Oggi è 25 novembre 2017, 4:38

Sull'allocazione o meno in prefilatelia di un pezzo

Forum di discussione sulle Prefilateliche
Rispondi
Avatar utente
debene
Messaggi: 5475
Iscritto il: 13 novembre 2011, 16:19
Località: Bari - Italy
Contatta:

Sull'allocazione o meno in prefilatelia di un pezzo

Messaggio da debene » 1 ottobre 2017, 18:12

Ciao: a tutti,

ci sono due ultimi post inseriti nella sezione di prefilatelia e quindi
i pezzi mostrati sono stati classificati come prefilatelici

viewtopic.php?f=37&t=56237


viewtopic.php?f=37&t=56247

nel primo post Guido ha fatto notare che secondo lui il pezzo non era da ritenersi prefilatelico
e presumo che il suo giudizio sia motivato dal fatto che il pezzo porta una data di invio 21 maggio 1860
e che quindi essendo post riforma Rowland Hill non possa essere considerato prefilatelico
nonostante la missiva sia priva di francobollo.

Mi sembra di capire che invece da parte di alcuni il solo fatto che non ci sia la presenza
del francobollo permetta la classificazione del pezzo come prefilatelico.

Quale è il vostro parere in merito?

Ciao:

sergio
Sergio De Benedictis
Sostenitore
Socio C.I.F.T. - A.I.C.A.M - A.N.C.A.I. - U.S.F.I. - A.I.M. - I.S.S.P.

Quando la Filatelia è culturaLink al mio sito : Esculapio Filatelico

Visita la mia rubrica sul Postalista :Il bastone di Asclepio

Guarda le mie vendite su Delcampe: nickname "debene".

I miei interessi :
Tematica medica; Antichi Stati; Storia Postale di Bari; Precancel U.S.A., Affrancature Meccaniche; Letteratura Filatelica; Erinnofili;Collezione A.S.F.E.


Avatar utente
francyphil
Messaggi: 2207
Iscritto il: 14 luglio 2007, 17:08
Località: Parma

Re: Sull'allocazione o meno in prefilatelia di un pezzo

Messaggio da francyphil » 1 ottobre 2017, 18:18

Ho sempre considerato prefilatelico tutto ciò che è partito da uno stato/entità prima della data di emissione ufficiale del primo francobollo valido in quello stato.

Ma non mi sono nemmeno mai posto alcuna paturnia nel solo pensare ad un'altra possibile "definizione" :-))
Francesco
--------------------
Colleziono:
Marcofilia Parma e provincia pre 1946 - Annulli meccanici del Regno e Repubblica - Annulli speciali italiani pre 1946 - Annulli Duplex - Annulli alberghieri italiani - Francobolli-Moneta italiani - Erinnofili antitubercolari del Regno - Annulli meccanici Tedeschi pre 1946 - Tematica Rugby ... e raccolgo quello che mi piace :-))

FF since 02 Gen 2005

Avatar utente
acquarius1
Messaggi: 1056
Iscritto il: 30 maggio 2016, 12:08

Re: Sull'allocazione o meno in prefilatelia di un pezzo

Messaggio da acquarius1 » 1 ottobre 2017, 18:21

Scusa Sergio non capisco la domanda.
Sono prefilateliche tutte le missive ante l'istituzione dei francobolli in quello Stato. Una lettera del 1857 di Sicilia è prefilatelica, di Lombardo Veneto no.
principali collezioni:

Trinacrie di Sicilia 1848
Annulli di località termali su Antichi Stati Europei
Salsomaggiore 1860 - 1968

Avatar utente
debene
Messaggi: 5475
Iscritto il: 13 novembre 2011, 16:19
Località: Bari - Italy
Contatta:

Re: Sull'allocazione o meno in prefilatelia di un pezzo

Messaggio da debene » 1 ottobre 2017, 18:33

acquarius1 ha scritto:
1 ottobre 2017, 18:21
Scusa Sergio non capisco la domanda.
Sono prefilateliche tutte le missive ante l'istituzione dei francobolli in quello Stato. Una lettera del 1857 di Sicilia è prefilatelica, di Lombardo Veneto no.
concordo con te però
mettiamola così allora:

siamo in post istituzione francobolli; lettera comunque spedita in porto assegnato; alcuni la considerano prefilatelica!

Ciao:

sergio
Sergio De Benedictis
Sostenitore
Socio C.I.F.T. - A.I.C.A.M - A.N.C.A.I. - U.S.F.I. - A.I.M. - I.S.S.P.

Quando la Filatelia è culturaLink al mio sito : Esculapio Filatelico

Visita la mia rubrica sul Postalista :Il bastone di Asclepio

Guarda le mie vendite su Delcampe: nickname "debene".

I miei interessi :
Tematica medica; Antichi Stati; Storia Postale di Bari; Precancel U.S.A., Affrancature Meccaniche; Letteratura Filatelica; Erinnofili;Collezione A.S.F.E.

Avatar utente
Erik
Messaggi: 1936
Iscritto il: 13 luglio 2007, 10:42
Località: Fabriano

Re: Sull'allocazione o meno in prefilatelia di un pezzo

Messaggio da Erik » 1 ottobre 2017, 18:35

debene ha scritto:
1 ottobre 2017, 18:12
Mi sembra di capire che invece da parte di alcuni il solo fatto che non ci sia la presenza
del francobollo permetta la classificazione del pezzo come prefilatelico.
Ciao Sergio,
il mio parere è che chi pensa questo, semplicemente, non ha capito il significato del termine "prefilatelico" :-))
La definizione corretta è quella data da acquarius e da francyphil.

Ciao:
S T A F F

Enrico Carsetti
---

Sul (vecchio) Forum dal 6 dicembre 2003

Visita il mio negozio su Delcampe


"Chi condivide con gli altri le proprie passioni viene trasportato in una vita incantata di felicità interiore che gli egoisti non conosceranno mai." (Richard Bach)


Avatar utente
francyphil
Messaggi: 2207
Iscritto il: 14 luglio 2007, 17:08
Località: Parma

Re: Sull'allocazione o meno in prefilatelia di un pezzo

Messaggio da francyphil » 1 ottobre 2017, 18:37

debene ha scritto:
1 ottobre 2017, 18:33


siamo in post istituzione francobolli; lettera comunque spedita in porto assegnato; alcuni la considerano prefilatelica!
E sbagliano ;)
Francesco
--------------------
Colleziono:
Marcofilia Parma e provincia pre 1946 - Annulli meccanici del Regno e Repubblica - Annulli speciali italiani pre 1946 - Annulli Duplex - Annulli alberghieri italiani - Francobolli-Moneta italiani - Erinnofili antitubercolari del Regno - Annulli meccanici Tedeschi pre 1946 - Tematica Rugby ... e raccolgo quello che mi piace :-))

FF since 02 Gen 2005

Avatar utente
debene
Messaggi: 5475
Iscritto il: 13 novembre 2011, 16:19
Località: Bari - Italy
Contatta:

Re: Sull'allocazione o meno in prefilatelia di un pezzo

Messaggio da debene » 1 ottobre 2017, 18:38

OK ci siamo allineati!

:abb:

sergio
Sergio De Benedictis
Sostenitore
Socio C.I.F.T. - A.I.C.A.M - A.N.C.A.I. - U.S.F.I. - A.I.M. - I.S.S.P.

Quando la Filatelia è culturaLink al mio sito : Esculapio Filatelico

Visita la mia rubrica sul Postalista :Il bastone di Asclepio

Guarda le mie vendite su Delcampe: nickname "debene".

I miei interessi :
Tematica medica; Antichi Stati; Storia Postale di Bari; Precancel U.S.A., Affrancature Meccaniche; Letteratura Filatelica; Erinnofili;Collezione A.S.F.E.

n.freschi3
Messaggi: 295
Iscritto il: 13 febbraio 2016, 16:35

Re: Sull'allocazione o meno in prefilatelia di un pezzo

Messaggio da n.freschi3 » 1 ottobre 2017, 18:43

Concordo con gli interventi precedenti.

Ad esempio: "Zona sprovvista di francobolli (ma non di cartucce)" secondo me non è prefilatelica :mmm:


N.

Avatar utente
Erik
Messaggi: 1936
Iscritto il: 13 luglio 2007, 10:42
Località: Fabriano

Re: Sull'allocazione o meno in prefilatelia di un pezzo

Messaggio da Erik » 1 ottobre 2017, 18:44

Il periodo prefilatelico, per un determinato territorio, è quello precedente all'introduzione dei francobolli in quel territorio.
Il periodo filatelico è quello successivo all'introduzione dei francobolli.

Non credo che ci possano essere discussioni su questo :roll:

Ciao:
S T A F F

Enrico Carsetti
---

Sul (vecchio) Forum dal 6 dicembre 2003

Visita il mio negozio su Delcampe


"Chi condivide con gli altri le proprie passioni viene trasportato in una vita incantata di felicità interiore che gli egoisti non conosceranno mai." (Richard Bach)

Avatar utente
Guido Morolli
Messaggi: 430
Iscritto il: 8 settembre 2007, 14:50
Località: prov. Vercelli

Re: Sull'allocazione o meno in prefilatelia di un pezzo

Messaggio da Guido Morolli » 1 ottobre 2017, 18:49

Come già scritto nel topic segnalato da Sergio e accodandomi alle dichiarazioni corrette di Erik, Acquarius 1, Francyphil confermo
che per me PREFILATELIA riguarda tutto quello che è accaduto in fatto di storia postale prima dell'introduzione dei francobolli.
Va da se che la Prefilatelia in Inghilterra finisce nel maggio del 1840 e in Piemonte il 1° gennaio 1851 e in altri stati italiani più tardi.
Ciao:
Guido

Avatar utente
rossi
Messaggi: 1428
Iscritto il: 13 luglio 2007, 7:58
Località: Jerusalem, Israel

Re: Sull'allocazione o meno in prefilatelia di un pezzo

Messaggio da rossi » 1 ottobre 2017, 19:15

debene ha scritto:
1 ottobre 2017, 18:12

nel primo post Guido ha fatto notare che secondo lui il pezzo non era da ritenersi prefilatelico
e presumo che il suo giudizio sia motivato dal fatto che il pezzo porta una data di invio 21 maggio 1860
e che quindi essendo post riforma Rowland Hill non possa essere considerato prefilatelico
nonostante la missiva sia priva di francobollo.
intendevi dire la seconda lettera del 1844 :??:

:abb: :abb: :abb:

Avatar utente
francesco luraschi
Messaggi: 2209
Iscritto il: 14 luglio 2007, 18:08
Località: Casnate (CO)

Re: Sull'allocazione o meno in prefilatelia di un pezzo

Messaggio da francesco luraschi » 1 ottobre 2017, 19:20

In linea di massimo sono d'accordo.

Il problema è semplice da sciogliere quanto si tratta di una lettera con segni di posta (timbri, bolli, tasse ecc...) prima del giorno di introduzione del francobollo. Questa è sicuramente una prefilatelica in quanto nel tempo tale modalità di spedizione è poi evoluta nell'utilizzo del francobollo (lasciamo perdere le lettere tassare perché in porto assegnato).

Ma una lettera del '400 con marca mercantile o una lettera del '600 senza segni di posta si possono definire "prefilateliche" a tutti gli effetti?

Rispondendo "sì" si dà per scontato che tutto il traffico epistolare sia poi divenuto "postale" ma non è così. Gli stessi studiosi della posta del periodo medievale usano il termine "postale" in senso esteso e ciò trae in confusione: "posta dei mercanti", "posta dei conventi", "posta delle università".

Ma si tratta di un sistema di trasporto della "posta" diverso da quello che studiamo noi, nato a Milano nel XIV secolo, basato sulla corsa e sul cambio di cavalli a distanze stabilite.

Le poste di cui sopra adottavano una tecnica diversa che poi è rimasta alternativa alla " nostra posta" e sarà sempre oggetto di provvedimenti in modo da contrastarne la diffusione. Senza riuscirci dato che a fianco alla "nostra posta" gestita in appalto o in amministrazione agiranno sempre soggetti che trasportavano lettere con tecniche "non postali".


Non so se mi spiego ...

Ciao: Francesco
Ultima modifica di francesco luraschi il 1 ottobre 2017, 19:27, modificato 1 volta in totale.
I nostri articoli:

https://www.academia.edu/10877153/_News ... _1850-1866_

Cliccare su authors per leggerli tutti facendo scorrere la pagina verso il basso oppure iscriversi al sito http://www.academia.edu per scaricare il PDF.

Ciao: Francesco

Avatar utente
debene
Messaggi: 5475
Iscritto il: 13 novembre 2011, 16:19
Località: Bari - Italy
Contatta:

Re: Sull'allocazione o meno in prefilatelia di un pezzo

Messaggio da debene » 1 ottobre 2017, 19:22

rossi ha scritto:
1 ottobre 2017, 19:15
debene ha scritto:
1 ottobre 2017, 18:12

nel primo post Guido ha fatto notare che secondo lui il pezzo non era da ritenersi prefilatelico
e presumo che il suo giudizio sia motivato dal fatto che il pezzo porta una data di invio 21 maggio 1860
e che quindi essendo post riforma Rowland Hill non possa essere considerato prefilatelico
nonostante la missiva sia priva di francobollo.
intendevi dire la seconda lettera del 1844 :??:

:abb: :abb: :abb:
:evvai:

sergio
Sergio De Benedictis
Sostenitore
Socio C.I.F.T. - A.I.C.A.M - A.N.C.A.I. - U.S.F.I. - A.I.M. - I.S.S.P.

Quando la Filatelia è culturaLink al mio sito : Esculapio Filatelico

Visita la mia rubrica sul Postalista :Il bastone di Asclepio

Guarda le mie vendite su Delcampe: nickname "debene".

I miei interessi :
Tematica medica; Antichi Stati; Storia Postale di Bari; Precancel U.S.A., Affrancature Meccaniche; Letteratura Filatelica; Erinnofili;Collezione A.S.F.E.

Avatar utente
rossi
Messaggi: 1428
Iscritto il: 13 luglio 2007, 7:58
Località: Jerusalem, Israel

Re: Sull'allocazione o meno in prefilatelia di un pezzo

Messaggio da rossi » 1 ottobre 2017, 19:25

francesco luraschi ha scritto:
1 ottobre 2017, 19:20
Il problema è semplice da sciogliere quanto si tratta di una lettera con segni di posta (timbri, bolli, tasse ecc...) prima del giorno di introduzione del francobollo. Questa è sicuramente una prefilatelica in quanto poi si può presumere che nel tempo tale comunicazione sarebbe poi evoluta nell'utilizzo del francobollo (lasciamo perdere le lettere tassare perché in porto assegnato).
Ciao:

in UK c'e' una situazione interessante ...

Immagine

Immagine

la prima e' prefilatelica mentra la seconda no :??:

Da un punto di vista storico postale non e' cambiato nulla.

Ciao: Ciao: Ciao:

Avatar utente
ameis33
Messaggi: 263
Iscritto il: 15 luglio 2007, 15:38

Re: Sull'allocazione o meno in prefilatelia di un pezzo

Messaggio da ameis33 » 1 ottobre 2017, 23:24

Se non vado errato, i primi francobolli russi erano destinati all'invio della corrispondenza per l'interno. Per l'esterno non potevano essere utilizzati.
Una lettera verso l'estero in questo primo periodo come va considerata? stampless, come dicono in inglese... Cioè senza francobolli, ma non prefilatelica...
Una lettera spedita a carico del destinatario da un paese dotati di francobolli verso un paese non dotato di francobolli?

Avatar utente
francesco luraschi
Messaggi: 2209
Iscritto il: 14 luglio 2007, 18:08
Località: Casnate (CO)

Re: Sull'allocazione o meno in prefilatelia di un pezzo

Messaggio da francesco luraschi » 2 ottobre 2017, 7:13

In effetti avevo scritto di evitare di entrare nell'argomento delle lettere spedite in porto assegnato o pagate in contanti.

La suddivisione prefilatelia/filatelia è prettamente collezionistica.

Nel LV ad esempio era sempre ammessa la spedizione in contanti per l'estero e in porto assegnato con maggiorazione per l'interno. Nel Regno di Sardegna la tariffa per le lettere affrancate con francobolli o in porto assegnato era la stessa, era poi possibile spedire per l'interno anche pagando in contanti. Cosa che nel LV non era ammessa.

Quindi si può allungare di una decina di anni il periodo prefilatelico.

Pure i francobolli del LV sono nati per affrancare la corrispondenza interna. Poi qualcuno che conosceva le tariffe li applicò sulla corrispondenza estera e la posta fu costretta ad ammetterne l'uso.

Ciao: Francesco
I nostri articoli:

https://www.academia.edu/10877153/_News ... _1850-1866_

Cliccare su authors per leggerli tutti facendo scorrere la pagina verso il basso oppure iscriversi al sito http://www.academia.edu per scaricare il PDF.

Ciao: Francesco

Avatar utente
dogri
Messaggi: 1504
Iscritto il: 29 maggio 2011, 9:18
Località: Sanremo
Contatta:

Re: Sull'allocazione o meno in prefilatelia di un pezzo

Messaggio da dogri » 2 ottobre 2017, 7:51

francesco luraschi ha scritto:
2 ottobre 2017, 7:13

Nel LV ad esempio era sempre ammessa la spedizione in contanti per l'estero e in porto assegnato con maggiorazione per l'interno. Nel Regno di Sardegna la tariffa per le lettere affrancate con francobolli o in porto assegnato era la stessa, era poi possibile spedire per l'interno anche pagando in contanti. Cosa che nel LV non era ammessa.

Quindi si può allungare di una decina di anni il periodo prefilatelico.

Pure i francobolli del LV sono nati per affrancare la corrispondenza interna. Poi qualcuno che conosceva le tariffe li applicò sulla corrispondenza estera e la posta fu costretta ad ammetterne l'uso.

Ciao: Francesco
io non mi complicherei troppo la vita: se in quel territorio quando è stata spedita una lettera senza francobolli questi esistevano già non è prefilatelica. E' una lettera in periodo filatelico ammessa a viaggiare senza francobolli. In caso contrario volendo essere severi anche le lettere in franchigia sarebbero prefilateliche, pur se spedite oggi.

Ciao: Ciao:
Colleziono collezioni incomplete: per ogni francobollo che aggiungo ne escono altri 4.
Negozio Delcampe


Rispondi

Torna a “Prefilatelia”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Sostieni il forum: