Oggi è 17 agosto 2019, 15:06

Studio su tirature, vendite ed utilizzi dei francobolli DLR

Moderatori: Stefano T, Alex

Avatar utente
maupoz
Messaggi: 2155
Iscritto il: 8 febbraio 2010, 16:07
Località: MILANO

Studio su tirature, vendite ed utilizzi dei francobolli DLR

Messaggio da maupoz » 19 ottobre 2010, 23:13

Ciao:
abbandono (per ora) DLR saggi-tirature per tentare un'analisi dei periodi emissioni DLR
un pò complicato! (una cosa sono le tirature,un'altra l'utilizzo)
forse ho fatto un pò di confusione ..... con informazioni contraddittorie.
necessita contributo di tutti gli interessati per (tentare di) completare griglia

con premessa che sto solo cercando (per deformazione professionale) di "tradurre" in tabelle, senza presunzione, alcune parti del libro di Franco Filanci "De La Rue a scuola di carte valori".

ricordo che le tabelle sono un mio tentativo di studio, con tutte le lacune e fraintendimenti del caso (miei... naturalmente...), quindi se qualcuno ha qualcosa da dire ....... lo dica!!!

1863

http://img181.imageshack.us/img181/738/scheda1863.png
scheda1863.jpg


Ciao: Ciao: Maurizio (da) Milano
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Maurizio

"Sicché dunque, disse Pinocchio sempre più sbalordito, se io sotterrassi in quel campo i miei cinque zecchini, la mattina dopo quanti zecchini ci troverei?"
"È un conto facilissimo, rispose la Volpe, un conto che puoi farlo sulla punta delle dita. Poni che ogni zecchino ti faccia un grappolo di cinquecento zecchini: moltiplica il cinquecento per cinque e la mattina dopo ti trovi in tasca duemila cinquecento zecchini lampanti e sonanti."
"Oh che bella cosa!" gridò Pinocchio, ballando dall'allegrezza.


Avatar utente
maupoz
Messaggi: 2155
Iscritto il: 8 febbraio 2010, 16:07
Località: MILANO

Re: DLR periodi (tentativo di studio)

Messaggio da maupoz » 5 novembre 2010, 21:13

n.b.
per neofiti .... non prendete per "oro colato" :oo: :oo: le tabelle che allego, sono miei tentativi di studio desunti dalla lettura del libro di F. Filanci "De La Rue a scuola di carte valori" e da contributi tratti da interventi su questo forum.
per "i maestri" se errori contengono prego indicare correzioni, provvederò in merito

ecco il 1864

l'inserimento di immagini con sovrastampa "SAGGI" è assolutamente voluta!

http://img207.imageshack.us/img207/4853/scheda1864.png
scheda1864.jpg


Ciao: Ciao: Maurizio (da) Milano
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Maurizio

"Sicché dunque, disse Pinocchio sempre più sbalordito, se io sotterrassi in quel campo i miei cinque zecchini, la mattina dopo quanti zecchini ci troverei?"
"È un conto facilissimo, rispose la Volpe, un conto che puoi farlo sulla punta delle dita. Poni che ogni zecchino ti faccia un grappolo di cinquecento zecchini: moltiplica il cinquecento per cinque e la mattina dopo ti trovi in tasca duemila cinquecento zecchini lampanti e sonanti."
"Oh che bella cosa!" gridò Pinocchio, ballando dall'allegrezza.

Avatar utente
maupoz
Messaggi: 2155
Iscritto il: 8 febbraio 2010, 16:07
Località: MILANO

Re: DLR periodi (tentativo di studio)

Messaggio da maupoz » 6 novembre 2010, 21:21

Ciao: Ciao:
n.b.
per i neofiti .... non prendete per "oro colato" le tabelle che allego, sono miei tentativi di studio desunti dalla lettura del libro di F. Filanci "De La Rue a scuola di carte valori" e da contributi tratti da interventi su questo forum.
per "i maestri" se errori contengono prego indicare correzioni, provvederò in merito

aqggiungo altra ... tabellina

... il caso del 15 centesimi.....

http://img573.imageshack.us/img573/9595 ... cridim.png
scheda15cridim.jpg


Ciao: Maurizio
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Maurizio

"Sicché dunque, disse Pinocchio sempre più sbalordito, se io sotterrassi in quel campo i miei cinque zecchini, la mattina dopo quanti zecchini ci troverei?"
"È un conto facilissimo, rispose la Volpe, un conto che puoi farlo sulla punta delle dita. Poni che ogni zecchino ti faccia un grappolo di cinquecento zecchini: moltiplica il cinquecento per cinque e la mattina dopo ti trovi in tasca duemila cinquecento zecchini lampanti e sonanti."
"Oh che bella cosa!" gridò Pinocchio, ballando dall'allegrezza.

Avatar utente
maupoz
Messaggi: 2155
Iscritto il: 8 febbraio 2010, 16:07
Località: MILANO

Re: DLR periodi (tentativo di studio)

Messaggio da maupoz » 7 novembre 2010, 15:08

Ciao:
n.b.
per i neofiti .... non prendete per "oro colato" le tabelle che allego, sono miei tentativi di studio desunti dalla lettura del libro di F. Filanci "De La Rue a scuola di carte valori" e da contributi tratti da interventi su questo forum.
per "i maestri" se errori contengono prego indicare correzioni, provvederò in merito

PRIMA SOSTA di riflessione
Pur con tutte le discrepanze del caso, sulla base dei dati pubblicati dall’Easton e da Zanaria e Serra, si possono comparare i dati delle tirature dei nuovi valori con quelli delle relative vendite.

La stamperia De La Rue completò la fornitura degli otto valori della nuova emissione (il 2 c. non era ancora “nato”) a novembre del 1864, integrandola nel dicembre dello stesso anno con i circa 10.900.000 del valore da 15 centesimi sovrastampato 20 (valori tratti dal 2° e 3° conio).

Si tratta quindi esclusivamente delle tirature stampate a Londra su tavole realizzate a Londra che, stando ai dati pubblicati, assommano a circa 353.900.000 francobolli dei vari valori (dati dei valori messi in vendita).

Da questi dati ho ricavato la tabella che riporta (almeno nelle mie intenzioni) il numero dei francobolli dei vari valori (Londra su Londra) che sarebbero risultati ancora in vendita alla fine dell’anno 1864.
Questa tabella servirà per successiva consideraziona sui tempi di “estinzione” di questi valori.

TIRATURE E VENDITE DEI DLR ANNI 1863-1864

http://img513.imageshack.us/img513/2434 ... tirven.png
schedatirven.jpg


Ciao: Ciao: Maurizio
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Maurizio

"Sicché dunque, disse Pinocchio sempre più sbalordito, se io sotterrassi in quel campo i miei cinque zecchini, la mattina dopo quanti zecchini ci troverei?"
"È un conto facilissimo, rispose la Volpe, un conto che puoi farlo sulla punta delle dita. Poni che ogni zecchino ti faccia un grappolo di cinquecento zecchini: moltiplica il cinquecento per cinque e la mattina dopo ti trovi in tasca duemila cinquecento zecchini lampanti e sonanti."
"Oh che bella cosa!" gridò Pinocchio, ballando dall'allegrezza.

Avatar utente
cirneco giuseppe
Messaggi: 5166
Iscritto il: 13 luglio 2007, 17:35
Località: Orbassano (TO)
Contatta:

Re: DLR periodi (tentativo di studio)

Messaggio da cirneco giuseppe » 7 novembre 2010, 20:17

Maurizio, stai diventando sempre più un "mostro"!
Mi fai paura! :-))

:cin: :cin:
..... pino .....Immagine
su ebay http://shop.ebay.it/merchant/gcirnec?_rdc=1

________________________________________________
NEMICO, DICHIARATO E CONVINTO, DEL GRONCHI LILLA

E' saggio sognare ma da stolti illudersi.

cerco e colleziono saggi e prove dagli ASI ad oggi solo Italia
http://www.antichistati.it

Immagine


Avatar utente
Vacallo
Messaggi: 2244
Iscritto il: 13 luglio 2007, 20:54
Località: Langenthal / Svizzera

Re: DLR periodi (tentativo di studio)

Messaggio da Vacallo » 7 novembre 2010, 21:08

Ottimo Maurizio.... Ciao: Ciao:
Cordiali Saluti Eric Werner (alias Vacallo)

Vincitore dei concorsi "I Top di F&F" 2007 e 2008
Vincitore del concorso "I Top di F&F" 2010, categoria Documenti Postali

Sostenitore dal 2010, come lo sono anche nel 2019

Avatar utente
maupoz
Messaggi: 2155
Iscritto il: 8 febbraio 2010, 16:07
Località: MILANO

Re: DLR periodi (tentativo di studio)

Messaggio da maupoz » 12 novembre 2010, 21:47

Ciao:
1863 e 1864 ... sono filati via ....lisci :fii: :fii:

1865

le immagini sono gentilmente "prese in prestito" da interventi-forum di Pino
la nota a fondo scheda - 21 novembre "abbiamo cominciato a fare i francobolli all'inizio di novembre" - è tratta da un intervento-forum di Michele (Marcadabollo)

la risoluzione dell'immagine sarà (forse) un pò più scarsa rispetto a precedenti (ma è sempre bozza di lavoro)

http://img14.imageshack.us/img14/1712/img141.png
img141.jpg


Ciao: Ciao: Maurizio
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Maurizio

"Sicché dunque, disse Pinocchio sempre più sbalordito, se io sotterrassi in quel campo i miei cinque zecchini, la mattina dopo quanti zecchini ci troverei?"
"È un conto facilissimo, rispose la Volpe, un conto che puoi farlo sulla punta delle dita. Poni che ogni zecchino ti faccia un grappolo di cinquecento zecchini: moltiplica il cinquecento per cinque e la mattina dopo ti trovi in tasca duemila cinquecento zecchini lampanti e sonanti."
"Oh che bella cosa!" gridò Pinocchio, ballando dall'allegrezza.

Avatar utente
enrico54
Messaggi: 466
Iscritto il: 28 aprile 2008, 12:21
Località: Napoli

Re: DLR periodi (tentativo di studio)

Messaggio da enrico54 » 13 novembre 2010, 13:32

Ciao Maurizio, il 20 cmi sovrastampato del I tipo è noto usato anche a Gennaio, sicuramente ricordo la data del 21 di quel mese.

Ciao:

Enrico Flaminio
____________
Colleziono usi postali e fiscali dell'emissione De La Rue, Ammende postali (modello 162)

Avatar utente
maupoz
Messaggi: 2155
Iscritto il: 8 febbraio 2010, 16:07
Località: MILANO

Re: DLR periodi (tentativo di studio)

Messaggio da maupoz » 13 novembre 2010, 14:27

enrico54 ha scritto:Ciao Maurizio, il 20 cmi sovrastampato del I tipo è noto usato anche a Gennaio, sicuramente ricordo la data del 21 di quel mese. Ciao: Enrico Flaminio


grazie ad Enrico per il contributo, ho provveduto a colorare la casella gen 1865 della scheda in corrispondenza del sovrastampato 1° tipo (la invierò poi in miglior definizione).
Questo è il senso di quanto mi sono proposto, chi ha osservazioni/integrazioni/correzioni .... lo dica.

1866

anno ... complicato....
OCV stampa su tavole di Londra, poi su prodotte direttamente a Torino (ma quali tavole e per quali valori - direi di vedere le tirature come indicate in tabella e che ho tratte da "De La Rue a scuola di carte valori).
L'elettrotipia .. sul sistema di stampa già si è parlato in "DLR: saggi tiratura definitiva di Londra" ora in quarta pagina.
C'è il nuovo valore da 20 c. che però "non esce".
Vengono introdotti gli annulli numerali (capito ora perchè catalogo fb riporta tirature di Londra dal 01.05.1866!!!)

http://img202.imageshack.us/img202/4682/img143.png
img143.jpg


N.B. per il 2 Lire stampato da OCV si utilizzarono le tavole di Londra
Ciao: Ciao: Maurizio
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Maurizio

"Sicché dunque, disse Pinocchio sempre più sbalordito, se io sotterrassi in quel campo i miei cinque zecchini, la mattina dopo quanti zecchini ci troverei?"
"È un conto facilissimo, rispose la Volpe, un conto che puoi farlo sulla punta delle dita. Poni che ogni zecchino ti faccia un grappolo di cinquecento zecchini: moltiplica il cinquecento per cinque e la mattina dopo ti trovi in tasca duemila cinquecento zecchini lampanti e sonanti."
"Oh che bella cosa!" gridò Pinocchio, ballando dall'allegrezza.

Avatar utente
maupoz
Messaggi: 2155
Iscritto il: 8 febbraio 2010, 16:07
Località: MILANO

Re: DLR periodi (tentativo di studio)

Messaggio da maupoz » 14 novembre 2010, 16:25

Ciao:

1863 - 1866

un breve riepilogo......... per cercare di ricomporre ... i pezzi ....
(le note sulla ... messa in moto .... dell'OCV e sulle lettere di Giacinto Berruti le ho ricopiate da precedenti interventi sul Forum - "vecchio e nuovo" - di Michele - Marcadabollo)

http://img100.imageshack.us/img100/1205/img145.png
img145.jpg


l'immagine non è buonissima, ma sempre di bozza si tratta!!!

l'immagine in alto (1863)
http://img715.imageshack.us/img715/5106 ... girato.jpg
conio2girato.jpg


Ciao: Ciao: Maurizio
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Maurizio

"Sicché dunque, disse Pinocchio sempre più sbalordito, se io sotterrassi in quel campo i miei cinque zecchini, la mattina dopo quanti zecchini ci troverei?"
"È un conto facilissimo, rispose la Volpe, un conto che puoi farlo sulla punta delle dita. Poni che ogni zecchino ti faccia un grappolo di cinquecento zecchini: moltiplica il cinquecento per cinque e la mattina dopo ti trovi in tasca duemila cinquecento zecchini lampanti e sonanti."
"Oh che bella cosa!" gridò Pinocchio, ballando dall'allegrezza.

Avatar utente
enrico54
Messaggi: 466
Iscritto il: 28 aprile 2008, 12:21
Località: Napoli

Re: DLR periodi (tentativo di studio)

Messaggio da enrico54 » 15 novembre 2010, 14:52

enrico54 ha scritto:Ciao Maurizio, il 20 cmi sovrastampato del I tipo è noto usato anche a Gennaio, sicuramente ricordo la data del 21 di quel mese.

Ciao:

Enrico Flaminio
____________
Colleziono usi postali e fiscali dell'emissione De La Rue, Ammende postali (modello 162)


Il 1° tipo è noto su busta il 15 Gennaio 1865.

Ciao

Enrico Flaminio
____________
Colleziono usi postali e fiscali dell'emissione De La Rue, Ammende postali (modello 162)

Avatar utente
maupoz
Messaggi: 2155
Iscritto il: 8 febbraio 2010, 16:07
Località: MILANO

Re: DLR periodi (tentativo di studio)

Messaggio da maupoz » 16 novembre 2010, 23:14

Ciao:

abbiamo visto quanti francobolli - degli otto valori iniziali stampati a Londra - erano "in corso" alla fine del 1864

ma che fine hanno fatto???

ipotizziamo che tutti siano stati posti in vendita, negli anni successivi, prima di quelli stampati a Torino, dovremmo avere:

http://img812.imageshack.us/img812/6003 ... iridim.png
schedaipotesiridim.jpg
quindi, calcolando una media sulle vendite del 1867 per questa tabella (vendite/365= media vendita giorno), e dell'anno precedente per i valori che ancora erano in corso alla fine del 1867, ad una prima analisi abbiamo:

1 c. in corso alla fine del 1869 esauriti dicembre 1869/gennaio 1870
2 c. in corso alla fine del 1868 esauriti alla fine di ottobre 1869
10 c. in corso alla fine del 1866 esauriti alla metà di novembre 1867
30 c. in corso alla fine del 1867 esauriti alla fine di agosto 1868
40 c. in corso alla fine del 1868 esauriti alla fine di dicembre 1868
60 c. in corso alla fine del 1866 esauriti alla fine di aprile 1867
2 lire in corso alla fine del 1874 esauriti alla fine di dicembre 1874

fermiamoci un attimo e ragioniamoci un pò..... anche perchè manca il "subentrato" 2 c.

Ciao: Ciao: Maurizio
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Maurizio

"Sicché dunque, disse Pinocchio sempre più sbalordito, se io sotterrassi in quel campo i miei cinque zecchini, la mattina dopo quanti zecchini ci troverei?"
"È un conto facilissimo, rispose la Volpe, un conto che puoi farlo sulla punta delle dita. Poni che ogni zecchino ti faccia un grappolo di cinquecento zecchini: moltiplica il cinquecento per cinque e la mattina dopo ti trovi in tasca duemila cinquecento zecchini lampanti e sonanti."
"Oh che bella cosa!" gridò Pinocchio, ballando dall'allegrezza.

Avatar utente
maupoz
Messaggi: 2155
Iscritto il: 8 febbraio 2010, 16:07
Località: MILANO

Re: DLR periodi (tentativo di studio)

Messaggio da maupoz » 17 novembre 2010, 22:37

Ciao: Ciao:

.... tutta la fatica ..... per creare la tabella "ma che fine hanno fatto?"

... bastava quanto avevo letto su "De La Rue a scuola di carte valori" di F. Filanci

http://img21.imageshack.us/img21/8536/notefilanci.jpg
notefilanci.jpg


Ciao: Ciao: Maurizio
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Maurizio

"Sicché dunque, disse Pinocchio sempre più sbalordito, se io sotterrassi in quel campo i miei cinque zecchini, la mattina dopo quanti zecchini ci troverei?"
"È un conto facilissimo, rispose la Volpe, un conto che puoi farlo sulla punta delle dita. Poni che ogni zecchino ti faccia un grappolo di cinquecento zecchini: moltiplica il cinquecento per cinque e la mattina dopo ti trovi in tasca duemila cinquecento zecchini lampanti e sonanti."
"Oh che bella cosa!" gridò Pinocchio, ballando dall'allegrezza.

branca_leone
Messaggi: 380
Iscritto il: 13 luglio 2007, 8:55
Località: Venezia città

Re: DLR periodi (tentativo di studio)

Messaggio da branca_leone » 18 novembre 2010, 0:00

maupoz ha scritto:Ciao: Ciao:

.... tutta la fatica ..... per creare la tabella "ma che fine hanno fatto?"

... bastava quanto avevo letto su "De La Rue a scuola di carte valori" di F. Filanci

Ciao: Ciao: Maurizio


Ciao Maurizio,
Vero quello che dici, ma mostrato come hai fatto tè neppure Filanci lo avrebbe fatto, hai resa viva e tangibile una qualche cosa che stava scritta, penso che le tue tabelle e il tuo lavoro resterà nel forum per molto tempo.. :-) :-)
ti ringrazio
zio Italo
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Mi piace tutto quello con i denti, e se vecchio anche senza.
Italo
**********************************************
Italo Pagotto
P.O.Box 43
30126 Lido di Venezia VE

Avatar utente
maupoz
Messaggi: 2155
Iscritto il: 8 febbraio 2010, 16:07
Località: MILANO

Re: DLR periodi (tentativo di studio)

Messaggio da maupoz » 18 novembre 2010, 22:13

Ciao: Ciao:

Grazie a te zio Italo.

Capisco che la distinzione tra tirature Londra su tavole di Londra, Torino su tavole di Londra e Torino su tavole di Torino possa parere ad alcuni una “fissazione” senza concreto fine.
L’argomento però mi intrigava, mi sono limitato ad un approfondimento personale di notizie già pubblicate.
Ho predisposto le tabelle utilizzando i dati delle tirature e vendite riportate nel volume di Franco Filanci e solo dopo averle ultimate ho constatato che corrispondevano ai dati riportati.
Quanti interventi sul forum iniziano con “fino alla metà del 1866 sono sicuro che i francobolli siano dei DLR
Mi sembra dimostrato che così non è … chiaro che la distinzione tra le tirature non è di facile attuazione…

Aggiungo un altro tassello… così per far comprendere meglio il ragionamento utilizzato:

il 2 centesimi

fu inizialmente stampato da DLR (Londra su tavole di Londra) e messo in vendita dal marzo 1865
(ricordo che il 13 settembre dello stesso anno tutto il materiale necessario per la stampa dei francobolli fu spedito a Torino… quindi Londra non ne stampò più)

Ne risultano inviati a Torino 9.209.200; se togliamo i 4.910.236 venduti nel corso del 1865 ne restavano (a fine 1865) 4.298.964.
Nel 1866 vennero venduti 6.066.093 francobolli di questo valore (media giorno 16,62 fb).
Se fossero stati venduti tutti quelli residui dell’originaria tiratura di Londra avremmo 4.298.964/16,62 = 258 giorni per il loro esaurimento e cioè al 10 settembre 1866 non ce ne sarebbero stati più.

Resta da stabilire se andarono esauriti in mattinata o nel pomeriggio. :uah: :uah: :uah: :uah: :uah: :uah:

Chiaramente non è così …. il ragionamento è fatto su una media …. però …. è molto probabile che a quella data di DLR “originari” che ce fossero ancora in circolazione.


Se affrancassi oggi della corrispondenza con un 2 centesimi “DLR” non diventerebbe certo “l’ultima data nota” …….
(secondo me ….. passa … :fii: :fii: :fii: annullato regolarmente!!!…. quasi quasi :mmm: :mmm: mando una letterina a Pino!!!! :ris: :ris: con un bel 2 centesimi .... magari con sovrastampa saggio :ang: :ang: ).

Ciao: Ciao: Maurizio

P.S. ...... e il 2 Lire??? :dub: :dub: .... lo vediamo poi
Maurizio

"Sicché dunque, disse Pinocchio sempre più sbalordito, se io sotterrassi in quel campo i miei cinque zecchini, la mattina dopo quanti zecchini ci troverei?"
"È un conto facilissimo, rispose la Volpe, un conto che puoi farlo sulla punta delle dita. Poni che ogni zecchino ti faccia un grappolo di cinquecento zecchini: moltiplica il cinquecento per cinque e la mattina dopo ti trovi in tasca duemila cinquecento zecchini lampanti e sonanti."
"Oh che bella cosa!" gridò Pinocchio, ballando dall'allegrezza.

Avatar utente
cirneco giuseppe
Messaggi: 5166
Iscritto il: 13 luglio 2007, 17:35
Località: Orbassano (TO)
Contatta:

Re: DLR periodi (tentativo di studio)

Messaggio da cirneco giuseppe » 20 novembre 2010, 18:39

Se affrancassi oggi della corrispondenza con un 2 centesimi “DLR” non diventerebbe certo “l’ultima data nota” …….
(secondo me ….. passa … :fii: :fii: :fii: annullato regolarmente!!!…. quasi quasi :mmm: :mmm: mando una letterina a Pino!!!! :ris: :ris: con un bel 2 centesimi .... magari con sovrastampa saggio :ang: :ang: ).


ahahahahaah

è sempre stato il mio sogno trovare una lettera affrancata con un SAGGIO DE La Rue :$$: :$$:

Revised by Lucky Boldrini - November 2011
Revised by Lucky Boldrini - October 2016
..... pino .....Immagine
su ebay http://shop.ebay.it/merchant/gcirnec?_rdc=1

________________________________________________
NEMICO, DICHIARATO E CONVINTO, DEL GRONCHI LILLA

E' saggio sognare ma da stolti illudersi.

cerco e colleziono saggi e prove dagli ASI ad oggi solo Italia
http://www.antichistati.it

Immagine

Avatar utente
maupoz
Messaggi: 2155
Iscritto il: 8 febbraio 2010, 16:07
Località: MILANO

quanti francobolli vennero distribuiti agli uffici postali?

Messaggio da maupoz » 7 novembre 2016, 11:05

Ciao: Ciao:

chiedo se qualcuno è a conoscenza di pubblicazioni che riportano

il numero dei francobolli della nuova emissione De La Rue distribuiti nei singoli uffici postali esistenti al 1863


dalla scansione inviatami tempo fa da Enrico Ciao: Ciao: (Enrico54) gli uffici al 1863 erano 2383


oppure la distribuzione avvenne per compartimenti territoriali e da questi agli uffici


capisco che è un ... domandone con difficile risposta .... ma non si sa mai!


mi scuserete se ogni tanto riporterò all'attenzione


grazie anticipatamente


uffici postali 1863.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Maurizio

"Sicché dunque, disse Pinocchio sempre più sbalordito, se io sotterrassi in quel campo i miei cinque zecchini, la mattina dopo quanti zecchini ci troverei?"
"È un conto facilissimo, rispose la Volpe, un conto che puoi farlo sulla punta delle dita. Poni che ogni zecchino ti faccia un grappolo di cinquecento zecchini: moltiplica il cinquecento per cinque e la mattina dopo ti trovi in tasca duemila cinquecento zecchini lampanti e sonanti."
"Oh che bella cosa!" gridò Pinocchio, ballando dall'allegrezza.

Avatar utente
maupoz
Messaggi: 2155
Iscritto il: 8 febbraio 2010, 16:07
Località: MILANO

Re: quanti francobolli vennero distribuiti agli uffici postali?

Messaggio da maupoz » 10 novembre 2016, 14:14

maupoz ha scritto:Ciao: Ciao:

chiedo se qualcuno è a conoscenza di pubblicazioni che riportano

il numero dei francobolli della nuova emissione De La Rue distribuiti nei singoli uffici postali esistenti al 1863


dalla scansione inviatami tempo fa da Enrico Ciao: Ciao: (Enrico54) gli uffici al 1863 erano 2383


oppure la distribuzione avvenne per compartimenti territoriali e da questi agli uffici


capisco che è un ... domandone con difficile risposta .... ma non si sa mai!


mi scuserete se ogni tanto riporterò all'attenzione


grazie anticipatamente


uffici postali 1863.jpg


ecco che "riporto su" anche se capisco essere impresa quasi impossibile

mi chiedo, per esempio, a quali uffici siano stati destinati i "soli" 999.600 francobolli da 2 lire

sarebbero 2.499 fogli da 400 ..... gli uffici postali erano 2.383

... :dub: :dub: 1 foglio da 400 per ciascun ufficio postale ???

va bene statisticamente ma certamente non fu così

e allora .... c'era un criterio?

.... o meglio una disposizione della direzione centrale ....

la troveremo mai ......??



in compenso, a chi interessa



se cercate in rete Dizionario geografico postale 1863

potete scaricarlo in formato PDF


potete vedere quali erano gli uffici postali di riferimento dei singoli comuni nel 1863

DGP spiegazioni.jpg
Ciao: Ciao:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Maurizio

"Sicché dunque, disse Pinocchio sempre più sbalordito, se io sotterrassi in quel campo i miei cinque zecchini, la mattina dopo quanti zecchini ci troverei?"
"È un conto facilissimo, rispose la Volpe, un conto che puoi farlo sulla punta delle dita. Poni che ogni zecchino ti faccia un grappolo di cinquecento zecchini: moltiplica il cinquecento per cinque e la mattina dopo ti trovi in tasca duemila cinquecento zecchini lampanti e sonanti."
"Oh che bella cosa!" gridò Pinocchio, ballando dall'allegrezza.

Avatar utente
enrico54
Messaggi: 466
Iscritto il: 28 aprile 2008, 12:21
Località: Napoli

Re: quanti francobolli vennero distribuiti agli uffici postali?

Messaggio da enrico54 » 10 novembre 2016, 17:28

Ciao Maurizio, il numero degli uffici postali al 1863 era quello che hai riportato correttamente, nel 1863 (solo Dicembre ovviamente) del 2 lire risultano venduti solo 5.724 pezzi, come si può ricavare dall'Indicatore Postale del 1864.

La tabella riportata in quell'opuscolo elenca anche il numero dei pezzi venduti di tutti i francobolli in circolazione in quell'anno, ma ovviamente non per singolo ufficio postale, informazione molto difficile da trovare.

15 cmi: 38.091.225 pezzi
30 cmi: 134.016 pezzi
60 cmi: 84.043 pezzi

Questi 4 valori sono gli unici che si possono estrapolare come certi per la sola emissione De La Rue, mentre per gli altri c'è sovrapposizione con quelli di pari valore di Sardegna (a parte il 3 Lire, di cui furono emessi nel 1863 5.724 pezzi).

Quindi scusa ma mi sono perso qualcosa nella sequenza dei tuoi interventi o non ho capito (cosa molto probabile): a quanti anni complessivamente ti riferisci per i 999.600 francobolli da 2 lire?

Ciao:

Enrico Flaminio
_____________
Colleziono usi postali e fiscali dell'emissione De la Rue

Avatar utente
Giampaolo
Messaggi: 291
Iscritto il: 31 gennaio 2014, 17:33
Località: Soave

Re: quanti francobolli vennero distribuiti agli uffici postali?

Messaggio da Giampaolo » 10 novembre 2016, 21:35

Ciao Maurizio, Ciao:

il testo "De La Rue, a scuola di carte valori" di Franco Filanci ci viene parzialmente in soccorso. Non risponde appieno alla tua "domandona" ma ci svela almeno il criterio con cui furono distribuiti i nuovi francobolli agli ufizi postali.
Ti posto un paio di pagine del testo per praticità, sperando di non incorrere nelle ire dell'autore :grr: e te ne raccomando allo stesso tempo l'acquisto nel caso tu non l'abbia già, poichè si tratta, come tutti i libri del Filanci, di una vera miniera di informazioni e aneddoti, oltretutto di piacevolissima lettura. :leggo:

Per quanto riguarda le forniture della De La Rue al governo italiano sempre lo stesso testo ci informa che la prima di queste fu di 2.400.000 esemplari e venne fatturata il 20 agosto 1863 e che in tutto le consegne furono 43, l'ultima il 29 novembre 1864.

I quantitativi furono così suddivisi:

1 cent. = 115.746.100
5 cent. = 38.405.700
10 cent. = 39.462.500
15 cent. = 143.292.200
30 cent. = 3.754.100
40 cent. = 11.555.300
60 cent. = 3.173.900
2 Lire = 1.049.600

Ciao:
32.jpg
33.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Rispondi

Torna a “I francobolli De la Rue”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Sostieni il forum: