Oggi è 22 novembre 2017, 23:00

Domanda a un giurato su una collezione presentata a Noale

Sezione generale dove confrontarsi, progettare e discutere sulle collezioni da expo
Rispondi
Avatar utente
debene
Messaggi: 5467
Iscritto il: 13 novembre 2011, 16:19
Località: Bari - Italy
Contatta:

Domanda a un giurato su una collezione presentata a Noale

Messaggio da debene » 13 giugno 2017, 12:44

Ciao: a tutti,

la domanda è decisamente tecnica ed è più che altro rivolta a qualche giurato presente qui sul forum , anche se il parere di tutti
è ben accolto.

Questa la collezione

http://expo.fsfi.it/novalis2017/exhibit ... arelli.pdf

è presentata come una collezione da 120 fogli e come vedete le pagine pdf sono 10!

Vedete bene come la collezione sia montata su grandi fogli cartoncino, pezzi molto distanziati, grandi spazi vuoti e anche molte
riproduzioni ingrandite dei pezzi.
Penso quindi, se la matematica non è una opinione, che i 120 fogli scaturiscano dal fatto che ogni cartoncino può contenere 12 fogli A4. Al di là di trovare questa modalità espositiva utile e gradevole per certe collezioni, non solo fiscali, è una modalità lecita e accettata dai regolamenti, visto che poi la stessa collezione è stata ben premiata da un oro?

grazie a chi vorrà intervenire

Ciao:

sergio
Sergio De Benedictis
Sostenitore
Socio C.I.F.T. - A.I.C.A.M - A.N.C.A.I. - U.S.F.I. - A.I.M. - I.S.S.P.

Quando la Filatelia è culturaLink al mio sito : Esculapio Filatelico

Visita la mia rubrica sul Postalista :Il bastone di Asclepio

Guarda le mie vendite su Delcampe: nickname "debene".

I miei interessi :
Tematica medica; Antichi Stati; Storia Postale di Bari; Precancel U.S.A., Affrancature Meccaniche; Letteratura Filatelica; Erinnofili;Collezione A.S.F.E.


Avatar utente
Matraire1855
Messaggi: 1627
Iscritto il: 13 aprile 2010, 13:34
Località: Castellanza
Contatta:

Re: Domanda a un giurato su una collezione presentata a Noale

Messaggio da Matraire1855 » 13 giugno 2017, 14:13

posso dare un parere meramente estetico, anche se personale?
La presentazione su cartoncino di colore verde così scuro non "deprime" un po' troppo lo sguardo d'insieme?
Non so la luce presente a Noale come fosse, ma di solito la pecca comune a tutte le esposizioni è di essere in penombra oppure di avere riflessi fastidiosi.
Cerchi un volume di filatelia? Prova a cercarlo qui:
https://www.comprovendolibri.it/?uid=vignatidanilo

Avatar utente
mestrestamps
Messaggi: 1781
Iscritto il: 25 gennaio 2009, 23:18
Località: mestre

Re: Domanda a un giurato su una collezione presentata a Noale

Messaggio da mestrestamps » 13 giugno 2017, 17:06

Ciao:

Sergio,
ti faccio presente che il cartoncino non copriva per intero l'area della vetrina espositiva, quindi non si può nemmeno parlare di cartoncino = 12 fogli.

Questa invece è stata montata su fogli A3

http://expo.fsfi.it/novalis2017/exhibits/09Gullotta.pdf

coprendo per intero la superficie espositiva.
E' stato l'unico modo (secondo me intelligente) per poter esporre i libretti nella loro interezza.

Tra i giurati presenti a Noale, per quanto ne conosca i nickname, mi sembra che nessuno dei componenti la Giuria frequenti il Forum.
L'unico quindi che qui può dirci qualcosa è Luca Lavagnino.

Ciao: Ciao:
andreafusati@tim.it

prefilateliche della Repubblica di Venezia
storia postale del Regno Lombardo Veneto
annullamenti di Lombardo Veneto su Italia

http://www.museodeitasso.com

SOSTENITORE 2009-2010-2011-2012-2013-2014-2015

" Se Dio non avesse fatto la donna, non avrebbe fatto il fiore. " (Oscar Wilde)

visita il mio negozio su delCampe http://www.delcampe.net/negozi/mestrestamps

Avatar utente
Stefano1981
Messaggi: 1198
Iscritto il: 13 luglio 2007, 13:58
Località: Castelfranco Veneto

Re: Domanda a un giurato su una collezione presentata a Noale

Messaggio da Stefano1981 » 13 giugno 2017, 18:33

Matraire1855 ha scritto:
13 giugno 2017, 14:13
Non so la luce presente a Noale come fosse, ma di solito la pecca comune a tutte le esposizioni è di essere in penombra oppure di avere riflessi fastidiosi.
Ho visitato l'esposizione il sabatto mattina e posso confermarti che l'illuminazione era ottima, peraltro naturale.
Ciao:

Avatar utente
debene
Messaggi: 5467
Iscritto il: 13 novembre 2011, 16:19
Località: Bari - Italy
Contatta:

Re: Domanda a un giurato su una collezione presentata a Noale

Messaggio da debene » 13 giugno 2017, 19:00

non copriva per intero l'area della vetrina espositiva
e allora da dove vengon fuori i 120 fogli dichiarati a concorso?

La cosa lascia molti dubbi! :?: :?: :?:

Ovviamente non è assolutamente una critica alla collezione ma giusto per sapere come la giuria si comporta.

Ciao:

sergio
Sergio De Benedictis
Sostenitore
Socio C.I.F.T. - A.I.C.A.M - A.N.C.A.I. - U.S.F.I. - A.I.M. - I.S.S.P.

Quando la Filatelia è culturaLink al mio sito : Esculapio Filatelico

Visita la mia rubrica sul Postalista :Il bastone di Asclepio

Guarda le mie vendite su Delcampe: nickname "debene".

I miei interessi :
Tematica medica; Antichi Stati; Storia Postale di Bari; Precancel U.S.A., Affrancature Meccaniche; Letteratura Filatelica; Erinnofili;Collezione A.S.F.E.


Avatar utente
Erik
Messaggi: 1935
Iscritto il: 13 luglio 2007, 10:42
Località: Fabriano

Re: Domanda a un giurato su una collezione presentata a Noale

Messaggio da Erik » 13 giugno 2017, 22:27

Ciao Sergio,
credo che si siano indicati convenzionalmente 120 fogli per dire che la collezione occupava dieci quadri (e in effetti era così, anche se la superficie non era tutta sfruttata).
Sono sincero, a me non è che piaccia molto.
Quanto al regolamento, non si specifica mai la dimensione dei fogli. Il primo a presentare una collezione da un foglio 1m x 1m per ogni quadro fu - che io sappia - Marco Occhipinti con la sua collezione sul Vesuvio.
La FIP, la Federazione Internazionale, ha pubblicato (credo recentemente, ma non è datato) un documento con i formati raccomandati per i fogli: http://www.f-i-p.ch/wp-content/uploads/Sheet-sizes.pdf
Sono "raccomandati", non obbligatori, però è possibile/probabile che se si va all'estero con dei formati diversi qualcuno possa fare storie.
In Italia, visti i precedenti, credo che non ci siano problemi ad accettare qualsiasi formato, purché funzionale all'esposizione.

Ciao:
S T A F F

Enrico Carsetti
---

Sul (vecchio) Forum dal 6 dicembre 2003

Visita il mio negozio su Delcampe


"Chi condivide con gli altri le proprie passioni viene trasportato in una vita incantata di felicità interiore che gli egoisti non conosceranno mai." (Richard Bach)

Avatar utente
debene
Messaggi: 5467
Iscritto il: 13 novembre 2011, 16:19
Località: Bari - Italy
Contatta:

Re: Domanda a un giurato su una collezione presentata a Noale

Messaggio da debene » 14 giugno 2017, 7:56

Ciao: Enrico,
ti ringrazio per la risposta da competente giurato. Colgo l'occasione per farti i complimenti per la tua collezione presentata.

Diceva la mia insegnante di Italiano riguardo la lunghezza delle facciate di un tema che :

"la pizza si misura a metro!"

e quindi presumo che il punteggio alto sia dovuto al materiale contenuto e alle conoscenze dimostrate dall'autore.

ma siccome anche l'occhio vuole la sua parte, le didascalie appiccicate e i fogli sparsi non mi sembrano il massimo.
Insomma non vedo la necessità in una collezione come questa di ricorrere a questo tipo di layout, mentre diverso
il discorso della collezione di Marco che aveva bisogno del formato A3 per ben presentare il materiale.

Tutto questo sempre in un ottica costruttiva e per imparare.

:abb:

sergio
Sergio De Benedictis
Sostenitore
Socio C.I.F.T. - A.I.C.A.M - A.N.C.A.I. - U.S.F.I. - A.I.M. - I.S.S.P.

Quando la Filatelia è culturaLink al mio sito : Esculapio Filatelico

Visita la mia rubrica sul Postalista :Il bastone di Asclepio

Guarda le mie vendite su Delcampe: nickname "debene".

I miei interessi :
Tematica medica; Antichi Stati; Storia Postale di Bari; Precancel U.S.A., Affrancature Meccaniche; Letteratura Filatelica; Erinnofili;Collezione A.S.F.E.

Avatar utente
Francesco Riboldi
Messaggi: 222
Iscritto il: 16 luglio 2007, 0:34

Re: Domanda a un giurato su una collezione presentata a Noale

Messaggio da Francesco Riboldi » 1 ottobre 2017, 20:08

Caro Sergio,
conosco molto bene la collezione che ti ha incuriosito e destato qualche perplessità. Vedo se mi riesce di fare un po' di "luce" su alcune cose.
In primo luogo va detto che si trattava di una collezione di "marche da bollo" e che questo tipo di collezioni presentano caratteristiche espositive spesso non compatibili con con quelle che siamo soliti utilizzare per i francobolli. Pensa solo alle dimensioni delle carte bollate o alla grande variabilità di forma e dimensione dei supporti cartacei sui quali venivano applicate le marche nel corso dei secoli. Il concetto dell' esposizione in "fogli" è quasi sempre è inapplicabile.
Questa collezione venne esposta per la prima volta a Verona in quadri di dimensioni diverse da quelli di Noale (i cartoncini in quel caso tenevano tutto il quadro). Il proprietario (Fabrizio Balzarelli), che è anche il curatore del catalogo Unificato delle Marche da Bollo, non era interessato ad esporre questo materiale anche a Noale e, personalmente, assieme ad altre persone, ho faticato non poco per convincerlo ad esporre. Per per giungere a ciò prima ho sentito la giuria sulla faccenda dell' uso dello spazio all' interno del quadro espositivo e, per quanto concerneva le collezioni di marche da bollo, per i motivi sopra citati, si è giunti alla determinazione che (data la particolarità dei pezzi) lo spazio del quadro poteva essere usato e considerato tutto come un unico grande "foglio".
Perché ho insistito affinché la collezione venisse esposta ?
Il motivo è semplice: in primo luogo perché quelle marche furono emesse per le provincie venete (e Mantova) e quindi quello era il posto adatto, ma, anche e soprattutto, perché oltre a mostrare alcuni pezzi estremamente rari (fino ad oggi unici) che ancora nessun collezionista di marche aveva ancora avuto il piacere di osservare dal "vivo", vi erano alcuni documenti che ribaltavano totalmente alcuni concetti che erano, da sempre, dati per scontati dai collezionisti di marche e che la collezione in questione (che in realtà era solo un piccolo un estratto di una raccolta ben più ampia) ha definitivamente cancellato.
Spero di esserti stato utile.

Francesco

Avatar utente
Vacallo
Messaggi: 2289
Iscritto il: 13 luglio 2007, 20:54
Località: Langenthal / Svizzera

Re: Domanda a un giurato su una collezione presentata a Noale

Messaggio da Vacallo » 1 ottobre 2017, 20:59

A metà settembre ho seguito un seminario sulla tematica in filatelia ed le dimensioni dei fogli sono stati anche discusse. La persona che presentava l'argomenti ha precisato che la FIP da nessuna parte indica quali siano le dimensioni dei fogli da esposizione e che quindi si può anche mettere nella bacheca un foglio da 1 x 1 metro. Questo potrebbe essere utile per presentare materiale di formato irregolare o molto grande. Bisogna tener conto che manipolare fogli da 1 x 1 metro non è semplice e che il trasporto, sopratutto all'estero potrebbe esser difficoltoso. Da tener conto anche che all'estero spesso le bacheche hanno dimensioni diverse, Ultimamente ho esposto in Olanda, dove c'erano 15 fogli per quadro (3 x 5). A New York i quadri erano di 16 fogli (4x4).
Nel corso dell'esposto qui sopra, la referente ha mostrato la sua raccolta tematica sulle galline montata su fogli un pò più piccoli del formato A 3. La presentazione era molto bella.
Cordiali Saluti Eric Werner (alias Vacallo)

Vincitore dei concorsi "I Top di F&F" 2007 e 2008
Vincitore del concorso "I Top di F&F" 2010, categoria Documenti Postali

Sostenitore dal 2010, come lo sono anche nel 2017

Avatar utente
debene
Messaggi: 5467
Iscritto il: 13 novembre 2011, 16:19
Località: Bari - Italy
Contatta:

Re: Domanda a un giurato su una collezione presentata a Noale

Messaggio da debene » 1 ottobre 2017, 21:31

Carissimo Francesco,

è un piacere sentirti e sentire anche il tuo autorevole pensiero, del quale ultimamente ci hai privato! :-))

Nel merito di quella collezione ovviamente non discuteva affatto sul suo valore filatelico, sui pezzi esposti e sulla
loro valenza in ambito fiscale.

Mi permettevo solo di notare che non c'era una necessità intrinseca di utilizzare cartoncini 1mx1m lasciando molto spazio quando per esempio già il primo cartoncino della collezione poteva essere ricondotto a 4 fogli A4 mentre il secondo e il terxo a 3 fogli A4 e così via. E' logico che poi il punteggio avrà tenuto conto del valore dei pezzi esposti e non del modo in cui sono stati esposti.

Visto che eri a Noale sarei contento di sapere un tuo giudizio sulla collezione di Michele messa fuori concorso. E' stata una decisione giusta?

Ringrazio Eric per le sue precisazioni e alla fine sono convinto che se viene lasciata libertà di scelta nelle dimensioni dei fogli comunque il tutto deve essere strettamente funzionale alla collezione.

:abb:

sergio
Sergio De Benedictis
Sostenitore
Socio C.I.F.T. - A.I.C.A.M - A.N.C.A.I. - U.S.F.I. - A.I.M. - I.S.S.P.

Quando la Filatelia è culturaLink al mio sito : Esculapio Filatelico

Visita la mia rubrica sul Postalista :Il bastone di Asclepio

Guarda le mie vendite su Delcampe: nickname "debene".

I miei interessi :
Tematica medica; Antichi Stati; Storia Postale di Bari; Precancel U.S.A., Affrancature Meccaniche; Letteratura Filatelica; Erinnofili;Collezione A.S.F.E.

Avatar utente
Francesco Riboldi
Messaggi: 222
Iscritto il: 16 luglio 2007, 0:34

Re: Domanda a un giurato su una collezione presentata a Noale

Messaggio da Francesco Riboldi » 2 ottobre 2017, 10:22

Caro Sergio,
mi chiedi se la decisione di mettere fuori concorso la collezione di "fiscali" di Michele sia stata una decisione giusta o meno.
Non saprei dire . Occorrerebbe chiedersi chi ha deciso questo e perché.
La cosa è stata caldeggiata dalla giuria oppure si è trattato di una decisione di Michele?
Esponendo quel tipo di materiale Michele cosa intendeva fare ?
Intendeva perseguire semplicemente un obbiettivo di tipo "promozionale" riguardante il collezionismo di fiscali, oppure mirava ad una medaglia ?
Se mirava ad una medaglia, si poteva assegnare a Caso una medaglia che non fosse l' oro?
Insomma, ... non so come si sia arrivati a quella decisione ma, a me, è sembrata tanto una scelta basata su elementi di opportunità (nel senso buono del termine) e probabilmente anche condivisa tra gli interessati. Ovviamente posso sbagliarmi, ma questa è l' impressione che ho avuto.

Francesco

Avatar utente
debene
Messaggi: 5467
Iscritto il: 13 novembre 2011, 16:19
Località: Bari - Italy
Contatta:

Re: Domanda a un giurato su una collezione presentata a Noale

Messaggio da debene » 2 ottobre 2017, 10:39

Grazie Francesco per aver espresso la tua opinione.

Se vedo Michele a Genova sabato prossimo chiederò qualcosa anche a lui!

E tu ti fai vedere a Verona?

un abbraccio

sergio
Sergio De Benedictis
Sostenitore
Socio C.I.F.T. - A.I.C.A.M - A.N.C.A.I. - U.S.F.I. - A.I.M. - I.S.S.P.

Quando la Filatelia è culturaLink al mio sito : Esculapio Filatelico

Visita la mia rubrica sul Postalista :Il bastone di Asclepio

Guarda le mie vendite su Delcampe: nickname "debene".

I miei interessi :
Tematica medica; Antichi Stati; Storia Postale di Bari; Precancel U.S.A., Affrancature Meccaniche; Letteratura Filatelica; Erinnofili;Collezione A.S.F.E.

Avatar utente
Francesco Riboldi
Messaggi: 222
Iscritto il: 16 luglio 2007, 0:34

Re: Domanda a un giurato su una collezione presentata a Noale

Messaggio da Francesco Riboldi » 2 ottobre 2017, 12:53

Ci sono buone probabilità che questa volta possa fare una scappata a Verona. Ho voglia di rivedere un po' di vecchi amici.
Un abbraccio anche da parte mia.

Francesco


Rispondi

Torna a “Area espositiva, progetti e discussioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Sostieni il forum: