Oggi è 26 giugno 2019, 11:55

Tariffe lettere in funzione del peso ed in base al numero dei fogli

Forum di discussione sulle emissioni e la storia postale del Regno delle Due Sicilie - Domini al di là del faro - Sicilia
Avatar utente
gipos
Messaggi: 1151
Iscritto il: 12 luglio 2010, 13:37

Re: Tariffe lettere in funzione del peso ed in base al numero dei fogli

Messaggio da gipos » 23 gennaio 2019, 13:38

Ciao: Ciao: a tutti, lettera da Palermo per patti in tariffa italiana di primo porto affrancata con francobollo da 10 centesimi, l'affrancatura venne annullata con il cerchio piccolo Palermo partenza da 20 mm in data 2 gennaio 1862, ritengo tale data la prima in assoluto dell'utilizzo del datario piccolo di Palermo, in questo topic vi ho mostrato l'annullo su tre differenti francobolli, il 10, il 20 ed infine il 40 centesimi in assoluto il più raro.
Spero di fare cosa gradita ai più, con la cordialità di sempre.
gipos
Ciao: Ciao:
PALERMO PARTENZA.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Avatar utente
gipos
Messaggi: 1151
Iscritto il: 12 luglio 2010, 13:37

Re: Tariffe lettere in funzione del peso ed in base al numero dei fogli

Messaggio da gipos » 7 febbraio 2019, 18:07

Salve a tutti, riprendo questa discussione per inserire con mia somma soddisfazione il certificato inerente la lettera da Lercara per Palermo, affrancata per 30 centesimi in tariffa Borbonica da un foglio e 1/2 commutata con francobolli sardi, finalmente è stata fatta luce su questo pezzo molto interessante.
Con cordialità
gipos
Ciao: Ciao:
CERTIFICATO LETTERA LERCARA PER PALERMO.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
bomber
Messaggi: 5023
Iscritto il: 15 luglio 2007, 9:12

Re: Tariffe lettere in funzione del peso ed in base al numero dei fogli

Messaggio da bomber » 10 febbraio 2019, 15:20

Giuseppe....non ho capito bene la tariffa....io ne ho una di 1 foglio e mezzo...affrancata x 15cent...giu 62....perche' questa e' in tariffa borbonica e non un triplo porto???... ciao

Avatar utente
gipos
Messaggi: 1151
Iscritto il: 12 luglio 2010, 13:37

Re: Tariffe lettere in funzione del peso ed in base al numero dei fogli

Messaggio da gipos » 10 febbraio 2019, 15:26

Josè carissimo, le tariffe borboniche commutate in valuta in centesimi di lira italiane furono utilizzate dai vari ufficiali postali fino al novembre 1861, la tua essendo già del 1862 avanzato altro non può essere che tariffa italiana, spero di essere riuscito a spiegarmi.
Con la cordialità di sempre
gipos
Ciao: Ciao:

Avatar utente
bomber
Messaggi: 5023
Iscritto il: 15 luglio 2007, 9:12

Re: Tariffe lettere in funzione del peso ed in base al numero dei fogli

Messaggio da bomber » 11 febbraio 2019, 12:45

ciao Giuseppe,
guarda questa...15c cent. ott 62...difficile pensare che nell'ufficio di messina non sapessero che la tariffa per l'interno era di 10cent...quindi secondo me hanno applicato la tariffa borbonica di 1 foglio e mezzo...cioè 3 grana x 5cent=15cent....al posto del doppio porto….la tua dovrebbe essere 1foglio e mezzo= 3grana...x 2 perché assicurata...6.. x5cent=30cent....però non c'è l'annullo raccomandata o assicurata... allora come la fai a distinguere da un triplo porto???...o come ha fatto il perito a distinguerla così???...ciao
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Avatar utente
gipos
Messaggi: 1151
Iscritto il: 12 luglio 2010, 13:37

Re: Tariffe lettere in funzione del peso ed in base al numero dei fogli

Messaggio da gipos » 11 febbraio 2019, 12:56

Puoi mostrarmi il retro della lettera, non vorrei che fosse una via di mare? grazie
gipos
Ciao: Ciao:

Avatar utente
gipos
Messaggi: 1151
Iscritto il: 12 luglio 2010, 13:37

Re: Tariffe lettere in funzione del peso ed in base al numero dei fogli

Messaggio da gipos » 11 febbraio 2019, 13:22

bomber ha scritto:
11 febbraio 2019, 12:45
guarda questa...15c cent. ott 62...difficile pensare che nell'ufficio di messina non sapessero che la tariffa per l'interno era di 10cent...quindi secondo me hanno applicato la tariffa borbonica di 1 foglio e mezzo...cioè 3 grana x 5cent=15cent....al posto del doppio porto….la tua dovrebbe essere 1foglio e mezzo= 3grana...x 2 perché assicurata...6.. x5cent=30cent....però non c'è l'annullo raccomandata o assicurata... allora come la fai a distinguere da un triplo porto???...o come ha fatto il perito a distinguerla così???...ciao
Josè so per certo che tu sei un grandissimo esperto nonchè profondo conoscitore del testo di Aquila - Orlando la Posta tra due re, se vai a pag 160 trovi la spiegazione al tuo quesito o mi sbaglio?
gipos
Ciao: Ciao:
SCUSAMI COME FAI A DIRE CHE LA TUA SPEDITA NELL'OTTOBRE 1862 SIA IN TARIFA BORBONICA, QUINDI DOPO OLTRE UN ANNO CHE LE TARIFFE BORBONICHE SONO STATE ACCANTONATE, TI RICORDO CHE LA DATA PIU' TARDA DI AFFRANCATURE IN VIRTU' DELLA TARIFFA BORBONICA IN BASE AL NUMERO DEI FOGLI RISALE AL NOVEMBRE 1861 SENZA APPOSIZIONE DI TIMBRO ASSICURATA SULLA SOVRASCRITTA!

Avatar utente
bomber
Messaggi: 5023
Iscritto il: 15 luglio 2007, 9:12

Re: Tariffe lettere in funzione del peso ed in base al numero dei fogli

Messaggio da bomber » 11 febbraio 2019, 17:04

Giuseppe ne ho due così...una da Girgenti...allora come la spieghi la tariffa???...ho capito quello che dici per la tua lettera però senza un annullo o scritto a penna assicurata (raccomandata) rimane sempre il dubbio...o almeno per me...ciao

Avatar utente
gipos
Messaggi: 1151
Iscritto il: 12 luglio 2010, 13:37

Re: Tariffe lettere in funzione del peso ed in base al numero dei fogli

Messaggio da gipos » 11 febbraio 2019, 17:26

Josè ti ripeto che nelle lettere in cui non è presente il timbro ovale di assicurata, ma soltanto con affrancatura della IV di sardegna annullata con timbri sardo italiani, possibile soltanto fino al novembre 1861 fai il calcolo dei fogli con equivalente tassa postale in grana borbonica, moltiplicando i grana della tassa per 5 centesimi della comparazione italiana.
Per quanto riguarda la tua lettera, ti chiedo diverificare se la spedizione avvenne per via di mare, dato chè per come dici ne hai due una da Messina per Girgenti, l'altra per il percorso inverso se non ho capito male, ti ricordo che la tariffa in grana rimase in vigore soltanto nelle Provincie Napoletane, con l'equivalente corrrispettivo in centesimi di lira,quindi la tariffa da 1 foglio 1/2 equivalenti a 15 centesimi le puoi trovare nelle provincie continentali appunto a partire dal 01.10.1862, altro caso appunto, perchè in filatelia la parola mai non si scrive, noi ci troveremmo di fronte a due casi anomali di tariffa borbonica a fine 1862 in Sicilia.
gipos
Ciao:

Avatar utente
bomber
Messaggi: 5023
Iscritto il: 15 luglio 2007, 9:12

Re: Tariffe lettere in funzione del peso ed in base al numero dei fogli

Messaggio da bomber » 13 febbraio 2019, 11:16

questo è il retro da messina a girgenti...l'altra devo controllare...ciao
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
gipos
Messaggi: 1151
Iscritto il: 12 luglio 2010, 13:37

Re: Tariffe lettere in funzione del peso ed in base al numero dei fogli

Messaggio da gipos » 13 febbraio 2019, 11:46

Josè, a pagina 176 del libro di Aquila viene indicato (il servizio con piroscafi postali privi di convenzione postale di qualsiasi bandiera, affidando la corrispondenza messa di solito in un sacchetto chiuso al capitano del bastimento; oltre alla tariffa ordinaria previsata, venne fissato un compenso di 10 centesimi ulteriore per ogni lettera al capitano, la cifra venne poi ridotta a 5 centesimi, quindi la tariffa da 15 centesimi della tua lettera corrisponde.)
Altra analisi della missiva riguarda il probabile inoltre via terra da Messina a Girgenti, ma anche qui vengono a mancare i timbri di transito delle vie postali traverse, o Santa Caterina, o Palermo cosa che nella tua busta non si riscontrano.
Spero di esserti stato un pochino utile, con la consueta cordialità
gipos
Ciao: Ciao:

Avatar utente
bomber
Messaggi: 5023
Iscritto il: 15 luglio 2007, 9:12

Re: Tariffe lettere in funzione del peso ed in base al numero dei fogli

Messaggio da bomber » 14 febbraio 2019, 10:21

questa potrebbe essere un'altra lettura....ho anche questa ma purtroppo solo il frammento...da Girgenti a Sciacca...questa forse più difficile via di mare….ciao
ps da qualche parte ho letto che raramente alcuni uffici usavano ancora la tariffa borbonica di un foglio e mezzo 15cent al posta di 20cent doppio porto...devo vedere bene
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
gipos
Messaggi: 1151
Iscritto il: 12 luglio 2010, 13:37

Re: Tariffe lettere in funzione del peso ed in base al numero dei fogli

Messaggio da gipos » 14 febbraio 2019, 10:53

Ciao: Jose`, petche` secondo te questa non potrebbe essere una via di mare, ti ricordo che dal Molo di Girgenti per Sciacca, Marsala, Trapani, vi erano collegamenti sia con i postali convenzionati che quelli non convenzionati, pertanto credo che sia plausibile l`utilizzo dei mezzi navali.
gipos
Ciao:

Avatar utente
gipos
Messaggi: 1151
Iscritto il: 12 luglio 2010, 13:37

Re: Tariffe lettere in funzione del peso ed in base al numero dei fogli

Messaggio da gipos » 28 febbraio 2019, 11:47

Ciao: Ciao: a tutti,
oggi vi mostro una letterina che un amico vero mi ha ceduto, va ad arricchire la mia piccola collezione di annulli Borboni su francobolle della IV di Sardegna; lettera di primo porto della tariffa italiana affrancata per 10 centesimi da Palermo a Carlentini, spedita il 22 febbraio 1862 che dovrebbe essere la prima data d'uso dell'abbinamento del bollo a cerhio con data Palermo partenza posto sull'affrancatura, mentre sulla sovrascritta il DC sardo Italiano.
Tale annullo viene valutato sul catalogo sassone ben 12 punti, il fatto che poi possa anche essere la prima data nota come riportato dal catalogo Aquila-Orlando la rende ancora più pregiata.
Mi auguro che possa essere di vostro gradimento, con la solita cordialità
gipos
Ciao: Ciao:
PALERMO CARLENTINI PRIMA DATA NOTA.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Rispondi

Torna a “Regno di Sicilia”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Sostieni il forum: