Gli Spy Stamps

Che storie si nascondono dietro quello che può sembrare un semplice francobollo??? E qual'è la vostra conoscenza sui francobolli? Potrete scoprire entrambe le cose in questo forum.....

Moderatore: fabiov

Rispondi
Avatar utente
fabiov
Messaggi: 3463
Iscritto il: 13 luglio 2007, 7:04
Contatta:

Baldus 8

Messaggio da fabiov »

:quad: :quad: Ciao a tutti! Ciao: Ciao:
Sono finalmente in grado di darvi una buona notizia!
la monografia del CIFR sugli SPY STAMPS è disponibile. Il volume è di 80 pagine, come già scritto in questo topic e con le immagini in bianco e nero. Allegato c'è un CD che contiene gli stessi articoli con le immagni a colori più altre 60 pagine con altre immagini a colori. Così facendo abbiamo contenuto i costi di stampa a 16 euro e aggiungendo 2 euro per il CD abbiamo tutte le immagini a colori oltre ad altri articoli tradotti da sipotràsapere e che portano il totale a 140 pagine di gradevole lettura sugli SPY STAMPS della seconda guerra mondiale e qualche cosa sulla prima e su operazioni speciali come l'operazione CORNFLAKES.

All'enorme lavoro di traduzione fatto da Ferdinando, che qui ringrazio ancora una volta, ho aggiunto una prefazione a mia firma mentre ricordo che due persone della redazione del Cifr hanno lavorato un mese per revisionare il testo e darlo al tipografo già impaginato per bene e senza errori.

Detto questo confermo che il volumetto viene messo a disposizione SOLO per i soci del forum e del Cifr. Ai 18 euro totali (Volume con CD) bisognerà aggiungere i costi di spedizione pari a 2 euro. Praticamente copriamo i costi. Alla fine sono 20 euro per avere a casa la monografia.. oppure a Veronafil porterò le copie prenotate e quindi là non ci sono i costi di spedizione.
Scrivetemi in m.p. con il vs. indirizzo e vi risponderò dando l'IBAN del Cifr.
Le prime 10 copie -per chi lo vorrà- saranno firmate da me e se volete una dedica... eh eh ehhhe ci penserò su AHA H AH...
fabiov
:quad: :quad: :quad:
SOSTENITORE DA SEMPRE!
Leggete articoli filatelici miei e di altri amici giornalisti nel mio NUOVO sito www.storiefilateliche.it. Oltre a più di 250 articoli ci sono novità, illustrazioni, foto e una sezione ASFE. Vi ricordo anche che sul mio vecchio sito www.fabiovstamps.com è sempre attivo, su tutte le pagine, un motore di ricerca per ritrovare più di 500 MB di info filateliche, caricate negli ultimi 14 anni anni da me sul Forum e sul mio sito!

Avatar utente
Claudio
Messaggi: 543
Iscritto il: 16 luglio 2007, 14:52
Località: Bologna

Re: Gli Spy Stamps

Messaggio da Claudio »

Mi prenoto per una copia con firma.
Claudio
- Socio SOSIG n°7
- Colleziono Stati Uniti, Italia,Vaticano, Australia,Nuova Zelanda,Polinesia Francese e Colonie Inglesi e Francesi (1840-1952)
- Territori antartici (TAAF,BAT,AAT,ROSS)
- Iscritto al Forum dal 7/4/2005

SOSTENITORE DA SEMPRE

Avatar utente
biagio montesano
Messaggi: 974
Iscritto il: 13 luglio 2007, 14:57
Località: 07/04/1975 Monvalle (VA) Lago Maggiore

Re: Gli Spy Stamps

Messaggio da biagio montesano »

Anche io prenoto una copia con firma e...dedica... :-)) :-)) :-))
Mandato mp a Fabio

Ciao: Ciao: Ciao:
Biagio
Iscritto al forum dal 22 ottobre 2003.
Colleziono principalmente Italia Regno e Repubblica.
In secondo luogo Vaticano, San Marino, Svizzera e varie tematiche.
Attualmente i miei interessi principali sono concentrati su Regno Vittorio Emanuele II



SOSTENITORE DA SEMPRE

Avatar utente
fabiov
Messaggi: 3463
Iscritto il: 13 luglio 2007, 7:04
Contatta:

Re: Gli Spy Stamps

Messaggio da fabiov »

siete in 18 che avevate prenotato nei mesi precedenti qui sul topic.
Scrivetemi in mp e ditemi se venite a Veronafil altrimenti lasciatemi il vostro indirizzo di spedizione. io vi scriverò l'IBAN del Cifr.
ciao fabiov Ciao: Ciao:
SOSTENITORE DA SEMPRE!
Leggete articoli filatelici miei e di altri amici giornalisti nel mio NUOVO sito www.storiefilateliche.it. Oltre a più di 250 articoli ci sono novità, illustrazioni, foto e una sezione ASFE. Vi ricordo anche che sul mio vecchio sito www.fabiovstamps.com è sempre attivo, su tutte le pagine, un motore di ricerca per ritrovare più di 500 MB di info filateliche, caricate negli ultimi 14 anni anni da me sul Forum e sul mio sito!

Avatar utente
Rosalba
Messaggi: 1538
Iscritto il: 26 aprile 2008, 22:04
Località: Castelfidardo (AN)

Baldus 9

Messaggio da Rosalba »

:-) Ciao: ....oh finalmente!!! Anch'io una copia con dedica e firma :-)) :fest: :abb:
GRAZIE :rosa: :cof:
...fatti non foste a viver come bruti,
ma per seguir virtute e canoscenza...
Dante, Inf. XXVI 119-120


S T A F F

Avatar utente
fabiov
Messaggi: 3463
Iscritto il: 13 luglio 2007, 7:04
Contatta:

Baldus 10

Messaggio da fabiov »

PER INCISO UNA DECINA DI VOI fra quelli che AVEVANO PRENOTATO la monografia SPY STAMPS non mi hanno scritto in mp il loro indirizzo...
per cui se sono ancora interessati si facciano avanti!
Gli altri hanno già ricevuto la monografia per posta o di persona.
Ciao fabiov Ciao: Ciao:

Revised by Lucky Boldrini - August 2013
SOSTENITORE DA SEMPRE!
Leggete articoli filatelici miei e di altri amici giornalisti nel mio NUOVO sito www.storiefilateliche.it. Oltre a più di 250 articoli ci sono novità, illustrazioni, foto e una sezione ASFE. Vi ricordo anche che sul mio vecchio sito www.fabiovstamps.com è sempre attivo, su tutte le pagine, un motore di ricerca per ritrovare più di 500 MB di info filateliche, caricate negli ultimi 14 anni anni da me sul Forum e sul mio sito!

Avatar utente
attalos
Messaggi: 574
Iscritto il: 13 febbraio 2013, 0:13
Località: MB

Re: Fratellanza d'armi italo-tedesca: non emessi

Messaggio da attalos »

Se a qualcuno interessano notizie sui falsi di propaganda della II guerra si può consultare questo sito:

http://www.psywarrior.com/Cornflakes2.html (operazione Cornflakes: splendido!)

Amedeo
Ciao:
Amedeo

N.Giannotti
Messaggi: 16
Iscritto il: 3 maggio 2013, 0:42

Re: Fratellanza d'armi italo-tedesca: non emessi

Messaggio da N.Giannotti »

GRAZIE AMEDEO. Interessantissimo. Grazie

Niccolò

Revised by Lucky Boldrini - January 2016

Avatar utente
somalafis
Messaggi: 4999
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Falsi di guerra e di propaganda...

Messaggio da somalafis »

Ci sono cosa nella filatelia che mi hanno lasciato sempre interdetto. Una di queste e' rappresentata dai cosiddetti falsi di guerra o di propaganda. Ecco un paio di immagini prese da un recente catalogo d'asta:
IMG_20170915_0001.jpg
fp.jpg
Capisco l'utilita' di falsificare le banconote dei paesi nemici: potevano essere spacciate massicciamente nei paesi neutrali per acquistare materiale utile allo sforzo bellico o utilizzate nelle superstiti attivita' di clearing bancario ed erano utili anche quando venivano scoperte perche' potevano diffondere diffidenza verso le banconote degli avversari appunto nei paesi neutrali. Ma che senso poteva mai avere falsificare un francobollo di uso corrente (vedi la prima immagine)? Chi e come avrebbe mai potuto spacciarli? Certo non agenti in territorio nemico che tutto dovevano fare tranne che farsi notare spacciando francobolli falsi. Gia' sembrano un zinzino piu' ragionevoli i falsi propagandistici, ma anche in questo caso chi e come avrebbe mai potuto spacciarli? E, in effetti, non vennero in realta' utilizzati....
Un'idea insensata lasciata cadere? Ma perche' arrivare sino alla stampa?

Nella fattispecie concreta dei falsi riguardanti l'Italia che documenti esistono che ne attestino la reale produzione ad opera del nemico?
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Riccardo Bodo
SOSTENITORE

Avatar utente
Laurent
Messaggi: 1245
Iscritto il: 20 dicembre 2011, 18:09
Località: FRANCIA

Re: Falsi di guerra e di propaganda...

Messaggio da Laurent »

ed anche in Francia...
faux marseille.jpg
Effigie del generale De Gaulle su parte "inter-panneau" lasciato bianco nella stampa del foglio di francobollo all'effigie del capo dello Stato il maresciallo Pétain.

:dub:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
somalafis
Messaggi: 4999
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Re: Falsi di guerra e di propaganda...

Messaggio da somalafis »

Volendo, in effetti, il discorso si puo' allargare. Che dire di questi minifogli che imitano le emissione in corso a Vichy?
fr.jpg
O di questi pezzi anti-hitleriani?
hitler.jpg
germ.jpg
E sull'altro versante non mancano gli esemplari, alcuni offerti addirittura usati...
antigb.jpg
gb1.jpg
gb2.jpg
gb3.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Riccardo Bodo
SOSTENITORE

Avatar utente
remo
Messaggi: 2877
Iscritto il: 21 giugno 2011, 19:00
Località: Roma

Re: Falsi di guerra e di propaganda...

Messaggio da remo »

Grazie Riccardo dell'interessante intervento e delle immagini postate.
" In amore ed in guerra tutto è permesso "
Grazie anche a Laurent.
remo Ciao:
remo Sostenitore del Forum dal 2011

Quanta Roma fuit, ipsa ruina docet

alessandrom
Messaggi: 127
Iscritto il: 16 dicembre 2012, 13:19

Re: Falsi di guerra e di propaganda...

Messaggio da alessandrom »

somalafis ha scritto:
15 settembre 2017, 8:33
Ci sono cosa nella filatelia che mi hanno lasciato sempre interdetto. Una di queste e' rappresentata dai cosiddetti falsi di guerra o di propaganda. Ecco un paio di immagini prese da un recente catalogo d'asta:IMG_20170915_0001.jpgfp.jpg

Capisco l'utilita' di falsificare le banconote dei paesi nemici: potevano essere spacciate massicciamente nei paesi neutrali per acquistare materiale utile allo sforzo bellico o utilizzate nelle superstiti attivita' di clearing bancario ed erano utili anche quando venivano scoperte perche' potevano diffondere diffidenza verso le banconote degli avversari appunto nei paesi neutrali. Ma che senso poteva mai avere falsificare un francobollo di uso corrente (vedi la prima immagine)? Chi e come avrebbe mai potuto spacciarli? Certo non agenti in territorio nemico che tutto dovevano fare tranne che farsi notare spacciando francobolli falsi. Gia' sembrano un zinzino piu' ragionevoli i falsi propagandistici, ma anche in questo caso chi e come avrebbe mai potuto spacciarli? E, in effetti, non vennero in realta' utilizzati....
Un'idea insensata lasciata cadere? Ma perche' arrivare sino alla stampa?

Nella fattispecie concreta dei falsi riguardanti l'Italia che documenti esistono che ne attestino la reale produzione ad opera del nemico?
Un giorno ho letto che il gen. Balbo si era occupato personalmente della parte "filatelica" delle sue imprese perche' affermava che il modo migliore per mantenere sempre vivo il ricordo delle trasvolate addirittura per i secoli a venire era quello di affidarle ai collezionisti....niente meglio di loro si preoccupa di conservare il passato....e aveva ragione!

Quindi queste stampe di francobolli mi sembrano solo degli atti di comunicazione politica, dei messaggi, in risposta alla propaganda ufficiale usando lo stesso mezzo di comunicazione e quindi di... conservazione.
Idem per CLN vari.

Saluti,
Alex

Avatar utente
Filippo
Messaggi: 113
Iscritto il: 16 marzo 2014, 12:57

Re: Falsi di guerra e di propaganda...

Messaggio da Filippo »

Salve a tutti, sarà perché l'argomento mi interessa particolarmente, sarà perché trovo i pezzi citati molto belli....
Mussolini, definito da Salvemini "un grande propagandista", concentrò la sua attenzione sulla filatelia molto presto. Il francobollo era un oggetto di uso comune, credo che vederlo "violato" da parte del nemico rappresenti un'emozione piuttosto forte in chi crede fermamente in uno stato o in chi vacilla davanti a una dittatura.
Filippo
Sostenitore 2015
Questi gli oggetti che ho messo in vendita su ebay: http://www.ebay.it/usr/fmenk

Avatar utente
somalafis
Messaggi: 4999
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Re: Falsi di guerra e di propaganda...

Messaggio da somalafis »

Ringrazio gli amici che hanno risposto ma le mie perplessita' restano intatte: in particolare che senso aveva falsificare francobolli ordinari senza intenti propagandistici e che non potevano essere ''spacciati'' a differenza delle banconote falsificate?
Ho sempre avuto l'impressione che queste ''produzioni'' siano state accettate in filatelia senza troppo rifletterci sopra e che da allora godano (come altri oggetti filatelici) del vantaggio della semplice ''tradizione''....
Ho letto diversi articoli dedicati a queste produzioni, ma nessuno mi ha mai convinto davvero. Mi sembra, tra l'altro, che sia sempre sottovalutata la rigidita' della censura di guerra che (specie in Germania e Italia) era assai occhiuta e vanificava in partenza ogni iniziativa del genere.
A parte questo, mi piacerebbe sapere (senza alcuna polemica) quali sono i documenti storici che comprovano la natura ''bellica'' dei pezzi riguardanti l'Italia (che sono quelli che hanno originato il mio intervento: quelli inglesi e tedeschi li ho aggiunti solo per analogia).
Riccardo Bodo
SOSTENITORE

alessandrom
Messaggi: 127
Iscritto il: 16 dicembre 2012, 13:19

Re: Falsi di guerra e di propaganda...

Messaggio da alessandrom »

Buongiorno Somalafis,

Io non conosco chi li abbia stampati e la storia di come siano stati distribuiti...avevo letto i servizi inglesi forse...
Sicuramente non sono stati prodotti per venire distribuiti in massa alla popolazione nemica e quindi a scopo propagandistico...
Potrebbe essere che siano stati prodotti a scopo di divertimento e di sberleffo (gli inglesi sono forti in questo campo), per dire "l'ultimo francobollo delle serie di questi 20 anni ce lo mettiamo noi e rappresenta la parodia finale di questi dittatori"?
Se i regimi comunicavano con i francobolli, la tentazione di rispondere sullo stesso canale sara' stata forte, anche i CLN hanno fatto lo stesso.
Oppure solo per guadagnare qualche spicciolo...ma mi sembra poco credibile.

Saluti,
Alex

Rev LB Apr 2019

Avatar utente
somalafis
Messaggi: 4999
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Un'asta spagnola con un po' di vecchi libri e riviste

Messaggio da somalafis »

Questo studio mi ha un po' spiazzato: parla dei francobolli falsi prodotti dai britannici nella PRIMA guerra mondiale ai danni di Austriaci e tedeschi. Qualcuno ne sa qualcosa?
falsi guerra.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Riccardo Bodo
SOSTENITORE

Avatar utente
somalafis
Messaggi: 4999
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Re: Un'asta spagnola con un po' di vecchi libri e riviste

Messaggio da somalafis »

Ce n'e' traccia anche sul sito della ................. CIA !!!
Ecco una citazione:
''In 1918 the British, having decided to organize a propaganda system to undermine the enemy will to resist, mounted from Crewe House, their propaganda headquarters, an operation for distributing antiregime pamphlets, leaflets, and newspapers in the territory of the Central Powers. They planned to use air drops but also to post propaganda to selected addresses through the enemy mails. For this purpose they reproduced regular-issue common-denomination stamps -- the German of 10 and 15 pfennig, the Bavarian of 5, 10, and 15 pfennig, and the Austrian of 5, 10, and 25 heller. All of these were probably printed within the same period of a few months, and the die proof of one shows the date "25 September 1918." The end of the war overtook the project before it became operational, but it is worth noting that it contained all the basic ingredients used by the allies during World War II.
When copies of these stamps appeared on the philatelic market in 1921 the philatelists soon discovered where and by whom they had been printed. They found, by comparing the papers, printing methods, gums, and perforations, that they could have been produced only in England, and only in the plant of De La Rue and Company, one of the three printers then making stamps for the British post office. The British government, pleading the Official Secrets Act, has never admitted to authorship of these issues'''.
Questo dovrebbe essere uno dei falsi
germania.jpg
Come poi pensassero di sfruttare il sistema postale del nemico, non l'ho capito (contrabbando da paesi neutrali???).
Posso esprimere la mia vera opinione? Qualcuno trovo' il modo di farsi finanziare un'operazione di poco rischio che tanto non avrebbe mai funzionato. E riusci' a farlo anche nella seconda guerra mondiale, su un fronte e sull'altro....

Rev LB May 2019
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Riccardo Bodo
SOSTENITORE

Avatar utente
fabiov
Messaggi: 3463
Iscritto il: 13 luglio 2007, 7:04
Contatta:

Re: Gli Spy Stamps

Messaggio da fabiov »

DOPO TANTI ANNI riapro questo topic sui francobolli di propaganda o spionaggio, o SPY STAMPS per via del fatto che a Prato al Congresso dell'Usfi (Unione Stampa Filatelica Italiana) ho conosciuto Giorgio Leandro autore di un magnifico libro sull'argomento. Si Tratta di Top Secret, volume di grande formato di oltre 550 pagine con più di 1.500 immagini a colori. I reperti sono francobolli veri e falsi di propaganda, cartoline d'epoca per ognuna delle fazioni in guerra. Parliamo della seconda guerra mondiale. Oltre al volume unico esistono due volumi separati. Il prezzo non è certamente basso: il volume unico costa 60 euro ma ciò dipende dal fatto che il volume... è voluminoso(?!?) perché contiene una quantità astronomica di dati e di immagini. I 2 volumi singoli costano meno della metà ma non ho verificato se hanno gli stessi contenuti dell'opera completa.
Vedrò di postare la copertina e anche darvi altri informazioni nei prossimi post.
Conto, inoltre, di invitare l'Autore GIORGIO LEANDRO a scrivere su questo topic, a rispondere alle vostre domande e darvi informazioni circa dove e come reperire il volume.
Torniamo ad approfondire questo meraviglioso Topic come abbiamo fatto anni fa quando poi è uscito l'ormai introvabile monografia del Cifr.
Ciao a tutti il vs. Fabiov Ciao: Ciao:
SOSTENITORE DA SEMPRE!
Leggete articoli filatelici miei e di altri amici giornalisti nel mio NUOVO sito www.storiefilateliche.it. Oltre a più di 250 articoli ci sono novità, illustrazioni, foto e una sezione ASFE. Vi ricordo anche che sul mio vecchio sito www.fabiovstamps.com è sempre attivo, su tutte le pagine, un motore di ricerca per ritrovare più di 500 MB di info filateliche, caricate negli ultimi 14 anni anni da me sul Forum e sul mio sito!

Avatar utente
debene
Messaggi: 4682
Iscritto il: 13 novembre 2011, 16:19
Località: Bari - Italy
Contatta:

Re: Gli Spy Stamps

Messaggio da debene »

Molto interessante.
Sembra ne abbia scritti ben tre di volumi.
Io li ho rintracciati su questo sito di vendita ma penso siano reperebili anche altrove.

https://www.ibs.it/libri/autori/Giorgio%20Leandro

Ciao:

sergio
Sergio De Benedictis
STAFF
Socio C.I.F.T. - A.I.C.A.M - A.N.C.A.I. - U.S.F.I. - I.S.S.P.

Quando la Filatelia è culturaLink al mio sito : Esculapio Filatelico

Visita la mia rubrica sul Postalista :Il bastone di Asclepio

Guarda le mie vendite su Delcampe: nickname "debene".

I miei interessi :
Tematica medica; Antichi Stati; Storia Postale di Bari; Precancel U.S.A., Affrancature Meccaniche; Letteratura Filatelica; Erinnofili;Collezione A.S.F.E.

Rispondi

Torna a “Le storie dietro i francobolli”

SOSTIENI IL FORUM