Approfondimenti sui falsi degli annulli a targhetta

Moderatore: Alex

Avatar utente
ancaria
Messaggi: 560
Iscritto il: 16 ottobre 2008, 9:35
Località: Villa Estense (Padova)

Approfondimenti sui falsi degli annulli a targhetta

Messaggio da ancaria »

Ciao a tuttti
è la prima volta che partecipo a questo forum e a smuovermi è stato proprio l'argomento delle "TARGHETTE FASULLE DEL 1926".
Sul Catalogo Ornaghi edizione 1989 (riedizione aggiornata di quella del 1982) a pagina IX vengono elencate queste famigerate targhette fasulle del 1926 di Roma Ferrovia. Nella parte esplicativa gli autori precisano che tali targhette sono state preparate nel febbraio 1926 da un gruppo di collezionisti UTILIZZANDO BOLLATRICI E TARGHETTE ORIGINALI, senza però avere l'autorizzazione postale all'utilizzo.
Altre voci non controllate asseriscono inoltre che tutta l'operazione fu possibile grazie ai buoni auspici di un non ben precisato personaggio molto vicino alla Casa Reale (cosa del tutto plausibile perchè non si spiegherebbe come un gruppuscolo di semplici collezionisti avesse potuto appropriarsi di un ufficio postale e di alcuni suoi macchinari e stampare indisturbati ben 14 targhette).
Ora veniamo però al punto che più mi preme: se quanto riportato dai Fratelli Ornaghi corrisponde al vero, e cioè che tali Targhette sono state stampate con clichè e macchine originali, come è possibile definirle False o Fasulle????
Io personalmente sarei dell'idea di definirle "di Favore" e quindi, come per altri oggetti Filatelici così definiti, meritevoli di un qualche rilievo commerciale (tra l'altro anche queste non sono facilmente reperibili) e quindi di un posto nella nostra collezione.

Avatar utente
Alex
Messaggi: 802
Iscritto il: 13 luglio 2007, 17:58
Località: Lombardia - Lodi

Re: Approfondimenti sulle targhette false

Messaggio da Alex »

Ciao a tutti,
nell'edizione Ornaghi dell'86 che ho io, la descrizione di queste targhette riporta le parole :
'uguale all'originale' oppure 'diversa dall'originale', senza quindi assicurare al 100% che sia 'originale'.
Le targhette in oggetto hanno quasi tutte il datario Roma Ferrovia 17 II 1924.
Quanto alla compiacenza di qualche persona influente, credo che ci sarà stata sicuramente.

A parte questo non considero valida l'ipotesi dell'annullo di favore, in quanto :
1) In quasi tutti i casi la targhetta non era mai stata data in dotazione all'ufficio di Roma Ferrovia.
2) Se fosse una cosa di favore, almeno l'ufficio dovrebbe essere quello corretto.
3) Il datario di Roma Ferrovia il 17 II 1924 era diverso da quello usato sulle targhette in oggetto.
4) La data in questione è precedente alla circolazione effettiva delle targhette.

A mio avviso non vanno bene troppe cose per inserirle nella collezione.
Naturalmente ognuno è libero di giudicare queste creazioni come meglio crede ....

Ciao: Ciao:
Cordiali saluti.

Alessandro Zeni

STAFF

Ricercatore postale interessato allo studio sui vari utilizzi degli annulli meccanici pubblicitari nel corso del Regno d'Italia.

Se un uomo ha fiducia nei suoi mezzi, la parola impossibile non esiste.

Ogni collezionista con una preparazione in grado di contestare, in modo preciso e circostanziato, un certificato peritale, ha una conoscenza tale per cui non ha bisogno di richiederlo.

L'importanza di una collezione è data dalla combinazione tra rarità, qualità e completezza dei suoi pezzi.
La collezione straordinaria si differenzia da quelle importanti perchè contiene quello che manca nelle altre ed è impossibile ripeterla uguale.

Avatar utente
ancaria
Messaggi: 560
Iscritto il: 16 ottobre 2008, 9:35
Località: Villa Estense (Padova)

Re: Approfondimenti sulle targhette false

Messaggio da ancaria »

Buon giorno a tutti
e un particolare ciao ad Alex che prontamente ha espresso il suo punto di vista sul mio intervento.
Per quanto riguarda la paginetta del catalogo Ornaghi da me citata e di cui tu non disponi, non essendo capace di inserirla nel Forum te la invierei alla tua casella di posta elettronica (magari tu poi la rendi fruibile a tutti).
Sulla validità o meno delle targhette Roma Ferrovia del 1926 concordo solo parzialmente con il tuo punto di vista e cioè che sono e rimangono sempre una creazione filatelica, ma da qui a non ritenerle degne di un qualsiasi valore Marcofilo e commerciale (testuali parole dei F.lli Organeghi nella già citata paginetta di catalogo) ce ne corre molto.
Se in Filatelia, le "creazioni Filateliche" (vedi buste fuori tariffa affrancate con un'intera emissione, buste affrancate con francobolli fuori corso e non tassate, buste con alti valori recanti solo l'annullo di partenza, etc...) venissero ignorate, molte collezioni verrebbero drasticamente ridimensionate.

Avatar utente
Alex
Messaggi: 802
Iscritto il: 13 luglio 2007, 17:58
Località: Lombardia - Lodi

Re: Approfondimenti sulle targhette false

Messaggio da Alex »

Ti scrivo un messagio privato con la mia email così mi invii la scansione della pagina a cui fai riferimento.
Poi ci penso io a pubblicarla, inoltre insieme ad essa pubblicherò anche quella dell'Ornaghi dell'86 che ho io e che spiega con molta cura questa vicenda e mostra tutte le targhette di cui è a conoscenza con a fianco i relativi datari.
Credo sia una cosa utile per tutti.

Ciao: Ciao: Ciao:
Cordiali saluti.

Alessandro Zeni

STAFF

Ricercatore postale interessato allo studio sui vari utilizzi degli annulli meccanici pubblicitari nel corso del Regno d'Italia.

Se un uomo ha fiducia nei suoi mezzi, la parola impossibile non esiste.

Ogni collezionista con una preparazione in grado di contestare, in modo preciso e circostanziato, un certificato peritale, ha una conoscenza tale per cui non ha bisogno di richiederlo.

L'importanza di una collezione è data dalla combinazione tra rarità, qualità e completezza dei suoi pezzi.
La collezione straordinaria si differenzia da quelle importanti perchè contiene quello che manca nelle altre ed è impossibile ripeterla uguale.

Avatar utente
Alex
Messaggi: 802
Iscritto il: 13 luglio 2007, 17:58
Località: Lombardia - Lodi

Re: Approfondimenti sulle targhette false

Messaggio da Alex »

Ciao a tutti,
inserisco ora alcune immagini che riguardano gli studi dei f.lli Ornaghi inerenti il discorso sulle targhette fasulle realizzate negli anni '20.
La tabella riepilogativa proviene dal file che mi ha trasmesso Ancaria privatamente.
Questa è tratta da un'edizione del Catalogo Ornaghi del 1989 e non ha subito modifiche fino all'edizione del 2002 ( con la quale ho fatto il confronto ).
Classif. Mata Hari.jpg

Le immagini identificative e la descrizione particolareggiata degli elementi che non coincidono con le targhette originali provengono invece dallo studio fatto dagli Ornaghi e presente sul loro catalogo del 1985 ( l'edizione specializzata per ufficio ) a pagg. 112-113-114.
Mata Hari 1.jpg

Mata Hari 2.jpg

Mata Hari 3.jpg


In questo modo ogni collezionista è in grado di fare le proprie valutazioni leggendo direttamente quanto hanno scritto gli Ornaghi in proposito e visionando i pezzi che hanno archiviato per sostenere le loro tesi.

NOTA: Il titolo dei file è Mata Hari solo perchè questo è il titolo del topic, l'argomento però riguarda tutte le targhette coinvolte in questa circostanza.

Spero di esservi stato utile.

Ciao: Ciao: Ciao:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Cordiali saluti.

Alessandro Zeni

STAFF

Ricercatore postale interessato allo studio sui vari utilizzi degli annulli meccanici pubblicitari nel corso del Regno d'Italia.

Se un uomo ha fiducia nei suoi mezzi, la parola impossibile non esiste.

Ogni collezionista con una preparazione in grado di contestare, in modo preciso e circostanziato, un certificato peritale, ha una conoscenza tale per cui non ha bisogno di richiederlo.

L'importanza di una collezione è data dalla combinazione tra rarità, qualità e completezza dei suoi pezzi.
La collezione straordinaria si differenzia da quelle importanti perchè contiene quello che manca nelle altre ed è impossibile ripeterla uguale.

gio06
Messaggi: 13
Iscritto il: 16 agosto 2007, 12:05

Re: Approfondimenti sulle targhette false

Messaggio da gio06 »

Per completare quanto già mostrato da Alex vi indico anche le targhette: “CELEBRAZIONE XI CENTENARIO DELL’ATENEO PAVESE MAGGIO 1925” e “LIVORNO 23 AGOSTO COPPA DEL MARE MOTOCICLISTICA GARA DI CAMPIONATO ITALIANO”.
Nel primo caso le due targhette sono diverse, per quanto riguarda Livorno invece gli annulli sono uguali, differiscono i datari.
Vi propongo le immagini delle targhette “false” e l’impronta originale in modo che si possano notare le differenze. Purtroppo non dispongo dell’annullo originale Ateneo di Pavia, mi sono quindi arrangiato con l’immagine ripresa dal catalogo Ornaghi (se qualcun potesse mostrare l’originale sarebbe possibile un confronto migliore). Gli annulli non originali sono quelli bordati di rosso.
Celebrazione Ateneo Pavese: datario e targhetta diversi, Annullo non originale datato 27/V/1925.
Manifestazione motociclistica Livorno: targhetta uguale datario diverso. Datario originale U.P. SEZIONI RIUNITE. Datario non originale U.P. SEZ. RIUNITE quest’ultimo riporta la data 27/V/1925.
Aggiungo anche l’annullo fiera dei cavalli di Verona. Questi sono infatti gli unici tre annulli cosiddetti falsi che non riportano il datario di Roma ferrovia. A questo proposito mi domando se anche questi tre hanno la stessa paternità degli altri.
Fiera cavalli Verona: datario e targhetta diversi, Annullo non originale datato 06/III/1924.
http://good-times.webshots.com/photo/22 ... 0921fVnmvP]
1104A.jpg

1104B.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Alex
Messaggi: 802
Iscritto il: 13 luglio 2007, 17:58
Località: Lombardia - Lodi

Re: Approfondimenti sulle targhette false

Messaggio da Alex »

Grazie per l'integrazione.

Ciao: Ciao:
Cordiali saluti.

Alessandro Zeni

STAFF

Ricercatore postale interessato allo studio sui vari utilizzi degli annulli meccanici pubblicitari nel corso del Regno d'Italia.

Se un uomo ha fiducia nei suoi mezzi, la parola impossibile non esiste.

Ogni collezionista con una preparazione in grado di contestare, in modo preciso e circostanziato, un certificato peritale, ha una conoscenza tale per cui non ha bisogno di richiederlo.

L'importanza di una collezione è data dalla combinazione tra rarità, qualità e completezza dei suoi pezzi.
La collezione straordinaria si differenzia da quelle importanti perchè contiene quello che manca nelle altre ed è impossibile ripeterla uguale.

Avatar utente
carlo
Messaggi: 29
Iscritto il: 1 dicembre 2007, 17:57
Località: roma/latina
Contatta:

Re: Approfondimenti sulle targhette false

Messaggio da carlo »

Oggi ho acquistato 3 targhette su busta SICURAMENTE FALSE, quelle di roma:
naturalmente (grazie allo schemino di alex) sapevo quello che stavo prendendo e le ho prese ad un ottimo prezzo!
Probabilmente le metterò in vendita su ebay o delcampe (naturalmente come falsi di roma ferrovia) ma intanto volevo dirvi che:
- appena le fotografo le posto qui così le vediamo ben bene dall'originale
- sono salsomaggiore (berzieri), meta e digerini
- mentre per salsomaggiore e digerini le date riportate dallo schema di alex coincidono per quanto riguarda meta la data non coincide: infatti si tratta di roma ferrovia 27/04/1925 mentre sullo schema alexandrino la data di meta è il fatidico 17/02/1924.

Non so se questa notizia cambierà il mondo ma mi pareva giusto informarvi e farvi vedere ciò.
Ciao a tutti
siete veramente.... grandi
:-)) :-)) :-)) :-)) :-)) :-))
Ciao: Ciao: Ciao: Ciao:
carlo
Colleziono: Regno*, Antichi Stati. Gravemente malato di Annulli meccanici a targhetta del Regno, Interi Postali pubblicitari del Regno, libretti antitubercolari e ciò che mi piace
Compro su ebay e lì il mio nick è nemesysll, su delcampe il mio nik è nemesys.
Altre collezioni senza troppo impegno: sottobirra, lamette, cartine, modernariato.
Il mio sito:
http://xoomer.alice.it/carlostamps/

Le mie vendite su DelCampe
http://www.delcampe.it/negozi/nemesys

Avatar utente
Alex
Messaggi: 802
Iscritto il: 13 luglio 2007, 17:58
Località: Lombardia - Lodi

Re: Approfondimenti sulle targhette false

Messaggio da Alex »

Ciao Carlo,
vi è un errore di battitura sull'Ornaghi scansionato da me.
La data dello schema è 17-II-1925, mentre se guardi l'immagine della Meta e del datario a fianco puoi leggere 17-IV-1925.
Probabilmente, visto che l'elenco venne stilato dagli Ornaghi battendolo a macchina, siccome stavano scrivendo ripetitivamente la data 17-II-1924 l'hanno fatto anche in questo caso, modificando solo l'anno.
Se avessero notato il datario diverso, avrebbero corretto subito e l'errore non sarebbe arrivato fino a noi.
Bravo per averlo notato.

Ciao: Ciao: Ciao:
Cordiali saluti.

Alessandro Zeni

STAFF

Ricercatore postale interessato allo studio sui vari utilizzi degli annulli meccanici pubblicitari nel corso del Regno d'Italia.

Se un uomo ha fiducia nei suoi mezzi, la parola impossibile non esiste.

Ogni collezionista con una preparazione in grado di contestare, in modo preciso e circostanziato, un certificato peritale, ha una conoscenza tale per cui non ha bisogno di richiederlo.

L'importanza di una collezione è data dalla combinazione tra rarità, qualità e completezza dei suoi pezzi.
La collezione straordinaria si differenzia da quelle importanti perchè contiene quello che manca nelle altre ed è impossibile ripeterla uguale.

Avatar utente
francyphil
Messaggi: 1976
Iscritto il: 14 luglio 2007, 17:08
Località: Parma

Re: Approfondimenti sulle targhette false

Messaggio da francyphil »

falsa? a parte la mancanza del datario
http://img.skitch.com/20090803-fd5tegnb ... 9kqu3g.jpg
20090803-fd5tegnb9ttha18qgaf19kqu3g.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Francesco
--------------------
Colleziono:
Marcofilia Parma e provincia pre 1946 - Annulli meccanici del Regno e Repubblica - Annulli speciali italiani pre 1946 - Annulli Duplex - Annulli alberghieri italiani - Francobolli-Moneta italiani - Erinnofili antitubercolari del Regno - Annulli meccanici Tedeschi pre 1946 - Tematica Rugby ... e raccolgo quello che mi piace :-))

FF since 02 Gen 2005

Avatar utente
Alex
Messaggi: 802
Iscritto il: 13 luglio 2007, 17:58
Località: Lombardia - Lodi

Re: Approfondimenti sulle targhette false

Messaggio da Alex »

Ciao,
non ho mai visto una cosa del genere e la considero un'invenzione fantasiosa.
La targhetta credo sia un bollo manuale creato da qualcuno, inoltre, al di la del fatto di essere molto diversa da qualsiasi altra Lotteria Automobilistica di Tripoli, è sicuramente successiva.

Ciao: Ciao:
Cordiali saluti.

Alessandro Zeni

STAFF

Ricercatore postale interessato allo studio sui vari utilizzi degli annulli meccanici pubblicitari nel corso del Regno d'Italia.

Se un uomo ha fiducia nei suoi mezzi, la parola impossibile non esiste.

Ogni collezionista con una preparazione in grado di contestare, in modo preciso e circostanziato, un certificato peritale, ha una conoscenza tale per cui non ha bisogno di richiederlo.

L'importanza di una collezione è data dalla combinazione tra rarità, qualità e completezza dei suoi pezzi.
La collezione straordinaria si differenzia da quelle importanti perchè contiene quello che manca nelle altre ed è impossibile ripeterla uguale.

Avatar utente
francyphil
Messaggi: 1976
Iscritto il: 14 luglio 2007, 17:08
Località: Parma

Re: Approfondimenti sulle targhette false

Messaggio da francyphil »

Anche secondo me è del tutto fantasiosa. A mio parere protrebbe essere uno di quei timbri posticci che usano i collezionisti di cartoline per dare un'aria vissuta alle stesse :desp: può essere?
Ne ho visto qualcuno di periodo repubblica sempre a targhetta e sempre palesemente falso :bleah:
Francesco
--------------------
Colleziono:
Marcofilia Parma e provincia pre 1946 - Annulli meccanici del Regno e Repubblica - Annulli speciali italiani pre 1946 - Annulli Duplex - Annulli alberghieri italiani - Francobolli-Moneta italiani - Erinnofili antitubercolari del Regno - Annulli meccanici Tedeschi pre 1946 - Tematica Rugby ... e raccolgo quello che mi piace :-))

FF since 02 Gen 2005

Avatar utente
Alex
Messaggi: 802
Iscritto il: 13 luglio 2007, 17:58
Località: Lombardia - Lodi

Re: Approfondimenti sulle targhette false

Messaggio da Alex »

....... uno di quei timbri posticci che usano i collezionisti di cartoline per dare un'aria vissuta alle stesse :desp: può essere?

E' probabile che la tua supposizione sia giusta.

Ciao:
Cordiali saluti.

Alessandro Zeni

STAFF

Ricercatore postale interessato allo studio sui vari utilizzi degli annulli meccanici pubblicitari nel corso del Regno d'Italia.

Se un uomo ha fiducia nei suoi mezzi, la parola impossibile non esiste.

Ogni collezionista con una preparazione in grado di contestare, in modo preciso e circostanziato, un certificato peritale, ha una conoscenza tale per cui non ha bisogno di richiederlo.

L'importanza di una collezione è data dalla combinazione tra rarità, qualità e completezza dei suoi pezzi.
La collezione straordinaria si differenzia da quelle importanti perchè contiene quello che manca nelle altre ed è impossibile ripeterla uguale.

Avatar utente
francyphil
Messaggi: 1976
Iscritto il: 14 luglio 2007, 17:08
Località: Parma

Re: Approfondimenti sulle targhette false

Messaggio da francyphil »

Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ultima modifica di francyphil il 18 marzo 2010, 22:24, modificato 1 volta in totale.
Francesco
--------------------
Colleziono:
Marcofilia Parma e provincia pre 1946 - Annulli meccanici del Regno e Repubblica - Annulli speciali italiani pre 1946 - Annulli Duplex - Annulli alberghieri italiani - Francobolli-Moneta italiani - Erinnofili antitubercolari del Regno - Annulli meccanici Tedeschi pre 1946 - Tematica Rugby ... e raccolgo quello che mi piace :-))

FF since 02 Gen 2005

Avatar utente
cesare
Messaggi: 386
Iscritto il: 20 ottobre 2007, 11:21

Re: Approfondimenti sulle targhette false

Messaggio da cesare »

Ciao a tutti.
Non capita spesso di vedere una "patacca" di questa natura.
Definire l'annullo un falso è dire poco.
Dice molto,invece, su chi l'ha creato "ad arte".
Una persona a cui il mondo della filatelia e della storia deve risultare del tutto estraneo.
Non occorrono cataloghi o conoscenze storiche specifiche per sapere che la Mostra della Rivoluzione Fascista è stato il summit delle commemorazioni per il Decennale della Marcia su Roma e fu inaugurata da Mussolini il 28 ottobre 1932.
Appunto dalla storica data della Marcia che prese i natali la numerazione romana apposta nei datari ( a partire dalla fine febbraio 1927 per le targhetta) ad indicare l'anno della nuova Era.

La data del datario della pseudo targhetta è del 13 XII 25 - XII.
Pertanto semplicemente assurda e contraddizione per se stessa.
Del resto come sarebbe stato possibile affrancare nel 1932 con un pubblicitario fuori corso da almeno 6 anni? Sarebbe stato troppo!

Una vera "perla" che meriterebbe un posto d'onore nella galleria dei falsi di pessimo gusto e qualità.
Maurizio
maurizio

Avatar utente
Alex
Messaggi: 802
Iscritto il: 13 luglio 2007, 17:58
Località: Lombardia - Lodi

Re: Approfondimenti sulle targhette false

Messaggio da Alex »

Ciao a tutti,
ringrazio il falsario ( :uah: :uah: ) per aver fatto un pezzo così riconoscibile, così non ci sono rischi per i collezionisti ( :pea: ).
E' un assemblato ottenuto mescolando elementi diversi, non attinenti uno all'altro. :not:
Se qualcuno volesse falsificare le targhette per guadagnarci bene, non falsificherebbe quelle più comuni che esistono e non farebbe errori così plateali.
Tuttavia stanno cominciando a vedersi in giro diverse targhette false, per ora riconoscibili, ma in futuro ? :pray:

Ciao: Ciao:
Cordiali saluti.

Alessandro Zeni

STAFF

Ricercatore postale interessato allo studio sui vari utilizzi degli annulli meccanici pubblicitari nel corso del Regno d'Italia.

Se un uomo ha fiducia nei suoi mezzi, la parola impossibile non esiste.

Ogni collezionista con una preparazione in grado di contestare, in modo preciso e circostanziato, un certificato peritale, ha una conoscenza tale per cui non ha bisogno di richiederlo.

L'importanza di una collezione è data dalla combinazione tra rarità, qualità e completezza dei suoi pezzi.
La collezione straordinaria si differenzia da quelle importanti perchè contiene quello che manca nelle altre ed è impossibile ripeterla uguale.

Avatar utente
francyphil
Messaggi: 1976
Iscritto il: 14 luglio 2007, 17:08
Località: Parma

Re: Approfondimenti sulle targhette false

Messaggio da francyphil »

http://cgi.ebay.it/Francobolli_Francobo ... 2508wt_958

guller (e francobollo) postumo (e falso dichiarato) a sx
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Francesco
--------------------
Colleziono:
Marcofilia Parma e provincia pre 1946 - Annulli meccanici del Regno e Repubblica - Annulli speciali italiani pre 1946 - Annulli Duplex - Annulli alberghieri italiani - Francobolli-Moneta italiani - Erinnofili antitubercolari del Regno - Annulli meccanici Tedeschi pre 1946 - Tematica Rugby ... e raccolgo quello che mi piace :-))

FF since 02 Gen 2005

Avatar utente
Alex
Messaggi: 802
Iscritto il: 13 luglio 2007, 17:58
Località: Lombardia - Lodi

Re: Approfondimenti sulle targhette false

Messaggio da Alex »

Ciao a tutti,
ho aspettato a commentare quest'asta in attesa che ricevesse offerte e puntualmente sono arrivate. Non capisco la logica nel puntare un pezzo falsificato e dichiarato tale, se non allo scopo di alzare il feedback del venditore. :mmm:
Il pezzo, senza l'aggiunta di quell'etichetta posticcia non sarebbe stato male in una collezione di targhette, si tratta pur sempre di una piccola busta, poco più grande di un biglietto da visita che paga da corrispondenza chiusa, pertanto la tariffa passa a 50 centesimi ( se fosse stato considerato come biglietto avrebbe pagato meno ) e con affrancatura ( mediante francobollo commemorativo ) corretta sia per importo che per validità postale.
Peccato danneggiare un documento postale autentico ( anche se di poco valore ) per creare quella cretinata li. :dub:

Ciao: Ciao:
Cordiali saluti.

Alessandro Zeni

STAFF

Ricercatore postale interessato allo studio sui vari utilizzi degli annulli meccanici pubblicitari nel corso del Regno d'Italia.

Se un uomo ha fiducia nei suoi mezzi, la parola impossibile non esiste.

Ogni collezionista con una preparazione in grado di contestare, in modo preciso e circostanziato, un certificato peritale, ha una conoscenza tale per cui non ha bisogno di richiederlo.

L'importanza di una collezione è data dalla combinazione tra rarità, qualità e completezza dei suoi pezzi.
La collezione straordinaria si differenzia da quelle importanti perchè contiene quello che manca nelle altre ed è impossibile ripeterla uguale.

Avatar utente
francyphil
Messaggi: 1976
Iscritto il: 14 luglio 2007, 17:08
Località: Parma

Re: Approfondimenti sulle targhette false

Messaggio da francyphil »

Altro annullo meccanico falso

Revised by Lucky Boldrini - April 2011
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Francesco
--------------------
Colleziono:
Marcofilia Parma e provincia pre 1946 - Annulli meccanici del Regno e Repubblica - Annulli speciali italiani pre 1946 - Annulli Duplex - Annulli alberghieri italiani - Francobolli-Moneta italiani - Erinnofili antitubercolari del Regno - Annulli meccanici Tedeschi pre 1946 - Tematica Rugby ... e raccolgo quello che mi piace :-))

FF since 02 Gen 2005

Avatar utente
valerio66vt
Messaggi: 5816
Iscritto il: 3 ottobre 2007, 19:36
Località: TARQUINIA VT

Re: Approfondimenti sulle targhette false

Messaggio da valerio66vt »

Posto qui non sapendo se è corretto.

Ho trovato, in un carteggio di lettere tra Viterbo e Roma di cui alcune molto simpatiche, un intero con questa traghetta.
Può essere un falso oppure semplicemente un errore di impronta?

Grazie per le cortesi risposte.
Valerio
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Rispondi

Torna a “Gli annulli meccanici”

SOSTIENI IL FORUM