Oggi è 26 febbraio 2020, 13:54

Italphil?

Forum di discussione sulle aste on-line, il loro utilizzo, le modalità di pagamento e quant'altro collegato....
Vi consigliamo di leggerei punti f) ed f BIS) del Regolamento del Forum per un corretto utilizzo della sezione
viewtopic.php?f=5&t=8379&p=129383#p129383
Non è consentito agli operatori commerciali di autopubblicizzarsi

Moderatore: robymi

Avatar utente
Antonello Cerruti
Messaggi: 8415
Iscritto il: 16 luglio 2007, 12:45

Re: Italphil?

Messaggio da Antonello Cerruti » 13 febbraio 2020, 9:30

straus ha scritto:
1 dicembre 2019, 0:06
Spero di non apparire ingeneroso e che nessuno si offenda,ma un comportamento simile lo trovò profondamente ingiusto da parte di una qualunque società/azienda.
Si può fare qualsiasi scelta commerciale nella massima libertà,ma quando si ha un rapporto con un proprio pubblico,una propria clientela,bisognerebbe avere l’accortezza di renderla quantomeno partecipe ed edotta.
Se si opera su internet non si può sparire,a meno di non fare la stessa figura di una serranda di negozio che rimane inspiegabilmente chiusa da un giorno all’altro.
Ripeto,tutto lecito e legittimo,ma a mio parere un po’ di cattivo gusto nei confronti dei propri clienti...
Magari c'è anche chi, superati da tempo gli 80 anni, pensa di aver diritto di riposarsi un pochino....

Cordiali saluti.
Antonello Cerruti


BrunoP
Messaggi: 96
Iscritto il: 26 novembre 2018, 10:56

Re: Italphil?

Messaggio da BrunoP » 13 febbraio 2020, 12:43

Basta decidersi .... smetto e vendo o smetto e chiudo .... oppure forse smetto ma se c'è qualcosa poi torno ma poi non compro altro ma però un cliente vuole qualcosa e allora lo cerco ma sto meglio sul divano ..... e allora si rimane così .... a metà .....

Avatar utente
arditiroma
Messaggi: 187
Iscritto il: 12 febbraio 2016, 7:30

Re: Italphil?

Messaggio da arditiroma » 13 febbraio 2020, 18:37

Antonello Cerruti ha scritto:
13 febbraio 2020, 9:30
straus ha scritto:
1 dicembre 2019, 0:06
Spero di non apparire ingeneroso e che nessuno si offenda,ma un comportamento simile lo trovò profondamente ingiusto da parte di una qualunque società/azienda.
Si può fare qualsiasi scelta commerciale nella massima libertà,ma quando si ha un rapporto con un proprio pubblico,una propria clientela,bisognerebbe avere l’accortezza di renderla quantomeno partecipe ed edotta.
Se si opera su internet non si può sparire,a meno di non fare la stessa figura di una serranda di negozio che rimane inspiegabilmente chiusa da un giorno all’altro.
Ripeto,tutto lecito e legittimo,ma a mio parere un po’ di cattivo gusto nei confronti dei propri clienti...
Magari c'è anche chi, superati da tempo gli 80 anni, pensa di aver diritto di riposarsi un pochino....

Cordiali saluti.
Antonello Cerruti
Penso sia anche piu che giusto!!

straus
Messaggi: 45
Iscritto il: 30 novembre 2017, 11:13

Re: Italphil?

Messaggio da straus » 13 febbraio 2020, 19:20

Antonello Cerruti ha scritto:
13 febbraio 2020, 9:30
straus ha scritto:
1 dicembre 2019, 0:06
Spero di non apparire ingeneroso e che nessuno si offenda,ma un comportamento simile lo trovò profondamente ingiusto da parte di una qualunque società/azienda.
Si può fare qualsiasi scelta commerciale nella massima libertà,ma quando si ha un rapporto con un proprio pubblico,una propria clientela,bisognerebbe avere l’accortezza di renderla quantomeno partecipe ed edotta.
Se si opera su internet non si può sparire,a meno di non fare la stessa figura di una serranda di negozio che rimane inspiegabilmente chiusa da un giorno all’altro.
Ripeto,tutto lecito e legittimo,ma a mio parere un po’ di cattivo gusto nei confronti dei propri clienti...
Magari c'è anche chi, superati da tempo gli 80 anni, pensa di aver diritto di riposarsi un pochino....

Cordiali saluti.
Antonello Cerruti
É più che legittimo ritirarsi dal mercato come da qualsiasi altra attività,ma se per anni e fino a quel momento si é avuto un rapporto con una clientela la buona educazione e la correttezza imporrebbero di comunicare la decisione.
Non dico per ringraziare chi per anni (o anche una volta sola) ha contribuito con passione (e soldi) alla propria “carriera” di commerciante e collezionista,ma almeno per rispetto di chi imbattendosi in un sito commerciale gradirebbe sapere che tale attività é sospesa o cessata.
Penso si tratti molto semplicemente di stile e correttezza nei rapporti.
Il diritto di sospendere o chiudere un’attività é fuori discussione,anche a 20 anni anziché 80.

Antonelli
Messaggi: 67
Iscritto il: 25 agosto 2018, 16:42

Re: Italphil?

Messaggio da Antonelli » 14 febbraio 2020, 12:11

e che uno si immagina queste case d'asta come fossero multinazionali ... tipo che muore Marchionne o Steve Jobs ma per quanto bravi sempre uno che lo sostituisce lo trovi e l'azienda prosegue perche' alla fine l'azienda sopravvive agli uomini ... ma in filatelia non e' così e l'azienda e l'uomo sono la stessa cosa e quando l'uno si stanca l'altra finisce di esistere. guarda pure zanaria per esempio. e' un po' ridicolo che sul sito c'è scritto che i lotti dell'asta restano disponibili ancora per qualche giorno quando l'asta c'è stata ............. due anni fa! poi biosgna pure tenere conto che quasi mai esiste una seconda generazione in famiglia e che ai figli/nipoti/parenti dei commercianti non va quasi mai di fare il lavoro del padre/zio/nonno. potrebbero comunicarlo e hai ragione; ma appunto non sono multinazionali con un ufficio stampa che cura le relazioni col pubblico; sono singole persone che a un certo punto si stancano (anche giustamente)


Rispondi

Torna a “Aste, vendite e pagamenti”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Sostieni il forum: