Oggi è 19 dicembre 2018, 5:10

I francobolli nei libri (non specializzati) e nei fumetti

Che storie si nascondono dietro quello che può sembrare un semplice francobollo??? E qual'è la vostra conoscenza sui francobolli? Potrete scoprire entrambe le cose in questo forum.....

Moderatore: fabiov

Avatar utente
somalafis
Messaggi: 4370
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Re: I francobolli nei libri (non specializzati)

Messaggio da somalafis » 26 maggio 2010, 9:24

Copertina filatelica anche per questo libriccino, pubblicato nel 1995 ma che io ho trovato solo ora (nel testo pero' non c'e'nessun riferimento filatelico):
scansione0003.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Riccardo Bodo
SOSTENITORE


corfu
Messaggi: 255
Iscritto il: 16 luglio 2007, 16:12
Località: provincia di varese

Re: I francobolli nei libri (non specializzati)

Messaggio da corfu » 26 maggio 2010, 9:35

c'è anche il libro scritto da alessandro moro (noto studioso dei francobolli di zara occupazione tedesca che, se non sbaglio, si intitola "i misteri di zara".
io l'ho acquistato tempo fa e mi è sembrato gradevole,e ben fatto.
non ho la scansione della copertina ma penso sia facilmente visionabile ricercando il volumetto su internet.
Ciao:

corfu
Messaggi: 255
Iscritto il: 16 luglio 2007, 16:12
Località: provincia di varese

Re: I francobolli nei libri (non specializzati)

Messaggio da corfu » 26 maggio 2010, 9:36

TROVATO!
è in vendita sul sito della laserinvest.
http://www.laserinvest.com/editoria/editoria.htm
http://www.laserinvest.com/editoria/zara.jpg
zara.jpg


Ciao:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
LisaSimpson
Messaggi: 189
Iscritto il: 13 luglio 2007, 21:24

Paperino collezionista di francobolli

Messaggio da LisaSimpson » 27 novembre 2010, 19:31

Ciao: Ciao:
In una storia del 1952, disegnata da Carl Barks, Paperino si diletta in filatelia e sogna di trovare un rarissimo francobollo della Guiana Britannica, color "magenta", del valore di 50.000 dollari ......
Procedendo nella storia Paperino si imbatte nel distratto collezionista "Philo T. Ellic" ( :-)) :-)) ) e parte per la Guiana dove gli capitano ogni sorta di avventure.
Il titolo originale della storia è "Donald Duck and the gilded man", in italiano "Paperino conto l'uomo d'oro"
A questo link alcuni scan delle tavole:
http://coa.inducks.org/story.php?c=W+OS++422-02
La storia è stata edita in Italia a più riprese dal 1952 ad oggi, l'ultima delle quali (credo) negli albi "La grande dinastia dei Paperi" a cura del Corriere della Sera nel 2008.
Vi farei volentieri la scansione dell'intera storia, ma non voglio rovinare il dorso del mio album :oo: :oo:

Il filatelico Philo T. Ellic ricompare poi brevemente nelle storie:
"Paperino pulitore esperto" del 1977, "Paperinik e la nefasta caricatura" del 1998 e "Super Pippo e il sabotaggio di Gancio" del 2003 dove si torna a parlare del "Guiana Rosso del 1856"!!
Quest'ultima storia è edita su Topolino n. 2329.

Ciao: Ciao:
S T A F F
Letizia Magnini
Colleziono: "I gatti nei francobolli d'Europa"
"Illustrazione per bambini e fumetti nei francobolli d'Europa"
Ho ereditato una bella collezione di Italia Regno e Repubblica
http://www.delcampe.it/negozi/lisas

Avatar utente
ANTONELLO
Messaggi: 708
Iscritto il: 3 maggio 2009, 12:33
Località: Alba (CN)

Re: Paperino collezionista di francobolli

Messaggio da ANTONELLO » 27 novembre 2010, 20:47

bello Lisa,
mi rcordo anche di aver letto un numero di Alan ford dove il gruppo T.N.T. si apprestava a fermare un ricco pazzo che voleva bruciare tutti i voli di ritorno NewYork Roma tranne uno.
Non lo trovo più :tri:

Ciao: Ciao: Ciao:


corfu
Messaggi: 255
Iscritto il: 16 luglio 2007, 16:12
Località: provincia di varese

Re: Paperino collezionista di francobolli

Messaggio da corfu » 29 novembre 2010, 9:33

la storia di cui lisa parla (paperino contro l'uomo d'oro) è apparsa in Italia anche su cartonato di grande formato "IO PAPERINO" a metà anni '70.
io che colleziono anche fumetti disney, con specializzazione "oncle scrooge" (zio paperone) custodisco gelosamente tale volume, che tra l'altro è anche un ricordo della mia infanzia.
Ciao:

thiswas
Messaggi: 910
Iscritto il: 22 agosto 2007, 19:58
Località: Napoli

Re: Paperino collezionista di francobolli

Messaggio da thiswas » 29 novembre 2010, 12:51

Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
------------------------
S T A F F

Immagine
Ciao Italo.

Callan las cuerdas. La música sabía lo que yo siento. (Mute le corde. La musica sapeva quello che sento). J.L.Borges

Socio SOSIG n°11 - - - Colleziono Repubblica Nuova (fino al 2008) e nuovi a tema sport emessi dai paesi europei

Avatar utente
Fiore
Messaggi: 1222
Iscritto il: 24 settembre 2007, 18:22
Località: Molinella (BO)

Re: I francobolli nei libri (non specializzati)

Messaggio da Fiore » 11 febbraio 2011, 16:06

Vi segnalo un simpatico libro, che non è recente (è del 2004...), ma che ho comprato quest'inverno (e mi è arrivato ieri dagli USA... :oo: ).
Vi dico subito che è in inglese, non essendo stato ancora tradotto in italiano.
E' dello scrittore britannico Terry Pratchett , che anni fa si inventò un mondo (Discworld: Mondo Disco; è appunto un pianeta non sferico ma piatto, che viaggia nello spazio sul dorso di 4 giganteschi elefanti a loro volta poggiati sul carapace di un'ancor più gigantesca tartaruga :shock: :shock: :shock: ) sul quale ambientare una serie di romanzi fantasy fortemente umoristici, con parodie e riferimenti sia ai fantasy "seri" ("Il Signore degli anelli", per darvi un'idea") che al nostro mondo moderno (immaginate un mondo medieval-rinascimentale in cui la magia esiste e nel quale vengono inventate cose come il cinema, la fotografia,...).
Di romanzi colà ambientati l'autore ne ha scritti quasi una quarantina, e solo una quindicina circa sono stati tradotti in italiano finora; Pratchett è famosissimo e seguitissimo nel Regno Unito, tanto che da alcuni suoi libri (tradotti peraltro in decine di lingue) sono stati tratti dei film, uno dei quali proprio sul libro di cui volevo parlarvi: Going Postal.
Going-Postal-Terry-Pratchett-book.jpg


E' la storia di un geniale truffatore, condannato a morte, che viene graziato dal Patrizio (il tiranno che governa Ankh-Morpork, la più grande metropoli di Discworld) per essere impiegato come postmaster, col compito di rivitalizzare il servizio postale che da anni versa in stato di totale abbandono.

Dovendo leggerlo in inglese, vi dico subito che non è "facilissimo": essendo una parodia è pieno di giochi di parole, molti dei quali intraducibili, ed essendo ambientato in un mondo "fantasy" è pieno di personaggi che "parlano" in slang o con strani accenti (che non saprei come potrebbero essere resi in una traduzione).

Il libro è costellato di immagini dei francobolli di Ankh-Morpork e degli altri "Stati" di Discworld, e la cosa buffa è che tali "francobolli"... si possono anche acquistare :oo: :oo: :oo: ! C'è infatti un negozio (presente anche online) di merchandising su Discworld, che ha a catalogo decine di questi francobolli.

Non vi nego che ho investito qualche sterlina per procurarmi un po' di questi bolli :OOO: :OOO: :OOO: (alcuni sono più belli di quelli veri...)(e poi un vero collezionista ASFE deve affrontare di tutto... anche se non ho avuto la spudoratezza di inserire questi bolli nel mio elenco entità... :-)) ), ve ne mostro qualcuno.
Il Patrizio di Ankh-Morpork (vi ricorda niente, questo "One Penny" tutto nero? :-)) ):
pennystamp.jpg


Altro francobollo di Ankh-Morpork:
5pstamp.jpg


Francobollo di Tsort, terra "paragonabile" al "nostro" antico Medio Oriente (Persia-Mesopotamia):
Tsortstamp.jpg


Francobollo della Gilda dei Ladri:
theivessinglebig.jpg


Insomma, se conoscete a sufficienza l'inglese e avete voglia di qualcosa di "leggero"...

Ciao: Ciao: Ciao:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Alberto Fiorentini
Repubblica usata: mancano una decina di "servizi" ed il "mostro rosa"!
Regno: tra usati e linguellati, una ventina è ancora assente... più 5-6 "servizi" e quasi tutti i "pubblicitari"...
Germania 1872-1945: abbastanza avanzata, soprattutto per il periodo "3° Reich", ma... ce n'é ancora, da fare.

ASFE: Contatore ad oggi: 3.009. La rincorsa prosegue!

Tematiche:
- sto ancora cercando di organizzare in modo logico il materiale (in costante aumento) che ho sui "portieri di calcio"
- rapaci notturni (per la moglie) e cardellini (che erano la passione di mio padre)
- un'idea nascente su geografia e bandiere tramite i francobolli...
- socio n. 6 del SOSIG (e quindi... SOS!)(anche se un po' in stand-by)

Avatar utente
Rosalba
Messaggi: 1562
Iscritto il: 26 aprile 2008, 22:04
Località: Castelfidardo (AN)

Re: I francobolli nei libri (non specializzati)

Messaggio da Rosalba » 11 febbraio 2011, 20:24

Fiore ha scritto:Vi dico subito che è in inglese, non essendo stato ancora tradotto in italiano.


Insomma, se conoscete a sufficienza l'inglese e avete voglia di qualcosa di "leggero"...

Ciao: Ciao: Ciao:



.....in poche parole: E' PER ME!!!! :ris: :ris: :ris: :ris: :ris:
Ovviamente non ci penso proprio a sobbarcarmi una faticaccia del genere però sarebbe piacevole da leggere SE FOSSE IN ITALIANO :-))

.............i bolli invece sono carinissimi :clap: :clap: :abb: Ciao: :-)
...fatti non foste a viver come bruti,
ma per seguir virtute e canoscenza...
Dante, Inf. XXVI 119-120


S T A F F

Avatar utente
fabiov
Messaggi: 3387
Iscritto il: 13 luglio 2007, 7:04
Contatta:

Re: I francobolli nei libri (non specializzati)

Messaggio da fabiov » 12 febbraio 2011, 10:48

Uhmmm,
belllo questo topic... da dove salta fuori??
mi ricordo che avevamo un topic su questo argomento tempo fa, e qualcosa deve esserci sul mio sito...
Provate a vedere a pagina 45 al link http://www.fabiovstamps.com/forum45.html (bolli nel cinema e nei romanzi!)
BELLI I BOLLI; bisogna capire come procurarseli...
Certi sembrano realizzati da Mark Valentine, ma non li ho sul suo elenco...
Controllerò... :sec: :sec: :sec:
HO CONTROLLATO!!!
Infatti, come anche lo si può dedurre dalle immagini dei post qui sopra, i bolli sono di Terry Pratchett (Discoworld... c'è anche un suo sito dove ordinare le etichette...)
ciao fabiov Ciao: Ciao:
SOSTENITORE DA SEMPRE!
Leggete articoli filatelici miei e di altri amici giornalisti nel mio NUOVO sito www.storiefilateliche.it. Oltre a più di 130 articoli ci sono novità, illustrazioni e una sezione ASFE. Vi ricordo anche che sul mio vecchio sito www.fabiovstamps.com è sempre attivo, su tutte le pagine, un motore di ricerca per ritrovare più di 500 MB di info filateliche, caricate negli ultimi 14 anni anni da me sul Forum e sul mio sito!

Avatar utente
sipotràsapere
Messaggi: 1155
Iscritto il: 23 maggio 2010, 20:02
Località: Firenze

Re: I francobolli nei libri (non specializzati)

Messaggio da sipotràsapere » 21 febbraio 2011, 15:09

Il sito in cui sono venduti è:

https://www.discworldemporium.com/18-discworld-stamps

sipotràsapere

Avatar utente
Fiore
Messaggi: 1222
Iscritto il: 24 settembre 2007, 18:22
Località: Molinella (BO)

Re: I francobolli nei libri (non specializzati)

Messaggio da Fiore » 21 febbraio 2011, 16:08

Rosalba: dai, impara un po' d'inglese! :-)) :-)) :-))
Il libro è veramente carino, da leggere, c'è il protagonista che praticamente "inventa" il francobollo e anche la perforazione... e uno degli impiegati dell'ufficio postale, grande collezionista di "pins" (occhio, non esattamente i "pins" come li intendiamo oggi: più semplicemente delle "spille" da collezione) diventa il primo "collezionista" di francobolli... e in alcuni passi del libro ci sono "notizie" che altri stanno diventando collezionisti e che alcuni comprano i francobolli per spedire lettere a se stessi in modo da avere in collezione bolli viaggiati, che in questo modo diventano più "reali"... :oo: :oo: :oo: sembra parlino di noi... :-)) :-)) :-))

Nota: chi sia esattamente il disegnatore dei francobolli non lo so: le copertine delle edizioni orginali erano disegnate da Josh Kirby, che però è deceduto nel 2001, mentre il libro di cui parliamo (ed i francobolli, che sono stati prodotti insieme al libro stesso) è del 2004. Per i libri seguenti le grafiche sono state affidate a Paul Kidby, che quindi "potrebbe" essere l'autore materiale anche dei francobolli, che comunque immagino essere stati se non altro ideati, in massima parte, dallo stesso autore (Terry Pratchett).
Sul sito che ha indicato sipotràsapere trovate un bel po' di esempi di questi "bolli", quelli ancora disponibili (ogni tanto ne aggiungono dei nuovi e naturalmente, mano a mano che li vendono, esauriscono quelli vecchi); alcuni sono veramente belli, da vedere (pur trattandosi solo di curiosità... ma son curiosità gradevoli, quanto meno!).

Ciao: Ciao: Ciao:
Alberto Fiorentini
Repubblica usata: mancano una decina di "servizi" ed il "mostro rosa"!
Regno: tra usati e linguellati, una ventina è ancora assente... più 5-6 "servizi" e quasi tutti i "pubblicitari"...
Germania 1872-1945: abbastanza avanzata, soprattutto per il periodo "3° Reich", ma... ce n'é ancora, da fare.

ASFE: Contatore ad oggi: 3.009. La rincorsa prosegue!

Tematiche:
- sto ancora cercando di organizzare in modo logico il materiale (in costante aumento) che ho sui "portieri di calcio"
- rapaci notturni (per la moglie) e cardellini (che erano la passione di mio padre)
- un'idea nascente su geografia e bandiere tramite i francobolli...
- socio n. 6 del SOSIG (e quindi... SOS!)(anche se un po' in stand-by)

Avatar utente
Fiore
Messaggi: 1222
Iscritto il: 24 settembre 2007, 18:22
Località: Molinella (BO)

Re: I francobolli nei libri (non specializzati)

Messaggio da Fiore » 21 febbraio 2011, 17:25

... insomma, mi era rimasta 'sta curiosità e ho trovato chi ha realizzato 'sti francobolli :-)) .
Beccatevi un bell'articoletto in inglese che spiega come sono nati:

The Story of the Stamps

As with everything we produce, in the beginning was the word, and these Postage Stamps are no different.

You've only to read Going Postal to realize the degree of collaboration. As Terry was writing the book, so I was suggesting ideas and producing drawings. Some of the images were suggested by Terry and others resulted from deep and meaningful consultations over a pint or two.

We consulted print historians, philatelists, stamp dealers and museums to get the design and production right.

From my rough sketches and layouts Colin Edwards; who knows the print game inside out, and is a bit of a lad with a Mac, knew a man who could wield a mean quill called Alan Batley.

They could do all the things I couldn't and between us we created the stamps you see today.

It was thanks to the rather splendid Bath Postal Museum I found the last ever, lineal perforator. It dates from Victorian times, and with our help they have got it working again.

That's the good part; the bad part is that this machine like so many of its era does not work on electricity, in fact its leg power, just like a treadle sewing machine. Not only that, the single sheets of stamps have to be fed in by hand, and lined up by eye, not just once of course, but for every line of perforation at each side of the stamp.

The majority of the stamps have been produced in the traditional manner, on old fashioned gummed paper, by a very old and respected company who normally print stamps for entire countries rather than a small outfit in Somerset.

— Bernard Pearson (a.k.a. The Cunning Artificer)


Nota: questo "Cunning Artificer" sarebbe poi il "gestore" del negozio (sia fisico che online) in cui le etichette in oggetto si comprano...

