Oggi è 25 novembre 2017, 4:49

Uffizio di disinfezione in Reggio

Forum di discussione sulle Prefilateliche
Rispondi
Avatar utente
debene
Messaggi: 5475
Iscritto il: 13 novembre 2011, 16:19
Località: Bari - Italy
Contatta:

Uffizio di disinfezione in Reggio

Messaggio da debene » 16 ottobre 2017, 20:14

Una recente acquisizione, di fattura molto diversa da altre in mio possesso mi ha portato a documentarmi nuovamente
su queste lettere genericamente chiamate "disinfettate.
peste reggio225.jpg
Ben sappiamo come in tempi fortunatamente ormai lontani ( che speriamo non ritornino visto le odierne campagne antivaccino ) in caso di epidemie la posta che proveniva da luoghi in cui il morbo imperversava veniva sottoposta a particolari trattamenti di disinfezione.

Con questa lettera siamo nel 1854 e una epidemia di “colera asiatico” imperversava sulla nostra penisola.
In particolare furono prese misure per fermarla istituendo dei cordoni sanitari lungo i confini tra il Granducato di Toscana e il Ducato di Parma e Mantova. Furono aperti uffici sanitari al fine di applicare servizi di quarantena e rilasciare permessi di transito.
Un ufficio per la disinfezione fu creato a Reggio e il 16 settembre 1854 fu emanato un regolamento sanitario qui riprodotto
peste reggio227.jpg
che stabiliva “ la profumazione di lettere e pacchi provenienti da località estere infette”. Sempre nello stesso decreto veniva precisata la preparazione di suddette polveri.
peste reggio228.jpg
Sulle lettere venivano prodotti dei tagli e poi venivano poste in apposite “graticole” di metallo e sottoposte all’azione dei fumi per diversi minuti.
Accanto all’ufficio furono predisposti anche due Lazzaretti per le persone ritenute contagiate dal morbo.
Durante l’inverno il contagio regredì ma in primavera si ripresentò e a Reggio abbiamo il primo caso registrato il 13 luglio 1855, esattamente 10 giorni prima l’invio di questa nostra lettera, in cui il parroco del luogo chiede lumi al podestà su come comportarsi con un tal Domenico Bordini colpito dal male.
peste reggio226.jpg
Le cronache riportano che questo tipo di colera aveva un decorso rapidissimo ( era infatti denominato colera fulminante ) e la morte arrivava rapida dopo poche ore dalla rilevazione dei primi sintomi.
Durante questo periodo di emergenza l’ufficio applicava, contrariamente a quanto siamo soliti vedere su altra corrispondenza disinfettata che presenta invece timbrature stampigliate, delle speciali etichette a testimonianza dell’avvenuta disinfezione come quella applicata sulla lettera in oggetto.
Povere lettere così maltrattate visto che oggi sappiamo benissimo che tale pratica era praticamente inutile visto che il morbo certamente non si diffondeva attraverso la posta!

Ciao:

sergio
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Sergio De Benedictis
Sostenitore
Socio C.I.F.T. - A.I.C.A.M - A.N.C.A.I. - U.S.F.I. - A.I.M. - I.S.S.P.

Quando la Filatelia è culturaLink al mio sito : Esculapio Filatelico

Visita la mia rubrica sul Postalista :Il bastone di Asclepio

Guarda le mie vendite su Delcampe: nickname "debene".

I miei interessi :
Tematica medica; Antichi Stati; Storia Postale di Bari; Precancel U.S.A., Affrancature Meccaniche; Letteratura Filatelica; Erinnofili;Collezione A.S.F.E.


Luca Dermidoff
Messaggi: 413
Iscritto il: 27 novembre 2014, 23:04
Località: Sasso Marconi (BO)

Re: Uffizio di disinfezione in Reggio

Messaggio da Luca Dermidoff » 17 ottobre 2017, 7:27

Tutto molto bello ed interessante Sergio!

Ciao: Luca
Sostenitore dal 2 aprile 2015
:pea:

Avatar utente
francesco luraschi
Messaggi: 2209
Iscritto il: 14 luglio 2007, 18:08
Località: Casnate (CO)

Re: Uffizio di disinfezione in Reggio

Messaggio da francesco luraschi » 17 ottobre 2017, 8:27

Interessante, Sergio! :clap:


Spesso i "lazzaretti epistolari", ovvero i luoghi dove venivano disinfettate le lettere, erano gestiti da religiosi e in particolare dai Padri Camilliani.

Si riteneva infatti che i religiosi fossero più adatti dei civili a mantenere la privacy delle lettere che passavano loro tra le mani.

Ciao: Francesco
I nostri articoli:

https://www.academia.edu/10877153/_News ... _1850-1866_

Cliccare su authors per leggerli tutti facendo scorrere la pagina verso il basso oppure iscriversi al sito http://www.academia.edu per scaricare il PDF.

Ciao: Francesco

Avatar utente
Antonello Cerruti
Messaggi: 8047
Iscritto il: 16 luglio 2007, 12:45

Re: Uffizio di disinfezione in Reggio

Messaggio da Antonello Cerruti » 17 ottobre 2017, 10:10

L'originalità di quelle etichette è un argomento discusso e molto controverso.

Cordiali saluti.
Antonello Cerruti

Avatar utente
ulisse
Messaggi: 890
Iscritto il: 14 giugno 2010, 15:08

Re: Uffizio di disinfezione in Reggio

Messaggio da ulisse » 18 ottobre 2017, 20:21

Ciao: Ciao:

Ad integrazione allego copia di un articolo apparso su "Il Collezionista ..." n. 2 del 1953.
Busta0684 rid.JPG
Busta0685 rid.JPG
Buona lettura.

:cof: :cof:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
----------------------------------------------------------

Marino

Colleziono "Numeri 1" dal 1840 al 1860
Colleziono anche prime emissioni di ASI


Avatar utente
debene
Messaggi: 5475
Iscritto il: 13 novembre 2011, 16:19
Località: Bari - Italy
Contatta:

Re: Uffizio di disinfezione in Reggio

Messaggio da debene » 18 ottobre 2017, 20:55

Ti ringrazio Marino per l'aggiunta.

L'articolo è di Ravasini e ricalca un pò le pagine del suo testo.

Molto utile, direi allo stesso livello, il testo del Meyer "Disinfected Mail"
libro230.jpg
Ciao:

sergio
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Sergio De Benedictis
Sostenitore
Socio C.I.F.T. - A.I.C.A.M - A.N.C.A.I. - U.S.F.I. - A.I.M. - I.S.S.P.

Quando la Filatelia è culturaLink al mio sito : Esculapio Filatelico

Visita la mia rubrica sul Postalista :Il bastone di Asclepio

Guarda le mie vendite su Delcampe: nickname "debene".

I miei interessi :
Tematica medica; Antichi Stati; Storia Postale di Bari; Precancel U.S.A., Affrancature Meccaniche; Letteratura Filatelica; Erinnofili;Collezione A.S.F.E.

Avatar utente
Laurent
Messaggi: 1180
Iscritto il: 20 dicembre 2011, 18:09
Località: FRANCIA

Re: Uffizio di disinfezione in Reggio

Messaggio da Laurent » 18 ottobre 2017, 21:05

Interessante documento, Sergio :holmes:

Ciao:


Rispondi

Torna a “Prefilatelia”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Sostieni il forum: