Applicativo tariffe pacchi

Forum di discussione sulla Storia postale di Paesi ed Aree per cui non esista una sezione specifica.
Avatar utente
somalafis
Messaggi: 5412
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Re: Applicativo tariffe pacchi

Messaggio da somalafis »

In effetti non e' frequentissimo (io non lo avevo mai visto): e' un bollettino da 10 lire bianco per pacco ordinario ma con assegno in cui invece del colore arancione dell'intero cartoncino e' stata impressa una fascia diagonale arancio. Dovrebbe trattarsi di un'edizione ''provvisoria''. L' ''Interitalia'' lo quota solo 10 euro usato ma occorre tenere presente che gli altri esemplari di questo bollettino hanno quotazioni minime (da 1 a 5 euro)...
Riccardo Bodo
SOSTENITORE
Avatar utente
cialo
Messaggi: 232
Iscritto il: 25 maggio 2018, 17:27

Re: Applicativo tariffe pacchi

Messaggio da cialo »

Ah si sì ma le quotazioni secondo me in questi settori così specializzati hanno pochissimo senso... intanto ieri sera ho trovato due bollettini bilingue, entrambi da 10 lire... quando li carico vi metto il link.
------------------------------------
Alessio Giorgetti (cialo)
------------------------------------
Avatar utente
somalafis
Messaggi: 5412
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Re: Applicativo tariffe pacchi

Messaggio da somalafis »

Forse potresti aprire un nuovo topic nella sezione interi postali, lasciando invece in ''storia postale'' il sistema di calcolo delle tariffe dei pacchi di Repubblica.
Riccardo Bodo
SOSTENITORE
Avatar utente
cialo
Messaggi: 232
Iscritto il: 25 maggio 2018, 17:27

Re: Applicativo tariffe pacchi

Messaggio da cialo »

Senza voler aprire un altro topic (lo farò volentieri quando avrò un po' più di materiale) faccio un breve aggiornamento sul lavoro di aggiornamento.

- Inserito un'altra trentina di bollettini, niente di particolarmente prestigioso... qui sotto il link diretto ad uno dei 3 bollettini bilingue che ho trovato, tutti da 10 lire, curioso notare che è stato usato da Torino... (gli altri due sono partiti da Bolzano)
Bollettino bilingue: http://193.205.83.89/cgi-bin/testapp.cgi?id=124

- Classificato le varie tipologie di bollettino per valore e per forma (anelli, spazio per affrancatura...). Non vorrei però addentrarmi oltre in questa classificazione (almeno per adesso).
Periodo 76-80 bollettini da L.10: http://193.205.83.89/cgi-bin/testapp.cg ... oValore=10

- Iniziato ad introdurre qualche elemento grafico per dare ordine all'esposizione
Periodo 81: http://193.205.83.89/cgi-bin/tariffe.c ... 0-09-1981

- Per ogni scaglione di peso ho messo anche il link ai bollettini puramente ordinari senza servizi, per il piacere di vedere la tariffa precisa.
Periodo 82, primo scaglione senza servizi: http://193.205.83.89/cgi-bin/testapp.c ... tura=1300
------------------------------------
Alessio Giorgetti (cialo)
------------------------------------
Avatar utente
cialo
Messaggi: 232
Iscritto il: 25 maggio 2018, 17:27

Re: Applicativo tariffe pacchi

Messaggio da cialo »

somalafis ha scritto: 5 dicembre 2020, 16:41 Sullo stesso catalogo c'è anche una classificazione dei bollettini a ricalco fino al 2002 (quando dalla modulistica sparirono le indicazioni del ''costo'' del bollettino stesso), nonche' delle buste e scatole postafree e paccofree...
Riguardo alla classificazione dei bollettini a decalco ho trovato questo studio di Antonio Piga:
https://storiapostalefilatelia.weebly.c ... calco.html

Mi sembra fatto molto bene e anche lui faceva riferimento al catalogo interitalia, credo arricchendolo di qualche dettaglio, ma forse lui non aveva a disposizione la versione 2016.

Comunque nello studio individua dei sottotipi rispetto ad i tipi 143A, 143B, 143C, 145A, 145B e 145C. Credo con questi numeri faccia appunto riferimento al catalogo interitalia. Mi resta il buco del 144... magari c'è qualcuno dotato di tale catalogo che potrebbe colmarmi questa lacuna?
------------------------------------
Alessio Giorgetti (cialo)
------------------------------------
Avatar utente
somalafis
Messaggi: 5412
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Re: Applicativo tariffe pacchi

Messaggio da somalafis »

cialo ha scritto: 12 dicembre 2020, 22:35 ....
Comunque nello studio individua dei sottotipi rispetto ad i tipi 143A, 143B, 143C, 145A, 145B e 145C. Credo con questi numeri faccia appunto riferimento al catalogo interitalia. Mi resta il buco del 144... magari c'è qualcuno dotato di tale catalogo che potrebbe colmarmi questa lacuna?
Effettivamente la numerazione e' quella del catalogo Interitalia. Il n.144 presenta i testi in edizione bilingue, italiano e tedesco.
L'Interitalia arriva comunque sino al n. 158 cioe' fino alla scomparsa dei moduli con valore indicato. Poi salta un numero e riprende con il n.160 (paccocelere e postacelere prepagati) e con i numeri 161-175 per buste e scatole preaffrancate postafree, paccofree e postaminibox del 2012-2014.
Riccardo Bodo
SOSTENITORE
Avatar utente
cialo
Messaggi: 232
Iscritto il: 25 maggio 2018, 17:27

Re: Applicativo tariffe pacchi

Messaggio da cialo »

somalafis ha scritto: 13 dicembre 2020, 10:27
cialo ha scritto: 12 dicembre 2020, 22:35 ....
Comunque nello studio individua dei sottotipi rispetto ad i tipi 143A, 143B, 143C, 145A, 145B e 145C. Credo con questi numeri faccia appunto riferimento al catalogo interitalia. Mi resta il buco del 144... magari c'è qualcuno dotato di tale catalogo che potrebbe colmarmi questa lacuna?
Effettivamente la numerazione e' quella del catalogo Interitalia. Il n.144 presenta i testi in edizione bilingue, italiano e tedesco.
L'Interitalia arriva comunque sino al n. 158 cioe' fino alla scomparsa dei moduli con valore indicato. Poi salta un numero e riprende con il n.160 (paccocelere e postacelere prepagati) e con i numeri 161-175 per buste e scatole preaffrancate postafree, paccofree e postaminibox del 2012-2014.
Scusami se continuo ad approfittarmi del tuo catalogo... che differenza c'è tra 143A e 145A ?
------------------------------------
Alessio Giorgetti (cialo)
------------------------------------
Avatar utente
somalafis
Messaggi: 5412
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Re: Applicativo tariffe pacchi

Messaggio da somalafis »

cialo ha scritto: 16 dicembre 2020, 10:33 ...
Scusami se continuo ad approfittarmi del tuo catalogo... che differenza c'è tra 143A e 145A ?
Il n. 145A e' stampato ''a modulo continuo con fori sul lato sinistro e perçage su tre lati''; comparso nel 1987. Di questa tipologia relativa al pacco ordinario, il catalogo distingue 4 sottotipi. Per darti un'idea ti allego una scansione in pdf
IMG_20201216_0001.pdf

-
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Riccardo Bodo
SOSTENITORE
Avatar utente
cialo
Messaggi: 232
Iscritto il: 25 maggio 2018, 17:27

Re: Applicativo tariffe pacchi

Messaggio da cialo »

Grazie Riccardo... non mi è comunque chiaro come distinguere con certezza tra 143 e 145. Quelli che chiama "fori sul lato sinistro" non sono infatti tipicamente presenti negli esemplari usati. Il percage poi... proprio non so cosa sia...

Mi sembra però che ci sia una leggera differenza di dimensione facilmente verificabile. Con il 145 più quadrato (più alto e meno lungo di 3-4 millimetri). Non trovo però riscontro di questa differenza di dimensioni nella pagina del catalogo.

Comunque considerando che tutti i tipi hanno quotazioni molto simili non so neanche quanto valga la pena classificarli in dettaglio. Credo che per adesso mi limiterò a distinguere le tre tipologie principali emesse rispettivamente nel 1983 (anche se ho già in archivio 4 esemplari usati nel 1982), nel 1995 nel 1997 lasciando eventualmente la classificazione fine per un passaggio successivo.
------------------------------------
Alessio Giorgetti (cialo)
------------------------------------
Avatar utente
somalafis
Messaggi: 5412
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Re: Applicativo tariffe pacchi

Messaggio da somalafis »

cialo ha scritto: 16 dicembre 2020, 19:30 Grazie Riccardo... non mi è comunque chiaro come distinguere con certezza tra 143 e 145. Quelli che chiama "fori sul lato sinistro" non sono infatti tipicamente presenti negli esemplari usati. Il percage poi... proprio non so cosa sia...
Il perçage e' in pratica una fustellatura. Per quanto riguarda i fori a sinistra, mi pareva che il bollettino in senso stretto conservasse il lato con i buchi anche quando era usato (almeno cosi' mi sembra di ricordare, ma sono passati ahime' tanti anni)... Magari gli esemplari che hai esaminato erano ancora appartenenti a tipogie precedenti. La catalogazione dell'Interitalia era frutto di esami condotti sul materiale reperibile agli uffici postali dell'epoca (Carlo Sopracordevole era sempre molto attento). Ma qualcosa poteva sempre sfuggire: quindi per quanto riguarda il formato, varianti grafiche sicuramente esistono: d'altra parte e' il bello di inoltrarsi su un terreno poco battuto. Peccato che oggi sia difficile trovare esemplari nuovi intatti.
Riccardo Bodo
SOSTENITORE
Rispondi

Torna a “Storia postale in generale”

SOSTIENI IL FORUM