Le storie dietro... il Risorgimento!

Che storie si nascondono dietro quello che può sembrare un semplice francobollo??? E qual'è la vostra conoscenza sui francobolli? Potrete scoprire entrambe le cose in questo forum.....

Moderatore: fabiov

Avatar utente
Laurent
Messaggi: 1279
Iscritto il: 20 dicembre 2011, 18:09
Località: FRANCIA

Le storie dietro... il Risorgimento!

Messaggio da Laurent »

Un titolo un po' generale perchè si possa aggiungere documenti su l'argomento risorgimentale in questa sezione...




Lettera allo zio di Sicilia, o la conferenza chè non ci fù...

Ecco una letterina spedita da Genova il 25 marzo 1859, indirizzata a Messina a Giovanni Grano. Raggiunge l'isola il 29,col vapore Vatican partito da Marsiglia il 24.

&.jpg


Ma per una volta, non si svolge di linea postale o di collegamento marittimo :-))

en-tête.jpg


Al interno, il nipote chiede notizie della famiglia : salute, villegiature, ecc. Ne approffito par dare allo zio ultime notizie politiche e diplomatiche..
Sappiamo chè al inizio del 1859, il governo sardo inizia preparativi di guerra (preparazione del esercito + arruolamento di volontari) e cerca a provocare il governo austriaco : un ultimatum o un attaco provocherebbe l'intervento francese nel ambiente dell'alleanza firmata a Plombières. In cambio, la Francia riceverebbe la Savoia e il Nizzardo...
Nel marzo, il nostro nipote, qui, allude a un dispaccio... chè leggerete meglio di me !

1.jpg

2.jpg


A quell'epoca, il governo austriaco è sicuramente consapevole della complessita della situazione e cerca a guadagnare tempo, gioccando la carta della diplomazia... ma il nipote scrive bene chè nessuno sembra ingannato... preparando la guerra anchè loro, gli austriaci auspicano la pace colla la mediazione russa ! Episodio poco conosciuto.

L'ultimatum austriaco accaderà nel mese successivo alla nostra lettera, e allora scoppierà la IIa guerra d'independenza...


Laurent Ciao:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ultima modifica di Laurent il 20 dicembre 2012, 7:44, modificato 2 volte in totale.
Avatar utente
gipos
Messaggi: 1130
Iscritto il: 12 luglio 2010, 13:37

Re: Periodo risorgimentale

Messaggio da gipos »

Ciao: Ciao: Laurent :clap: :clap: :clap:, accolgo il tuo invito ed immetto una lettera in franchigia del 29 Giugno 1859 cinque giorni dopo le battaglia di San Martino e Solferino, il testo interno ci fa capire come siano stati cruenti gli scontri visto che dopo 5 giorni si richiede l'invio fino al Lunedì successivo di carri e dirigerli all'addetto militare francese.
Ciao: Ciao:
gipos
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Avatar utente
Laurent
Messaggi: 1279
Iscritto il: 20 dicembre 2011, 18:09
Località: FRANCIA

Re: Periodo risorgimentale

Messaggio da Laurent »

Gipos, interessante, si :clap: :clap:

Rammentiamo chè questa battaglia di Solferino fece prendere coscienza del carattere "omicido" della guerra dell'epoca industriale e fù all'origine della creazione della Croce Rossa da Henri Dunand...

Laurent Ciao:
Avatar utente
gipos
Messaggi: 1130
Iscritto il: 12 luglio 2010, 13:37

Re: Periodo risorgimentale

Messaggio da gipos »

Ciao: Ciao:
proviamo a risvegliare gli animi ai tanti amici del Forum, posto le immagini di una lettera spedita da Genova il 30 Maggio 1859 e diretta a Napoli dove giunse il 2 Giugno, il trasporto del plico avvenne per mezzo del postale Lombardo che da lì ad un anno avrebbe rifatto quella rotta portando al suo bordo i mille di Garibaldi.
Voglio ricordare che tra il 30 ed il 31 Maggio ci fu il tentato attacco dei garibaldini ai forti di Laveno con la successiva battaglia di Palestro.
Ciao: Ciao:
gipos
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Avatar utente
Laurent
Messaggi: 1279
Iscritto il: 20 dicembre 2011, 18:09
Località: FRANCIA

Re: Periodo risorgimentale

Messaggio da Laurent »

:evvai:

lombardo e piemonte da quarto.jpg


Lombardo_nave_dei_Mille.jpg


Laurent ;-)
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Avatar utente
gipos
Messaggi: 1130
Iscritto il: 12 luglio 2010, 13:37

Re: Periodo risorgimentale

Messaggio da gipos »

Ciao: Ciao: riprendo questo capitolo sperando che oltre al sottoscritto ed all'amico Laurent, altri amici del forum partecipino al topic.
Riprendo la cronistoria dall'ultimatum austriaco in data 23.04.59 con scadenza alle ore 17,30 del 26.04.59, il buon Conte di Cavour, raccomandò ai suoi emissari di consegnare la risposta del Piemonte allo scadere esatto cercando di dare più tempo alle truppe francesi di schierarsi.
Posto quattro lettere una spedita da Bergamo in data 26 Aprile con registrazione il 27, l'altra spedita da Milano in data 29.04. data in cui l'esercito austriaco varcò il Ticino iniziando di fatto la guerra, la terza spedita da Sondrio in data 14.05. giorno in cui l'Imperatore Francese prese il comando dell'esercito franco piemontese ed infine l'ultima che viene spedita da Milano il 24.05. ed arrivata al destino il 25.05 data in cui fu liberata Varese dai Garibaldini.
Ciao: Ciao:
gipos
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Avatar utente
sergio de villagomez
Messaggi: 1519
Iscritto il: 13 luglio 2007, 6:10
Località: Milano

Re: Periodo risorgimentale

Messaggio da sergio de villagomez »

Seguo questo bellissimo argomento con gli ottimi scritti di gipos e di Laurent e, non potendo intervenire per mancanza di materiale filatelico per mancanza di esso :tri: (a dire il vero da qualche parte ho una lettera del 29 o del 30 maggio 1859 da Milano per Brescia, a meno di una settimana dalla decisiva cacciata degli austriaci da Milano... appena la trovo, la posterò), ripiego mostrandovi questo volantino da muro denominato Gazzetta di Genova con il Bollettino Ufficiale della Guerra estratto da La Nazione del 7 maggio 1859.
A parte il bel discorso incitante di Cialdini, pur con la sua retorica così in uso negli scritti di quegli anni, sono riportate notizie secondo me molto importanti, a partire dall'approssimarsi dell'arrivo a Susa della cavalleria ed artiglieria francese.

(il volantino si ingrandisce clickandoci su)
img453.jpg

Ciao: Ciao:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
STAFF

Oh! Qui io fisserò il mio sempiterno riposo, e scoterò, da questa carne stanca del mondo, il giogo delle avverse stelle (W. Shakespeare - Giulietta e Romeo)
Avatar utente
gipos
Messaggi: 1130
Iscritto il: 12 luglio 2010, 13:37

Re: Periodo risorgimentale

Messaggio da gipos »

sergio de villagomez ha scritto:Seguo questo bellissimo argomento con gli ottimi scritti di gipos e di Laurent e, non potendo intervenire per mancanza di materiale filatelico per mancanza di esso :tri: (a dire il vero da qualche parte ho una lettera del 29 o del 30 maggio 1859 da Milano per Brescia, a meno di una settimana dalla decisiva cacciata degli austriaci da Milano... appena la trovo, la posterò), ripiego mostrandovi questo volantino da muro denominato Gazzetta di Genova con il Bollettino Ufficiale della Guerra estratto da La Nazione del 7 maggio 1859.
A parte il bel discorso incitante di Cialdini, pur con la sua retorica così in uso negli scritti di quegli anni, sono riportate notizie secondo me molto importanti, a partire dall'approssimarsi dell'arrivo a Susa della cavalleria ed artiglieria francese.

(il volantino si ingrandisce clickandoci su)
img453.jpg

Ciao: Ciao:

Ciao:
Grazie per averci dato la possibilità di vedere e leggere il bellissimo ed importantissimo documento, con le notizie riguardanti le operazioni belliche che via via si svolgevano, soprattutto quelle riguardanti l'incendio e la distruzione dei ponti ma anche per le notizie delle requisizioni, splendido.
Ciao:
gipos
gipos
Avatar utente
gipos
Messaggi: 1130
Iscritto il: 12 luglio 2010, 13:37

Re: Periodo risorgimentale

Messaggio da gipos »

Ciao: Ciao: a tutti, immetto un nuovo documento inerente al periodo in oggetto che tratta sia lo stato in cui si trovava il Veneto in quel frangente storico sia l'argomento Emigrazione.
Un cordiale saluto Ciao: Ciao:
gipos
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Avatar utente
Laurent
Messaggi: 1279
Iscritto il: 20 dicembre 2011, 18:09
Località: FRANCIA

Re: Periodo risorgimentale

Messaggio da Laurent »

gipos ha scritto:Ciao: Ciao: a tutti, immetto un nuovo documento inerente al periodo in oggetto che tratta sia lo stato in cui si trovava il Veneto in quel frangente storico sia l'argomento Emigrazione.
Un cordiale saluto Ciao: Ciao:
gipos


Giuseppe,

Molto interessante : emigrazione d' "Italiani"... in Italia !!

Laurent :clap:

Revised by Lucky Boldrini - December 2013
AntonioCalì

''IL RISORGIMENTO''attraverso le lettere

Messaggio da AntonioCalì »

Ciao:
Lo studio di un periodo storico molto importante per il nostro paese attraverso le lettere dei militari volontari scritte per le le loro famiglie o da loro ricevute.

Lettera in partenza da Milano il 3 dicembre 1860 spedita durante l'assedio di Gaeta e diretta proprio dove si svolgevano le operazioni militari.
La lettera è diretta ad un volontario Garibaldino della Brigata Medici ferito duranti gli scontri con le forze Borboniche è pertanto ricoverato presso l'ospedale S.Giuseppe di S.Maria.

La seconda lettera che posto del 1863 diretta a Milano fà capire che il militare uscì vivo dalla guerra e che aveva fatto ritorno nella sua Milano.

Ciao: Ciao:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Avatar utente
Laurent
Messaggi: 1279
Iscritto il: 20 dicembre 2011, 18:09
Località: FRANCIA

Re: ''IL RISORGIMENTO''attraverso le lettere

Messaggio da Laurent »

interessanti, sì!
Ciao:
arbulent
Messaggi: 353
Iscritto il: 25 febbraio 2014, 17:41

Re: ''IL RISORGIMENTO''attraverso le lettere

Messaggio da arbulent »

Ciao:
:clap: :clap: :clap:
W la STORIA attraverso la filatelia!!
Ciao:
arbulent

Revised by Lucky Boldrini - March 2018
Avatar utente
gipos
Messaggi: 1130
Iscritto il: 12 luglio 2010, 13:37

Lettera da Casale a Roccabruna del 18 maggio 1859

Messaggio da gipos »

Lettera da Casale a Roccabruna del 18 maggio 1859

Ciao: a tutti, vi mostro una lettera da poco acquistata che riveste una notevole importanza storico documentale, in quanto l'estensore della missiva era un militare dell'esercito piemontese inquadrato nel 13 Reggimento di linea, impegnato in faticose ed estenuanti marce per raggiungere i vari posti a loro assegnati per la salvaguardia del territorio Piemontese a sua volta minacciato dalle truppe asburgiche che avevano oltrepassato il Ticino con la conseguente occupazione di parte della naziore sardo-piemontese.
Fino ad oggi si avevano notizie che gli unici scontri avvenuti prima del 20 maggio con lo scontro tra le cavallerie avvenuto a Montebello e il 31 maggio data della battaglia di Palestro e Cofienza, vi erano stati soltanto scambio di colpi d'artiglieria, ed una azione fulminea ed eroica di 5 bersaglieri che avevano avuto ordine di far saltare il ponte di chiatte costruito dal genio asburgico sul fiume Sesia, dei 5 bersaglieri soltanto uno si salvò portando a termine la missione.
In questa lettera il protagonista racconta allo zio maestro di scuola elementare a Roccabruna, che qualche giorno prima erano stati impegnati in un violento scontro a fuoco, appunto il 13 Reggimento contro altro reparto di fanteria austriaco, detto scontro avvenne nei pressi di Valenza e grazie alla pronta e vigorosa reazione degli uomini piemontesi gli asburgici furono costretti alla ritirata, questo nuovo elemento giunto ai giorni nostri grazie al fortunoso ritrovamento di questa lettera scritta da un testimone oculare che ha vissuto quei momenti, mi ha veramente emozionato ed inorgoglito per essere riuscito a recuperarla e portarla in Italia.
Spero che vi piaccia, con la solita cordialità
Giuseppe
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ultima modifica di gipos il 18 giugno 2017, 18:30, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
acquarius1
Messaggi: 671
Iscritto il: 30 maggio 2016, 12:08

Re: Lettera da Casale a Roccabruna del 18 maggio 1859

Messaggio da acquarius1 »

Esprimo solo un'opinione, e spero non mi linciate per questo, in quanto solo un'opinione di un amante di cose antiche.
E' molto bello quello che hai fatto, ma secondo me, una lettera così sarebbe bello se tu la regalassi all'Archivio Storico Centrale di Roma oppure l'Istituto per la Storia del Risorgimento http://www.risorgimento.it/ sempre a Roma. Potresti, volendo, anche chiedere la collaborazione di qualcuno (Attalos qui del forum potrebbe darti delle dritte memberlist.php?mode=viewprofile&u=8044 ) per pubblicare una nota scritta su una delle riviste dell'Istituto, permettendo a tanti di condividere la tua scoperta.
Io penso, che mentre trovo stupido l'atteggiamento di alcuni funzionari dello Stato che si accapigliano per dimostrare che delle buste vuote sono patrimonio indisponibile dello Stato, alcune cose veramente importanti debbano stare negli archivi degli Enti preposti alla conservazione degli stessi in modo da essere fruibili a tutti :leggo:
Ciao:
principali collezioni:

Trinacrie di Sicilia 1848
Annulli di località termali su Antichi Stati Europei
Salsomaggiore 1860 - 1968
Avatar utente
gipos
Messaggi: 1130
Iscritto il: 12 luglio 2010, 13:37

Re: Lettera da Casale a Roccabruna del 18 maggio 1859

Messaggio da gipos »

acquarius1 ha scritto: Esprimo solo un'opinione, e spero non mi linciate per questo, in quanto solo un'opinione di un amante di cose antiche.
E' molto bello quello che hai fatto, ma secondo me, una lettera così sarebbe bello se tu la regalassi all'Archivio Storico Centrale di Roma oppure l'Istituto per la Storia del Risorgimento http://www.risorgimento.it/ sempre a Roma. Potresti, volendo, anche chiedere la collaborazione di qualcuno (Attalos qui del forum potrebbe darti delle dritte memberlist.php?mode=viewprofile&u=8044 ) per pubblicare una nota scritta su una delle riviste dell'Istituto, permettendo a tanti di condividere la tua scoperta.
Io penso, che mentre trovo stupido l'atteggiamento di alcuni funzionari dello Stato che si accapigliano per dimostrare che delle buste vuote sono patrimonio indisponibile dello Stato, alcune cose veramente importanti debbano stare negli archivi degli Enti preposti alla conservazione degli stessi in modo da essere fruibili a tutti :leggo:
Ciao:
Grazie per il tuo pregevole intervento, magari fra qualche anno avuta la certezza che della mia raccolta non interessi nulla ai miei familiari posso pensare di poter regalare agli enti preposti la mia collezione di documenti postali inerenti il risorgimento.
Se nel frattempo qualcuno mi chiedesse una eventuale collaborazione sarei molto ben disposto a mettere a disposizione il materiale in mio possesso, come vedi non ho nessuna intenzione di linciarti, anzi credo di aver capito i tuoi buoni proponimenti
Giuseppe
Avatar utente
gipos
Messaggi: 1130
Iscritto il: 12 luglio 2010, 13:37

Re: Lettera da Casale a Roccabruna del 18 maggio 1859

Messaggio da gipos »

Riprendo il discorso facendo presente che il 13 Reggimento di linea nel 1859 venne schierato a Casale, Vercelli, Valenza e Palestro; Inoltre fu impegnato nella liberazione della città di Milano sfilando al seguito della trionfale entrata nella città meneghina dell'Imperatore Napoleone III unitamente al Re Vittorio Emanuele II.
Giuseppe
Ciao: Ciao:
Avatar utente
cirneco giuseppe
Messaggi: 5239
Iscritto il: 13 luglio 2007, 17:35
Località: Orbassano (TO)
Contatta:

Re: Lettera da Casale a Roccabruna del 18 maggio 1859

Messaggio da cirneco giuseppe »

Un interessante riscontro di storia.
Grazie per averla divisa con noi.
..... pino .....Immagine
su ebay http://shop.ebay.it/merchant/gcirnec?_rdc=1

________________________________________________
NEMICO, DICHIARATO E CONVINTO, DEL GRONCHI LILLA

E' saggio sognare ma da stolti illudersi.

cerco e colleziono saggi e prove dagli ASI ad oggi solo Italia
http://www.antichistati.it

Immagine
Avatar utente
gipos
Messaggi: 1130
Iscritto il: 12 luglio 2010, 13:37

Re: Lettera da Casale a Roccabruna del 18 maggio 1859

Messaggio da gipos »

cirneco giuseppe ha scritto: Un interessante riscontro di storia.
Grazie per averla divisa con noi.
Grazie a te per l'apprezzamento dimostrato-
Giuseppe

Rev LB Apr 2019
Avatar utente
gipos
Messaggi: 1130
Iscritto il: 12 luglio 2010, 13:37

Repubblica Romana lettera del 22.06.1849

Messaggio da gipos »

Vi mostro una letterina da poco acquisita sul web, scritta il 21 giugno 1849 da Roma diretta a Foligno, il testo riporta notizie circa i momenti drammatici vissuti dagli abitanti capitolini in quei giorni, la missiva scritta da Giuseppe Spezi indirizzata al proprio padre Domenico.
Credo che la lettura del testo, non abbia bisogno di presentazione e/o spiegazioni per la drammaticità di quei momenti, mi permetto soltanto di inserire un link dove si può attingere notizie dettagliate di quei giorni, inoltre nel testo si menziona il Tenente Colonnello Lodovico Calandrelli comandante dell'artiglieria della Legione Romana, buona lettura a tutti.
gipos
Ciao: Ciao:
lettera del 22 giugno 1849 da Roma a Foligno.jpg
[attachment=0
http://www.tesoridiroma.net/curiosita/r ... na_22.html
lettera del 22 giugno 1849 da Roma a Foligno.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Rispondi

Torna a “Le storie dietro i francobolli”

SOSTIENI IL FORUM