impressa a tampone e non in modo manoscritto.
Ringraziandoti anticipatamente ti saluto cordialmente Giuseppe.


Avatar utente
ulisse
Messaggi: 918
Iscritto il: 14 giugno 2010, 15:08

Re: Governo provvisorio delle Romagne

Messaggio da ulisse » 28 giugno 2011, 15:50

Ciao: Ciao:

A questa tua domanda non saprei risponderti, speriamo che intervenga qualche esperto di Romagne.

Comunque cercando di darti una risposta, ho trovato questa lettera dell' 11 lug 59 che mi ha sollevato parecchie curiosità.
A proposito di esperto, c’è qualcuno che mi sa spiegare cosa significhino i numeri (importi?) manoscritti sul fronte e sul retro? Non mi corrispondono ad alcuna tariffa in vigore.
La lettera è di mezzo foglio.

http://i53.tinypic.com/27ybnd5.jpg
27ybnd5.jpg


http://i55.tinypic.com/2hegcc2.jpg
2hegcc2.jpg


Grazie.

:cof: :cof:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
----------------------------------------------------------

Marino

Sostenitore dal 2010

Colleziono "Numeri 1" dal 1840 al 1860
Colleziono anche prime emissioni di ASI e Cavallini di Sardegna 1819-1820

Avatar utente
Antonello Cerruti
Messaggi: 8607
Iscritto il: 16 luglio 2007, 12:45

Re: Governo provvisorio delle Romagne

Messaggio da Antonello Cerruti » 28 giugno 2011, 16:51

Provo a rispondere ma non sono a studio e vado a memoria.
Il segno manoscritto 1 non ha nulla a che vedere col tampone 1; credo che il primo indichi la tassa da pagare, mentre il tampone - che sostituiva il francobollo - indicava l'importo pagato dal mittente.
Circa i segni sulla lettera postata sopra, il segno "3" è ripetuto in rosso al recto ed in nero al verso sul bollo di Bologna ed indica la tassa in bajocchi.
L'altro segno è "40" ed indica la tassa sarda in centesimi.
Forse... :pray:
Cordiali saluti.
Antonello Cerruti

Avatar utente
gipos
Messaggi: 1132
Iscritto il: 12 luglio 2010, 13:37

Re: Governo provvisorio delle Romagne

Messaggio da gipos » 28 giugno 2011, 17:38

Ciao: a tutti,
ringrazio Antonello ma credo che la confusione in me sia sovrana, posto quanto riportato sul catalogo Vaccari in modo che si possa risalire attraverso il forum a qualcosa di più chiaro.
Un grazie anticipato a tutti :abb: :abb:
Giuseppe
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Guido Morolli
Messaggi: 434
Iscritto il: 8 settembre 2007, 14:50
Località: prov. Vercelli

Re: Governo provvisorio delle Romagne

Messaggio da Guido Morolli » 28 giugno 2011, 18:53

Nel periodo precursore ( 12 giugno - 31 agosto 1859) il neonato Governo Provvisorio delle Romagne dovette affrontare la gestione postale con la scarsa scorta di francobolli pontifici che aveva a disposizione.
Decisero quindi, in mancanza di francobolli pontifici, di consentire di inviare buste in Porto Assegnato ( solitamente cifra manoscritta al recto ) e in Porto Dato ( cioè tassa già pagata dal mittente in contanti)..
La busta in porto assegnato è gia stata riprodotta all'inizio di questo topic..
Le buste inviate con tassa già pagata dal mittente ( non avendo francobolli) si evidenziavano con:
1) Bolli a tampone..( esempi)
man bazzano.jpg

man bazzano 2.jpg

2) Bolli TP e/o AFFRANCATA...in questo caso l'importo veniva scritto al verso
tp.jpg

3) Bollo in cartella "PD"...anche in questo caso l'importo veniva scritto al verso..
pd.jpg

tassa al verso
verso pd.jpg

4) bollo ASSICURATA
assicurata forlì.jpg

Ciao
Guido
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
cirneco giuseppe
Messaggi: 5038
Iscritto il: 13 luglio 2007, 17:35
Località: Orbassano (TO)
Contatta:

Re: Governo provvisorio delle Romagne

Messaggio da cirneco giuseppe » 28 giugno 2011, 20:11

Ma che meraviglia !!!!

:oo: :oo:


Guido :clap:
..... pino .....Immagine
su ebay http://shop.ebay.it/merchant/gcirnec?_rdc=1

________________________________________________
NEMICO, DICHIARATO E CONVINTO, DEL GRONCHI LILLA

E' saggio sognare ma da stolti illudersi.

cerco e colleziono saggi e prove dagli ASI ad oggi solo Italia
http://www.antichistati.it

Immagine

Avatar utente
ulisse
Messaggi: 918
Iscritto il: 14 giugno 2010, 15:08

Re: Governo provvisorio delle Romagne

Messaggio da ulisse » 28 giugno 2011, 20:38

Ciao: Ciao:

Purtroppo qui ci stiamo accavallando, scusate.
La colpa è mia che ho approfittato del topic.
Ritorno alla mia lettera da Rimini a Genova.
Grazie per l’intervento di Antonello, ma alcuni dubbi restano.
Sul fronte c’è un bel “6” a penna che farebbe pensare a 6 Baj pagati dal mittente per scarsità di francobolli a luglio 59, ma 6 Baj che tariffa è?
Il 3 a matita rossa mi lascia perplesso in quanto non conosco l’uso della matita rossa per indicare o porto pagato o porto dovuto, normalmente il segno era a penna.
Sul retro ci sono due segni, sull’annullo di Bologna sembra effettivamente un 3, ma l’altro sembra un 6U (60), non un 40, il segno di 4 era diverso, poi la contabilità su Sardegna era in decimi e non in centesimi. A pag. 90 del Rattone c’è la tabella con i segni ed i valori.

Aggiungo alla bella serie di immagini anche questa: manifesto datato 31 ago 59 e la notazione manoscritta di esposizione 2 set 59. Probabilmente spedito il 1 set 59 primo giorno d’uso dei francobolli di Romagne.

http://i55.tinypic.com/2jcynwm.jpg
2jcynwm.jpg


:cof: :cof:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
----------------------------------------------------------

Marino

Sostenitore dal 2010

Colleziono "Numeri 1" dal 1840 al 1860
Colleziono anche prime emissioni di ASI e Cavallini di Sardegna 1819-1820

Avatar utente
gipos
Messaggi: 1132
Iscritto il: 12 luglio 2010, 13:37

Re: Governo provvisorio delle Romagne

Messaggio da gipos » 29 giugno 2011, 0:07

Grazie a Guido per le spiegazioni con esempi di tutte le possibili varianti d'impronte che ritengo siano documenti estremamente straodinarii.
Grazie a tutti :abb: :abb:
Giuseppe.

Massimo Manzoni
Messaggi: 16
Iscritto il: 29 maggio 2008, 15:22

Re: Governo provvisorio delle Romagne

Messaggio da Massimo Manzoni » 29 giugno 2011, 12:03

Buongiorno, rispondo in merito alla spiegazione delle tasse relative alla lettera dell'11 luglio 1859 spedita da RIMINI a GENOVA.
Per me sono tasse in centesimi e non in bajocchi > la sanguigna rossa è 3 decimi o 30 centesimi per il transito toscano, invece il "6" sono 6 decimi oppure 60 centesimi sardi, cumulativi dei 30 centesimi per il transito toscano + i diritti interni sardi che in quel periodo ammontavano a 30 centesimi per tutto il regno di Sardegna. Al verso, a giustificazione del percorso toscano il bollo, passatemi il termine di "confine" di Bologna > la lettera fece l'Appennino e transitò dalla via di Sarzana per arrivare a Genova.
Sempre al verso la splittatura delle tasse è ripetuta (per me furono segnate in partenza a Rimini quale traccia contabile).
Faccio presente che in questo periodo sono noti pochissimi documenti dal Pontificio verso la Sardegna "via di Sarzana" tassati soltanto 30 centesimi in quanto l'amministrazione in questi casi non fece più differenza fra Sardegna e Toscana (non a caso in questo periodo la Toscana non era più Granducato ma Governo della Toscana che ovviamente rientrava nell'orbita sarda).
Sono lettere interessanti in un periodo di grande confusione in quanto siamo in un periodo in cui l'amministrazione postale nelle Romagne era provvisoria e si riscontrano lettere in tariffa sarda verso aree di influenza sarda, mentre per contro verso le aree di ex influenza pontificia le tasse o le affrancature "tollerate" erano ancora quelle pontificie.
Per fare un esempio in collezione ho documenti addirittura del marzo 1861 spediti dalle Marche oramai "liberatissime" verso il Pontificio ancora trattati secondo la vecchia normativa interna pontificia!
Mi fermo qui anche perchè il discorso diventerebbe troppo lungo.
Saluti.
Massimo Manzoni

Avatar utente
ulisse
Messaggi: 918
Iscritto il: 14 giugno 2010, 15:08

Re: Governo provvisorio delle Romagne

Messaggio da ulisse » 29 giugno 2011, 14:11

Ciao: Ciao:

Grazie Massimo.
La tua dissertazione mi pare compatibile col momento di grande confusione fra centesimi, decimi e baiocchi.
Tu dici che ha fatto il giro da Sarzana attraverso la Toscana deducendolo dall'annullo di transito di Bologna.
Bologna era il centro di smistamento?
Il Vaccari tratta le lettere con gli importi in bai e non parla di quelle in decimi di lira piemontese.
C'è qualche pubblicazione di questo secondo caso? Vorrei approfondire.
Tu dici che sono interessanti, ma quanto rare?
Grazie

:cof: :cof:
----------------------------------------------------------

Marino

Sostenitore dal 2010

Colleziono "Numeri 1" dal 1840 al 1860
Colleziono anche prime emissioni di ASI e Cavallini di Sardegna 1819-1820

Massimo Manzoni
Messaggi: 16
Iscritto il: 29 maggio 2008, 15:22

Re: Governo provvisorio delle Romagne

Messaggio da Massimo Manzoni » 29 giugno 2011, 16:01

Buon pomeriggio, rispondo alle domande di Ulisse:
1) Assolutamente si, Bologna vs la Toscana.

2) Purtroppo questo tipo di documentazione esula dai cataloghi "tradizionali", puoi trovare qualche spunto interessante sul Sirotti-Colla

3) Non me la sentirei di definire rara questo tipo di corrispondenza, senza dubbio è interessante perchè poco "vistosa" e diciamola tutta poco attraente rispetto ad una affrancatura con una succosa affrancatura multipla. Tradizionalmente i commercianti snobbano tali pezzi proprio perchè di poco appeal; io invece li ritengo utilissimi per spiegare tariffe e periodi di transizione. Tuttavi se vogliamo dare un valore economico a tali oggetti direi che, a parte date particolarmente significative, si possono trovare tranquillamente a prezzi economicamente molto interessanti.

Saluti.
Massimo Manzoni

Avatar utente
ulisse
Messaggi: 918
Iscritto il: 14 giugno 2010, 15:08

Re: Governo provvisorio delle Romagne

Messaggio da ulisse » 29 giugno 2011, 16:52

Ciao: Ciao:

Grazie Massimo, sei stato esaustivo.

Certo rispetto ad una lettera affrancata questa è solo una cenerentola!

Comunque interessante per la storia postale.

Saluti

:cof: :cof:
----------------------------------------------------------

Marino

Sostenitore dal 2010

Colleziono "Numeri 1" dal 1840 al 1860
Colleziono anche prime emissioni di ASI e Cavallini di Sardegna 1819-1820

Avatar utente
gipos
Messaggi: 1132
Iscritto il: 12 luglio 2010, 13:37

Re: Governo provvisorio delle Romagne

Messaggio da gipos » 29 giugno 2011, 19:06

:clap: :clap: :clap:
Credo che finalmente un po di luce si sia fatta attraverso le esaustive spiegazioni di Massimo ed ulisse.
Cordiali saluti Giuseppe.
:cof: :cof:

Avatar utente
Guido Morolli
Messaggi: 434
Iscritto il: 8 settembre 2007, 14:50
Località: prov. Vercelli

Re: Governo provvisorio delle Romagne

Messaggio da Guido Morolli » 29 giugno 2011, 20:00

Come detto giustamente dall'amico Massimo Manzoni, che saluto, nel mese di Luglio 59 i rapporti postali tra Governo Provvisorio delle Romagne e Regno di Sardegna sono alquanto complicati..
Nel mese di Agosto prende però il via la tariffa da 8 bajocchi verso lo Stato Sardo..tale tariffa resterà in vigore sino al 9 ottobre 1859.
Vi mostro alcune esempi
Lettera dei primi giorni di agosto, diretta a Torino è affrancata con un 8 baj pontificio ( vecchia asta Filsam)
pontificio sardegna.jpg

Altro esempio: mancano i francobolli, viene posizionato il bollo in cartella PD e la cifra 8 scritta al verso ( Sirotti Colla)
pd per sardegna.jpg

Il primo settembre 1859, vengono introdotti i francobolli delle Romagne ma la tariffa di primo porto rimane di 8 baj
bologna 8 bay.jpg

Ultimi giorni di validità della tariffa da 8 baj: lettera da 3 porti ( 3 x 8 ) + 5 baj di assicurazione
tricolore 20 baj.jpg

Dal 10 ottobre tariffa definitiva di 4 baj ( 20 centesimi) primo porto per la Sardegna
comacchio 7 -- 59.jpg

Mi scuso per la lunghezza dell'intervento.
Ciao:
Guido
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
gipos
Messaggi: 1132
Iscritto il: 12 luglio 2010, 13:37

Re: Governo provvisorio delle Romagne

Messaggio da gipos » 29 giugno 2011, 20:13

Splendido :evvai:
Ciao:
Giuseppe

Revised by Lucky Boldrini - May 2012

Avatar utente
Guido Morolli
Messaggi: 434
Iscritto il: 8 settembre 2007, 14:50
Località: prov. Vercelli

Re: Governo Provvisorio delle Romagne - Periodo Precursore

Messaggio da Guido Morolli » 24 ottobre 2016, 22:58

Riprendo questo topic, davvero molto interessante, per chiedere agli amici del forum se hanno qualche idea sulla busta che mostro.
pontificio bologna 18 07 59.jpg
La lettera parte da Bologna il 18 luglio 59 ( governo provvisorio ) e arriva ad Ivrea...la lettera viene tassata 5 1/2 decimi di lira sardi ( almeno a me pare )... corrispondenti a 11 bajocchi....come vedete ci troviamo di fronte ad una nuova tariffa...la vecchia tariffa pontificia era di 12 baj..
voi avete qualche idea da dove nasca?....
Dal mese di agosto 59 la corrispondenza tra il Regno di Sardegna e le Romagne viene regolata con la tariffa di 40 cent, corrispondenti a 8 bajocchi per le lettere di primo porto...
vi mostro una busta della mia collezione del mese di agosto 59, sempre diretta a Ivrea in porto pagato di 8 baj e una lettera che da Torino va a Forlì, tratta dal Sirotti Colla..
pontificio bologna 26 08 ivrea.jpg
40 c.jpg
Ciao:
Guido Morolli
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Rispondi

Torna a “Stato Pontificio e Governo Provvisorio delle Romagne”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Sostieni il forum: