Terezin - Theresienstadt: il lager dell'infanzia

Forum di discussione sulle emissioni e la storia postale dell'area appartenuta alla ex Cecoslovacchia
Rispondi
Avatar utente
simonag69
Messaggi: 754
Iscritto il: 19 febbraio 2008, 10:27
Località: Bologna

Terezin - Theresienstadt: il lager dell'infanzia

Messaggio da simonag69 »

Ciao,

tra i francobolli cecoslovacchi, ce n'è uno che ha destato la mia curiosità, perchè raffigura un bambino dietro a un filo spinato.

il francobollo è questo
terzin_bimbo.jpg


la mia innata curiosità mi ha portato a cercare di capire cosa rappresenta.

Rappresenta uno dei 15.000 bambini che sono stati internati nel campo di concentramento di Terezin, che si trova in Bhoemia e Moravia.
Il campo è nato come un ghetto, ma di fatto reppresentava un punto di passaggio di tanti prigionieri, prima di essere portati ad Auschwitz.
Questi bambini hanno realizzato più di 4000 disegni, che oggi sono custoditi nel Museo Ebraico di Praga.

Qui ne sono pubblicati alcuni http://www.homolaicus.com/storia/contemporanea/terezin/index.htm

Questi sono altri francobolli cecoslovacchi in cui sono rappresentati i disegni dei bambini di terezin.
terzin_disegni.jpg


Questa è la FDC
terzin_FDC w.jpg


faccio notare il timbro, che raffigura anch'esso un bimbo stilizzato, dietro a un filo spinato.

.. continua ..
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ultima modifica di simonag69 il 20 gennaio 2009, 19:16, modificato 1 volta in totale.
Colleziono francobolli USATI di tutto il mondo, ma principalmente Cecoslovacchia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Polonia, Germania BUND, Reich, occupazioni tedesche, Berlino, DDR, Francia, Gran Bretagna, Australia, USA , Egitto, paesi scandinavi.
il mio BLOG sui francobolli Cecoslovacchi: http://simonag69.blogspot.com
il mio BLOG su Guglielmo Marconi http://simonag69marconi.blogspot.com
Le mie mancoliste https://picasaweb.google.com/114322041668109803831
Disponibile a scambiare utilizzando il sito "colnect", mediante il quale si posso specificare i propri doppi e i propri mancanti, senza dover ricorrere esclusivamente a sterili numeri di catalogo.. io mi trovo molto bene, se volete provare questo è il mio profilo http://colnect.com/aff/simonag69/it/col ... /simonag69

SOSTENITORE
Avatar utente
simonag69
Messaggi: 754
Iscritto il: 19 febbraio 2008, 10:27
Località: Bologna

Re: Terezin - il lagher dell' infanzia

Messaggio da simonag69 »

Questo invece è stato emesso per i 20 anni dalla liberazione del campo
terzin_20 anni.jpg



Questo per i 40 anni
terzin_40.jpg


Questo è preso da una serie sulla cultura ebraica, e sono nominati diversi campi di concentramento .. il primo è Terezin.
terzin_ebrei.jpg



... continua ..
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ultima modifica di simonag69 il 20 gennaio 2009, 19:37, modificato 2 volte in totale.
Colleziono francobolli USATI di tutto il mondo, ma principalmente Cecoslovacchia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Polonia, Germania BUND, Reich, occupazioni tedesche, Berlino, DDR, Francia, Gran Bretagna, Australia, USA , Egitto, paesi scandinavi.
il mio BLOG sui francobolli Cecoslovacchi: http://simonag69.blogspot.com
il mio BLOG su Guglielmo Marconi http://simonag69marconi.blogspot.com
Le mie mancoliste https://picasaweb.google.com/114322041668109803831
Disponibile a scambiare utilizzando il sito "colnect", mediante il quale si posso specificare i propri doppi e i propri mancanti, senza dover ricorrere esclusivamente a sterili numeri di catalogo.. io mi trovo molto bene, se volete provare questo è il mio profilo http://colnect.com/aff/simonag69/it/col ... /simonag69

SOSTENITORE
Avatar utente
simonag69
Messaggi: 754
Iscritto il: 19 febbraio 2008, 10:27
Località: Bologna

Re: Terezin - il lagher dell' infanzia

Messaggio da simonag69 »

Anche questo bel foglietto (regalatomi da Giuseppe ... Grazie!), ricorda Terezin.
Raffigura Petr Ginz, il bambino che ha scritto "il diario di Petr Ginz" e che è stato internato a Terezin.
Quello che viene mostrato è un disegno da lui fatto quando era nel lagher, che ha volato sul Columbia nel volo in cui il Columbia stesso è esploso. :what: Da rabbrividire .
terzin_foglietto Petr.jpg



Non so se ci sono altri francobolli che riguardano Terezin, ma se ci sono mi piacerebbe trovarli, che siano della Cecoslovacchia o meno.

E' bello imparare la storia, partendo dalla curiosità nata osservando un francobollo.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Colleziono francobolli USATI di tutto il mondo, ma principalmente Cecoslovacchia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Polonia, Germania BUND, Reich, occupazioni tedesche, Berlino, DDR, Francia, Gran Bretagna, Australia, USA , Egitto, paesi scandinavi.
il mio BLOG sui francobolli Cecoslovacchi: http://simonag69.blogspot.com
il mio BLOG su Guglielmo Marconi http://simonag69marconi.blogspot.com
Le mie mancoliste https://picasaweb.google.com/114322041668109803831
Disponibile a scambiare utilizzando il sito "colnect", mediante il quale si posso specificare i propri doppi e i propri mancanti, senza dover ricorrere esclusivamente a sterili numeri di catalogo.. io mi trovo molto bene, se volete provare questo è il mio profilo http://colnect.com/aff/simonag69/it/col ... /simonag69

SOSTENITORE
Avatar utente
Lucky Boldrini
Amministratore
Messaggi: 2531
Iscritto il: 2 agosto 2007, 14:27
Località: Livorno

Re: Terezin - il lagher dell' infanzia

Messaggio da Lucky Boldrini »

Ciao Simona,

c'è qualcosa per te, scritto insieme dai nostri super sergente e fabiov.

Ci arrivi attraverso un nostro Topic:
Il diario di Petr Ginz - Ghetto di Terezin - Theresienstadt

Buona lettura! :leggo:

Ciao:

Luca
S T A F F

Luca Boldrini (ex Luckystr1ke) - Livorno

Immagine
Immagine Collezione base della Repubblica Italiana, nuova, servizi inclusi, varietà escluse
Avatar utente
Giuseppe Ghetti
Messaggi: 423
Iscritto il: 13 luglio 2007, 7:40
Località: Modena

Re: Terezin - il lagher dell' infanzia

Messaggio da Giuseppe Ghetti »

Ho avuto occasione di vedere coi miei occhi moltissimi disegni dei bambini di Terezin, quelli esposti in ambienti nella sinagoga Pinkas. Il messaggio che lanciano, che ci gettano in faccia, è, a parer mio, il più straziante atto di accusa rivolto ai responsabili, attivi ma anche passivi, della Shoa.
E' l'atto di accusa di un'umanità fragile, desiderosa di vita ed a cui le prospettive e le aspettative alle quali ogni persona ha diritto vennero brutalmente precluse. Terezin, la città che il Führer aveva "donato agli Ebrei" secondo il titolo di un atroce film propagandistico nazista, rappresentò il massimo inganno escogitato dai genocidi, per dare a bere al mondo che il trattamento riservato agli Ebrei là dove i Nazisti detenevano il potere, era tutto sommato umano, che essi erano semplicemente "separati" dall'umanità "ariana". Per evitare che questa venisse "contaminata": questa realtà poteva, secondo loro, anche essere accettata dal mondo. Ma Terezin venne sempre più a rappresentare, col trascorrere del tempo, un luogo di concentramento verso i campi della morte, essendo essa stessa diventata un luogo di morte.
Vorrei sottolineare un aspetto dei tre esemplari con disegni di bambini-ragazzini: attenzione, i francobolli non vogliono ricordare l'infamia di Terezin, ma un'altra infamia, quella che spianò la strada alla Shoa. L'emissione ricorda infatti il trentennale della conferenza di Monaco del 29-30 Settembre 1938. Quel diktat non solo ferì a morte la Cecoslovacchia, ma convinse Hitler che nessuno avrebbe potuto opporsi con successo ai suoi piani di conquista, di estensione al continente europeo dell'ideologia barbarica del Nazismo.
Tutti gli storici concordano sul fatto che Hitler avrebbe potuto essere fermato se le potenze democratiche avessero assunto un atteggiamento di fermezza nei confronti delle pretese germaniche. Forse addirittura il suo regime sarebbe crollato per collasso interno. Invece si rimandò la resa dei conti che coincise con la seconda guerra mondiale ed i suoi orrori, fra i quali la Shoa.
Insomma quei francobolli ci vogliono dire che Monaco fu il preludio anche al genocidio dei campi di sterminio. Sintesi efficace quante altre mai, io credo.
Mi permetto di aggiungere l'immagine dell'intera serie di francobolli dedicata, nel 1967 alla cultura degli Ebrei dell'area boemo-morava:
zq.JPG

Questa emissione sottolinea il fatto che la cultura delle comunità ebraiche della Boemia e Moravia è parte integrante, importante della cultura del Paese Ceco, dove tali comunità avevano cercato e trovato una vita relativamente tranquilla e relativamente al riparo dalle persecuzioni alle quali i loro confratelli erano sottoposti in larga parte dell'Europa centro-orientale. Ho scritto, purtroppo, relativamente.
Ciao: Ciao:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Giuseppe Ghetti - Via Sgarzeria 30 - 41121 Modena - Francobolli di Cecoslovacchia ed area.
Cerco sempre francobolli di Austria e Ungheria usati in Cecoslovacchia prima del 1918, nei quali la località d'uso sia chiaramente individuabile.
Immagine
Avatar utente
ari
Amministratore
Messaggi: 1550
Iscritto il: 13 luglio 2007, 7:58
Località: Jerusalem, Israel

Re: Terezin - il lagher dell' infanzia

Messaggio da ari »

Colgo l'occasione per aprire un piccolo O.T. sulle menorot rappresentate sulla serie del 1967 postata da Giuseppe e sulla menorah che e' rappresentata anche sul francobollo postato inizialmente da Simona.

I candelabri rappresentati sono delle hanukiyot poiche' hanno 9 bracci e vengono usati per la festivita' Ebraica di Hanukkah:
http://en.wikipedia.org/wiki/Menorah_(Hanukkah)
hanukiyot.jpg


e si differenziano dalla Menorah che e' a sette bracci:
http://en.wikipedia.org/wiki/Menorah_(Temple)
menorah.jpg


Ritornando a Terezin segnalo questo libro del 1996 di circa 340 pagine:
Posta v ghettu Terezin / Die Post im Ghetto Theresienstadt / Mail Service in the Ghetto Terezin -- 1941-1945
cliche.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Avatar utente
giandri
Messaggi: 1078
Iscritto il: 13 luglio 2007, 7:43
Località: Venezia
Contatta:

Theresienstadt

Messaggio da giandri »

Theresienstadt era anche stato un capo di concentramento per prigionieri di guerra circa un quarto di secolo prima, ai tempi della Prima Guerra mondiale.
Nella corrispondenza di famiglia ho dei documenti inoltrati dalla Croce Rossa da quel campo, come mostra questo timbro:
Theresienstadt1.JPG
Ciao:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Andrea Bizio Gradenigo
Iscritto dal 7 luglio 2004
http://www.giandri.altervista.org/
La filatelia è divertimento, studio, approfondimento e cultura, non è un libretto di banca.
Colleziona per il piacere che ti dà il collezionare.
Avatar utente
Giuseppe Ghetti
Messaggi: 423
Iscritto il: 13 luglio 2007, 7:40
Località: Modena

Re: Terezin - il lagher dell' infanzia

Messaggio da Giuseppe Ghetti »

A proposito (anche, ma non solo) del ghetto di Terezin, mi è tornata in mente una vicenda, quella degli internati danesi; probabilmente è già nota agli amici del forum: in tal caso chiedo scusa per averla riproposta.
La Danimarca fu invasa dai Nazisti nella primavera del 1940, tuttavia il re Cristiano X ed il governo rimasero nel Paese, a fare scudo fra occupanti e popolazione. Dato che i Tedeschi spacciavano la loro occupazione come una sorta di "protezione", i governanti danesi ebbero una certa libertà d'azione, sconosciuta in altre Nazioni sotto occupazione tedesca. Fra l'altro, in Danimarca, fino al 1943, non fu adottata alcuna forma di discriminazione e tantomeno di persecuzione nei confronti degli Ebrei. Ad esempio, i filonazisti danesi (una minoranza molto ridotta) che compirono atti di violenza o di vandalismo nei confronti di Ebrei, furono perseguiti, processati e condannati; gli Ebrei danesi, poi, furono gli unici, in tutta l'Europa occupata a non portare sugli abiti la famigerata stella gialla. Tuttavia dall'Agosto 1943 i rapporti fra le autorità tedesche di occupazione e quelle danesi si deteriorarono e gli occupanti presero in mano la quasi totalità del potere. In tal modo fu possibile estendere anche alla Danimarca il progetto di soluzione finale del "problema" ebraico. Ma esso rimase un progetto, un'intenzione non realizzata. Infatti avvenne questo: Georg Ferdinand Duckwitz, diplomatico tedesco, avvertì un uomo politico danese che "contava" (il leader socialdemocratico Hans Hedtoft Hansen) che si preparava la retata di tutti i circa 9000 Ebrei danesi. Questi trovò gli aiuti giusti e fu organizzato, in tempi incredibilmente brevi, lo scampo della quasi intera comunità ebraica nella vicina Svezia.
a.JPG

Tutto il popolo danese partecipò al salvataggio, le imbarcazioni per il breve viaggio per mare furono messe a disposizione da privati, specialmente dai pescatori.
Ho scritto che la quasi intera comunità ebraica potè trovare la salvezza in Svezia, infatti circa 500 Ebrei danesi non sfruttaroro questa via di salvezza o non poterono farlo. Furono catturati dai Nazisti ed inviati a Terezin. Tuttavia le pur sminuite autorità danesi non li dimenticarono. Fu proprio la Croce Rossa danese che pretese l'ispezione al ghetto boemo del Giugno 1944, che permise sì la turpe messa in scena nazista, ma consentì anche un'attento censimento dei deportati danesi che vi si trovavano e coi quali il povero governo danese, oramai quasi privo di poteri, si mantenne in contatto fino alla fine della guerra.
Quando, nell'Aprile 1945, il crollo della Germania era questione di giorni, mentre i Nazisti si affannavano invano a cancellare le tracce del genocidio anche compiendo gli ultimi eccidi, dalla Danimarca partì uno strano convoglio: una lunga fila di corriere bianche, con le insegne nazionali danesi e della Croce Rossa:
x1.JPG

Del tutto disarmato, si aprì la strada fra le rovine di un'Europa in preda al caos, procedette indenne sotto bombardamenti aerei e terrestri, superò posti di blocco tenuti da fanatici e disperati e giunse miracolosamente a Terezin. Gli Ebrei danesi, sopravvissuti anche grazie agli invii alimentari che il loro governo aveva preteso di potere inviare, furono caricate sui mezzi ed affrontarono il viaggio di ritorno in Patria, altrettanto miracolosamente conclusosi.
La storia ha una morale: era possibile resistere ai Nazisti, era possibile agire in modo giusto anche quando l'ingiustizia ed il crimine si erano fatti sistema di governo, a condizione che si avesse la convinzione della giustezza delle proprie idee e dei propri sentimenti, il coraggio che scaturisce dal sapere di essere nel giusto. Fu un popolo intero, il piccolo popolo danese, ad avere questo coraggio nei tempi bui delle coscienze in Europa, e non è un caso che all'intero popolo danese è conferito un titolo che dovrebbe essere fra i più ambiti in assoluto: quello di GIUSTO FRA LE NAZIONI.
Ciao: Ciao:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Giuseppe Ghetti - Via Sgarzeria 30 - 41121 Modena - Francobolli di Cecoslovacchia ed area.
Cerco sempre francobolli di Austria e Ungheria usati in Cecoslovacchia prima del 1918, nei quali la località d'uso sia chiaramente individuabile.
Immagine
Avatar utente
Luigi Vianelli
Messaggi: 69
Iscritto il: 22 ottobre 2007, 15:28
Località: Lido di Venezia
Contatta:

Re: Terezin - il lagher dell' infanzia

Messaggio da Luigi Vianelli »

ilsergente ha scritto:A proposito (anche, ma non solo) del ghetto di Terezin, mi è tornata in mente una vicenda, quella degli internati danesi


A me hai fatto venire in mente che anche il governo finlandese difese la propria comunità ebraica, nel senso che quando i tedeschi provarono a farsela consegnare ricevettero in risposta sempre un "no", con la triste eccezione dell'espulsione dalla Finlandia di otto ebrei stranieri, spediti in Germania nel novembre del 1942. Il governo finlandese chiese ufficialmente scusa per questa espulsione (che comportò la morte degli otto) nel 2000. Altri ebrei finlandesi vennero ammazzati nella Shoah per un totale di 22 (secondo lo Yad Vashem).

Collegata a questi fatti, c'è la sorprendente notizia per la quale gli ebrei finlandesi abili alle armi combatterono nel corso della seconda guerra mondiale (loro la chiamano "Guerra di Continuazione", dal 1941 al 1944) assieme ai tedeschi contro l'Unione Sovietica, e che addirittura venne creata una sinagoga da campo per le funzioni religiose.

C'è anche la storia degli ebrei bulgari, che in qualche modo vennero salvati dal loro governo, ma lì il discorso fu più complesso: i bulgari salvarono i "propri" ebrei, ma mandarono al macello gli ebrei dei territori annessi dopo la campagna di Jugoslavia.

Non so se esistano dei francobolli che illustrano questi accadimenti storici.

Luigi
http://www.istriadalmaziacards.com
Colleziono cartoline storiche dell'Istria, di Fiume, del Quarnaro e della Dalmazia. Da giugno 2011 anche francobolli dello stesso soggetto.
ImmagineImmagine
Avatar utente
simonag69
Messaggi: 754
Iscritto il: 19 febbraio 2008, 10:27
Località: Bologna

Re: Terezin - il lagher dell' infanzia

Messaggio da simonag69 »

Vorrei mostrarvi questa bella cartolina, che mi sono comprata.

Mostra uno dei disegni di Terezin, che è raffigurata nella serie che ho mostrato all' inizio.
Tale francobollo è anche incollato sulla cartollina stessa; in più l'annullo è fatto a Terezin.

Le chiamano Carte Maxime, questo tipo di cartoline.

cartolina.JPG


Ciao:

Revised by Lucky Boldrini - February 2010
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Colleziono francobolli USATI di tutto il mondo, ma principalmente Cecoslovacchia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Polonia, Germania BUND, Reich, occupazioni tedesche, Berlino, DDR, Francia, Gran Bretagna, Australia, USA , Egitto, paesi scandinavi.
il mio BLOG sui francobolli Cecoslovacchi: http://simonag69.blogspot.com
il mio BLOG su Guglielmo Marconi http://simonag69marconi.blogspot.com
Le mie mancoliste https://picasaweb.google.com/114322041668109803831
Disponibile a scambiare utilizzando il sito "colnect", mediante il quale si posso specificare i propri doppi e i propri mancanti, senza dover ricorrere esclusivamente a sterili numeri di catalogo.. io mi trovo molto bene, se volete provare questo è il mio profilo http://colnect.com/aff/simonag69/it/col ... /simonag69

SOSTENITORE
Massimiliano
Messaggi: 23
Iscritto il: 12 aprile 2021, 13:55

Cos'è questo?

Messaggio da Massimiliano »

Buongiorno a tutti!
Vorrei mostrarvi questo francobollo in quartina, se è un francobollo, e ottenere qualche info riguardo a valore di catalogo, origine e quant'altro possa essere utile.
Mi spiace per la foto oribbile ma non lo ho ancora sotto mano.
Grazie molte per l'attenzione.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Avatar utente
agrome
Messaggi: 1513
Iscritto il: 13 luglio 2007, 9:00
Località: Roma

Re: Cos'è questo?

Messaggio da agrome »

La quartina è un francobollo per pacchi del campo di concentramento di Theresienstadt.
Ecco un sito che spiega come riconoscere i falsi (moltissimi)
http://stampforgeries.com/forged-stamps ... sienstadt/
Andrea Grimaldi

Iscritto già dal Primo Forum (ormai scomparso dal Web...!)
Immagine SOSTENITORE 2011-2012-2013-2014-2015-2016-2017-2018-2019-2020-2021-2022-2023
--------
Colleziono:
Prefilateliche Stato Pontificio con partenza da Roma
Antichi Stati dell'India
Storia Postale della Guerra d'Etiopia 1935-36
Cartoline antiche con tema "Carte da Gioco"
Le mie inserzioni eBay: http://stores.ebay.it/AGROME-Stamps-and-Collectibles
Avatar utente
Vacallo
Messaggi: 1973
Iscritto il: 13 luglio 2007, 20:54
Località: Langenthal / Svizzera

Re: Cos'è questo?

Messaggio da Vacallo »

Ho 4 di questi francobolli, grazie a te, Andrea, posso vedere se sono o non sono..........

Rev LB Dec 2022
Cordiali Saluti Eric Werner (alias Vacallo)

Vincitore dei concorsi "I Top di F&F" 2007 e 2008
Vincitore del concorso "I Top di F&F" 2010, categoria Documenti Postali

Sostenitore dal 2010, come lo sono anche nel 2022
Rispondi

Torna a “Repubblica Ceca e Slovacchia”

SOSTIENI IL FORUM