Nota 2: pare che i "francobolli" di Discworld siano finiti anche nella collezione filatelica del British Museum! :oo: :oo: :oo: :oo:

Ciao: Ciao: Ciao:
Alberto Fiorentini
Repubblica usata: mancano una decina di "servizi" ed il "mostro rosa"!
Regno: tra usati e linguellati, una ventina è ancora assente... più 5-6 "servizi" e quasi tutti i "pubblicitari"...
Germania 1872-1945: abbastanza avanzata, soprattutto per il periodo "3° Reich", ma... ce n'é ancora, da fare.

ASFE: Contatore ad oggi: 3.009. La rincorsa prosegue!

Tematiche:
- sto ancora cercando di organizzare in modo logico il materiale (in costante aumento) che ho sui "portieri di calcio"
- rapaci notturni (per la moglie) e cardellini (che erano la passione di mio padre)
- un'idea nascente su geografia e bandiere tramite i francobolli...
- socio n. 6 del SOSIG (e quindi... SOS!)(anche se un po' in stand-by)

Avatar utente
Matraire1855
Messaggi: 1380
Iscritto il: 13 aprile 2010, 13:34
Località: Castellanza
Contatta:

Re: I francobolli nei libri (non specializzati)

Messaggio da Matraire1855 » 21 giugno 2011, 11:22

Segnalo questo volume in cui è contenuto un racconto "giallo" a tema filatelico.

Da Malabrocca a Il Venditore di Limoni di Raffaele Baroffio
Stampato in proprio, Legnano 2010, 128 pag.

per una breve recensione e la scansione della copertina vedere su
http://www.ilpostalista.it/recensionelibri9.htm#11
Cerchi un volume di filatelia? Prova a cercarlo qui:
https://www.comprovendolibri.it/?uid=vignatidanilo

Avatar utente
francesco.abbate
Messaggi: 1312
Iscritto il: 19 febbraio 2010, 22:50
Località: termini imerese (PA)
Contatta:

Re: I francobolli nei libri (non specializzati)

Messaggio da francesco.abbate » 18 agosto 2011, 17:17

Ciao: a tutti, ho letto con molto interesse e curiosità i post.
mi sa che al più presto andò in libreria per ordinare i testi di Enrico Brizzi: l'inattesa piega degli eventi e La nostra guerra
:-))
Ciao: Francesco

Fiero Sostenitore dal 2010
Colleziono Regno e Repubblica Nuova sino al 2011;
Mi sono innamorato della Danimarca :f_love:
Tematiche: Gatti, Scout;

Pagina Facebook del #CFNTermitano https://www.facebook.com/circolofilatel ... ano?ref=hl

Profilo Instagram del #CFNTermitano: https://www.instagram.com/circolofilatelicotermitano/

Avatar utente
david
Messaggi: 788
Iscritto il: 20 luglio 2007, 15:07
Località: Pisa

Le timbre égyptien

Messaggio da david » 7 novembre 2011, 13:40

Le timbre égyptien è il titolo di un romanzo dell'autore russo Ossip Mandelstam, del 1928 (Egipetskaya marka)
.
Questa la recensione:
Le livre raconte une journée dans la vie de Parnok, double ironique de Mandelstam, un de ces 'petits hommes' d'une faiblesse héroïque, si fréquents dans la tradition russe depuis Gogol et Dostoïevski. Parnok déambule dans les rues de Saint-Pétersbourg à la recherche de sa 'queue de morue' qui a mystérieusement abouti entre les mains d'un personnage officiel, le capitaine Krzyzanowski, qui est comme son double doté de tous les attributs du pouvoir. Nous sommes au cours de 'l' été Kerenski', en 1917, entre deux révolutions. Et déjà la ville tant aimée, Pétersbourg, a pris des allures de cauchemar. Le temps est sorti de ses gonds. L'Etat est 'muet comme une carpe'. Héroïquement, Parnok tente de sauver du lynchage un autre 'petit homme', sans succès. Le récit se perd ensuit dans des divagations qui reflètent l'état d'esprit de Parnok.
tratta da: http://www.evene.fr/livres/livre/ossip- ... -39665.php
Non credo che ne esista una traduzione in italiano oltre a questa in francese, né so a cosa si riferisca il "francobollo egiziano" da cui il titolo.
http://image.evene.fr/img/livres/g/9782358730006.jpg
9782358730006.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ciao: Saluti
STAFF
L'educazione è l'arma più potente che si può usare per cambiare il mondo
- Nelson Mandela

Immagine

Avatar utente
fabiov
Messaggi: 3387
Iscritto il: 13 luglio 2007, 7:04
Contatta:

Re: I francobolli nei libri (non specializzati) e nei fumett

Messaggio da fabiov » 7 novembre 2011, 13:51

beh,
libro e mistero egizio tutto da scoprire! Il mio francese è debolissimo e non ho neanche capito bene la recensione. :desp: :desp: Forse con una ricerca su internet si riesce a capire se esiste una traduzione in italiano o in inglese e magari qualche altra recensione ci parlerà del francobollo egiziano.
Vediamo se qualcuno dei lettori di questo topic ci dà una mano.
Ciao Ciao: Ciao: ciao fabiov
SOSTENITORE DA SEMPRE!
Leggete articoli filatelici miei e di altri amici giornalisti nel mio NUOVO sito www.storiefilateliche.it. Oltre a più di 130 articoli ci sono novità, illustrazioni e una sezione ASFE. Vi ricordo anche che sul mio vecchio sito www.fabiovstamps.com è sempre attivo, su tutte le pagine, un motore di ricerca per ritrovare più di 500 MB di info filateliche, caricate negli ultimi 14 anni anni da me sul Forum e sul mio sito!

Avatar utente
somalafis
Messaggi: 4370
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Re: I francobolli nei libri (non specializzati) e nei fumett

Messaggio da somalafis » 30 maggio 2012, 9:50

Rispolvero questo vecchio topic perche' ogni tanto, leggendo romanzi di autori anche abbastanza noti, si incappa in qualche accenno al collezionismo filatelico, che per tanto tempo ha segnato il costume delle societa' occidentali.
Questa volta vi segnalo un breve brano tratto dal romanzo di Leo Perutz ''Il Maestro del Giudizio Universale'', da poco edito da Adelphi. Il romanzo pero' venne scritto e pubblicato per la prima volta nel 1923; l'autore - un interessante esponente della letteratura mitteleuropea - e' nato a Praga nel 1882 ed e' scomparso nel 1957. La vicenda (piuttosto fosca) e' ambientata a Vienna nel 1909, negli ultimi anni dell'impero Austro-ungarico.
Una delle persone che il protagonista incontra nel corso della storia si rivela un collezionista: ''Mia figlia...be', insomma, ognuno ha il suo pallino. Io colleziono francobolli celebrativi e commemorativi. Quando ho completato una collezione, la vendo, un amatore si trova sempre......Vuoi gia' andare ? Se hai ancora un momento, magari la mia collezione ti potrebbe interessare. Pezzi di gran pregio non ne ho. Roba cosi'. quel che capita...di rarita' non ne ho davvero''. ''E indico' con il cannello della pipa la pagina aperta dell'album dicendo: Honduras. Ultima emissione''.
scansione0001.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Riccardo Bodo
SOSTENITORE

Avatar utente
fabiov
Messaggi: 3387
Iscritto il: 13 luglio 2007, 7:04
Contatta:

Re: I francobolli nei libri (non specializzati) e nei fumett

Messaggio da fabiov » 30 maggio 2012, 15:37

Bravo Riccardo,
sei un vero cane da tartufo per trovare questi riferimenti al collezionismo! :clap: :clap:
Bye fabiov Ciao: Ciao:
SOSTENITORE DA SEMPRE!
Leggete articoli filatelici miei e di altri amici giornalisti nel mio NUOVO sito www.storiefilateliche.it. Oltre a più di 130 articoli ci sono novità, illustrazioni e una sezione ASFE. Vi ricordo anche che sul mio vecchio sito www.fabiovstamps.com è sempre attivo, su tutte le pagine, un motore di ricerca per ritrovare più di 500 MB di info filateliche, caricate negli ultimi 14 anni anni da me sul Forum e sul mio sito!

Avatar utente
somalafis
Messaggi: 4370
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Re: I francobolli nei libri (non specializzati) e nei fumett

Messaggio da somalafis » 30 maggio 2012, 19:06

fabiov ha scritto:Bravo Riccardo,
sei un vero cane da tartufo per trovare questi riferimenti al collezionismo! :clap: :clap:
Bye fabiov Ciao: Ciao:

La realta' e' che ho un vizio smodato per la lettura (spendo immensamente di piu' in libri che in francobolli) e prima o poi mi capita di incappare in qualche riferimento ai francobolli....
Riccardo Bodo
SOSTENITORE


Rispondi

Torna a “Le storie dietro i francobolli”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Sostieni il forum: