Oggi è 23 gennaio 2020, 6:00

La disinfezione della posta nei lazzeretti a Malta e Livorno

Forum di discussione sulle emissioni e la storia postale dei Paesi europei per i quali non ci sia un'apposita sezione
Rispondi
Avatar utente
Laurent
Messaggi: 1246
Iscritto il: 20 dicembre 2011, 18:09
Località: FRANCIA

La disinfezione della posta nei lazzeretti a Malta e Livorno

Messaggio da Laurent » 13 gennaio 2013, 10:44

MALTA nel 1842, una FERMATA postale... e sanitaria OBBLIGATORIA !




PREMESSA

Ancora nella prima metà del secolo XIX°, il corriere dal Levante (Mediterraneo orientale, Impero ottomano) per la Francia (e l’Europa dell’ovest in generale) era « disinfettato » o « purificato » prima lo sbarco nei porti di destinazione.
Si voleva evitare il diffondersi della peste o del colera : per impedire un eventuale contagio, passageri, merci e lettere dovevano restare in quarantena.

Per le corrispondenze, da qualche secolo, si poteva usare tre modi d’azione :
1/. La fumigazione : dopo averle tagliuzatte, con vapori di cloro, zolfo o altre sostanze.
2/. L’inumidimento nel aceto di vino.
3/… o ancora il fuoco (fumo e calore) (ad esempio decreto del Parlamento di Parigi del 1668 per le lettere dalle « échelles du Levant » !) !

Conoscete in Italia i bolli, numerosi e vari, « netto dentro e fuori » se non mi sbaglio.

Merce e passaggeri erano isolati qualché settimana in un apposito edificio : il lazzaretto, senza contatto diretto coll’esteriore.



MALTA, BALUARDO SANITARIO DELL’EUROPA…

In questo ambiente, l’isola di Malta era diventata uno scalo quasi obbligatorio per la disinfezione delle navi prima l’arrivo in Europa, stesso se porti d’Italia e di Francia avessero, spesso, il loro proprio lazzaretto.

Ecco qua, dal atlante britannico di J.Alexander Keith (edizione 1861), la localizzazione del lazzaretto di La Valetta, presso al « Fort manuel » :
! cartine nel post successivo perchè, qui, non si può più aggiungere allegati !

E anché due fotografie, degli anni 1860 e odierna :

Malte lazaret.jpg

oggi.jpg


La lettera allegata qui è stata scritta a Costantinopoli il 17 agosto 1842, imbucata a Smirna il 19. Sbarcata a Marsiglia il 1° settembre, per un instradamento verso la sua destinazione finale : Lione (arrivo il 3).
E’ arrivata a Marsiglia a bordo del vapore MINOS, in sosta a Malta il 26 per la disinfezione delle corrispondenze.

1842 recto.jpg

1842 expéd..jpg

1842 smyrne.jpg


Troviamo dunque bolli di partenza e d’arrivo + il bollo apposto a Malta per confermare la purificazione.

1842 verso.jpg

lazaret.jpg


... purificazione da fumigazione come si vede alle due incizioni :
incisions.jpg


Allego la tipologia dei bolli chè si può trovare : in inglese poì in lingua francese, tra il 1837 e il 1851.

cachets.jpg




UN COLLEGAMENTO MARITTIMO… « PRECURSORE »

Questa lettera illustra, infine, chè dal 1837 al 1851 la compagnie privata e sovvenzionata delle Messageries (nationales poì) impériales (dal 1852) non esistava ancora.
A quell’epoca, i collegamenti marittimi erano assicurati da una compania dello stato francese, ecco perchè la dicitura « par paquebot du gouvernement » (col vapore del governo francese).
La tassazione era di 90 centimes per l'inoltramento Costantinopoli-Marseille, poì il costo della distanza Marseille-Lyon.
Davanti ai costi e al bilancio, le decizione fù presa nel 1851 di privatizzare queste linee del Levante, d’Italia, ecc.

vapeurs de l'Etat.jpg





Laurent.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ultima modifica di Laurent il 13 gennaio 2013, 15:59, modificato 4 volte in totale.


Avatar utente
Laurent
Messaggi: 1246
Iscritto il: 20 dicembre 2011, 18:09
Località: FRANCIA

Re: MALTA nel 1842... una FERMATA postale OBBLIGATORIA !

Messaggio da Laurent » 13 gennaio 2013, 10:48

Ecco qua, dal atlante britannico di J.Alexander Keith (edizione 1861), la localizzazione del lazzaretto di La Valetta, presso al « Fort manuel » :

Malta 1.png

Malta 2.png

Malta 3.png



Laurent Ciao:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Cinzia62&
Messaggi: 826
Iscritto il: 17 giugno 2011, 19:05

Re: MALTA, 1842 : FERMATA postale e... sanitaria OBBLIGATORI

Messaggio da Cinzia62& » 16 gennaio 2013, 12:03

Argomento molto interessante Laurent. :clap: :clap:
So che esisteva anche un Lazzaretto a Livorno, il San Rocco. Ho una lettera in arrivo :pray: :pray: dalla Francia del 1849 da Lione a Livorno con un timbro a targhetta poco leggibile che testimonia la purificazione e tracce di tagli, credo del San Rocco :??: :??: . Appena arriva la posto. Qualcuno ha, per caso lettere disinfettate al San Rocco per un confronto? Grazie :abb:
Ciao: Cinzia
Giochi tutti i giorni con la luce dell'Universo....
P. Neruda

Avatar utente
Laurent
Messaggi: 1246
Iscritto il: 20 dicembre 2011, 18:09
Località: FRANCIA

Re: MALTA, 1842 : FERMATA postale e... sanitaria OBBLIGATORI

Messaggio da Laurent » 16 gennaio 2013, 19:58

... e il "paradosso", penso, di una bella raccolta su questo argomento, è chè non si ha paura di buste macchiate o ritagliate !!

957_001.jpg


Laurent Ciao:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Cinzia62&
Messaggi: 826
Iscritto il: 17 giugno 2011, 19:05

Re: MALTA, 1842 : FERMATA postale e... sanitaria OBBLIGATORI

Messaggio da Cinzia62& » 23 gennaio 2013, 12:30

Eccola la "Purificata di Livorno" con la targhetta un pò sbiadita
del Lazzaretto di Livorno
Non è poi così male dai anche con quei taglietti sul retro.. :-))
doc998.jpg

doc999.jpg

doc001.jpg

Ciao: Cinzia
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Giochi tutti i giorni con la luce dell'Universo....
P. Neruda


Avatar utente
Laurent
Messaggi: 1246
Iscritto il: 20 dicembre 2011, 18:09
Località: FRANCIA

Re: MALTA, 1842 : FERMATA postale e... sanitaria OBBLIGATORI

Messaggio da Laurent » 23 gennaio 2013, 19:05

Ciao: Cinzia

Interessante... i quanto mi sembra un pò "curiosa" : pensavo chè, a quell'epoca, la purificazione delle lettere fosse quasi riservata alle corrispondenze dal Mediterraneo orientale... non dal Europa occidentale (dove la situazione sanitaria era bene migliore) !!
Ci sono numerosi altri esempi ?
Forse qualcuno potra precisarci !

Laurent :-)

Avatar utente
Ciccio
Messaggi: 293
Iscritto il: 13 luglio 2007, 17:37
Località: Sicilia

Re: MALTA, 1842 : FERMATA postale e... sanitaria OBBLIGATORI

Messaggio da Ciccio » 23 gennaio 2013, 21:06

Cinzia62& ha scritto:Argomento molto interessante Laurent. :clap: :clap:
So che esisteva anche un Lazzaretto a Livorno, il San Rocco. Ho una lettera in arrivo :pray: :pray: dalla Francia del 1849 da Lione a Livorno con un timbro a targhetta poco leggibile che testimonia la purificazione e tracce di tagli, credo del San Rocco :??: :??: . Appena arriva la posto. Qualcuno ha, per caso lettere disinfettate al San Rocco per un confronto? Grazie :abb:
Ciao: Cinzia


Ciao: queste sono le riproduzioni dei bolli del S. Rocco presenti nel volume di Ravasini:
d.jpg

d1.jpg

Da quello che si intravede sulla lettera non saprei proprio stabilire di quale bollo si tratti....magari misurando le dimensioni :ricerca:

Ciao: Ciao:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ciccio

Prefilatelia e Storia Postale Siciliana dal 1786 al 1861.

Avatar utente
Cinzia62&
Messaggi: 826
Iscritto il: 17 giugno 2011, 19:05

Re: MALTA, 1842 : FERMATA postale e... sanitaria OBBLIGATORI

Messaggio da Cinzia62& » 23 gennaio 2013, 22:54

Ciao: Grazie mille Ciccio, sia per misura che per caratteri corrisponde alla prima varietà!

E' vero Laurent pare strana una disinfezione su una tratta da Lyon a Livorno. So per certo di
un'altra lettera del Settembre del 1849 partita da Edinburgh per Livorno anch'essa disinfettata
al san Rocco. Qualcuno ha notizia di contagi in quel periodo?
Ciao: Cinzia
Giochi tutti i giorni con la luce dell'Universo....
P. Neruda

Avatar utente
Laurent
Messaggi: 1246
Iscritto il: 20 dicembre 2011, 18:09
Località: FRANCIA

Re: MALTA, 1842 : FERMATA postale e... sanitaria OBBLIGATORI

Messaggio da Laurent » 24 gennaio 2013, 18:29

Cinzia Ciao:

Le ultime epidemie in Francia sono stato il colera negli anni 1830.

Penso piuttosto chè la desinfezione in arrivo marittimo a Livorno, ancora nel 1849, sia il risultato d'un'abitudine e di una "disciplina" sanitaria erede da secoli di commercio mediterraneo e di saggia cautela...

Nel 1721 in Francia abbiamo avuto la "grande peste" : una nave in provenienza dal Levante aveva sbarcato le sue merci (infettate), di nascosto, presso a Tolone per evitare di perdere tempo colla quarantena a Marsiglia !! Il contagio ha colpito tutto il sud del paese.

Laurent :-)

Revised by Lucky Boldrini - January 2014


Rispondi

Torna a “Europa in generale”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Sostieni il forum: