La Legione Araba della Wehrmacht

Forum di discussione sulla posta militare
Rispondi
medor
Messaggi: 369
Iscritto il: 5 aprile 2014, 19:44

La Legione Araba della Wehrmacht

Messaggio da medor »

Alcuni giorni orsono sul forum dell’AICPM Somalafis ha segnalato il passaggio in asta di una feldpost della Legione Araba inquadrata nella Wehrmacht. Si tratta di materiale listato dal catalogo Michel con quotazioni abbastanza alte, dal momento che è raro. Il Gran Muftì di Gerusalemme (massima autorità religiosa palestinese) prospettò ad Hitler già nel 1941 la possibilità di fornire alla Germania schiere di combattenti musulmani in funzione anti-sionista. I primi reparti sottoposti all’addestramento si fecero notare solo per il fanatismo anti ebraico, manifestando tuttavia scarsa attitudine alla disciplina e soprattutto continui litigi tra le diverse fazioni che notoriamente lacerano il mondo arabo. Così l’ipotesi di reclutamento in massa di personale islamico venne accantonata in fretta, anche perché col prosieguo delle guerra i tedeschi venivano respinti sempre più lontano dalle zone ove questa leva avrebbe dovuto avere luogo. A dire il vero il primo abboccamento tra nazisti ed arabi si era materializzato in Iraq contro gli inglesi (che esercitavano la sovranità su quella plaga) e non per questioni di odio interreligioso, dove il Generale Felmy aveva messo insieme una Unità Speciale denominata F (dall’iniziale del proprio cognome). Successivamente tale reparto aveva preso la sigla di Commando Speciale 287 ed era stato impiegato su diversi fronti, dal Caucaso all’Ucraina e da ultimo in Tunisia. In seguito alla rotta delle truppe dell’Asse in Nordafrica, l’Unità era stata sciolta e poi ricomposta con il nome di Battaglione di fanteria arabo-tedesco 845, posizionato nei Balcani. Ed è appunto a questo reparto che appartiene il mittente della busta scovata da Riccardo nella vendita Reinhard Fischer di domani. Lo scrivente è un ufficiale medico (come si evince dal timbrino in alto a sinistra) che corrisponde con una signorina di Vienna. E’ opportuno precisare che sulle buste della Legione Araba non si trovano mai nominativi di palese origine musulmana (Mohamed, Abdullah ecc), dal momento che costoro non avevano un terminale postale a cui indirizzare le lettere, essendo le rispettive regioni di provenienza irraggiungibili dalla posta da campo tedesca. Ed in ogni caso gli ufficiali e gli amministrativi erano sempre stati solo tedeschi. Nella prima immagine la Legione Araba.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Thenewguy
Messaggi: 314
Iscritto il: 3 dicembre 2015, 0:17
Località: Cincinnati, OH, USA

Re: La Legione Araba della Wehrmacht

Messaggio da Thenewguy »

Era questa l'unità chiamata "Handschar"
(=il pugnale)?

medor
Messaggi: 369
Iscritto il: 5 aprile 2014, 19:44

Re: La Legione Araba della Wehrmacht

Messaggio da medor »

Thenewguy ha scritto:
24 luglio 2020, 3:49
Era questa l'unità chiamata "Handschar"
(=il pugnale)?
No, quella era la 13.ma Divisione da Montagna delle SS, reclutata in Bosnia ed Albania, composta da bosgnacchi (i bosniaci di religione musulmana). Vestivano il fez rosso con il teschio come fregio (nel cerchietto rosso della foto). Le buste provenienti da questa Unità sono più comuni e non raggiungono -in genere- alte quotazioni. Altre truppe arabe alleate della Germania si erano formate nelle repubbliche asiatiche dell'Unione Sovietica (quelle, per capirsi, che finiscono in -stan), che combattevano a fianco dei tedeschi a causa delle persecuzioni staliniane.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Thenewguy
Messaggi: 314
Iscritto il: 3 dicembre 2015, 0:17
Località: Cincinnati, OH, USA

Re: La Legione Araba della Wehrmacht

Messaggio da Thenewguy »

Grazie

Tecnicamente, nessuno dei "-stan" paesi dell'Unione Sovietica erano arabi. Tajikistan e' vicino a Iran come lingua e cultura, gli altri paesi ex-sovietici dell'Asia centrale appartengono alla comunità turca. Ci sono altri paesi, come Afghanistan, che sono etnicamente diversi, ma non fecero parte dell'Unione Sovietica.

Germania Nazista cerco' di usare i turchi dell'Unione Sovietica (senza successo). Penso che Germania non abbia voluto occupare Turchia appunto per questo motivo. Avrebbe senso attaccare Caucasia dalla Turchia Orientale, da cui era facilissimo raggiungere i campi petroliferi di Baku.

Ciao: Ciao: Ciao:

medor
Messaggi: 369
Iscritto il: 5 aprile 2014, 19:44

Re: La Legione Araba della Wehrmacht

Messaggio da medor »

Thenewguy ha scritto:
25 luglio 2020, 20:04
Penso che Germania non abbia voluto occupare Turchia appunto per questo motivo. Avrebbe senso attaccare Caucasia dalla Turchia Orientale, da cui era facilissimo raggiungere i campi petroliferi di Baku.
Alcune decisioni di politica estera della Turchia hanno contribuito alla genesi dell'importante settore detto "Inselpost", da me seguito. Hitler lasciò una consistente guarnigione di soldati nelle isole dell'Egeo (greche, e per un certo periodo pure italiane, ma da secoli appetite dai turchi) anche per disincentivare l'ingresso in guerra della Turchia a fianco degli Alleati, che avvenne unicamente a cose fatte, a fine febbraio del 1945, ma con poche conseguenze pratiche, solo per consentire ai turchi di sedere al tavolo della pace dalla parte dei vincitori. La Turchia (o per essere più corretti l'ex impero ottomano) era uscita malconcia dalla prima guerra mondiale, aveva pochi uomini e ancora meno mezzi per affrontare un nuovo conflitto e i suoi dirigenti si tennero saggiamente alla larga da pericolose avventure, nonostante sia Hitler che Churchill avessero provato con insistenza a tirarla dalla propria parte. In realtà i turchi si rivelarono dei formidabili doppiogiochisti, perché vendevano la lana ai tedeschi (fondamentale per le divise invernali) dichiarando di simpatizzare per loro e al contempo giuravano agli anglo-americani che invece le loro preferenze andavano agli inglesi, che all'epoca controllavano tutto il medio oriente.

Avatar utente
Thenewguy
Messaggi: 314
Iscritto il: 3 dicembre 2015, 0:17
Località: Cincinnati, OH, USA

Re: La Legione Araba della Wehrmacht

Messaggio da Thenewguy »

medor ha scritto:
28 luglio 2020, 1:11

In realtà i turchi si rivelarono dei formidabili doppiogiochisti, perché vendevano la lana ai tedeschi (fondamentale per le divise invernali) dichiarando di simpatizzare per loro e al contempo giuravano agli anglo-americani che invece le loro preferenze andavano agli inglesi, che all'epoca controllavano tutto il medio oriente.
Il mio nonno paterno, ventottenne nel 1941 con un neonato (mio padre), fu richiamato nel servizio militare. Dopo aver completato tre anni di servizio come ufficiale di riserva nell'aeronautica militare turca (non da pilota, ruolo amministrativo), fu congedato alla fine del 1944. Grazie ai dirigenti di quel tempo, il mio nonno ritornò a casa sano e salvo, e mio padre non dovette soffrire di niente. Quei doppiogiochisti, per me, sono dei santi.

Rispondi

Torna a “Posta Militare”

SOSTIENI IL FORUM