Oggi è 10 dicembre 2018, 3:09

Matabeleland

A Stamp From Everywhere: un modo di collezionare.
La cosa può essere semplice o complessa, dipende da te.

Moderatore: fabiov

Rispondi
Avatar utente
Fiore
Messaggi: 1222
Iscritto il: 24 settembre 2007, 18:22
Località: Molinella (BO)

Matabeleland

Messaggio da Fiore » 27 maggio 2008, 10:19

Ho aperto questo topic (poi se il moderatore decide che sia meglio cambiare il titolo od accorparlo ad altri... ha facoltà di farlo! :-)) :-)) ) per narrare in particolare una storia... e poi si potrebbero aggiungere altre storie analoghe riguardanti poste locali.
Ma cominciamo.
Siamo in Africa, a metà dell'800. Anzi, siamo in una delle tante regioni del Sud Africa, teatro di talmente tanti scontri, guerre, storie e contro-storie, da farne il palcoscenico ideale per scrittori di fama (sto pensando ad esmpio al celebratissimo Wilbur Smith).
Una popolazione Zulu, gli Ndebele, si trasferiscono verso l'interno invadendo un Impero di etnia Shona. E sulle rovine dell'Impero Rowzi costruiscono la loro ben organizzata nazione, chiamata MTHWAKAZI. Gli inglesi, storpiando il nome del popolo, chiamano la regione Matabeleland. La nazione prospera sotto la guida del suo fondatore, fino a quando egli muore, nel 1870. A questo punto gli subentra il figlio, e, purtroppo per lui, nei confini della sua nazione viene scoperto l'oro. E' l'inizio della fine. Vengono stipulati patti con gli inglesi, che diventano sempre più invadenti. Stabiliscono che il Matabeleland, insieme a Mashonaland e Bechuanaland, diventi un protettoreto inglese, poi, nel 1893 prendono un pretesto qualsiasi e iniziano la guerra con gli Ndebele... che ovviamente, pur superiori di numero, non hanno possibilità. C'è una seconda guerra nel 1896 (che oggi viene celebrata in Zimbabwe come la "Prima guerra d'indipendenza"), ma anch'essa si conclude con la sconfitta dei nativi. E il Matabeleland, sempre più colonizzato dai bianchi, diventa una provincia della Rhodesia.
Tornerà inipendente molti anni dopo, con il nome attuale di Zimbabwe.

... e tutto questo, coi francobolli, cosa c'entra, direte?

Il primo servizio postale, che collegava alcune delle più importanti città dell'area, fu organizzato nel 1888 da un missionario scozzese. Prima venivano usati i francobolli del Bechuanaland inglese, poi dal 1892 quelli della "British South Africa Company".

Ma, in aggiunta al servizio "ufficiale", la Reuters, famosa compagnia telegrafica che al giorno d'oggi è ancora famosissima come agenzia stampa (al tempo i telegrafi davano indubbi vantaggi di velocità nella trasmissione delle notizie...), completa una linea telegrafica nell'area, la apre al pubblico e stabilisce nel Marzo 1894 un servizio locale: si paga, oltre al costo del telegrafo, il trasporto fino alla stazione telegrafica dei dispacci.
Furono prodotti "francobolli" da 2s 6d, 5s e 10s, secondo le distanze da coprire, stampati in ciclostile in fogli da 18 non dentellati; sul francobollo stesso erano scritte le città di partenza (la più importante era Bulawayo) ed arrivo del messaggio. Non venivano venduti, ma applicati direttamente ai moduli per i messaggi, che poi venivano portati al telegrafo da corridori ("runners") indigeni.
Qui venivano annullati a mano dal direttore della postazione telegrafica, con iniziali e data.
Il servizio termina nel giugno del 1894, dopo pochi mesi dalla sua apertura.
E qui sotto vedete uno di questi rarissimi e particolarissimi "francobolli":

Matabeland_telgraph_service.jpg


E questo è tutto... per il momento!

Ciao: Ciao: Ciao:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Alberto Fiorentini
Repubblica usata: mancano una decina di "servizi" ed il "mostro rosa"!
Regno: tra usati e linguellati, una ventina è ancora assente... più 5-6 "servizi" e quasi tutti i "pubblicitari"...
Germania 1872-1945: abbastanza avanzata, soprattutto per il periodo "3° Reich", ma... ce n'é ancora, da fare.

ASFE: Contatore ad oggi: 3.009. La rincorsa prosegue!

Tematiche:
- sto ancora cercando di organizzare in modo logico il materiale (in costante aumento) che ho sui "portieri di calcio"
- rapaci notturni (per la moglie) e cardellini (che erano la passione di mio padre)
- un'idea nascente su geografia e bandiere tramite i francobolli...
- socio n. 6 del SOSIG (e quindi... SOS!)(anche se un po' in stand-by)


Avatar utente
giandri
Messaggi: 1084
Iscritto il: 13 luglio 2007, 7:43
Località: Venezia
Contatta:

Re: Un po' di storia di poste locali... Matabeleland!

Messaggio da giandri » 27 maggio 2008, 10:42

Mi sembrava di avere qualcosa sull'argomento.
E l'ho trovato :!:

Matabeleland.jpg
Ciao
Ciao:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Andrea Bizio Gradenigo
Iscritto dal 7 luglio 2004
http://www.giandri.altervista.org/
La filatelia è divertimento, studio, approfondimento e cultura, non è un libretto di banca.
Colleziona per il piacere che ti dà il collezionare.

Avatar utente
Fiore
Messaggi: 1222
Iscritto il: 24 settembre 2007, 18:22
Località: Molinella (BO)

Re: Un po' di storia di poste locali... Matabeleland!

Messaggio da Fiore » 27 maggio 2008, 11:34

GRANDE!
Proprio loro, i tre valori sui quali si leggono le città di partenza ed arrivo!

:clap: :clap: :clap:

Ciao: Ciao: Ciao:
Alberto Fiorentini
Repubblica usata: mancano una decina di "servizi" ed il "mostro rosa"!
Regno: tra usati e linguellati, una ventina è ancora assente... più 5-6 "servizi" e quasi tutti i "pubblicitari"...
Germania 1872-1945: abbastanza avanzata, soprattutto per il periodo "3° Reich", ma... ce n'é ancora, da fare.

ASFE: Contatore ad oggi: 3.009. La rincorsa prosegue!

Tematiche:
- sto ancora cercando di organizzare in modo logico il materiale (in costante aumento) che ho sui "portieri di calcio"
- rapaci notturni (per la moglie) e cardellini (che erano la passione di mio padre)
- un'idea nascente su geografia e bandiere tramite i francobolli...
- socio n. 6 del SOSIG (e quindi... SOS!)(anche se un po' in stand-by)

Avatar utente
Lucky Boldrini
Messaggi: 2084
Iscritto il: 2 agosto 2007, 14:27
Località: Livorno

Re: Un po' di storia di poste locali... Matabeleland!

Messaggio da Lucky Boldrini » 27 maggio 2008, 18:28

Bravo Alberto,

è sempre un piacere "leggerti" sul Forum. :-)

Avanti così.

:clap: :clap:

Luca
S T A F F

Luca Boldrini (ex Luckystr1ke) - Livorno

Immagine
Immagine Collezione base della Repubblica Italiana, nuova, servizi inclusi, varietà escluse

Avatar utente
fabiov
Messaggi: 3385
Iscritto il: 13 luglio 2007, 7:04
Contatta:

Re: Un po' di storia di poste locali... Matabeleland!

Messaggio da fabiov » 28 maggio 2008, 10:51

Ciao Fiore! :clap: :clap:
Complimenti! Quando fai una ricerca trovi sempre dati interessanti e sempre qualche notizi nuova. Poi sai sintetizzare il tutto molto bene... vedo un futuro...
io posso aggiungere solo poche cose.
Il bollo scritto a mano del Matabellend (ed i suoi fratelli) è uno dei miei francobolli preferiti!
Un paio di anni fa proposi dei quiz, fra questi a pagina 29a c'era anche il bollo del Matabeleland:
guarda al http://www.fabiovstamps.com/forum29a.html
La risposta che è lì riportata lì è la seguente:
QUIZ 7 = Splendido esemplare di posta locale. Si tratta del servizio telegrafico della Reuter in Rodesia, nella zona del Matabeleland. Durante la costruzione della rete telegrafica tra Bulawayo e Tati fu attivato un servizio di messaggeri matabele che portavano i messaggi dalla città al più vicino posto con il telegrafo. I messaggeri erano dei "runner" cioè portavano i dispacci "di corsa" fra le città di Bulawayo e Mwange ed altre. Talvolta i runner dovevano percorre anche duecento chilometri.... Siamo negli anni 1894 e successivi. Su questo particolare servizio varrebbe la pena fare degli approfondimenti. Vedremo se c'è un volenteroso. Io metto a disposizione le informazioni che ci sono sul catalogo di Hurt e Williams del 1950.

Come vedi, avevo chiesto un volenteroso per approfondire questa bellissima emissione.
A presto!
Ciao fabiov Ciao: Ciao:
P.S. i bolli del Matabeleland costano parecchio, ma sopratttutto NON si trovano!
P.P.S. chi volesse approfondire la storia dei Matabele e della costituzione della Rodesia può leggere i libri d'avventura di Wilburn Smith ambientati nella zona degli zulu e dei matabele.
P.P.S. hai citato Bulawayo... se ricordo bene c'è un'emissione specifica LOCALE per quella città dovuta ad un'occupazione o una ribellione. Vado a controllare.
SOSTENITORE DA SEMPRE!
Leggete articoli filatelici miei e di altri amici giornalisti nel mio NUOVO sito www.storiefilateliche.it. Oltre a più di 130 articoli ci sono novità, illustrazioni e una sezione ASFE. Vi ricordo anche che sul mio vecchio sito www.fabiovstamps.com è sempre attivo, su tutte le pagine, un motore di ricerca per ritrovare più di 500 MB di info filateliche, caricate negli ultimi 14 anni anni da me sul Forum e sul mio sito!


Avatar utente
fabiov
Messaggi: 3385
Iscritto il: 13 luglio 2007, 7:04
Contatta:

Re: Un po' di storia di poste locali... Matabeleland!

Messaggio da fabiov » 28 maggio 2008, 15:50

Qualche ulteriore informazione sul Matabeleland:
La stazione telegrafica di Bulawayo era molto importante, perchè era nella principale città della zona. Nel 1896, durante la ribellione dei Matabele, furono sovrastampati localmente due francobolli della Compagnia dell' Africa del Sud. Pochi furono i quantitativi sovrastampati e fra di essi anche degli errori che sono delle vere rarità. Da un catalogo d'asta ho trovato il three pence con la R rovesciata ed il 5 scellini con una barra solamente. Un difficile item per i collezionisti ASFE! Guardatevi queste bellezze da alcune decine di migliaia di sterline a pagina 29a:
http://www.fabiovstamps.com/forum29a.html#matabelelandancora
Ho messo anche un bell'annullo di Bulawayo.
La ribellione dei matabele contro le forze britanniche è trattata dagli storici dello Zimbabwe(e anche da molti altri storici) come lo scontro fra la popolazione nativa e l'imperialismo coloniale di fine 1800.
La Rhodesia del sud ha emesso vari francobolli con la scritta Matablelend. Uno del 1943 è visibile al link di cui sopra.
Ciao fabiov Ciao: Ciao:

Revised by Lucky Boldrini - April 2009
SOSTENITORE DA SEMPRE!
Leggete articoli filatelici miei e di altri amici giornalisti nel mio NUOVO sito www.storiefilateliche.it. Oltre a più di 130 articoli ci sono novità, illustrazioni e una sezione ASFE. Vi ricordo anche che sul mio vecchio sito www.fabiovstamps.com è sempre attivo, su tutte le pagine, un motore di ricerca per ritrovare più di 500 MB di info filateliche, caricate negli ultimi 14 anni anni da me sul Forum e sul mio sito!


Rispondi

Torna a “ASFE”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Sostieni il forum: