timbro porta lettere

Forum di discussione generale sugli annulli usati negli uffici postali italiani e non...
Rispondi
Avatar utente
maupoz
Messaggi: 2254
Iscritto il: 8 febbraio 2010, 16:07
Località: MILANO

timbro porta lettere

Messaggio da maupoz »

Ciao:

mi metto qui anche se la mia domanda non riguarda il timbro di annullamento ma quelli sul retro della busta, di transito e di ricezione


sistemando "l'archivio buste" ecco questa da Massa a Milano del 13.12.1869 affrancata con due valori da 10 centesimi annullati con numerale 103 a punti

niente di particolare

curiosità, rileggendo meglio, è che il destinatario è il Prof. Giuseppe Mengoni che credo sia proprio l'architetto (non quindi un caso di omonimia) che ha progettato,tra altre opere, la Galleria Vittorio Emanuele II di Milano.


sul retro della busta i timbri
1. di arrivo a Milano 2. credo si tratti di un timbro di un ambulante (leggo solo n° 1) 3. PORTA LETTERE (??) 4. ovale con il numero 9 identificativo del (servizio) postino

della serie .... le domande sulle piccole cose... :-))

solo per curiosità ... è giusto il timbro 3 ...è proprio ... PORTA LETTERE ??

.........non ci ho mai fatto caso, sarà anche comune, ma non mi ricordo di averne visti altri


MASSA - MILANO 13.12.1869 FR.jpeg
MASSA - MILANO 13.12.1869 RT.jpeg

Ciao: Ciao:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Maurizio

"Sicché dunque, disse Pinocchio sempre più sbalordito, se io sotterrassi in quel campo i miei cinque zecchini, la mattina dopo quanti zecchini ci troverei?"
"È un conto facilissimo, rispose la Volpe, un conto che puoi farlo sulla punta delle dita. Poni che ogni zecchino ti faccia un grappolo di cinquecento zecchini: moltiplica il cinquecento per cinque e la mattina dopo ti trovi in tasca duemila cinquecento zecchini lampanti e sonanti."
"Oh che bella cosa!" gridò Pinocchio, ballando dall'allegrezza.
Avatar utente
somalafis
Messaggi: 5541
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Re: timbro porta lettere

Messaggio da somalafis »

maupoz ha scritto: 26 aprile 2021, 12:07 ... da Massa a Milano del 13.12.1869
..sul retro della busta i timbri
3. PORTA LETTERE (??)
solo per curiosità ... è giusto il timbro 3 ...è proprio ... PORTA LETTERE ??
Direi di si': ne ho vista un'altra su Delcampe che e' piu' leggibile (sempre del 1869)
a1.jpg
Proprio a Milano si riscontrano anche successivamente timbri datari con l'indicazione in chiaro ''portalettere''
-di tipo tondo-riquadrati
a3.jpg
-di tipo guller
a4.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Riccardo Bodo
SOSTENITORE
Avatar utente
Phil Shulman
Messaggi: 150
Iscritto il: 27 ottobre 2015, 16:22

Re: timbro porta lettere

Messaggio da Phil Shulman »

E' il numero del quartiere postale, quindi non proprio del portalettere, ma dell'ufficio smistamento. Lo trovi solo su corrispondenze destinate a città popolate ed estese.
Avatar utente
maupoz
Messaggi: 2254
Iscritto il: 8 febbraio 2010, 16:07
Località: MILANO

Re: timbro porta lettere

Messaggio da maupoz »

Phil Shulman ha scritto: 26 aprile 2021, 18:17 E' il numero del quartiere postale, quindi non proprio del portalettere, ma dell'ufficio smistamento. Lo trovi solo su corrispondenze destinate a città popolate ed estese.
Ciao: ..credo che tu ti riferisca al timbro che ho numerato con 4 (9 in ovale) ...quindi quartiere postale!


chiedevo anche conferma del timbro che ho numerato con 3 (PORTA LETTERE ,con data) di cui ha dato esempi Riccardo (grazie)

.... timbro in uso solo nella città di Milano?

..qualcuno lo ha visto (questo o similare) anche per altre città?
Maurizio

"Sicché dunque, disse Pinocchio sempre più sbalordito, se io sotterrassi in quel campo i miei cinque zecchini, la mattina dopo quanti zecchini ci troverei?"
"È un conto facilissimo, rispose la Volpe, un conto che puoi farlo sulla punta delle dita. Poni che ogni zecchino ti faccia un grappolo di cinquecento zecchini: moltiplica il cinquecento per cinque e la mattina dopo ti trovi in tasca duemila cinquecento zecchini lampanti e sonanti."
"Oh che bella cosa!" gridò Pinocchio, ballando dall'allegrezza.
Avatar utente
cesare
Messaggi: 424
Iscritto il: 20 ottobre 2007, 11:21

Re: timbro porta lettere

Messaggio da cesare »

...
La ripartizione cittadina in Quartieri postali, ai fini di una più efficiente distribuzione, fu introdotta successivamente al primo conflitto mondiale.
Il piccolo bollo numerico in ovale (9) ritengo sia quello del portalettere con il suo numero distintivo... che se ben ricordo era riportato anche sul berretto di servizio.
Riguardo il circolare PORTALETTERE, del periodo, non ricordo di averne visti altri che non fossero usati nella città di Milano.....
Ne ho anch'io uno in abbinamento con l'ovale (numero 19) sempre del 1869. ....

Il tema "timbrini" dei portalettere e Quartieri postali è stato trattato un po d'anni fa... forse prima di un crash.
Non sono stato più in grado di rintracciarlo.... forse è possibile ancora "riesumarlo".
:mmm:
Ultima modifica di cesare il 27 aprile 2021, 17:04, modificato 3 volte in totale.
maurizio
Avatar utente
maupoz
Messaggi: 2254
Iscritto il: 8 febbraio 2010, 16:07
Località: MILANO

Re: timbro porta lettere

Messaggio da maupoz »

cesare ha scritto: 27 aprile 2021, 16:53
Il tema "timbrini" dei portalettere e Quartieri postali è stato trattato un po d'anni fa... forse prima di un crash.
Non sono stato più in grado di rintracciarlo.... forse è possibile ancora "riesumarlo".
:mmm:
... Ciao: Ciao: ...è questo???


...vediamo se funziona...

viewtopic.php?p=195531#p195531
Maurizio

"Sicché dunque, disse Pinocchio sempre più sbalordito, se io sotterrassi in quel campo i miei cinque zecchini, la mattina dopo quanti zecchini ci troverei?"
"È un conto facilissimo, rispose la Volpe, un conto che puoi farlo sulla punta delle dita. Poni che ogni zecchino ti faccia un grappolo di cinquecento zecchini: moltiplica il cinquecento per cinque e la mattina dopo ti trovi in tasca duemila cinquecento zecchini lampanti e sonanti."
"Oh che bella cosa!" gridò Pinocchio, ballando dall'allegrezza.
Avatar utente
cesare
Messaggi: 424
Iscritto il: 20 ottobre 2007, 11:21

Re: timbro porta lettere

Messaggio da cesare »

....
Grazie.....Siiiiii !
E' passato un decennio....
...
Ho trovato la letterina cui accennavo.
1869.02.26 VE S.LUCIA 993 (vs).jpg
Ciao:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
maurizio
Alforte
Messaggi: 16
Iscritto il: 27 ottobre 2013, 19:58

Re: timbro porta lettere

Messaggio da Alforte »

A proposito di portalettere.. una chicca.
Si tratta del bollo "10" (di fattura Veneto Austriaco) apposto, a mio parere, dal portalettere che gestiva la zona comprendente via San Daniele a Padova.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Avatar utente
maupoz
Messaggi: 2254
Iscritto il: 8 febbraio 2010, 16:07
Località: MILANO

Re: timbro porta lettere

Messaggio da maupoz »

Alforte ha scritto: 1 maggio 2021, 18:22 A proposito di portalettere.. una chicca.
Si tratta del bollo "10" (di fattura Veneto Austriaco) apposto, a mio parere, dal portalettere che gestiva la zona comprendente via San Daniele a Padova.
:evvai: ... proprio un "numerone", un "10....con lode"

cercherò tra le mie buste arrivate a Padova :lente:
Maurizio

"Sicché dunque, disse Pinocchio sempre più sbalordito, se io sotterrassi in quel campo i miei cinque zecchini, la mattina dopo quanti zecchini ci troverei?"
"È un conto facilissimo, rispose la Volpe, un conto che puoi farlo sulla punta delle dita. Poni che ogni zecchino ti faccia un grappolo di cinquecento zecchini: moltiplica il cinquecento per cinque e la mattina dopo ti trovi in tasca duemila cinquecento zecchini lampanti e sonanti."
"Oh che bella cosa!" gridò Pinocchio, ballando dall'allegrezza.
Alforte
Messaggi: 16
Iscritto il: 27 ottobre 2013, 19:58

Re: timbro porta lettere

Messaggio da Alforte »

Aggiungo la foto recto/verso di una lettera (senza testo) da Chioggia a Cittadella databile 1861/'62 nella quale, sotto il timbro d'arrivo, si nota la cifra"2". Viene apposta, saltuariamente in quel periodo, per indicare che cosa?
O individua il cursore comunale addetto alla consegna (nel 1859 erano in due ma non ho mai visto il numero "1"), ovvero (molto più plausibile) è la somma dovuta per il recapito a domicilio (2 soldi). Attendo altri pareri.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Avatar utente
cesare
Messaggi: 424
Iscritto il: 20 ottobre 2007, 11:21

Re: timbro porta lettere

Messaggio da cesare »

Buona giornata a tutti.

Questo bollo numero “10” è cosa alquanto singolare.
Mai visti di simili prima….. anche per le inconsuete dimensioni.
Concesso che sia un numero di portalettere (non vedo cos’altro altrimenti, visto anche il bollo di 1a distribuzione che pare di medesimo inchiostro)
non si spiega come possa essere di fattura tanto difforme da quelli in uso nella città di Padova nel periodo.
1871.08.14 VE 196 (vs).jpg
Riguardo l’ipotesi di fattura Veneto austriaco potrebbero venirci in aiuto gli amici esperti del settore…..
Forse un bollo accessorio utilizzato prima per altre finalità.
Non credo, comunque, per la “presa in carico” dei portalettere che, se ben ricordo, non erano in uso in periodo L.V.
Riguardo invece la letterina cui sopra con il canonico bollo numerico in ovale coricato (con pallini) dell’agosto 1871,
non comprendo la funzione del bollo P.P. al verso, quindi apposto presumibilmente in arrivo a Padova.
Provenienza prefilatelica del Regno di Sardegna…….
:mmm:

Mi scuso con Alforte per la sovrapposizione. Siamo intervenuti in contemporanea.
Ciao:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
maurizio
Rispondi

Torna a “Annullamenti”

SOSTIENI IL FORUM