Oggi è 11 dicembre 2019, 18:29

1945. Emissione di ristampa. L'aquila e i suoi diversi tipi.

Forum di discussione sulle emissioni e la storia postale di Polonia
Rispondi
Avatar utente
marco2853
Messaggi: 36
Iscritto il: 18 aprile 2009, 17:19
Località: Torino
Contatta:

1945. Emissione di ristampa. L'aquila e i suoi diversi tipi.

Messaggio da marco2853 » 25 ottobre 2019, 19:07

Aquila 376.jpg
Buongiorno. Dopo una lunga assenza mi rifaccio vivo alla ricerca di un aiutino per meglio comprendere i diversi tipi di questo francobollo.
Nell'immagine allegata, e verificando sul catalogo Fischer, io identificherei il primo francobollo come un 376a T1 ( non so se la sovrastampa spostata leggermente a destra significhi qualcosa, comunque se si osserva bene sia la parte sopra che il valore è spostato).
Il secondo lo identificherei come un 376a T2, il puntino che divide il numero intero dal decimale è spostato in alto rispetto il precedente.
Il terzo,quello che mi crea qualche perplessità, mi sembrerebbe il 376b T1, a causa dello spostameto della sovrastampa di copertura del vecchio valore a sinistra e leggermente in alto, mentre noto che la sovrastampa del nuovo valore rimane centrata come nel francobollo precedente.
Qualcuna può darmi conferma?
Altra cosa che non capisco è come distinguere la Forma I dalla Forma II e III nei primi due francobolli e la Forma I dalla Forma II nel terzo francobollo.
Grazie e saluti cordiali. Marco
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Mio sito web: www.francobollimania.altervista.org
(storie dietro i francobolli e mie pagine d'album)


Avatar utente
marco2853
Messaggi: 36
Iscritto il: 18 aprile 2009, 17:19
Località: Torino
Contatta:

Re: 1945. Emissione di ristampa. L'aquila e i suoi diversi tipi.

Messaggio da marco2853 » 25 ottobre 2019, 19:10

Non so perchè l'immagine si vede capovolta, ma cliccandoci sopra si raddrizza. :mmm:
Mio sito web: www.francobollimania.altervista.org
(storie dietro i francobolli e mie pagine d'album)

Avatar utente
ameis33
Messaggi: 265
Iscritto il: 15 luglio 2007, 15:38

Re: 1945. Emissione di ristampa. L'aquila e i suoi diversi tipi.

Messaggio da ameis33 » 25 ottobre 2019, 22:23

Ciao Marco
Mi hai mandato un messaggio, ma non potevo risponderti. Mi fa piacere reincontrarti, anche se mi sono un pò arrugginito su questi francobolli.
Diciamo che la lettera a o b fa riferimento al francobollo non sovrastampato.
Io vedendo i tuoi, direi che sono tutti a
La sovrastampa esiste in tre forme, appunto la I, la II e la III, ma non chiedermi adesso come si distinguono.
Le sovrastampe che vengono dalla forma II e III si trovano in due tipi, la T1 e la T2. La T2 è quella del francobollo di mezzo, mantre la T1 è quella dei due francobolli di lato.
Le sovrastampe della forma I si trovano solo nel tipo T1
quindi direi 376aT1, 376aT2 e 376aT1.
Mi riprometto di ritornare sull'argomento...

Avatar utente
marco2853
Messaggi: 36
Iscritto il: 18 aprile 2009, 17:19
Località: Torino
Contatta:

Re: 1945. Emissione di ristampa. L'aquila e i suoi diversi tipi.

Messaggio da marco2853 » 26 ottobre 2019, 9:37

Buongiorno a tutti.
Penso si debba un po’ approfondire questo argomento.
Stante alle affermazioni del Fischer sia il 376a che il 376b sono sovrastampati, altrimenti non potrebbero essere di Tipo 1 e 2 entrambi, essendo questa distinzione (il puntino tra l’1 e il 50) una caratteristica della sovrastampa.
Attenzione bisogna anche prestare al fatto che il francobollo di riferimento antecedente la sovrastampa è quello dell’emissione così detta di “Goznak” di cui abbiamo due emissioni, la prima del 13 IX 1944 in stampa rotocalcografica (il francobollo 342) e la seconda del 1944/45 in stampa calcografica di cui esistono di cui esistono 4 tipi con variazioni di colore diverse ( IV aa, IV ab, IV ac, IV ad). Il nostro in oggetto si riferisce a quelli della seconda emissione che inoltre hanno anche una misura diversa leggermente più grande (22,7 x 33,6) e forse anche a quelli della prima.
Mi resta ancora il dubbio su cosa significhino le 3 forme e come si distinguano.
Altro dubbio è perché il catalogo Fischer parli di francobollo di riferimento di ‘IV a’ per il ‘376 a’ e di ‘342 a’ per il ‘376 b’, trovando riferimento per quest’ultimo solo riguardo il ‘342’ ritirato dalla circolazione il 01-01-1945.
Mi verrebbe da pensare che la differenza tra il francobollo ‘376 a’ e il francobollo ‘376 b’ stia nei francobolli di origine: il ‘342’ e il ‘IV a’.
Concludendo in effetti la differenza non sta nello spostamento della sovrastampa come pensavo guardando superficialmente il catalogo, ma nell’origine del francobollo prima di essere sovrastampato. Scusate per questa filippica di particolari ma forse è servita più a me per riflettere mentre scrivevo che a voi.
Alla prossima saluti Marco.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Mio sito web: www.francobollimania.altervista.org
(storie dietro i francobolli e mie pagine d'album)

Avatar utente
marco2853
Messaggi: 36
Iscritto il: 18 aprile 2009, 17:19
Località: Torino
Contatta:

Re: 1945. Emissione di ristampa. L'aquila e i suoi diversi tipi.

Messaggio da marco2853 » 26 ottobre 2019, 9:41

Allego anche ritagli di catalogo riguardanti i francobolli di origine, prima della sovrastampa, di cui ho trattato sopra.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Mio sito web: www.francobollimania.altervista.org
(storie dietro i francobolli e mie pagine d'album)


Avatar utente
marco2853
Messaggi: 36
Iscritto il: 18 aprile 2009, 17:19
Località: Torino
Contatta:

Re: 1945. Emissione di ristampa. L'aquila e i suoi diversi tipi.

Messaggio da marco2853 » 26 ottobre 2019, 9:46

altro
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Mio sito web: www.francobollimania.altervista.org
(storie dietro i francobolli e mie pagine d'album)

Avatar utente
ameis33
Messaggi: 265
Iscritto il: 15 luglio 2007, 15:38

Re: 1945. Emissione di ristampa. L'aquila e i suoi diversi tipi.

Messaggio da ameis33 » 26 ottobre 2019, 17:53

Cominciamo a vedere cosa dice il "podręcznik specjalizowany polskich znaczków pocztowych" sulle tre lastre delle sovrastampe.

"La sovrastampa del valore 1.5zl è stata eseguita con tre lastre diverse (forme). La prima lastra (FI) è composta da 100 stampi singoli stereotipati. La seconda e la terza lastra (FII e FIII) sono composte da 10 stampi stereotipati disposti in blocchi di 5x2 sovrastampe. Nella forma FI il punto tra le cifre 1 e 50 si trova sempre a 2/3 dell'altezza delle cifre (tipo 1). Nelle forme FII e FIII solo nelle colonne 1-2 e 6-7 il punto si trova a 2/3 dell'altezza, mentre nelle altre posizioni si trova nella parte alta della cifra (tipo 2). Le sovrastampe di forma FI sono stata eseguite a fine agosto-inizio settembre 1945, quelle di forma FII ad inizio settembre e dal 5 al 16 ottobre, e quelle di forma FIII tra il 17 ed il 26 ottobre."

Non c'è a mia conoscenza qualcosa di più dettagliato che descriva come distinguere le tre lastre, a dire il vero, non ho mai visto questa gran attenzione lastra I-II-III
La distinzione base è tra i due tipi in base al puntino

Avatar utente
marco2853
Messaggi: 36
Iscritto il: 18 aprile 2009, 17:19
Località: Torino
Contatta:

Re: 1945. Emissione di ristampa. L'aquila e i suoi diversi tipi.

Messaggio da marco2853 » 28 ottobre 2019, 8:57

Grazie Roberto, ok le lastre non sono molto interessanti nella distinzione dei francobolli, lascerò perdere. Resta comunque la distinzione tra a e b a loro volta suddivisi in T1 e T2 e la differenza qua sta nel francobollo di origine prima della sovrastampa. Ciao Marco
Mio sito web: www.francobollimania.altervista.org
(storie dietro i francobolli e mie pagine d'album)


Rispondi

Torna a “Polonia”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Sostieni il forum: