Oggi è 19 luglio 2019, 16:17

un SAGGIO ...evanescente??

Segnalazione di aste e/o problemi sia on line che su catalogo
Vi consigliamo di leggerei punti f) ed f BIS) del Regolamento del Forum per un corretto utilizzo della sezione
viewtopic.php?f=5&t=8379&p=129383#p129383
Rispondi
Avatar utente
maupoz
Messaggi: 2142
Iscritto il: 8 febbraio 2010, 16:07
Località: MILANO

un SAGGIO ...evanescente??

Messaggio da maupoz » 5 febbraio 2019, 19:05

Ciao: Ciao:


questo non lo avevo ancora mai visto prima d'ora


Pino .... sono sicuro che un foglietto Menabrea così non ce l'hai ....ed è pure firmato!!


...guarda ....che te lo soffio.....


Menabrea 60 c. evanescente e bay.jpg


Menabrea 60 c. evanescente.jpg


Menabrea 60 c. evanescente part.jpg



:mmm: :mmm: ........ a quando un Menabrea .... effervescente?? :mmm: :mmm:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Maurizio

"Sicché dunque, disse Pinocchio sempre più sbalordito, se io sotterrassi in quel campo i miei cinque zecchini, la mattina dopo quanti zecchini ci troverei?"
"È un conto facilissimo, rispose la Volpe, un conto che puoi farlo sulla punta delle dita. Poni che ogni zecchino ti faccia un grappolo di cinquecento zecchini: moltiplica il cinquecento per cinque e la mattina dopo ti trovi in tasca duemila cinquecento zecchini lampanti e sonanti."
"Oh che bella cosa!" gridò Pinocchio, ballando dall'allegrezza.


Avatar utente
francyphil
Messaggi: 2566
Iscritto il: 14 luglio 2007, 17:08
Località: Parma

Re: un SAGGIO ...evanescente??

Messaggio da francyphil » 5 febbraio 2019, 20:08

c'e già :-))
Immagine
Francesco
--------------------
Colleziono:
Marcofilia Parma e provincia pre 1946 - Annulli meccanici del Regno e Repubblica - Annulli speciali italiani pre 1946 - Annulli Duplex - Annulli alberghieri italiani - Francobolli-Moneta italiani - Erinnofili antitubercolari del Regno - Annulli meccanici Tedeschi pre 1946 - Tematica Rugby ... e raccolgo quello che mi piace :-))

FF since 02 Gen 2005

Avatar utente
Thenewguy
Messaggi: 374
Iscritto il: 3 dicembre 2015, 0:17
Località: Cincinnati, OH, USA

Re: un SAGGIO ...evanescente??

Messaggio da Thenewguy » 5 febbraio 2019, 20:13

Io preferisco l'Ambrata.

E sì, posso trovarla a Cincinnati

:-) :-)

Ciao: Ciao:

Avatar utente
cirneco giuseppe
Messaggi: 5166
Iscritto il: 13 luglio 2007, 17:35
Località: Orbassano (TO)
Contatta:

Re: un SAGGIO ...evanescente??

Messaggio da cirneco giuseppe » 5 febbraio 2019, 20:50

60 cent evanescente?
ahahahahah

e per soli 100 euro!

mille volte meglio questa :cin: :cin: :cin: :cin: :cin: :cin: :cin: :cin: :cin: :cin: :cin: :cin:

Immagine
..... pino .....Immagine
su ebay http://shop.ebay.it/merchant/gcirnec?_rdc=1

________________________________________________
NEMICO, DICHIARATO E CONVINTO, DEL GRONCHI LILLA

E' saggio sognare ma da stolti illudersi.

cerco e colleziono saggi e prove dagli ASI ad oggi solo Italia
http://www.antichistati.it

Immagine

Avatar utente
maupoz
Messaggi: 2142
Iscritto il: 8 febbraio 2010, 16:07
Località: MILANO

Re: un SAGGIO ...evanescente??

Messaggio da maupoz » 5 febbraio 2019, 21:18

:mmm: :mmm:



in effetti ......-decisamente meglio...



menab.jpg


:cin: :cin:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Maurizio

"Sicché dunque, disse Pinocchio sempre più sbalordito, se io sotterrassi in quel campo i miei cinque zecchini, la mattina dopo quanti zecchini ci troverei?"
"È un conto facilissimo, rispose la Volpe, un conto che puoi farlo sulla punta delle dita. Poni che ogni zecchino ti faccia un grappolo di cinquecento zecchini: moltiplica il cinquecento per cinque e la mattina dopo ti trovi in tasca duemila cinquecento zecchini lampanti e sonanti."
"Oh che bella cosa!" gridò Pinocchio, ballando dall'allegrezza.


Avatar utente
francesco losinno
Messaggi: 494
Iscritto il: 9 agosto 2007, 20:23
Località: Volda (Norvegia)

Re: un SAGGIO ...evanescente??

Messaggio da francesco losinno » 6 febbraio 2019, 13:56

La firma mista Sorani Diena?
Ciao: :cof:

Avatar utente
cirneco giuseppe
Messaggi: 5166
Iscritto il: 13 luglio 2007, 17:35
Località: Orbassano (TO)
Contatta:

Re: un SAGGIO ...evanescente??

Messaggio da cirneco giuseppe » 6 febbraio 2019, 14:02

francesco losinno ha scritto:
6 febbraio 2019, 13:56
La firma mista Sorani Diena?
Ciao: :cof:
:mmm: :mmm: :not: :mmm: :mmm:
La firma è di Luigi Raybaudi Massilia
..... pino .....Immagine
su ebay http://shop.ebay.it/merchant/gcirnec?_rdc=1

________________________________________________
NEMICO, DICHIARATO E CONVINTO, DEL GRONCHI LILLA

E' saggio sognare ma da stolti illudersi.

cerco e colleziono saggi e prove dagli ASI ad oggi solo Italia
http://www.antichistati.it

Immagine

Avatar utente
Antonello Cerruti
Messaggi: 8831
Iscritto il: 16 luglio 2007, 12:45

Re: un SAGGIO ...evanescente??

Messaggio da Antonello Cerruti » 6 febbraio 2019, 14:21

Anche questo è stato scolorito chimicamente ma non ditelo in giro altrimenti potreste trovare chi vi scrive che è sicuramente originale, che i pigmenti sono solamente molto chiari, che sono anni che studia questi fenomeni, che sa tutto, ecc.
L'unica cosa che non ammetterà mai è che non c'ha capito mai nulla..... :pray: :fii:

Cordiali saluti.
Antonello Cerruti

Avatar utente
enrico54
Messaggi: 463
Iscritto il: 28 aprile 2008, 12:21
Località: Napoli

Re: un SAGGIO ...evanescente??

Messaggio da enrico54 » 6 febbraio 2019, 18:02

Visto che si è parlato della Birra Menabrea, perchè non associarla alla filatelia?

Notizie tratte da Wikipedia: "L'azienda venne fondata come laboratorio per la produzione della birra nel 1846, ad opera della famiglia Welf di origine walser di Gressoney-La-Trinité in Valle d'Aosta e dei fratelli Antonio e Gian Battista Caraccio, originari di Bioglio e titolari di una caffetteria a Biella. Fra il 1854 e il 1864, rimasti da soli alla guida del laboratorio ristrutturato, i fratelli Caraccio dapprima affittarono e poi cedettero la birreria per 95 000 lire dell'epoca a due aostani, Jean Joseph Menabrea (che dal 1861 con l'Unità d'Italia cambierà il nome in Giuseppe) e Antonio Zimmermann.L'azienda passò nelle mani del solo Menabrea e dei suoi figli nel 1872 quando la ragione sociale diventò G. Menabrea & Figli"

Qualche tempo fa ho comprato le due letterine che mostro, incuriosito appunto dal cognome e dalla storia del destinatario.

La prima, anche se del 1864, è indirizzata a Jean Joseph Menabrea, la seconda alla stessa persona, questa volta con il nome in italiano, Giuseppe.

Ciao:

Enrico Flaminio
_____________
Colleziono usi postali e fiscali dell'emissione De La Rue
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Rispondi

Torna a “La stanza dei problemi”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Sostieni il forum: