Le mezze buste del volo De Pinedo Calcutta-Sidney

Che storie si nascondono dietro quello che può sembrare un semplice francobollo??? E qual'è la vostra conoscenza sui francobolli? Potrete scoprire entrambe le cose in questo forum.....

Moderatore: fabiov

Rispondi
Avatar utente
somalafis
Messaggi: 5232
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Le mezze buste del volo De Pinedo Calcutta-Sidney

Messaggio da somalafis »

1400 doll.jpg
Questo cimelio del volo De Pinedo del 1925 da Calcutta a Sidney compare nella prossima asta Cherrystone (15-16 settembre 2020) con una base di 1400 dollari. Reca il consueto bollo rosso lineare apposto dal consolato italiano di Melbourne che attesta il trasporto nel volo tra l'India e l'Australia. Ma, come sempre, e' solo la META' DESTRA DELLA BUSTA. La parte sinistra della busta, quella che recava la firma dell'aviatore De Pinedo, e' stata tagliata via. Forse tutti sapete perche' a questo brutale trattamento sono state assoggettate tutte le 93 buste trasportate...

Ma forse qualche neofita non ne sa nulla. Il club filatelico di Calcutta aveva promesso a De Pinedo che per ogni busta trasportata avrebbe pagato 20 rupie da devolvere in beneficenza a favore degli orfani degli aviatori. La promessa fu disattesa e quindi fu tagliata via la parte con la firma di De PInedo. Le mezze buste restano comunque un cimelio del lungo volo (parte del raid Sesto Calende-Melbourne-Tokyo-Roma) e cosi' - nonostante la mutilazione - hanno continuato la loro carriera aerofilatelica. Ecco un paio di esemplari venduti in aste recenti:
bolaffi 900.jpg
toselli 1000 per due.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Riccardo Bodo
SOSTENITORE
Avatar utente
ulisse
Messaggi: 904
Iscritto il: 14 giugno 2010, 15:08
Località: Liguria

Re: Le mezze buste del volo De Pinedo Calcutta-Sidney

Messaggio da ulisse »

Ciao: Ciao:

Molto interessante, la Storia in Filatelia reca sempre sorprese da imparare.

Grazie.

:cof: :cof:
----------------------------------------------------------

Marino

Sostenitore dal 2010

Colleziono "Numeri 1" dal 1840 al 1860
Colleziono anche prime emissioni di ASI e Cavallini di Sardegna 1819-1820
Avatar utente
Stefano T
Messaggi: 2014
Iscritto il: 21 luglio 2007, 12:44
Località: Trieste

Re: Le mezze buste del volo De Pinedo Calcutta-Sidney

Messaggio da Stefano T »

Grazie Riccardo, davvero interessante :evvai:
Ciao: Ciao: Ciao:

Stefano
-------------

S T A F F


Colleziono nuovi ** del Regno d'Italia, Trieste A e B con varietà, Occupazione Jugoslava di Trieste, Istria e Litorale Sloveno e IV di Sardegna

SOSTENITORE
Franco Peli
Messaggi: 138
Iscritto il: 29 luglio 2007, 21:30

Re: Le mezze buste del volo De Pinedo Calcutta-Sidney

Messaggio da Franco Peli »

Le mezze buste del volo Calcutta-Melbourne-Sidney ...

Una precisazione, tutto quanto da me sotto riportato a completamento o in aggiunta a quanto già scritto dal dott. Bodo, sono informazioni ricavate dal “monumentale” lavoro del Dott. Fiorenzo Longhi, grande e riconosciuto esperto di posta aerea italiana.

Un ringraziamento per quanto ha fatto per dare a noi collezionisti questo importante lavoro, frutto sicuramente di studi molto approfonditi.

Inutile ribadirlo, ma consiglio vivamente a tutti gli amici interessati alla posta aerea italiana, l’acquisto del volume menzionato, per meglio capire e conoscere gli importanti avvenimenti che hanno caratterizzato l’epoca d’oro dell’aviazione italiana ed il relativi trasporti postali effettuati.

E’ comunque in preparazione una nuova edizione di questo catalogo, previsto in due volumi, con numerose aggiunte, tra cu anche l’inserimento dei più importanti avvenimenti militari, e con una nuova impaginazione grafica con tutti i pezzi illustrati a colori.


AEROFILIA ITALIANA 1898 – 1941 di Fiorenzo Longhi.

1925 (Maggio 13 / Giugno 9)
CALCUTTA (INDIA) – SIDNEY – MELBOURNE (AUSTRALIA)

Il Marchese F. De Pinedo, alla partenza da Calcutta, accettò un dispaccio postale per l’Australia composto da 93 aerogrammi ed uno per Rangoon da 156 aerogrammi. Egli, giunto a Rangoon, scrisse una lettera in lingua inglese, datata 16 maggio, dallo “Strand Hotel” ed indirizzata a Mr. Henry Felix Bennet a Calcutta.

In essa gli scriveva:

Firmando il pacchetto di lettere che Lei mi ha consegnato a Calcutta, mi rendo conto che vengono inviate per un motivo speculativo. Perciò ho consegnato le 156 lettere o cartoline a persona di fiducia a Rangoon che le inoltrerà dopo mio ordine telegrafico, purchè Lei accetti di versare un importo di 10 rupie per ciascuna lettera o cartolina, il cui importo totale deve essere inviato a mia disposizione alla “Chartered Bank of India Australia and China” a Melbourne; e l’ammontare suddetto sarà da me versato in Italia a beneficio degli orfani degli aviatori italiani. Per quanto riguarda il pacchetto di lettere per Melbourne l’importo deve essere di 20 rupie per ogni lettera o cartolina, sempre a beneficio degli orfani degli aviatori. Mi può informare delle Sue intenzioni scrivendo o telegrafando presso il Console Italiano di Melbourne. Con i migliori ossequi. F. de Pinedo.
Il Club Filatelico di Calcutta rifiutò il pagamento richiesto ed il fiduciario dell’aviatore probabilmente distrusse il dispaccio volato sino a Rangoon, di cui non vi è traccia.

Ogni aerogramma del corriere diretto in Australia venne tagliato a metà da De Pinedo, per restituire la porzione con l’affrancatura e togliere la porzione con il suo autografo. Quindi consegnò le mezze buste al Console Italiano di Melbourne, Sig. Grossardi, che le inviò al Presidente del Club Filatelico di Calcutta il 12 novembre con lettera N° 750/11. In un bollettino del Club si precisa che per garantire l’autenticità degli aerogrammi è stato apposto al verso degli stessi il cachet che era nella parte tagliata a Calcutta, la firma del Presidente ed il numero della busta. Inoltre vennero aggiunti altri due annulli lineari, dei quali quello datato 13 maggio era apposto anch’esso nella porzione tagliata. Gli aerogrammi sono affrancati con francobolli indiani da 1/2, 1 oppure 1.1/2 annas non annullati, per un totale di 2 annas per aerogramma, corrispondente alla tariffa postale in vigore dall’India all’Australia.

Timbro Speciale violetto in cartella di 51 x 45 mm:
“ITALIAN / WORLD AIR / FLIGHT / INDIA / 1925” Cartina dell’India ed aereo.
T.S. rosso su due righe: “Italian Consul General’s (Melbourne) letter of 12-11-25 / No. 750/11.”
T.S. rosso su una riga: “Calcutta to Melbourne by Seaplane, 13/5/25.”

Riferimento no. catalogo:
Longhi: # 1310 (25IBa) CALCUTTA – MELBOURNE
Il Dispaccio era composto da 51 aerogrammi.
Esiste un solo aerogramma noto con l’autografo di F. De Pinedo e di E. Campanelli.

Longhi: # 1312 (25IBb) CALCUTTA – SIDNEY
Il Dispaccio era composto da 42 aerogrammi.
Esiste un solo aerogramma noto con l’autografo di F. De Pinedo.

Ogni lettera autentica porta sul retro la firma di “H. A. Outhwaite” (presidente del club filatelico di Calcutta) ed un numero progressivo.

Cordialità !

Franco
Ultima modifica di Franco Peli il 24 agosto 2020, 20:26, modificato 1 volta in totale.
Franco Peli
Messaggi: 138
Iscritto il: 29 luglio 2007, 21:30

Re: Le mezze buste del volo De Pinedo Calcutta-Sidney

Messaggio da Franco Peli »

Le mezze buste del volo Calcutta-Melbourne-Sidney ...

Dal catalogo “ROMAER 2005” esposizione aerofilatelica celebrativa 80° anniversario del raid aereo di Francesco de Pinedo “Sesto Calende – Melbourne” (Roma, 30 settembre - 2 ottobre 2005).

(Foto di copertina)

1925 (Maggio 13 / Giugno 9)

Raid Sesto Calende – Australia – Filippine – Cina – Giappone – Roma.
Tappa Calcutta (India) – Sidney – Melbourne (Australia)

Lettera autografa di Francesco de Pinedo, datata 16 maggio, su carta intestata dello “Strand Hotel” di Rangoon ed indirizzata a Mr. Henry Felix Bennet a Calcutta.
In essa si richiedeva un versamento, a beneficio degli orfani degli aviatori italiani, dell’importo di 10 rupie per ciascuna lettera. Il Club Filatelico di Calcutta rifiutò il pagamento richiesto e quindi ogni aerogramma del corriere diretto in Australia venne tagliato a metà da de Pinedo, per restituire la porzione con l’affrancatura e togliere la porzione con il suo autografo.

Cordialità !

Franco
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ultima modifica di Franco Peli il 24 agosto 2020, 20:52, modificato 3 volte in totale.
Franco Peli
Messaggi: 138
Iscritto il: 29 luglio 2007, 21:30

Re: Le mezze buste del volo De Pinedo Calcutta-Sidney

Messaggio da Franco Peli »

Dimenticavo il retro della lettera con la firma di Francesco de Pinedo.

Franco
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Franco Peli
Messaggi: 138
Iscritto il: 29 luglio 2007, 21:30

Re: Le mezze buste del volo De Pinedo Calcutta-Sidney

Messaggio da Franco Peli »

Le mezze buste del volo Calcutta-Melbourne-Sidney ...

Per chi fosse interessato all’eventuale acquisto di queste due rare buste, faccio presente che nella prossima asta “Cherrystone Philatelic Auctioneers” che si svolgerà in New York il 15-16 settembre 2020; oltre alla busta, già cortesemente postata dal dott. Bodo, e precisamente :

Lotto 783 (stima di $US.1400,00) – Busta volata sulla tratta Calcutta – Melbourne.

Viene anche esitata la seconda busta con la stessa caratteristica di essere stata tagliata la metà destra da Francesco de Pinedo per lo stesso problema incorso con il club filatelico di Calcutta, e precisamente:

Lotto 666 (stima di $US.1400,00) – Busta volata sulla tratta Calcutta – Sidney.

Cordialità !

Franco
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Avatar utente
somalafis
Messaggi: 5232
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Re: Le mezze buste del volo De Pinedo Calcutta-Sidney

Messaggio da somalafis »

Grazie, caro Peli: non mi ero accorto della seconda ''mezza busta'' che compare sotto India anziche' Italia...
Riccardo Bodo
SOSTENITORE
Franco Peli
Messaggi: 138
Iscritto il: 29 luglio 2007, 21:30

Re: Le mezze buste del volo De Pinedo Calcutta-Sidney

Messaggio da Franco Peli »

Niente Riccardo,
abbiamo solamente raccontato agli amici del "Forum" un episodio di storia postale che forse non tutti conoscevano.

Franco
Avatar utente
fildoc
Messaggi: 9192
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: Le mezze buste del volo De Pinedo Calcutta-Sidney

Messaggio da fildoc »

un episodio certamente interessante :clap: :clap: :clap:
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc
Franco Peli
Messaggi: 138
Iscritto il: 29 luglio 2007, 21:30

Re: Le mezze buste del volo De Pinedo Calcutta-Sidney

Messaggio da Franco Peli »

Per Vs. info … prezzo realizzato per questi due aerogrammi.

Asta “Cherrystone Philatelic Auctioneers” del 15/16 Settembre 2020.

Lot #666
INDIA Flight Cover
1925 de Pinedo World Flight, Calcutta to Melbourne, franked with two examples of 1a George V definitives, with a red handstamp reading "Italian Consul General's (Melbourne) letter of 12-11-25. / No. 750/11. / Calcutta to Melbourne by Seaplane, 13/5/1925.". Back shows a purple cachet with map "ITALIAN / WORLD AIR / FLIGHT" (also another strike partly visible on front), with green initials of Stephen Smith and the president of the Aero Philatelic Club of India H.A. Outhwaite (these, apparently to prevent duplication). This is the right half of the cover only, as the 93 existing covers had all been intentionally cut in half, as they had been signed by de Pinedo after a promised charity donation had failed (the half with his signature is missing). Accompanied by a copy of a fairly contemporary article written on these interesting covers. This one is numbered 42 (out of 93), v.f.
Price realized: US$. 1400.00

Lot #783
ITALY Flight Cover
1925 de Pinedo World Flight, Calcutta to Melbourne, franked with 1/2a and 1 1/2a India King George V definitives, with a red handstamp reading "Italian Consul General's (Melbourne) letter of 12-11-25. / No. 750/11. / Calcutta to Melbourne by Seaplane, 13/5/1925.". Back shows a purple cachet with map "ITALIAN / WORLD AIR / FLIGHT" (also another strike partly visible on front), with green initials of Stephen Smith and the president of the Aero Philatelic Club of India H.A. Outhwaite (these, apparently to prevent duplication). This is the right half of the cover only, as the 93 existing covers had all been intentionally cut in half, as they had been signed by de Pinedo after a promised charity donation had failed (the half with his signature is missing). Accompanied by a copy of a fairly contemporary article written on these interesting covers. This one is numbered 77 (out of 93), v.f.
Price realized: US$. 1400.00

Praticamente venduti alla base.

Cordialità !

Franco
Franco Peli
Messaggi: 138
Iscritto il: 29 luglio 2007, 21:30

Re: Le mezze buste del volo De Pinedo Calcutta-Sidney

Messaggio da Franco Peli »

E per finire ... ho trovato questo:

ITALIAN FLIGHT - First Flight by Seaplane from Calcutta to Melbourne 1925.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Avatar utente
Matraire1855
Messaggi: 1315
Iscritto il: 13 aprile 2010, 13:34
Località: Castellanza
Contatta:

Re: Le mezze buste del volo De Pinedo Calcutta-Sidney

Messaggio da Matraire1855 »

Ciò che emerge dallo studio di questo vicenda è che viene accettato obtorto collo come pezzo filatelico solo una parte dell'oggetto postale. Noi siamo soliti considerare perfetto solo le lettere perfettamente complete. Per quelle antiche la mancanza anche solo di una delle parti laterali le fa declassare da busta a frammento e la quotazione (ma soprattutto l'accettazione da parte del collezionista) crolla precipitosamente.
Non me ne voglia nessuno ma sembra che sia insito nel gioco delle parti che un accordo commerciale non venga rispettato da una delle parti. Sembra che una parte voglia fare la furba non rispettando di pagare quell'obolo che il marchese De Pinedo avrebbe poi devoluto in beneficenza.
Obbiettivamente il dare in beneficenza tale contributo è di per sè abbastanza un fatto debole da portare in un eventuale contenzioso legale. Diverso invece se De Pinedo avesse detto chiaramente che tale importo fosse un contributo alle spese dirette da lui anticipate. Non escludo che in questo ultimo caso il De Pinedo avrebbe potuto reclamare il diritto di trattenere tutto il dispaccio e noi avremmo avuto delle lettere complete. Ma forse delle lettere complete non avrebbero lo stesso appeal...
Cerchi un volume di filatelia? Prova a cercarlo qui:
https://www.comprovendolibri.it/?uid=vignatidanilo
Rispondi

Torna a “Le storie dietro i francobolli”

SOSTIENI IL FORUM