Oggi è 13 dicembre 2018, 10:18

"Zona sprovvista di francobolli" in maniera artistica

Che storie si nascondono dietro quello che può sembrare un semplice francobollo??? E qual'è la vostra conoscenza sui francobolli? Potrete scoprire entrambe le cose in questo forum.....

Moderatore: fabiov

Rispondi
Avatar utente
sergio de villagomez
Messaggi: 1423
Iscritto il: 13 luglio 2007, 6:10
Località: Milano

"Zona sprovvista di francobolli" in maniera artistica

Messaggio da sergio de villagomez » 9 settembre 2018, 17:02

Buona domenica a tutti.

Mentre una gran massa di persone stamattina era in fila in attesa di entrare a prendere un costoso caffè presso lo Starbucks appena aperto a Milano, alle spalle dello stesso si rinnovava, come ogni domenica degli ultimi 50 anni, il mercatino filatelico meneghino che, purtroppo, ora è l'ombra di se stesso, popolato da canuti venditori meno simpatici di un passaggio di lima sui denti e dalle richieste astronomiche (tant'è che immagino sempre che i prezzi richiesti non siano né in euro né tantomeno in lire ma bensì in vecchi dinari jugoslavi :ris: :ris: ).
Ma l'abitudine di guardare il materiale presente ogni tanto, ma proprio ogni tanto, presenta qualche cosa almeno interessante e così è stato per me stamattina quando ho trovato questa mezza busta: sì, ho scritto mezza busta perché qualcuno ha pensato bene di non farne un frontespizio ma tagliato in verticale la lettera lasciandoci il moncone destro del recto e sinistro del fronte.

La missiva sembra inviata dal 65° Battaglione Collegamenti a La Spezia tramite la Posta Militare 210 e ciò che ha attirato la mia attenzione è il "francobollo" presente: non si tratta di una emissione ufficiale ma di un disegno raffigurante delle palme (ben più bello di quello utilizzato dal francobollo dell'Afrika Korps tedesco) e la scritta zona operazione della Marmarica sprovvista di francobolli.
image131_opt.jpg
image133_opt.jpg
image132_opt.jpg
Facendo qualche ricerca in rete, questo 65° Battaglione Collegamenti faceva parte del 21°Corpo d'Armata mentre, per quanto riguarda la posta militare 210, l'ufficio era stato appena ricostituito a Bengasi nel maggio 1941 ed immediatamente dopo insediato a Derna, in Cirenaica ma, più esattamente, nella Marmarica libica (notizie tratte da "La posta militare italiana nella seconda guerra mondiale" di Cadioli-Cecchi). Quindi questa lettera fu inviata durante la prima offensiva in Nord-Africa che portò le truppe italiane e germaniche quasi al confine con l'Egitto.

Il tutto mi da un senso di originalità ma vorrei qualche gradito parere da parte vostra.

Ciao: Ciao:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
STAFF

Oh! Qui io fisserò il mio sempiterno riposo, e scoterò, da questa carne stanca del mondo, il giogo delle avverse stelle (W. Shakespeare - Giulietta e Romeo)


Avatar utente
sipotràsapere
Messaggi: 1155
Iscritto il: 23 maggio 2010, 20:02
Località: Firenze

Re: "Zona sprovvista di francobolli" in maniera artistica

Messaggio da sipotràsapere » 30 settembre 2018, 21:20

Se Ebay ci sono in vendita molte buste con la scritta "zona sprovvista di francobolli", ma nessuna è elegante come la tua!

Rispondi

Torna a “Le storie dietro i francobolli”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Sostieni il forum: