Una storia drammatica, da una cartolina commerciale.

Quante volte una busta o un francobollo nascondono qualche particolarità che a prima vista sfugge??? Qui troverete interessanti proposte per imparare a scoprire quello che a prima vista non si vede..... si impara divertendosi.....
Rispondi
Avatar utente
eugenioterzo
Messaggi: 1742
Iscritto il: 24 aprile 2011, 14:35

Una storia drammatica, da una cartolina commerciale.

Messaggio da eugenioterzo »

La settimana scorsa mettendo a posto alcune documenti, mi è capitata tra le mani una cartolina commerciale della Società Anonima Acciaierie Weissenfels, con sede a Trieste-Passeggio S.Andrea, mentre lo stabilimendo era situato a Fusine in Valromana, 9 Km da Tarvisio, volevo inserirla tra gli oggetti da vendere su Delcampe.
Poi la mia curiosità mi ha spinto a guardare su Internet se vi era qualche notizia.
Appena ho iniziato a leggere, dalle fonti è emersa una storia incredibile e allo stesso tempo drammatica.
Il nome che emerge è quello di Guido Segre, Torino 7-11-1881 Roma 12-4-1945.
Le notizie che andavo leggendo avevano dell'incredibile, Guido era un uomo con una grande capacità imprenditoriale, un perfetto organizzatore del lavoro.
L'unica sua colpa era di essere Ebreo, sino al 1938 era stato osannato da tutti per le sue capacità, lo stesso Mussolini gli affidò incarichi strateggici nell'interesse della nazione, ma le criminali LEGGI RAZZIALI distrussero tutto, dimenticando il lavoro svolto per anni da uno degli uomini più intelligenti dell'
img171.jpg
epoca.
Continuando la lettura seppi che la figlia Etta Carignani Melzi, aveva scritto un libro per ricordare suo padre, l'ho cercato su i vari siti e l'ho ordinato, qualche giorno dopo mi è stato recapitato dal corriere, subito ho aperto il pacco e mi sono immerso nella lettura, erano le 11 e 45 alle 12 e 30 avevo già letto oltre trenta pagine, in sostanza in due sere ho letto il libro di 180 pagine più le foto.
Alla fine ero soddisfatto per aver conosciuto la storia di un grande uomo, direi di una grande famiglia, ma dall'altra parte avevo un grande sconforto pensando alla sofferenza patita da tutta quella famiglia e in particolare da Guido.
Non voglio in questo mio scritto raccontarvi la storia, in quanto è sufficiente che cercate come ho fatto io, e le notizie che troverete saranno sufficienti a farvi capire.
Mi piacerebbe che si aprisse una discussione sopratutto tra le persone che vivono a Trieste oppure a Fusine luogo della fabbrica di cui ho accennato all'inizio.
Eugenio
img172.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Avatar utente
remo
Messaggi: 2783
Iscritto il: 21 giugno 2011, 19:00
Località: Roma

Re: Una storia drammatica, da una cartolina commerciale.

Messaggio da remo »

Grazie Eugenio per la segnalazione della storia di Guido Segre. Un grande personaggio travolto anche lui dalla follia della 2°GM.
remo Ciao:
remo Sostenitore del Forum dal 2011

Prova ancora. Fallisci ancora. Fallisci meglio (Samuel Beckett)
Avatar utente
eugenioterzo
Messaggi: 1742
Iscritto il: 24 aprile 2011, 14:35

Re: Una storia drammatica, da una cartolina commerciale.

Messaggio da eugenioterzo »

Ti ringrazio Remo, storie come questa vanno divulgate il più possibile, sopratutto tra i giovani che hanno una vita davanti.
Eugenio
Avatar utente
eugenioterzo
Messaggi: 1742
Iscritto il: 24 aprile 2011, 14:35

Re: Una storia drammatica, da una cartolina commerciale.

Messaggio da eugenioterzo »

188 Persone hanno letto questo post, e solo Remo è intervenuto, dicendo che aveva letto questo fatto terribile, questo è un argomento che meriterebbe perlomeno un minimo di solidarietà a questa famiglia e invece il silenzio assoluto, non voglio pensare che per il semplice fatto che Guido fosse ebreo si tralascia l'argomento, sono amareggiato e non riesco a capire di che pasta sono fatte quelle 188 persone che hanno letto il mio messaggio.
Eugenio
Avatar utente
cialo
Messaggi: 123
Iscritto il: 25 maggio 2018, 17:27

Re: Una storia drammatica, da una cartolina commerciale.

Messaggio da cialo »

Ciao Eugenio, sono una delle persone che ha letto il tuo post senza rispondere. Come mi succede per tanti altri post che trovo su questo forum.

Nel caso specifico ho trovato la storia che hai raccontato molto interessante ed ho anche cercato qualche informazione in più sulla rete. Sono storie agghiaccianti che certamente meritano di essere raccontate e magari approfondite.

Non ho risposto perché non mi sentivo di poter aggiungere granché, che in quel periodo sono successe cose disumane lo sappiamo tutti, così come sappiamo che il popolo ebreo é stato quello di gran lunga più perseguitato.

Sinceramente però non credo di essere obbligato a rispondere ad un post su un forum di filatelia per dimostrare la mia moralità. E anzi, il tuo ultimo intervento dove implicitamente accusi di antisemitismo una pluralità di persone di cui non sai assolutamente niente... lo definirei quantomeno inopportuno.
------------------------------------
Alessio Giorgetti (cialo)
------------------------------------
Pak91
Messaggi: 5
Iscritto il: 25 dicembre 2018, 9:34

Re: Una storia drammatica, da una cartolina commerciale.

Messaggio da Pak91 »

cialo ha scritto:Ciao Eugenio, sono una delle persone che ha letto il tuo post senza rispondere. Come mi succede per tanti altri post che trovo su questo forum.

Nel caso specifico ho trovato la storia che hai raccontato molto interessante ed ho anche cercato qualche informazione in più sulla rete. Sono storie agghiaccianti che certamente meritano di essere raccontate e magari approfondite.

Non ho risposto perché non mi sentivo di poter aggiungere granché, che in quel periodo sono successe cose disumane lo sappiamo tutti, così come sappiamo che il popolo ebreo é stato quello di gran lunga più perseguitato.

Sinceramente però non credo di essere obbligato a rispondere ad un post su un forum di filatelia per dimostrare la mia moralità. E anzi, il tuo ultimo intervento dove implicitamente accusi di antisemitismo una pluralità di persone di cui non sai assolutamente niente... lo definirei quantomeno inopportuno.
Concordo in tutto. Anch'io ho letto la tua storia che ho trovato molto interessante, ma in che modo avrei dovuto replicare al post?! L'eventuale solidarietà andrebbe espressa direttamente alla famiglia non certo qui sul forum. Poi ognuno la vede come vuole.

Inviato dal mio STF-L09 utilizzando Tapatalk

Avatar utente
eugenioterzo
Messaggi: 1742
Iscritto il: 24 aprile 2011, 14:35

Re: Una storia drammatica, da una cartolina commerciale.

Messaggio da eugenioterzo »

Il silenzio non è certamente l'arma migliore contro queste aberrazioni, erano sufficienti due parole ( riflettere e tramandare ) per fare in modo da emarginare tutti coloro che ancora oggi non credono a quello che è successo.
Oggi dovremmo tutti alzare la voce per far conoscere le aberazioni come quella successa a Guido Segre, pertanto io non accuso nessuno di antisemitismo, e nessuno è obbligato a rispondere, ma certamente e umanamente è doveroso dire qualcosa, anche se io non sono della famiglia, ma mi sento profondamente vicino alla figlia che ha scritto il libro.
Anche se il sito parla di francobolli, la storia postale ha un collegamento, sono partito da una cartolina commerciale, ed il resto è venuto da solo, è anche così che nasce la storia postale.
Eugenio
Avatar utente
Ivano Abbatantuono
Messaggi: 347
Iscritto il: 11 febbraio 2015, 18:41

Re: Una storia drammatica, da una cartolina commerciale.

Messaggio da Ivano Abbatantuono »

Anche se in ritardo, esprimo tutta la mia solidarietà per Guido Segre, per la sua storia e per quella di tutti gli altri (ebrei o meno) che hanno sofferto a causa dei crimini nazisti e fascisti.
Non avevo ritenuto di aggiungere nulla al post di Eugenio, ma forse è meglio non lasciare "isolate" certe memorie.
Colleziono (soprattutto) Regno d'Italia, nuovo usato e storia postale.
su ebay mi trovi qui : http://www.ebay.it/sch/abba_ivan/m.html ... pg=&_from=
per contatti, scrivimi su : ivantea@alice.it
Avatar utente
somalafis
Messaggi: 5232
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Re: Una storia drammatica, da una cartolina commerciale.

Messaggio da somalafis »

eugenioterzo ha scritto: 17 agosto 2020, 22:16 .... per fare in modo da emarginare tutti coloro che ancora oggi non credono a quello che è successo.
Oggi dovremmo tutti alzare la voce per far conoscere le aberrazioni come quella successa a Guido Segre....
La storia del '900 gronda sangue. E certamente la vicenda di Guido Segre insegna tante cose: l'illusione irredentista, l'illusione del fascismo, l'illusione dell'assimilazionismo, la disumanita' e la perversione dell'antisemitismo, del razzismo e delle dittature. Di storie, anche ben piu' terribili di quella di Guido Segre, e' impastata non solo la Shoa', ma anche l'emanazione delle leggi razziali fasciste spesso colpevolmente sottovalutate
Riccardo Bodo
SOSTENITORE
Avatar utente
scintilla
Messaggi: 162
Iscritto il: 26 marzo 2016, 21:40
Località: Piemonte

Re: Una storia drammatica, da una cartolina commerciale.

Messaggio da scintilla »

La cosa peggiore di tutte e che in Italia ci sono persone fiere di essere simpatizzanti di mussolini.
Ciao
Igor
Colleziono :
Vaticano compreso interi postali.
F.D.C. Vaticano
Lettere Stato Pontificio.
Repubblica Italiana compreso interi postali.
F.D.C. Repubblica Italiana

AMICO CONVINTO DEL GRONCHI ROSA :-))
Pak91
Messaggi: 5
Iscritto il: 25 dicembre 2018, 9:34

Re: Una storia drammatica, da una cartolina commerciale.

Messaggio da Pak91 »

scintilla ha scritto:La cosa peggiore di tutte e che in Italia ci sono persone fiere di essere simpatizzanti di mussolini.
Ciao
Igor
Pensa che io sono di Mezzegra, paese dove fu fucilato Mussolini insieme a Claretta petacci, e ogni anno quando il nostro prete celebra la messa in loro ricordo (come persone e non come fascisti) vedo sfilare ragazzini di 18/20 anni inneggiando al fascismo senza avere la benché minima idea di cosa sia..

Inviato dal mio STF-L09 utilizzando Tapatalk

Avatar utente
eugenioterzo
Messaggi: 1742
Iscritto il: 24 aprile 2011, 14:35

Re: Una storia drammatica, da una cartolina commerciale.

Messaggio da eugenioterzo »

Vi ringrazio, queste sono le parole che mi aspettavo.
Eugenio
Avatar utente
scintilla
Messaggi: 162
Iscritto il: 26 marzo 2016, 21:40
Località: Piemonte

Re: Una storia drammatica, da una cartolina commerciale.

Messaggio da scintilla »

Pensa che io sono di Mezzegra, paese dove fu fucilato Mussolini insieme a Claretta petacci, e ogni anno quando il nostro prete celebra la messa in loro ricordo (come persone e non come fascisti) vedo sfilare ragazzini di 18/20 anni inneggiando al fascismo senza avere la benché minima idea di cosa
[/quote]

È propio una tristezza che però non mi meraviglia visto che siamo nel 2020 e ancora c è chi nega che siamo esisiti posti dove venivano torturati ,lasciati morire di fame e sete , scarnificati nel vero senso della parola da vivi, posti dove usavano bimbi neonati come tiro al bersaglio , dove persone che a - 20 gradi venivano implotonati svestiti e alla prima mossa fucilati, posti dove genitori hanno visto morire i propi figli senza poter far niente,
Posti dove bastava uno sguardo sbagliato e eri morto, gente che nega le montagne di cadaveri e i forni crematori.
Basta mi fermo ho le lacrime agli occhi.

Ciao
Igor
Colleziono :
Vaticano compreso interi postali.
F.D.C. Vaticano
Lettere Stato Pontificio.
Repubblica Italiana compreso interi postali.
F.D.C. Repubblica Italiana

AMICO CONVINTO DEL GRONCHI ROSA :-))
Avatar utente
eugenioterzo
Messaggi: 1742
Iscritto il: 24 aprile 2011, 14:35

Re: Una storia drammatica, da una cartolina commerciale.

Messaggio da eugenioterzo »

Caro Igor, e per questo che bisogna parlarne, senza mai stancarsi insistere, insistere a più non posso, quello che è successo può ancora succedere, gli uomini che odiano certe categorie ci sono anche oggi, vanno tenute a bada e si deve evitare in tutti i modi di farli arrivare nella stanza del potere.
Eugenio
Rispondi

Torna a “Spirito di osservazione”

SOSTIENI IL FORUM