Oggi è 26 giugno 2019, 8:07

Acquirente furbetto.

Segnalazione di aste e/o problemi sia on line che su catalogo
Vi consigliamo di leggerei punti f) ed f BIS) del Regolamento del Forum per un corretto utilizzo della sezione
viewtopic.php?f=5&t=8379&p=129383#p129383
Rispondi
Avatar utente
spcstamps
Messaggi: 2154
Iscritto il: 13 luglio 2007, 22:46
Località: TORINO
Contatta:

Acquirente furbetto.

Messaggio da spcstamps » 13 agosto 2018, 12:04

Buongiorno,

recentemente ho venduto su Catawiki due lotti a distanza di pochi giorni ad un acquirente che compera sotto mentite spoglie, ma fa parte del forum.

Questo personaggio ha acqistato due oggetti compatibili tra loro per tariffa seppur differenti nell'affrancatura.

Subito dopo aver fatto il primo acquisto, la persona in questione mi ha chiesto informazioni sul diritto di recesso (10 giorni dalla vendita prima della spedizione, 14 dopo il ricevimento della merce), poi ha preteso di ricevere due spedizioni separate dei due lotti acquistati.

La cosa mi ha insospettito e ho fatto presente alla persona (che conosco da anni attraverso la piattaforma ebay) che se non le interessava la prima lettera volevo saperlo prima dell'invio in modo da potermi organizzare.

Risposta negativa, "mandi pure tutto", così ho inviato martedì scorso entrambe le raccomandate veloci all'acquirente come da sua richiesta, e oggi mi sono ritrovato (fatto scontato dovrei dire) la richiesta di reso per diritto di recesso entro i 14 giorni dalla ricezione della prima lettera, senza motivazioni.

La legge ovviamente tutela questo acquirente, tuttavia essendo persona che mi conosce anche personalmente e con il quale avevo già avuto moltissimi rapporti di compravendita, sono profondamente seccato dal comportamento che ha avuto, ovvero trincerarsi dietro ad un paravento di legalità per fare questi "giochetti" da prestigiatore, facendomi fare le due spedizioni separate sapendo benissimo che avrebbe receduto dal primo acquisto perchè sostituito dal secondo.

Nel fatto di specie il venditore è sempre il medesimo (io), ma questi giochetti i furbacchioni di eBay, in parte transitati anche sulla più "Nobile" piattaforma di Catawiki li fanno spesso anche comperando da persone differenti.

Magari comperano un francobollo da te, poi una tipologia similare da un secondo acquirente magari a pochi euro (se non centesimi) in meno e quindi arriva il reso per motivi futili o addirittura inesistenti.

Purtroppo non posso bannare questo acquirente su Catawiki perchè la piattaforma non lo consente; ho chiesto alla loro assistenza di insistere con i vertici per consentire una black list ai venditori professionali in quanto queste persone fanno perdere denaro (la spedizione fatta Catawiki NON me la rimborsa per esempio, e si tratta di una raccomandata 1 del peso di 60 grammi) e tempo (che poi coincide nel nostro caso spesso con il denaro).

Non esiste tra l'altro su Catawiki la possibilità di offrire il lotto al secondo acquirente, quindi nonostante ci siano state parecchie offerte il lotto resterà invenduto e dovrò ripetere tutte le procedure di vendita (pubblicazione asta, attesa approvazione, attesa pianificazione ecc. ecc.) cosa che è seccante e mi farà perdere ulteriore tempo e "fegato" dovendomi confrontare con le note "esperte" del sito.

Insomma un grazie a questo personaggio che spero legga e si astenga, in futuro, dal fare qualunque tipo di offerta sui lotti da me posti in vendita.

Ciao: Ciao: Ciao:
Ultima modifica di spcstamps il 13 agosto 2018, 17:34, modificato 1 volta in totale.
S T A F F

Paolo Cardillo - Consulente filatelico.

Specializzazioni:

- A.S.I. sciolti e su lettera.
- III emissione del Regno di Sardegna
- I colori della IV emissione di Sardegna.
- I colori del c.15 "tipo Sardegna"
- Tariffe postali del periodo filatelico fino al 1863.


Visita il mio negozio eBay SPC s.a.s. TORINO Postal History

spcstamps@hotmail.it

SOCIO USC

SOCIO USFI


Avatar utente
fildoc
Messaggi: 9275
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: Acquirente furbetto.

Messaggio da fildoc » 13 agosto 2018, 12:29

Avresti fatto meglio a dichiarare che il lotto non era più disponibile .... e non spedirlo!
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc

Avatar utente
spcstamps
Messaggi: 2154
Iscritto il: 13 luglio 2007, 22:46
Località: TORINO
Contatta:

Re: Acquirente furbetto.

Messaggio da spcstamps » 13 agosto 2018, 12:32

fildoc ha scritto:
13 agosto 2018, 12:29
Avresti fatto meglio a dichiarare che il lotto non era più disponibile .... e non spedirlo!
A monte io non potevo sapere (se non sospettare) la questione.

Oltre tutto l'acquirente mi ha risposto in modo evasivo, dichiarando che "sempre analizza prima il lotto ricevuto prima di confermare l'acquisto".

Infine rifiutarmi di spedire millantando una non disponibilità avrebbe comportato diverse procedure burocratiche che su una vendita online di un professionista sono lunghe e poco piacevoli (a questo punto , tanto vale spedire e prendersi il reso).

Avrei risparmiato 10 euro di raccomandata ma li avrei persi di salute.

Ciao: Ciao: Ciao:
Ultima modifica di spcstamps il 13 agosto 2018, 17:36, modificato 1 volta in totale.
S T A F F

Paolo Cardillo - Consulente filatelico.

Specializzazioni:

- A.S.I. sciolti e su lettera.
- III emissione del Regno di Sardegna
- I colori della IV emissione di Sardegna.
- I colori del c.15 "tipo Sardegna"
- Tariffe postali del periodo filatelico fino al 1863.


Visita il mio negozio eBay SPC s.a.s. TORINO Postal History

spcstamps@hotmail.it

SOCIO USC

SOCIO USFI

Avatar utente
Luciano61
Messaggi: 3300
Iscritto il: 3 gennaio 2011, 17:43

Re: Acquirente furbetto.

Messaggio da Luciano61 » 13 agosto 2018, 13:23

Posso condividere le scocciature ed il nervoso.
Ma ci sono abituato.
Perché?
Perché ho una azienda, vendo (anche) online, e casi come questo possono rappresentare anche uno standard.

E' da tantissimo tempo che non vado più all'Ikea.
Saranno oltre dieci anni...
Qui dalle mie parti ce ne sono diversi, mi sembra una mezza dozzina...
Ricordavo una scritta, a caratteri cubitali, che più o meno recitava così:

"Se non sei soddisfatto dei tuoi acquisti, hai 30 giorni per restituirceli: sarai rimborsato"

Quella volta che vidi la scritta, chiesi informazioni all'interno dello Store.
Dissi:

"...ma scusate, se un cliente restituisce una cucina, per qualsiasi motivo...anche banale e pretestuoso, come fate ad accettare il reso? Mica è più nuova!"

Risposta:

"il cliente restituisce e viene rimborsato. Non possono sorgere pretesti: non è tenuto a dare nessuna giustificazione"

In quei giorni ero reduce da aver visto da un mobiliere, una spiacevole, movimentata e chiassosa discussione tra il proprietario ed una cliente, per la richiesta di restituzione (poi negata) di un porta TV da meno di € 100,00...

Comunque, due minuti fa, prima di scrivere sono andato a vedere le condizioni Ikea, che pensavo fossero cambiate.
Sì che sono cambiate.
Queste quella di Ikea Italia:
Screenshot_2018-08-13 Cambio idea - IKEA Italia.png

che per farla facile, sono ancora più restrittive di Ikea Svizzera:

Screenshot_2018-08-13 Diritto di restituzione - IKEA Svizzera.png

Ikea Italia da un "buono acquisto" mentre Ikea Svizzera restituisce i soldi.
Per beni trattenuti anche 365 giorni: un anno.
Poi ovviamente ci sono clausole: bene non usato, ben conservato ecc. ecc.

Paolo, non solo comprendo che tu sia scocciato.
Lo condivido proprio.
Però queste sono le regole del mercato, che quando sono viste dalla parte a favore rendono tutti lieti, mentre ciò non accade per la parte a sfavore.
Ma questo è.

Se ci piace, possiamo far parte del "business" per come qualcuno lo ha creato e strutturato, se non ci piace dobbiamo starne fuori, o cercare metodi alternativi.

Poi ti stupisci che un collezionista abbia invocato la rescissione per un eventuale pretesto?
Da un filatelista?
Scusa, ma in tutta la mia carriera professionale non ho visto tante contestazioni, litigi, discussioni e parolacce come accade tra collezionisti di francobolli.
E mica ho visto discussioni in cui in qualche modo io sia una parte, ma sempre da spettatore.
Quanti sono i "vaffa" (di cui almeno un buon 80% superflui ed evitabili) visti nel Forum?
Sinceramente non mi stupisco poi molto da certi atteggiamenti dei collezionisti...

Prima che venga travisato quanto ho scritto, ne ripeto una parte:
Paolo, non solo comprendo che tu sia scocciato.
Lo condivido proprio.
Paolo, concludo con una considerazione.
Quando si vende online una o due volte all'anno, posso capire che il peso delle scocciature sia rilevante, se accade una volta su due.
Ma quando si è venditori professionali, che non a caso vengono chiamati "negozi" se non sbaglio, si deve mettere in gioco questo tipo di problemi.
Che sono quelli a cui potenzialmente vado incontro io, con la mia azienda, tutti i giorni.

...che poi, per fortuna, non mi accade mai o quasi... :-)) :-)) :-)) :-))
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Dopo lunghe riflessioni ho deciso quali siano i francobolli che mi piacciono: tutti!
Ed adoro i francobolli che non valgono un piffero, perché mi rilassano più di quelli costosi!
Immagine

Scambi in Colnect: cliccare foglietto di Star Trek

La mia mail (levate l'asterisco *): 20811*maderno@gmail.com
Skype: codice 823bbfeda3952a2c Luciano Filatelista, in caso di mancata risposta (in assenza di WiFi) inviare un messaggio di testo

italo61
Messaggi: 142
Iscritto il: 27 marzo 2017, 9:20

Re: Acquirente furbetto.

Messaggio da italo61 » 13 agosto 2018, 14:10

Mio padre mi ha ripetuto migliaia di volte : "il cliente ha sempre ragione!"


Avatar utente
fildoc
Messaggi: 9275
Iscritto il: 16 luglio 2007, 22:12
Località: Verona

Re: Acquirente furbetto.

Messaggio da fildoc » 13 agosto 2018, 16:37

non quando è furbetto......
:grr:
+-x:
Sommiamo le idee, riduciamo gli ostacoli, moltiplichiamo le relazioni e condividiamo le conoscenze!


ciao
Ciao: Ciao: Ciao:
Fildoc

Avatar utente
Luciano61
Messaggi: 3300
Iscritto il: 3 gennaio 2011, 17:43

Re: Acquirente furbetto.

Messaggio da Luciano61 » 13 agosto 2018, 17:14

fildoc ha scritto:
13 agosto 2018, 16:37
non quando è furbetto......
:grr:
Ma hai ragione.
Ma se le pieghe del merchandising offrono degli escamotage...che ci vuoi fare?
Perché, secondo te, cosa validamente può indurre un cliente Ikea a restituire una cucina...dopo un anno?
Pretesti.
Niente altro.
E siccome un venditore nemmeno vuol sentirli, fa in modo che si evitino alla radice: nemmeno chiedono (pretestuose) giustificazioni.
Ed amen.

Fa parte del business...

Statisticamente quanti renderanno una cucina all'Ikea?
Uno per mille?
Per me meno.
Statisticamente quanti renderanno il francobollo a Paolo?
Meno ancora dell'uno per mille...

Nessuno dice abbiano ragione: ma è così.

Poi ha ragione Paolo, hai ragione tu, ma...è così.
Dopo lunghe riflessioni ho deciso quali siano i francobolli che mi piacciono: tutti!
Ed adoro i francobolli che non valgono un piffero, perché mi rilassano più di quelli costosi!
Immagine

Scambi in Colnect: cliccare foglietto di Star Trek

La mia mail (levate l'asterisco *): 20811*maderno@gmail.com
Skype: codice 823bbfeda3952a2c Luciano Filatelista, in caso di mancata risposta (in assenza di WiFi) inviare un messaggio di testo

Avatar utente
giaper
Messaggi: 34
Iscritto il: 4 novembre 2014, 12:38
Località: Trento

Re: Acquirente furbetto.

Messaggio da giaper » 13 agosto 2018, 17:38

La politica di reso è di per sé stessa una strategia di vendita. Poi, però, vorrei vedere che succede se, veramente, uno cerca di restituire una cucina dopo un anno d'uso.
Io ho avuto serie difficoltà a ottenere un cambio per un materasso garantito 15 anni che ha ceduto dopo soli due anni di servizio. Ho dovuto ricevere e pagare un perito inviato dall'azienda e solo dopo la redazione di una relazione favorevole con tanto di foto e diverse settimane di attesa ho ricevuto la sostituzione (e il rimborso della perizia).

Il caso raccontato dal signor Cardillo è simile agli abusi a cui è stata sottoposta Amazon per la sua politica di reso.
Alcuni clienti compravano oggetti, li usavano e li restituivano nei tempi di reso ordinando, contestualmente, un articolo simile o uguale. Questo per usare sempre articoli nuovi di zecca oppure semplicemente per confrontarli con altri e fare la scelta definitiva. Amazon è stata costretta ed implementare una politica che cancella gli utenti che fanno troppi resi.

http://www.ilgiornale.it/news/economia/ ... 31527.html


Per finire, il rimborso in moneta in luogo del buono è prassi di ogni paese civile. In Italia non usa solo perché qui, chi vende, spesso fa cartello invece che sana concorrenza.
lello da Trento
____________________________________________________________________________
mi piace la storia postale contemporanea.

Avatar utente
spcstamps
Messaggi: 2154
Iscritto il: 13 luglio 2007, 22:46
Località: TORINO
Contatta:

Re: Acquirente furbetto.

Messaggio da spcstamps » 13 agosto 2018, 17:41

Infatti io ho aperto il topic non per trovare una soluzione al problema ma solo per sottolineare che la scarsa onestà (o la "furbetteria" se vogliamo chiamarla così con un neologismo) non è appannaggio di una categoria (Compratore, venditore, perito ecc. ecc.) ma è insita nella persona.

Se la persona è scorretta lo sarà da compratore, da venditore o da perito.

Se è corretta lo dimostrerà in ciascuno dei tre ruoli.

Tutto qui.

P.S.

Infatti il mio suggerimento a Catawiki è proprio stato questo, fornire al venditore una blanda difesa che è la Black List. Essa non banna il compratore, ma quanto meno gli impedisce di fare reiterati danni al medesimo venditore!

P.P.S.

Faccio ammenda riguardo al primo messaggio, ma a pensarci bene non ricordo se il compratore in questione fa parte del forum; sicuramente però "gironzola" per Veronafil in compagnia di un membro del forum.

Ciao: Ciao: Ciao:
S T A F F

Paolo Cardillo - Consulente filatelico.

Specializzazioni:

- A.S.I. sciolti e su lettera.
- III emissione del Regno di Sardegna
- I colori della IV emissione di Sardegna.
- I colori del c.15 "tipo Sardegna"
- Tariffe postali del periodo filatelico fino al 1863.


Visita il mio negozio eBay SPC s.a.s. TORINO Postal History

spcstamps@hotmail.it

SOCIO USC

SOCIO USFI


Rispondi

Torna a “La stanza dei problemi”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Sostieni il forum: