Amarcord: il Seme Bachi

Che storie si nascondono dietro quello che può sembrare un semplice francobollo??? E qual'è la vostra conoscenza sui francobolli? Potrete scoprire entrambe le cose in questo forum.....

Moderatore: fabiov

Rispondi
Avatar utente
somalafis
Messaggi: 6878
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Amarcord: il Seme Bachi

Messaggio da somalafis »

In realta' speravo di piazzare questo intervento in ''storia postale'', ma non sono riuscito a trovare un'immagine di un bollettino pacchi per la spedizione di ''seme bachi'', di cui mi ricordo di avere visto qualche esemplare negli anni passati. D'altra parte il seme bachi (uova dei bachi da seta), era fra gli oggetti che si potevano spedire tramite pacco postale...
Il tutto parte dal fatto che in un giardino nel mio quartiere a Roma qualcuno ha pensato bene di piantare un gelso, le cui foglie costituiscono l'alimento delle larve del baco da seta. A Roma il gelso non e' una pianta che si incontra frequentemente nei giardini: adesso sono appena spuntate le gemme ma fra qualche mese di coprira' di more, che purtroppo nessuna raccogliera', nemmeno io che posso guardarlo solo al di la' di una cancellata
more.jpg
Quando ero bambino, tutta la pianura padane era punteggiata da filari di gelso
filari.jpg
a memoria di un'epoca in cui la bachicoltura era diffusissima. Per rendersene conto basta vedere quanti oggetti postali sono legati al ''seme bachi''
fronte
seme.jpg
verso
seme verso.jpg
seme 4.jpg
seme 3.jpg
seme 2.jpg
seme 5.jpg
C'erano anche apposite pubblicita'
seme 6.jpg
I setifici d'altra parte erano molto diffusi
seteria.jpg
seteria 2.jpg
Ho scoperto che esistevano persino appositi buoni fruttiferi serici
buoni serici.jpg
E ti pare che il seme bachi potesse sfuggire alla tassazione?
tasse.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Riccardo Bodo
SOSTENITORE
Avatar utente
biagio montesano
Messaggi: 1027
Iscritto il: 13 luglio 2007, 14:57
Località: 07/04/1975 Monvalle (VA) Lago Maggiore

Re: Amarcord: il ''seme bachi''

Messaggio da biagio montesano »

Grazie, Riccardo, molto interessante.
I buoni fruttiferi e la tassa sui semi bachi da seta non li conoscevo e devo dire che mi hanno stupito.
Iscritto al forum dal 22 ottobre 2003.
Colleziono principalmente Italia Regno e Repubblica.
In secondo luogo Vaticano, San Marino, Svizzera e varie tematiche.
Attualmente i miei interessi principali sono concentrati su Regno Vittorio Emanuele II



SOSTENITORE DA SEMPRE
Avatar utente
Enrico5060
Messaggi: 478
Iscritto il: 5 ottobre 2010, 18:44
Località: Quartu S. Elena

Re: Amarcord: il ''seme bachi''

Messaggio da Enrico5060 »

Ciao Riccardo e grazie della documentazione.
Aggiungo lettera del 1857 sul tema.

Enrico
baco a.jpg
baco b.jpg
baco c.jpg
Ciao:
Enrico
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Colleziono Austria,Levante, Lombardo Veneto e area balcanica fino al 1918. Yugoslavia fino alla morte di Tito. WW1 Feldpost esercito austroungarico nel fronte occidentale e orientale . Lenin e Funghi.
sostenitore 2012-2024
Avatar utente
andy66
Messaggi: 1774
Iscritto il: 3 dicembre 2010, 22:28
Località: chiusaforte ud
Contatta:

Re: Amarcord: il ''seme bachi''

Messaggio da andy66 »

somalafis ha scritto: 22 febbraio 2022, 14:32 Mi nei giardini: adesso sono appena spuntate le gemme ma fra qualche mese di coprira' di more, che purtroppo nessuna raccogliera', nemmeno io che posso guardarlo solo al di la' di una cancellatamore.jpg
Quando ero bambino, tutta la pianura padane era punteggiata da filari di gelso
filari.jpg
Qui in Friuli fortunatamente i filari dei gelsi sono ancora ben presenti, nonostante non svolgano più la loro funzione per alimentare i bachi. Ai tempi venivano posti lungo i confini dei vari campi coltivati e bisogna dire che tutt'ora la gran parte dei proprietari dei terreni continua nella manutenzione delle piante con la consueta potatura che li mantiene 'ad altezza d'uomo'.
C'è anche da dire che l'allevamento del baco da seta sta vivendo una piccola rinascita e sapete per cosa? Come alimento vivo per rettili d'affezione (camaleonti, gechi, sauri ecc.) in quanto ha un grande valore proteico e calorico con assenza di grassi,
Nulla a che vedere con le produzioni del passato, ma a giudicare dal prezzo a cui vengono venduti direi che un allevamento potrebbe essere anche fruttifero.

Ciao:
Andy66

SOCIO SOSTENITORE

Cerco cartoline di tutte le epoche del Comune di Chiusaforte UD (e sue frazioni)

Colleziono Regno, Repubblica, S.Marino e Francia


Proteggiamo quello che conosciamo
Conosciamo solo ciò che riusciamo a comprendere
Comprendiamo unicamente quello che abbiamo imparato
Avatar utente
somalafis
Messaggi: 6878
Iscritto il: 23 luglio 2007, 9:54
Località: Roma

Re: Amarcord: il ''seme bachi''

Messaggio da somalafis »

andy66 ha scritto: 22 febbraio 2022, 20:27 ...
Come alimento vivo per rettili d'affezione (camaleonti, gechi, sauri ecc.) ....
Non ci avrei mai pensato!
Ma spero che anche le more vengano raccolte...
Io comunque da ragazzino ho fatto in tempo a vedere le larve allevate sulle foglie di gelso e i bozzoli....

Rev LB Feb 2023
Riccardo Bodo
SOSTENITORE
Rispondi

Torna a “Le storie dietro i francobolli”

SOSTIENI IL FORUM