Oggi è 15 dicembre 2017, 3:42

UNA CROCE A NATALE

Forum di discussione sulle emissioni e la storia postale del Regno delle Due Sicilie - Domini al di qua del faro - Napoli
Avatar utente
pasfil
Messaggi: 1362
Iscritto il: 7 novembre 2008, 20:53

Re: UNA CROCE A NATALE

Messaggio da pasfil » 4 dicembre 2016, 22:25

paolo.lepore ha scritto:Buonasera Pietro.



La domanda la inverto anch'io.

Fino alla pubblicazione del Pecchi-De Angelis come si faceva a capire se una Croce di Savoia era autentica ?

Evidentemente si poteva !
Ciao Paolo,
Ma...io di do una risposta.

La risposta è semplice e la trovi in quella firma o timbrino di Richter.

Escludendo l'ipotesi della malafede (non è questo il caso) e dell'incompetenza dell'esaminatore. Una volta non si avevano tutte quelle informazioni oggi in vari modi raggiungibili. Spesso si errava perché non si avevano sufficienti conoscenze o riscontri.

Gli errori del passato credo possano essere visti con una certa comprensione, perché appunto influenzati dalla scarsità delle informazioni. Ma errare oggi su questi pezzi, per un perito significherebbe aver visionato solo superficialmente un pezzo o perché scaturito dalla generosa incompetenza.

Ciao: Ciao: Ciao:


paolo.lepore
Messaggi: 658
Iscritto il: 28 agosto 2014, 15:59

Re: UNA CROCE A NATALE

Messaggio da paolo.lepore » 4 dicembre 2016, 23:05

Buonasera Pietro.

E' vero che una volta non si avevano tutte le informazioni di oggi ma molti periti anche senza Pecchi-De Angelis non sbagliavano lo stesso (o sbagliavano meno di altri...)

Diciamo che non tutti i periti sono ugualmente preparati.

Comunque ti do ragione: se il libro è perfetto, al giorno d'oggi con il Pecchi-De Angelis in mano anche un incompetente può sapere se un francobollo è originale o no.

Poi, per i difetti più o meno occulti è tutto un altro discorso.

Cordiali saluti

Paolo Lepore

Avatar utente
pasfil
Messaggi: 1362
Iscritto il: 7 novembre 2008, 20:53

Re: UNA CROCE A NATALE

Messaggio da pasfil » 4 dicembre 2016, 23:12

Bene, Paolo. Concordo. :evvai:
Ciao: Ciao: Ciao:

Avatar utente
pasfil
Messaggi: 1362
Iscritto il: 7 novembre 2008, 20:53

Re: UNA CROCE A NATALE

Messaggio da pasfil » 5 dicembre 2016, 20:53

Un saluto a tutti.

Dopo la “Croce” falsa di sana pianta e lo pseudo decalco trattato nel separato thread, posto una immagine di un pezzo, una Trinacria che a vista d’occhio si presenta malamente manomessa e ridipinta peggio, con l’aggiunta di parti inventate del disegno (la “E” a destra della “T” di Tornese).

Probabilmente un bambino della scuola materna avrebbe potuto far meglio con i pastelli.

Eppure è stata certificata nel 1988 come: “genuina, ma riparata e ridipinta”. Ho un po’ di imbarazzo nel postare il certificato ed evito di farlo.

E’ stata recentemente proposta da una Casa tedesca con una base di € 4.000,00, ma è rimasta invenduta.

In questo caso, con l’aggiunta della “E” disegnata di pura fantasia è stato stravolto il disegno originario.


Secondo voi, può ritenersi corretto il giudizio espresso dal perito?
:mmm: :?:

Auction Galleries Hamburg 358th Auction2016 345.jpg
Ciao: Ciao: Ciao:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

paolo.lepore
Messaggi: 658
Iscritto il: 28 agosto 2014, 15:59

Re: UNA CROCE A NATALE

Messaggio da paolo.lepore » 5 dicembre 2016, 21:04

pasfil ha scritto: Eppure è stata certificata nel 1988 come: “genuina, ma riparata e ridipinta”.
Buonasera,

genuina: hai il libro delle 100 croci e quindi saprai se è plattabile o no
riparata: forse si, ma andrebbe vista dal vivo l'entità della riparazione
ridipinta: qui il perito ha sicuramente ragione... per essere ridipinta è ridipinta !

Cordiali saluti

Paolo Lepore


Avatar utente
ulisse
Messaggi: 899
Iscritto il: 14 giugno 2010, 15:08

Re: UNA CROCE A NATALE

Messaggio da ulisse » 5 dicembre 2016, 22:14

Ciao: Ciao:
pasfil ha scritto:Un saluto a tutti.

omissis.....

Eppure è stata certificata nel 1988 come: “genuina, ma riparata e ridipinta”. Ho un po’ di imbarazzo nel postare il certificato ed evito di farlo.

E’ stata recentemente proposta da una Casa tedesca con una base di € 4.000,00, ma è rimasta invenduta.

In questo caso, con l’aggiunta della “E” disegnata di pura fantasia è stato stravolto il disegno originario.


Secondo voi, può ritenersi corretto il giudizio espresso dal perito?
:mmm: :?:

Auction Galleries Hamburg 358th Auction2016 345.jpg
Ciao: Ciao: Ciao:

È un assurdo lessicale come le "convergenze parallele": se ridipinta non può essere originale.
:holmes: :holmes:

:cof: :cof:
----------------------------------------------------------

Marino

Colleziono "Numeri 1" dal 1840 al 1860
Colleziono anche prime emissioni di ASI

Avatar utente
valerio66vt
Messaggi: 6089
Iscritto il: 3 ottobre 2007, 19:36
Località: TARQUINIA VT

Re: UNA CROCE A NATALE

Messaggio da valerio66vt » 6 dicembre 2016, 7:20

Marino hai ragione...una ciofeca... qualsiasi cosa abbia scritto il perito. punto.

Valerio

Avatar utente
Antonello Cerruti
Messaggi: 8144
Iscritto il: 16 luglio 2007, 12:45

Re: UNA CROCE A NATALE

Messaggio da Antonello Cerruti » 6 dicembre 2016, 8:08

Sono lieto che Pietro Borzillo non abbia postato il certificato così mi trovo meno a disagio a commentare questo francobollo.

Premetto che, in filatelia, si usa - erroneamente - il termine "originale" per indicare "autentico" (contrapposto a falso) e non col significato "come in origine".

In questo "francobollo" risultano difformi sia ampie parti del disegno che le diciture in cui le lettere hanno forme, dimensioni ed inclinazioni molto differenti dal normale.

Complessivamente, l'entità delle parti ridipinte è tale da alterare tanto profondamente il disegno stesso non solo da non poter plattare con certezza il francobollo ma neppure da poter stabilire che non si tratti addirittura di un mezzo grano del Regno completamente decolorato e ridipinto in azzurro.

Tale operazione, peraltro ben nota e segnalata all'ultimo capoverso di pagina 108 del libro scritto con Luigi Guido, venne eseguita anche su francobolli cui venne persino alleggerito l'annullo!

Cordiali saluti.
Antonello Cerruti

paolo.lepore
Messaggi: 658
Iscritto il: 28 agosto 2014, 15:59

Re: UNA CROCE A NATALE

Messaggio da paolo.lepore » 6 dicembre 2016, 20:04

Buonasera,

dal momento che la posizione è univoca e molti si sono espressi ecco il certificato errato.

Ovviamente senza polemiche perchè Chiavarello era un bravo perito (e una brava persona).

Immagine


Cordiali saluti

Paolo Lepore

Avatar utente
pasfil
Messaggi: 1362
Iscritto il: 7 novembre 2008, 20:53

Re: UNA CROCE A NATALE

Messaggio da pasfil » 7 dicembre 2016, 23:11

Qui non occorre aggiungere altro...perchè l'immagine parla da sola :-)
SiPuòfareDiPiù.png
Ciao: Ciao: Ciao:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
pasfil
Messaggi: 1362
Iscritto il: 7 novembre 2008, 20:53

Re: UNA CROCE A NATALE

Messaggio da pasfil » 11 dicembre 2016, 11:24

Un saluto a tutti.

Auction Galleries Hamburg 358th Auction 2016 Lotto 347 - termine vendita 8 gennaio 2017.

Nella descrizione di vendita è indicato che la Croce di Savoia ha ampi margini e la gomma probabilmente non è originale. Proposta con una base di euro 2.000,00.

Anche in questo caso credo che la descrizione di vendita non sla esaustiva.

Non è indicato se al verso siano presenti timbrini o sigle di periti o se il pezzo sia corredato da eventuali certificati peritali. Non è quest’ultima condizione che è messa in discussione.

Ora, nell’immagine, il pezzo presenta alcuni particolari non corrispondenti agli originali e difetti.

Secondo voi, questa omessa indicazione di maggiori informazioni sullo stato della Crocetta è perché sono state ritenute superflue dalla Casa,giacché l’immagine è di buona risoluzione, :ricerca: quindi con i particolari percepibili da chiunque? :preo:
Auction Galleries Hamburg 358th Auction2016Lotto 347.jpg
Auction Galleries Hamburg 358th Auction2016 347 Immagine (2).png
Ciao: Ciao: Ciao:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Antonello Cerruti
Messaggi: 8144
Iscritto il: 16 luglio 2007, 12:45

Re: UNA CROCE A NATALE

Messaggio da Antonello Cerruti » 11 dicembre 2016, 11:33

Tra l'altro, il primo quarto di francobollo sembra ruotato in senso orario, tanto che le sue cornici non combaciano con la parte destra della cornice superiore e con la parte inferiore della cornice di sinistra.
Due trattini azzurri "raccordano" i segmenti che non proseguono in maniera corretta.
Anche il cerchio interno risulta interrotto o discuntinuo a destra.
Cordiali saluti.
Antonello Cerruti

Avatar utente
pasfil
Messaggi: 1362
Iscritto il: 7 novembre 2008, 20:53

Re: UNA CROCE A NATALE

Messaggio da pasfil » 11 dicembre 2016, 11:38

Ciao Antonello,
i particolari che a colpo d'occhio hai indicato sono tipici degli esemplari difettosi, riparati, ma vi è dell'altro che nemmeno corrisponde con i 1/2 grano della II Tavola, le Croci e le Trinacrie.

Ovviamente poi c'è altro ancora per questo pezzo.

Ciao: Ciao: Ciao:

raffaele1961
Messaggi: 158
Iscritto il: 20 febbraio 2011, 18:47

Re: UNA CROCE A NATALE

Messaggio da raffaele1961 » 11 dicembre 2016, 16:51

Quella riga verticale dopo la T di tornese non mi convince oltre le righe verticali interne
Ciao:

Avatar utente
pasfil
Messaggi: 1362
Iscritto il: 7 novembre 2008, 20:53

Re: UNA CROCE A NATALE

Messaggio da pasfil » 11 dicembre 2016, 20:22

Ciao Raffaele ed un saluto a tutti,

Il disegno riproduce una pos. 99 della Tavola.

Nella descrizione è evidenziato che ha ampi margini.

I collezionisti di Napoli sanno quanto sono importanti i segni lasciati dalle battute delle rullette che contribuiscono al plattaggio degli esemplari, ma in questo caso, proprio in quei due ampi margini, destro e inferiore, esse sono completamente assenti.

Mah, la pos. 99, dove a destra sono sovrapposte le rullette? :mmm:

Nella realtà :lente: simili condizioni principalmente si verificano:
- quando un pezzo viene lavato chimicamente, decolorato e ridisegnato, scordandosi di imitare le rullette;
- viene creata falsa di sana pianta (tecnica fotolitografica, fotocalografica, etc…) , scordandosi di comprendere o imitare anche e rullette;
- quando si procede ad abbondanti riparazioni o ricostruzioni, quindi i margini, scordandosi di imitare le rullette sul pezzettino di carta aggiunto.

Oltre ai margini bianchi vi è un particolare che attira l’attenzione. Si tratta della cifra ½ del valore: la barra di frazione e la cifra 2 assumono una posizione verticale rispetto al disegno, del tutto anomala ed impossibile per il ½ grano, per le Croci e per le Trinacrie, ove sono oblique. ;-)
AucGall.png
Le evidenti anomalie della cornice, del disegno e diciture (esempio T di NAPOLETANE, cifra ½, etc..), l’assenza delle battute delle rullette, sono sinonimi di abbondanti riparazioni effettuate al pezzo, poi rigommato per rendere credibile il tutto.

...ma, la descrizione di vendita non fa cenno a “riparazioni”. :out
Ciao: Ciao: Ciao:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Ciccio
Messaggi: 302
Iscritto il: 13 luglio 2007, 17:37
Località: Sicilia

Re: UNA CROCE A NATALE

Messaggio da Ciccio » 26 gennaio 2017, 20:43

Buonasera a tutti, Ciao:

scusate se approfitto del topic ma avrei bisogno di pareri su queste due crocette e se possibile il loro plattaggio!

Grazie mille :abb:
1.jpg
2.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ciccio

Prefilatelia e Storia Postale Siciliana dal 1786 al 1861.

Avatar utente
pasfil
Messaggi: 1362
Iscritto il: 7 novembre 2008, 20:53

Re: UNA CROCE A NATALE

Messaggio da pasfil » 26 gennaio 2017, 22:50

Ciao Ciccio,

pos. 4 (la prima: è visibile la linea di riquadro in alto) e 81.

Riesci ad inviarmi immagine di maggiore risoluzione sia della croce che del supporto?

Ciao: Ciao: Ciao:

P.S.: se credi anche con e-amail

Avatar utente
pasfil
Messaggi: 1362
Iscritto il: 7 novembre 2008, 20:53

Re: UNA CROCE A NATALE

Messaggio da pasfil » 29 gennaio 2017, 21:50

Ops :OOO:

Avatar utente
Ciccio
Messaggi: 302
Iscritto il: 13 luglio 2007, 17:37
Località: Sicilia

Re: UNA CROCE A NATALE

Messaggio da Ciccio » 30 gennaio 2017, 8:04

Grazie mille Pietro :abb: :clap:

al momento ho solo queste foto, se dovessi riuscire ;-) ti manderò quelle complete!

Ciao: Ciao:
Ciccio

Prefilatelia e Storia Postale Siciliana dal 1786 al 1861.

Avatar utente
pasfil
Messaggi: 1362
Iscritto il: 7 novembre 2008, 20:53

Re: UNA CROCE A NATALE

Messaggio da pasfil » 31 gennaio 2017, 21:15

CrocettaAvi.jpg
Ciao: Ciao: Ciao:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Rispondi

Torna a “Regno di Napoli”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Sostieni il forum: