L’impronta del chiodo nei francobolli di Sicilia

L’impronta del chiodo nei francobolli di Sicilia

I francobolli di Sicilia vennero stampati in fogli di cento francobolli, ma non tutte le tavole erano formate da un unico gruppo di 100 esemplari.
Generalmente si prepararono tavole con 4 gruppi di 25 esemplari ognuno.
Tali gruppi venivano fissati ad uno zoccolo di legno mediante chiodi ed alcune volte viti.
Questi chiodi o viti non venivano posti nei bordi ma all’interno del gruppo, nell’intersezione di quattro francobolli e la piccola curva di colore che si intravede, talora, nell’angolo del francobollo è appunto l’impronta della testa del chiodo o della vite, come anche nel francobollo da Grana 50 mostrato nell’immagine.

 

Dal Forum di F&F – Luglio 2005
Contributi di meligunis, cirneco giuseppe (pino) e LuckyStr1ke.
Elaborazione e adattamento: Luca Boldrini.

Commenta per primo

Lascia un commento